Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Perché la "Civiltà dell'odio"?... che ne pensate?

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Lamia africa ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:.



Questa, è la civiltà dell'odio. E non è legata a problemi di disagio psicologico, indigenza economica o sofferenza fisica …

Secondo voi, dove sono da ricercare i perché?

Grazie


[/color][/size][/i][/font]
Lucio Musto 23 febbraio 2012
------------------------------------------

la civiltà dell'odio.
Possiamo capirne il perchè anche andando oltre.
Senza guardare l'individuo nella sua unicità, ma analizzando il contesto.

Facile l'esempio della civiltà dell'odio che è esplosa nei paesi del medio oriente.

Odio adesso inferocito dalla fame, dal territorio aspro che storicamente porta i popoli a migrare e a farsi guerra per i confini della terra fertile accando ai fiumi,alle oasi in cui il sole da anche frutti e nn deserti.

L'odio verso l'America, che vuole globalizzare.
L'odio verso chi ama la croce e gesù cristo,mentre si usa il Corano per trovare una giustificazione alle stragi e all'ignoranza.

un odio piu grande di noi...


francamente non so se essere d'accordo. Talvolta il contesto dà spiegazione dell'odio, anche senza giustificarlo, e l'esempio che porti mi sembra emblematico.
Se ho fame, se non ho da dare a mangiare ai miei figli è comprensibile che io "odi", o meglio mi ribelli a te che invece mangi ad ufo e butti via del pane che per me significherebbe sopravvivenza, ed è abbastanza facile pensare che un tale stato di esasperazione sia terreno fertile per qualsiasi propaganda ideologica, religiosa o semplicemente tribale... la colpa è degli americani, è degli occidentali cristiani, cioè del Papa, di Gesù Cristo... ma d'altra parte non occorre nemmeno andare in medio oriente... anche qui, sul nostro forum puoi trovare subito qualcuno disponibile a dare la colpa alla Chiesa ed a Gesù Cristo pure se ha comprato le scarpe troppo strette...

No, non è questo l'odio che mi stupisce... quello che mi stupisce è che si accusa e si sparla anche quando le scarpe le abbiamo del numero giusto, e mangiamo e beviamo a volontà ed abbiamo anche l'Ipod ultimo modello!... cioè l'odio a prescindere, l'odio avulso da qualsiasi contesto giustificativo...

Quello che mi stupisce è l'odio per l'odio e basta... e continuo a chiedermi: perché?

Vedi il profilo dell'utente
27
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non c'è un perchè Lucio.
Il perchè è un bisogno delle brave persone... e dei bambini.
E il mondo è adulto, non sa stupirsi e non è così umile da domandare.

Vedi il profilo dell'utente
28
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@NinfaEco ha scritto:Non c'è un perchè Lucio.
Il perchè è un bisogno delle brave persone... e dei bambini.
E il mondo è adulto, non sa stupirsi e non è così umile da domandare.

Non mi piace quando "non c'è un perché"
Un perché dovrebbe esserci sempre, o almeno,
non dovremmo mai stancarci di cercarli, i perché!

Vedi il profilo dell'utente
29
Lamia africa
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@NinfaEco ha scritto:Non c'è un perchè Lucio.
Il perchè è un bisogno delle brave persone... e dei bambini.
E il mondo è adulto, non sa stupirsi e non è così umile da domandare.


il perchè è dei bambini...vero!

l'odio per l'odio è un modo per sminuire.
Un insieme di Invidia/rabbia/frustrazione.

E l'odio per l'odio, allontana da sè l'inadeguatezza e la pochezza, proiettandosi totalmente sull'altro.

"è tutta colpa degli altri"

Vedi il profilo dell'utente
30
Lamia africa
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Lucio Musto ha scritto:
@NinfaEco ha scritto:Non c'è un perchè Lucio.
Il perchè è un bisogno delle brave persone... e dei bambini.
E il mondo è adulto, non sa stupirsi e non è così umile da domandare.

Non mi piace quando "non c'è un perché"
Un perché dovrebbe esserci sempre, o almeno,
non dovremmo mai stancarci di cercarli, i perché!


anche a me nn piace nn capire tutto.
ma invece è stancante, dover trovare un perchè..una ragione sempre.

ribadisco, ad un certo punto bisogna allontanarsene,pericoloso restare lì di fronte a chi ci odia senza motivo apparente(perchè dentro di sè l'altro nn sta a chiedersi perchè ti odia).

sperimentato....

Vedi il profilo dell'utente
31
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Lucio Musto ha scritto:
@marimba ha scritto:
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:chi è che odia, chi odia il male o chi ama le sofferenze?
Magistrale.

ti ringrazio marimba di aver sottilmente fatto notare che ho saltato la risposta a questa domanda di BIG. Gli rispondo subito:

La risposta mi sembra evidente. Limitandoci a questi due, ed a questo dettaglio, chi "odia" è quello che odia il male... infatti ti limiti a dire che lo odia, e non specifichi se adoperi per combatterlo, per porvi rimedio, per redimerlo... lo odia e basta, per quanto ne dici tu.
cioè uno sterile atteggiamento negativo.
Nemmeno di chi ama le sofferenze, dici nulla, forse con un pizzico di capziosità. E capziosamente ti rispondo:
Quello che ama le sofferenze non odia certo, al massimo sarà un masochista, non ti pare?
cool
Quando attiri l'attenzione dedgli altri e la simpatia dei parenti?
Quando sorridi e canti o quando sei ricoverato all'ospedale?
scratch

Vedi il profilo dell'utente
32
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@hakimsanai43 ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@marimba ha scritto:
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:chi è che odia, chi odia il male o chi ama le sofferenze?
Magistrale.

ti ringrazio marimba di aver sottilmente fatto notare che ho saltato la risposta a questa domanda di BIG. Gli rispondo subito:

La risposta mi sembra evidente. Limitandoci a questi due, ed a questo dettaglio, chi "odia" è quello che odia il male... infatti ti limiti a dire che lo odia, e non specifichi se adoperi per combatterlo, per porvi rimedio, per redimerlo... lo odia e basta, per quanto ne dici tu.
cioè uno sterile atteggiamento negativo.
Nemmeno di chi ama le sofferenze, dici nulla, forse con un pizzico di capziosità. E capziosamente ti rispondo:
Quello che ama le sofferenze non odia certo, al massimo sarà un masochista, non ti pare?
cool
Quando attiri l'attenzione dedgli altri e la simpatia dei parenti?
Quando sorridi e canti o quando sei ricoverato all'ospedale?
scratch

???

scusa, non ho capito. c'entra qualcosa la tua domanda con quello di cui si andava ragionando?
(mi permetto di chiederlo perché vedo che mi hai quotato)

Vedi il profilo dell'utente
33
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum