Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

ogni punto di vista è solo un punto di vista

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Unachi ha scritto:
Lucio Musto ha scritto:

Il fondo, una discussione è come una partita a scacchi, dove tutte le possibili mosse sono note ad entrambi i giocatori.
Vince, chi riesce a prevedere una mossa di più dell'altro


:,,,,,.........
Ma...ma...............è.............teribbbbile, teribbbile, teribbbbile............tutto questo!!!! cool

In una botta sola, identifichi precisamente nella "partita a scacchi" lo schema della discussione, nel "vincere" il suo scopo................e poi dai pure per scontato che la mossa dell'altro ...sarebbe sempre prevedibile VOLENDO o APPLICANDOSI ALL'UOPO???

gattina

Sarò breve : se scegli accuratamente gli interlocutori e salti (il primo che mi viene in mente) gli interlocutori come Aleister...magari può darsi.
Ma è una regola molto , molto parziale. O non trovi?
Diciamo che è lo schema della "discussione" da diporto dopolavoristico, che spesso scema (diventando scema) su aspetti personalistici (simpaticosi ovvero odiosi) a loro volta da diporto.
Ma non dirmi che segua questo schema, o che mai possa seguirlo, la discussione che sia realmente finalizzata a qualunque tipo di indagine speculativa che sia degna di questo nome!!!
Te li immagini , Lucio, due Chimici o due Astrofisici o due Matematici o due Asceti che ..perdono tempo pensando alla regola della partita a scacchi e , sotto sotto, pensano "mo' te frego io!" ??? rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere


sarò brevissimo. Rileggiti gli interventi n° 3 ed 8 di questo stesso thread

Vedi il profilo dell'utente
27
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Lucio Musto ha scritto:
Unachi ha scritto:
Lucio Musto ha scritto:

Il fondo, una discussione è come una partita a scacchi, dove tutte le possibili mosse sono note ad entrambi i giocatori.
Vince, chi riesce a prevedere una mossa di più dell'altro


:,,,,,.........
Ma...ma...............è.............teribbbbile, teribbbile, teribbbbile............tutto questo!!!! cool

In una botta sola, identifichi precisamente nella "partita a scacchi" lo schema della discussione, nel "vincere" il suo scopo................e poi dai pure per scontato che la mossa dell'altro ...sarebbe sempre prevedibile VOLENDO o APPLICANDOSI ALL'UOPO???

gattina

Sarò breve : se scegli accuratamente gli interlocutori e salti (il primo che mi viene in mente) gli interlocutori come Aleister...magari può darsi.
Ma è una regola molto , molto parziale. O non trovi?
Diciamo che è lo schema della "discussione" da diporto dopolavoristico, che spesso scema (diventando scema) su aspetti personalistici (simpaticosi ovvero odiosi) a loro volta da diporto.
Ma non dirmi che segua questo schema, o che mai possa seguirlo, la discussione che sia realmente finalizzata a qualunque tipo di indagine speculativa che sia degna di questo nome!!!
Te li immagini , Lucio, due Chimici o due Astrofisici o due Matematici o due Asceti che ..perdono tempo pensando alla regola della partita a scacchi e , sotto sotto, pensano "mo' te frego io!" ??? rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere


sarò brevissimo. Rileggiti gli interventi n° 3 ed 8 di questo stesso thread

infatti...
il problema è sempre quello, sei interessato a prevalere (CASO A) o allo scambio di informazioni? (CASO B)

CASO A) vuoi prevalere per soddisfare il tuo io o anche per esigenze lavorative...non si esclude che sia necessario far passare un'idea piuttosto di un'altra ...ma se questo è giustificabile nell'ambito delle "idee" (politica giornalismo) non lo è certamente in ambito scientifico
CASO B) metti i tuoi occhi all'altezza dell'interlocutore e sei solo interessato a comprendere e ad esporre in modo utile alle orecchie di chi ascolta

...ci sarebbe anche un CASO C)... sei un insegnante, ma questo caso è più particolare

Vedi il profilo dell'utente
28
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
euvitt ha scritto:

il problema è sempre quello, sei interessato a prevalere (CASO A) o allo scambio di informazioni? (CASO B)

CASO A) vuoi prevalere per soddisfare il tuo io o anche per esigenze lavorative...non si esclude che sia necessario far passare un'idea piuttosto di un'altra ...ma se questo è giustificabile nell'ambito delle "idee" (politica giornalismo) non lo è certamente in ambito scientifico
CASO B) metti i tuoi occhi all'altezza dell'interlocutore e sei solo interessato a comprendere e ad esporre in modo utile alle orecchie di chi ascolta


Ma secondo te è un problema di "tematiche", o non resta piuttosto un problema di "posture personali" ?

Dico subito che anche gli esempi portati da me possono trarre in inganno, in tal senso, per cui altrettanto subito preciso : io ho citato l'esempio del dialogo tra Astrofisici o tra Asceti solo perchè è lecito presumere che avendo questi un pensiero molto "allenato" siano in grado di autodiagnosticare e debellare con facilità le loro eventuali posture miopi ed egocentrate. Cosa che non è poi sempre vera.

Penso che tutti , qui, ci stiamo riferendo a quei dialoghi che avrebbero tutte le premesse di fatto per poter essere puramente speculativi , ossia quei dialoghi che si spacciano per "parliamone insieme per arrivare entrambi oltre" (senza essere cioè condizionati da alcun fattore terzo rispetto agli interlocuri), giusto?

Ecco: quale che ne sia l'argomento, a me sembra proprio che possano realizzarsi come puramente speculativi o invece realizzarsi come partita a scacchi tra le personalità degli interlocutori, proprio e solo in funzione delle personalità degli interlocutori, non dell'argomento!

---
A me sembra che i forum siano davvero uno strumento eccellente per divertirsi ad osservare le interazioni umane, esattamente e proprio quelle che dovrebbero essere elettivamente dialogico-speculative.
Mi vengono in mente soprattutto i forum professionali, in questo momento: quale che sia la professione di cui si tratti, avrai sempre un certo numero di utenti che sono effettivamente e a vario titolo coinvolti da quelle tematiche e alle quali davvero interessa ragionare e scambiarsi informazioni sui vari argomenti di settore.
Poi c'è sempre un numero di utenti, sedicenti "cultori della materia" , che fastidiosissimamente te li ritrovi tra i piedi perchè "devono dire la loro". Di solito sono anche quelli più polemici! Nel 99% dei caso sono dei semplici perdigiorno che digitano perchè hanno le dita e la tastiera. A cui non interessa assolutamente nulla dell'argomento. E' solo che lo trovano idoneo pass per farsi quattro chiacchiere e poter dire "ehi! esisto anch'io!". Nel 99% dei casi è sufficiente questa postura (anche di uno solo) per togliere senso e costrutto all'intera discussione, trasformando una piacevole e costruttiva ricerca di informazioni in una semplice ostentazione di ego insulso e fastidioso che fa perdere gusto anche agli altri. In questi casi: l'argomento si presta eccome, è l'interlcoture ad essere privo di ogni prestanza, però!

Vedi il profilo dell'utente
29
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Unachi ha scritto:

Ma secondo te è un problema di "tematiche", o non resta piuttosto un problema di "posture personali" ?

Dico subito che anche gli esempi portati da me possono trarre in inganno, in tal senso, per cui altrettanto subito preciso : io ho citato l'esempio del dialogo tra Astrofisici o tra Asceti solo perchè è lecito presumere che avendo questi un pensiero molto "allenato" siano in grado di autodiagnosticare e debellare con facilità le loro eventuali posture miopi ed egocentrate. Cosa che non è poi sempre vera.

Penso che tutti , qui, ci stiamo riferendo a quei dialoghi che avrebbero tutte le premesse di fatto per poter essere puramente speculativi , ossia quei dialoghi che si spacciano per "parliamone insieme per arrivare entrambi oltre" (senza essere cioè condizionati da alcun fattore terzo rispetto agli interlocuri), giusto?

Ecco: quale che ne sia l'argomento, a me sembra proprio che possano realizzarsi come puramente speculativi o invece realizzarsi come partita a scacchi tra le personalità degli interlocutori, proprio e solo in funzione delle personalità degli interlocutori, non dell'argomento!

ti dico subito che ho già messo in IGNORE due forumisti...forse sbaglio ma "secondo me" non avevano interesse ad interaggire ma ne avevano molto a fare a gara a chi ce l'ha più lungo...ed io non sono interessato né a giocare né a mandarli affanculo
...ce n'è un terzo che fa questi giochini...però con me ancora non ha tirato fuori l'apparato genitale (il cervello) scopo misurazione

---
Unachi ha scritto:A me sembra che i forum siano davvero uno strumento eccellente per divertirsi ad osservare le interazioni umane, esattamente e proprio quelle che dovrebbero essere elettivamente dialogico-speculative.
Mi vengono in mente soprattutto i forum professionali, in questo momento: quale che sia la professione di cui si tratti, avrai sempre un certo numero di utenti che sono effettivamente e a vario titolo coinvolti da quelle tematiche e alle quali davvero interessa ragionare e scambiarsi informazioni sui vari argomenti di settore.
Poi c'è sempre un numero di utenti, sedicenti "cultori della materia" , che fastidiosissimamente te li ritrovi tra i piedi perchè "devono dire la loro". Di solito sono anche quelli più polemici! Nel 99% dei caso sono dei semplici perdigiorno che digitano perchè hanno le dita e la tastiera. A cui non interessa assolutamente nulla dell'argomento. E' solo che lo trovano idoneo pass per farsi quattro chiacchiere e poter dire "ehi! esisto anch'io!". Nel 99% dei casi è sufficiente questa postura (anche di uno solo) per togliere senso e costrutto all'intera discussione, trasformando una piacevole e costruttiva ricerca di informazioni in una semplice ostentazione di ego insulso e fastidioso che fa perdere gusto anche agli altri. In questi casi: l'argomento si presta eccome, è l'interlcoture ad essere privo di ogni prestanza, però!
conosco il problema...
una mia amica tra pochi giorni presenta la tesi di laurea in comunicazioni basata sullo studio dei comportamenti in un grosso forum dove eravano iscritti... io l'ho aiutata in piccola parte e devo dire che lo studio presenta lati veramente interessanti

Vedi il profilo dell'utente
30
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
euvitt ha scritto:
Lucio Musto ha scritto:
Unachi ha scritto:
Lucio Musto ha scritto:

Il fondo, una discussione è come una partita a scacchi, dove tutte le possibili mosse sono note ad entrambi i giocatori.
Vince, chi riesce a prevedere una mossa di più dell'altro


:,,,,,.........
Ma...ma...............è.............teribbbbile, teribbbile, teribbbbile............tutto questo!!!! cool

In una botta sola, identifichi precisamente nella "partita a scacchi" lo schema della discussione, nel "vincere" il suo scopo................e poi dai pure per scontato che la mossa dell'altro ...sarebbe sempre prevedibile VOLENDO o APPLICANDOSI ALL'UOPO???

gattina

Sarò breve : se scegli accuratamente gli interlocutori e salti (il primo che mi viene in mente) gli interlocutori come Aleister...magari può darsi.
Ma è una regola molto , molto parziale. O non trovi?
Diciamo che è lo schema della "discussione" da diporto dopolavoristico, che spesso scema (diventando scema) su aspetti personalistici (simpaticosi ovvero odiosi) a loro volta da diporto.
Ma non dirmi che segua questo schema, o che mai possa seguirlo, la discussione che sia realmente finalizzata a qualunque tipo di indagine speculativa che sia degna di questo nome!!!
Te li immagini , Lucio, due Chimici o due Astrofisici o due Matematici o due Asceti che ..perdono tempo pensando alla regola della partita a scacchi e , sotto sotto, pensano "mo' te frego io!" ??? rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere


sarò brevissimo. Rileggiti gli interventi n° 3 ed 8 di questo stesso thread

infatti...
il problema è sempre quello, sei interessato a prevalere (CASO A) o allo scambio di informazioni? (CASO B)

CASO A) vuoi prevalere per soddisfare il tuo io o anche per esigenze lavorative...non si esclude che sia necessario far passare un'idea piuttosto di un'altra ...ma se questo è giustificabile nell'ambito delle "idee" (politica giornalismo) non lo è certamente in ambito scientifico
CASO B) metti i tuoi occhi all'altezza dell'interlocutore e sei solo interessato a comprendere e ad esporre in modo utile alle orecchie di chi ascolta

...ci sarebbe anche un CASO C)... sei un insegnante, ma questo caso è più particolare

si, è così. Anche per il caso C) dove naturalmente esiste in più il diverso e spinoso problema (trattato anche in questo forum) del capire/spiegarsi, a chi tocca, e chi ne è responsabile.

Mi piace parlare con persone con cui ci si capisce facilmente.

Vedi il profilo dell'utente
31
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ogni punto di vista è solo un punto di vista. Quando su un argomento dovesse coincidere il 99% dei punti di vista cosa dovremmo pensare? Inoltre, chi vuole avere per forza ragione nasconde grosse insicurezze. E su questo NON DOVETE CONTRADDIRMI!

Vedi il profilo dell'utente
32
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Candido ha scritto: chi vuole avere per forza ragione nasconde grosse insicurezze. E su questo NON DOVETE CONTRADDIRMI!

Hai voluto provocare un simpatico crash argomentativo che (secondo me) mentre resta simpatico, può essere anche molto serio!

Voglio dire solo questo : le insicurezze...mica vero che son tutte uguali!!!
Quelle consapevoli ..strano ma vero...rendono forti. Son quelle inconsapevoli a noi stessi che ci rendono spaventosamente deboli (e talvolta risibili).
No? confused

Vedi il profilo dell'utente
33
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Unachi ha scritto:
Voglio dire solo questo : le insicurezze...mica vero che son tutte uguali!!!
Quelle consapevoli ..strano ma vero...rendono forti. Son quelle inconsapevoli a noi stessi che ci rendono spaventosamente deboli (e talvolta risibili).
No? confused
conosci te stesso....
ciò che sta al disotto del livello cosciente agisce malgrado te
sarebbe infatti interessante far emergere queste zone sommerse ma non a tutti i costi e con qualsiasi mezzo
se stanno sommerse un motivo c'è

Vedi il profilo dell'utente
34
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
euvitt ha scritto:
conosci te stesso....
ciò che sta al disotto del livello cosciente agisce malgrado te
sarebbe infatti interessante far emergere queste zone sommerse ma non a tutti i costi e con qualsiasi mezzo
se stanno sommerse un motivo c'è

inchino
E , di solito, non è un motivo futile.
Diciamo che se stanno sommerse....e se lo restano malgrado i tentativi di volo speculativi....forse hanno a che vedere con un assetto autopercepito come essenziale (a torto o ragione, non cambia) . Sei d'accordo?

Allo stesso tempo : se c'è uno "zoccolo duro" impegnato nell'autoconservazione di un assetto autoreputato essenziale per la sopravvivenza...........esattamente su quello si infrange ogni intento speculativo che possa davvero chiamarsi tale.
O no?

imbarazzo

Vedi il profilo dell'utente
35
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Unachi ha scritto:[
inchino
E , di solito, non è un motivo futile.
Diciamo che se stanno sommerse....e se lo restano malgrado i tentativi di volo speculativi....forse hanno a che vedere con un assetto autopercepito come essenziale (a torto o ragione, non cambia) . Sei d'accordo?

Allo stesso tempo : se c'è uno "zoccolo duro" impegnato nell'autoconservazione di un assetto autoreputato essenziale per la sopravvivenza...........esattamente su quello si infrange ogni intento speculativo che possa davvero chiamarsi tale.
O no?

imbarazzo
ti ho riletta tre volte...e questo per cercare di capire la tua domanda... faccio presente che anche se ho una certa conoscenza della mente umana non sono uno psicologo e soprattutto non conosco il linguaggio degli psicologi
ciò premesso sorriso ...
sotto il livello di galleggiamento della mente cosciente ci sono parti al buio
le normali esperienze della vita cercheranno di illuminarle... ma non è certo che ciò avvenga, dipende dalle tue risposte agli eventi
ci sono altri modi per farle emergere
una è la meditazione.... che dovrebbe essere morbida e guidata da un maestro esperto
altre sono le droghe e l'alcool... ma in questi casi le stai facendo emergere di prepotenza e senza preparazione
in caso di emersione violenta di parti a te nascoste ci potrebbero essere grossi inconvenienti...

immagina che ti venga su improvvisamente il ricordo di una violenza subita quando eri adolescente
... e tu non sei affatto preparata a ricevere l'impatto di dolore e odio del ricordo...

faccio gentilmente presente che la parte più nobile di un essere umano non è la mente...c'è una "Mente Superiore" che gestisce queste cose.... e che ti rende noto solo quello che sei pronto a conoscere....ma noi siamo liberi e per libertà possiamo bruciarci le ali

Vedi il profilo dell'utente
36
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum