Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il "Divertimento" (!!!)

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Questa mattina (ero al bar per il caffè, in mezzo alla confusione e di spalle al monitor TV del locale, quindi ...non so neanche chi parlasse) un concettino in poche parole mi ha dato una grande allegria, perchè in tre parole riassumeva quel che sento come vero da sempre, essendomi ormai perfettamente adattata a considerlarlo come un mio "vizio di fabbrica" (accetabilissimo,almeno da me).

Partendo da un discorso su "ferie e riposo lavorativi"...qualcuno che non so chi sia (dato il contesto ho ascoltato questa frase senza poter vedere chi la pronunciasse) affermava che "il riposo vero è creativo per sè stesso, è l'otium, è quello in cui - libero da vincoli pragmatico-umanoidi - pensi e scrivi anche quando dormi e ...dormi anche quando pensi e scrivi! NULLA A CHE VEDERE CON IL "DIVERTIMENTO", CHE E' LA VARIANTE FRUSTRATA E NEVROTICA ALL'OTIUM CHE NON SI E' CAPACI DI VIVERE E DA CUI .....incredibilmente ..............SI FUGGE!".

Io lo trovo di una concludenza spiazzante.
E Voi? meditare

Vedi il profilo dell'utente
2
LieveMente
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

Che dire… concordo pienamente
Il fatto è che siamo poco abituati a disporre di tempo.
La mancanza di cose da fare, pensare, organizzare, ci crea un momentaneo squilibrio, un senso di vuoto che quasi leva il fiato. Siamo soli con noi stessi e con quello che siamo in realtà.
Brrrr….può essere terrificante. Ma se si riesce a superare il blocco iniziale, la voglia di mettersi il cappotto e scappare… se solo ci fissiamo su una piccola cosa, una cosa da niente, magari sarà quella che ci porterà lontano….oppure indietro, oppure semplicemente ci farà perdere quell’assurda cognizione del tempo così come siamo abituati a concepirlo.
La difficoltà è risalire sulla giostra… fight

Vedi il profilo dell'utente
3
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Unachi ha scritto:Questa mattina (ero al bar per il caffè, in mezzo alla confusione e di spalle al monitor TV del locale, quindi ...non so neanche chi parlasse) un concettino in poche parole mi ha dato una grande allegria, perchè in tre parole riassumeva quel che sento come vero da sempre, essendomi ormai perfettamente adattata a considerlarlo come un mio "vizio di fabbrica" (accetabilissimo,almeno da me).

Partendo da un discorso su "ferie e riposo lavorativi"...qualcuno che non so chi sia (dato il contesto ho ascoltato questa frase senza poter vedere chi la pronunciasse) affermava che "il riposo vero è creativo per sè stesso, è l'otium, è quello in cui - libero da vincoli pragmatico-umanoidi - pensi e scrivi anche quando dormi e ...dormi anche quando pensi e scrivi! NULLA A CHE VEDERE CON IL "DIVERTIMENTO", CHE E' LA VARIANTE FRUSTRATA E NEVROTICA ALL'OTIUM CHE NON SI E' CAPACI DI VIVERE E DA CUI .....incredibilmente ..............SI FUGGE!".

Io lo trovo di una concludenza spiazzante.
E Voi? meditare
cool

"Maestro,che cos'è lo za-zen ?"
"Za-zen significa star seduti senza far niente."
"Ma è davvero così semplice ?"
"E' talmente semplice che una persona su 100 milioni riesce a farlo."

scratch

Vedi il profilo dell'utente
4
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Unachi ha scritto:"il riposo vero è creativo per sè stesso, è l'otium, è quello in cui - libero da vincoli pragmatico-umanoidi - pensi e scrivi anche quando dormi e ...dormi anche quando pensi e scrivi! NULLA A CHE VEDERE CON IL "DIVERTIMENTO", CHE E' LA VARIANTE FRUSTRATA E NEVROTICA ALL'OTIUM CHE NON SI E' CAPACI DI VIVERE E DA CUI .....incredibilmente ..............SI FUGGE!".

C'è sicuramente del vero e, in particolare, mi sento di condividere appieno tutta la prima parte, quella sull'ozio. Tuttavia la seconda mi convince meno, o meglio mi convince a patto di riferirla ai cosìddetti "forzati del divertimento" (o al "divertimento forzato"), vale a dire a quelli che ragionano su modelli del tipo "è sabato sera e quindi DOBBIAMO andare in discoteca perchè DOBBIAMO divertirci" o "ho 15 giorni di ferie e quindi DEVO trascinare tutta la famiglia in un viaggio in 37 tappe in cui svolgeremo 192 attività DIVERTENTI perchè DOBBIAMO divertirci".

Però io questo non lo chiamerei "divertimento". A me pare più che altro una "malattia" di chi, quando mai dovesse trovarsi da solo e senza uno strabeatissimo cazzo da fare, verrebbe preso dall'horror vacui e assordato dal rumore del suo cervello che pensa.

Divertirsi è un'altra cosa, secondo me. Certamente è un'attività, non è di sicuro "oziare", che ha la caratteristica di essere svolta quando lo si vuole, perché lo si vuole, con chi si vuole e facendo quel che si vuole. E allora ben venga la serata che inizia con l'aperitivo alle quattro e mezza del pomeriggio e finisce con il cornettazzo farcito di nutella alle 6 del mattino, avendo passato il tempo in mezzo con il preciso obiettivo di sostituire qualunque fluido corporeo con l'alcool e di godere tanto della compagnia degli amiconi quanto di quella di perfetti sconosciuti altrettanto "benzinati". O similari insomma, poi ciascuno si diverte a modo suo.

Vedi il profilo dell'utente
5
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
scratch
E se per divertimento ti fai la barba in riva al Tagliamento?
Cosa ti succederà?

scratch

Vedi il profilo dell'utente
6
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Nella mia vita è sempre stato assente il concetto di "divertimento" comune fra le persone, che intendono qualcosa di programmato, ripetitivo, per me noioso o inquietante, come le musiche da discoteca. Mi diverto di solito lavorando, quando non si tratta di un lavoro imposto, oppure quando, anche nell'ambito del mio lavoro (faccio l'insegnante) trovo qualcuno che mi ascolta con interesse (questo è un miracolo rarissimo, come il sangue di san Gennaro).

Vedi il profilo dell'utente
7
LieveMente
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
hakimsanai43 ha scritto: scratch
E se per divertimento ti fai la barba in riva al Tagliamento?
Cosa ti succederà?

scratch


Ehm... stai in modalità " che succede succede" . Di sicuro scorreranno emozioni...

a fiumi

Vedi il profilo dell'utente
8
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Non si stanno divertendo. Non mi diverto se loro non si divertono. Se faccio in modo che si divertano, allora potrò divertirmi con loro.
Far sì che si divertano, non è un divertimento. E' duro lavoro.
Potrò divertirmi a scoprire perchè non si divertono.
Non sono tenuto a divertirmi nel cercar di capire il perchè non si divertono.
Ma vi è persino del divertimento nel far sembrare loro che non mi diverta scoprire perchè non si divertono.
Una bimba si avvicina e dice: divertiamoci.
Ma divertirsi è uno spreco di tempo, perchè non serve a farsi un'idea del perchè "non" si divertono.

Vedi il profilo dell'utente
9
LieveMente
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E' uno scioglilingua?

Vedi il profilo dell'utente
10
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Candido ha scritto:Nella mia vita è sempre stato assente il concetto di "divertimento" comune fra le persone, che intendono qualcosa di programmato, ripetitivo, per me noioso o inquietante, come le musiche da discoteca. Mi diverto di solito lavorando, quando non si tratta di un lavoro imposto, oppure quando, anche nell'ambito del mio lavoro (faccio l'insegnante) trovo qualcuno che mi ascolta con interesse (questo è un miracolo rarissimo, come il sangue di san Gennaro).

Come ti capisco!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! hug tenderly

Vedi il profilo dell'utente
11
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Aleister ha scritto:Non si stanno divertendo. Non mi diverto se loro non si divertono. Se faccio in modo che si divertano, allora potrò divertirmi con loro.
Far sì che si divertano, non è un divertimento. E' duro lavoro.
Potrò divertirmi a scoprire perchè non si divertono.
Non sono tenuto a divertirmi nel cercar di capire il perchè non si divertono.
Ma vi è persino del divertimento nel far sembrare loro che non mi diverta scoprire perchè non si divertono.
Una bimba si avvicina e dice: divertiamoci.
Ma divertirsi è uno spreco di tempo, perchè non serve a farsi un'idea del perchè "non" si divertono.

inchino

Vedi il profilo dell'utente
12
Windi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Aleister ha scritto:Non si stanno divertendo. Non mi diverto se loro non si divertono. Se faccio in modo che si divertano, allora potrò divertirmi con loro.
Far sì che si divertano, non è un divertimento. E' duro lavoro.
Potrò divertirmi a scoprire perchè non si divertono.
Non sono tenuto a divertirmi nel cercar di capire il perchè non si divertono.
Ma vi è persino del divertimento nel far sembrare loro che non mi diverta scoprire perchè non si divertono.
Una bimba si avvicina e dice: divertiamoci.
Ma divertirsi è uno spreco di tempo, perchè non serve a farsi un'idea del perchè "non" si divertono.

Seppur divertente credo che mi divertirei di più a scoprire perché non si divertono sapendo che non si stanno divertendo ..e salterei tutti gli altri passaggi festa

Vedi il profilo dell'utente
13
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Windi ha scritto:
Aleister ha scritto:Non si stanno divertendo. Non mi diverto se loro non si divertono. Se faccio in modo che si divertano, allora potrò divertirmi con loro.
Far sì che si divertano, non è un divertimento. E' duro lavoro.
Potrò divertirmi a scoprire perchè non si divertono.
Non sono tenuto a divertirmi nel cercar di capire il perchè non si divertono.
Ma vi è persino del divertimento nel far sembrare loro che non mi diverta scoprire perchè non si divertono.
Una bimba si avvicina e dice: divertiamoci.
Ma divertirsi è uno spreco di tempo, perchè non serve a farsi un'idea del perchè "non" si divertono.

Seppur divertente credo che mi divertirei di più a scoprire perché non si divertono sapendo che non si stanno divertendo ..e salterei tutti gli altri passaggi festa

"Chi" sa che non si stanno divertendo?

Vedi il profilo dell'utente
14
Windi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Aleister ha scritto:
Windi ha scritto:
Aleister ha scritto:Non si stanno divertendo. Non mi diverto se loro non si divertono. Se faccio in modo che si divertano, allora potrò divertirmi con loro.
Far sì che si divertano, non è un divertimento. E' duro lavoro.
Potrò divertirmi a scoprire perchè non si divertono.
Non sono tenuto a divertirmi nel cercar di capire il perchè non si divertono.
Ma vi è persino del divertimento nel far sembrare loro che non mi diverta scoprire perchè non si divertono.
Una bimba si avvicina e dice: divertiamoci.
Ma divertirsi è uno spreco di tempo, perchè non serve a farsi un'idea del perchè "non" si divertono.

Seppur divertente credo che mi divertirei di più a scoprire perché non si divertono sapendo che non si stanno divertendo ..e salterei tutti gli altri passaggi festa

"Chi" sa che non si stanno divertendo?

effettivamente è piuttosto soggettivo il divertimento, quindi potrebbe essere divertente cercare di scoprire se si stiano divertendo o meno in ogni caso non son certa di desiderare che si divertano solo per il piacere di divertirmi scratch

Vedi il profilo dell'utente
15
Windi
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Unachi ha scritto:

Partendo da un discorso su "ferie e riposo lavorativi"...qualcuno che non so chi sia (dato il contesto ho ascoltato questa frase senza poter vedere chi la pronunciasse) affermava che "il riposo vero è creativo per sè stesso, è l'otium, è quello in cui - libero da vincoli pragmatico-umanoidi - pensi e scrivi anche quando dormi e ...dormi anche quando pensi e scrivi! NULLA A CHE VEDERE CON IL "DIVERTIMENTO", CHE E' LA VARIANTE FRUSTRATA E NEVROTICA ALL'OTIUM CHE NON SI E' CAPACI DI VIVERE E DA CUI .....incredibilmente ..............SI FUGGE!".

Io lo trovo di una concludenza spiazzante.
E Voi? meditare

quando riesco realmente a staccare la spina e lasciare i pensieri liberi di vagare (altrove dal programmare, organizzare, ecc..), liberi anche solo di lasciare che io riesca a percepire me stessa e ciò che mi circonda..beh allora per me è la rigenerazione meditare
purtroppo non sempre è possibile sad incalzati sempre da qualcosa che richiede la nostra attenzione fisica e/o mentale ma quando mi riesce (esercitando su di me un sano egoismo e rimandando a "poi" ) ritrovo energia e carica cool

Vedi il profilo dell'utente
16
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
LieveMente ha scritto:
hakimsanai43 ha scritto: scratch
E se per divertimento ti fai la barba in riva al Tagliamento?
Cosa ti succederà?

scratch


Ehm... stai in modalità " che succede succede" . Di sicuro scorreranno emozioni...

a fiumi
cool
Se per diverti-mento,ti fai la barba in riva al Taglia-mento,con il rasoio a lama e non con quello elettrico,cosa ti succederà?
Facile!

cool

Vedi il profilo dell'utente
17
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Windi ha scritto:
quando riesco realmente a staccare la spina e lasciare i pensieri liberi di vagare (altrove dal programmare, organizzare, ecc..), liberi anche solo di lasciare che io riesca a percepire me stessa e ciò che mi circonda..beh allora per me è la rigenerazione meditare
purtroppo non sempre è possibile sad incalzati sempre da qualcosa che richiede la nostra attenzione fisica e/o mentale ma quando mi riesce (esercitando su di me un sano egoismo e rimandando a "poi" ) ritrovo energia e carica cool

hug tenderly

Vedi il profilo dell'utente
18
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
hakimsanai43 ha scritto:
Se per diverti-mento,ti fai la barba in riva al Taglia-mento,con il rasoio a lama e non con quello elettrico,cosa ti succederà?
Facile!

cool

Scusa Hakim.....ma........te lo posso dire che mi risulti deprimente? testata contro il mu testata contro il mu testata contro il mu

Il limite e quasi certamente mio, per carità.
Però...il risultato soggettivemente MIO e vero...è quello che ho detto............. nonvolevo

Vedi il profilo dell'utente
19
allure
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Unachi ha scritto:Questa mattina (ero al bar per il caffè, in mezzo alla confusione e di spalle al monitor TV del locale, quindi ...non so neanche chi parlasse) un concettino in poche parole mi ha dato una grande allegria, perchè in tre parole riassumeva quel che sento come vero da sempre, essendomi ormai perfettamente adattata a considerlarlo come un mio "vizio di fabbrica" (accetabilissimo,almeno da me).

Partendo da un discorso su "ferie e riposo lavorativi"...qualcuno che non so chi sia (dato il contesto ho ascoltato questa frase senza poter vedere chi la pronunciasse) affermava che "il riposo vero è creativo per sè stesso, è l'otium, è quello in cui - libero da vincoli pragmatico-umanoidi - pensi e scrivi anche quando dormi e ...dormi anche quando pensi e scrivi! NULLA A CHE VEDERE CON IL "DIVERTIMENTO", CHE E' LA VARIANTE FRUSTRATA E NEVROTICA ALL'OTIUM CHE NON SI E' CAPACI DI VIVERE E DA CUI .....incredibilmente ..............SI FUGGE!".

Io lo trovo di una concludenza spiazzante.
E Voi? meditare
hug tenderly

io credo che il divertimento sia molto soggettivo.....la cosa più difficile è capire cosa esattamente ci fà divertire e ci piace profondamente.....
siccome la maggior parte delle persone non ha coscienza di veri bisogni personali, si convincono che il divertimento sia quello che la maggior parte delle persone riconosce come tale.... e così tutti a fare le stesse cose convinti che quello è il vero divertimento e chi non si aggrega è perchè non si sà divertire...... rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
20
LieveMente
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
allure ha scritto:

io credo che il divertimento sia molto soggettivo.....la cosa più difficile è capire cosa esattamente ci fà divertire e ci piace profondamente.....
siccome la maggior parte delle persone non ha coscienza di veri bisogni personali, si convincono che il divertimento sia quello che la maggior parte delle persone riconosce come tale.... e così tutti a fare le stesse cose convinti che quello è il vero divertimento e chi non si aggrega è perchè non si sà divertire...... rotolarsi dal ridere

Purtroppo lo credo anch'io.
Aggiungerei...
Spesso si ha la presunzione di voler uniformare il pensiero e la predisposizione altrui a quello che riusciamo a comprendere.
Se non si capisce, invece di prendere atto e lasciar vivere, si scuote la testa con disapprovazione, sottintendendo che quello che non è buono per noi, non possa esserlo per altri.
Mah...a volte sarebbe auspicabile un po' di sana indifferenza.

Vedi il profilo dell'utente
21
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
LieveMente ha scritto:
allure ha scritto:

io credo che il divertimento sia molto soggettivo.....la cosa più difficile è capire cosa esattamente ci fà divertire e ci piace profondamente.....
siccome la maggior parte delle persone non ha coscienza di veri bisogni personali, si convincono che il divertimento sia quello che la maggior parte delle persone riconosce come tale.... e così tutti a fare le stesse cose convinti che quello è il vero divertimento e chi non si aggrega è perchè non si sà divertire...... rotolarsi dal ridere

Purtroppo lo credo anch'io.
Aggiungerei...
Spesso si ha la presunzione di voler uniformare il pensiero e la predisposizione altrui a quello che riusciamo a comprendere.
Se non si capisce, invece di prendere atto e lasciar vivere, si scuote la testa con disapprovazione, sottintendendo che quello che non è buono per noi, non possa esserlo per altri.
Mah...a volte sarebbe auspicabile un po' di sana indifferenza.


Voi - Allure e LieveMente - avete (saggiamente) guardato la cosa andando direttamente ad osservare i riflessi soggettivi essa produce .

A me, però, quell'osservazione piaceva moltissimo perchè ...NON si chiedeva cosa fosse "il divertimento", no! Se l'interrigativo fosse stato questo....chi potrebbe non essere d'accordo con Sick? E lo sono io stessa : una stravaccata off-limits in Compagnia piacevole....e chi può dirlo mai che non sia Divertimento vero, genuino, salutare e anche di più?

In quella brillantissima pillola di ragionamento-dialogo TV, si arrivava...accidentalmente (è proprio il caso di dirlo) al "divertimento"....essendo partiti dal Riposo (della mente, anzitutto).
E si notava come il mondo occidentale abbia CONFUSO il concetto di Riposo con quello (assai diverso) di "divertimento", facendo del secondo uno schifido e stressante surrogato del primo (in un primo step) per poi (nel secondo step) rendere definitivamente STRESSANTE invece che Riposante il "divertimento" nel canalizzarlo-istituzionalizzarlo-organizzarlo-renderlo pressochè obbligatorio socialmente.

Trovavo e trovo brillantissima quella pillola di ragionamento-dialogo perchè parto dal presupposto che Riposo (felice) sia anzitutto restituire alla mente ...i propri tempi e spazi ...di pensiero come di riflessione come di giocosità inutile e persino come pindaricità assoluta, e poi ancora e addirittura restituire ad essa i propri spazi di (apparente) non pensiero-apatia-atarassia visssuti voluttuosissimamente fino in fondo...nel gioco di farsi assenti persino a sè stessi.

Se si parte da questo presupposto è inevitabile che la mistificazione artificiosa di "Riposo" con "Divertimento" (come correntemente inteso) vadano in crash assoluto.
Il che mi addolora sia in chiave altruistica che egoistica.
Altruistica : perchè vedo gente che non Riposa mai, fatica una cifra per divertirsi , e alla fine...nè si Riposa nè si diverte (non sto scherzando per niente : quando parlo di questi argomenti penso sempre ed inevitabilmente alle ultime generazioni, che vedo in mio figlio e nei suoi amici).
Egoistica: primo perchè l'idea che possa soffrirne ad esempio mio figlio è già una sofferenza anche mia; secondo perchè - proprio come dicevate Voi , Allure e LieveMente, alle volte c'è , oltre al danno della rottura di balle dell'essere coinvolti in faticosissimi "divertimenti", la seccatura assoluta di dover tranquillizzare chi dice di "capirti e volerti bene" che...se non te ne può fregar di meno di "divertirsi" (giusto per dire) con la solita cenazza in agriturismo con tanti amici....NON è perchè stai "male", ma è perchè la consideri una fatica assolutamente inconciliabile con quel Riposo di cui hai esigenza e che puoi darti in miliardi di forme più appaganti........

Vedi il profilo dell'utente
22
allure
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

[/quote]

Voi - Allure e LieveMente - avete (saggiamente) guardato la cosa andando direttamente ad osservare i riflessi soggettivi essa produce .

A me, però, quell'osservazione piaceva moltissimo perchè ...NON si chiedeva cosa fosse "il divertimento", no! Se l'interrigativo fosse stato questo....chi potrebbe non essere d'accordo con Sick? E lo sono io stessa : una stravaccata off-limits in Compagnia piacevole....e chi può dirlo mai che non sia Divertimento vero, genuino, salutare e anche di più?

In quella brillantissima pillola di ragionamento-dialogo TV, si arrivava...accidentalmente (è proprio il caso di dirlo) al "divertimento"....essendo partiti dal Riposo (della mente, anzitutto).
E si notava come il mondo occidentale abbia CONFUSO il concetto di Riposo con quello (assai diverso) di "divertimento", facendo del secondo uno schifido e stressante surrogato del primo (in un primo step) per poi (nel secondo step) rendere definitivamente STRESSANTE invece che Riposante il "divertimento" nel canalizzarlo-istituzionalizzarlo-organizzarlo-renderlo pressochè obbligatorio socialmente.

Trovavo e trovo brillantissima quella pillola di ragionamento-dialogo perchè parto dal presupposto che Riposo (felice) sia anzitutto restituire alla mente ...i propri tempi e spazi ...di pensiero come di riflessione come di giocosità inutile e persino come pindaricità assoluta, e poi ancora e addirittura restituire ad essa i propri spazi di (apparente) non pensiero-apatia-atarassia visssuti voluttuosissimamente fino in fondo...nel gioco di farsi assenti persino a sè stessi.

Se si parte da questo presupposto è inevitabile che la mistificazione artificiosa di "Riposo" con "Divertimento" (come correntemente inteso) vadano in crash assoluto.
Il che mi addolora sia in chiave altruistica che egoistica.
Altruistica : perchè vedo gente che non Riposa mai, fatica una cifra per divertirsi , e alla fine...nè si Riposa nè si diverte (non sto scherzando per niente : quando parlo di questi argomenti penso sempre ed inevitabilmente alle ultime generazioni, che vedo in mio figlio e nei suoi amici).
Egoistica: primo perchè l'idea che possa soffrirne ad esempio mio figlio è già una sofferenza anche mia; secondo perchè - proprio come dicevate Voi , Allure e LieveMente, alle volte c'è , oltre al danno della rottura di balle dell'essere coinvolti in faticosissimi "divertimenti", la seccatura assoluta di dover tranquillizzare chi dice di "capirti e volerti bene" che...se non te ne può fregar di meno di "divertirsi" (giusto per dire) con la solita cenazza in agriturismo con tanti amici....NON è perchè stai "male", ma è perchè la consideri una fatica assolutamente inconciliabile con quel Riposo di cui hai esigenza e che puoi darti in miliardi di forme più appaganti........ [/quote]

cara unachi hug tenderly hai perfettamente ragione e mi trovi assolutamente d' accordo party party
ero partita da questa idea perchè hai toccato un punto dolente per me.....quando si parla di divertimento mi viene l' orticaria al pensiero di dovermi uniformare al divertimento altrui perchè altrimenti gli amici si offendono.... hissfit e anche se tutti mi danno della asociale.....non mi dà nessun divertimento andare in discoteca (come fanno i miei colleghi) fino alle 3 di notte e poi alzarzi alle 5 per andare al lavoro siccome io conosco i miei bisogni, sò che il divertimento per me è la vera vacanza/relax = riposo assoluto anche atarassico perchè no KleanaOcchiolino

Vedi il profilo dell'utente
23
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum