Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La jetée

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
da mymovies:

La Jetée
Un film di Chris Marker. Con Hélène Chatelain, Davos Hanich, Jacques Ledoux Cortometraggio, b/n durata 28 min. - Francia 1963.

Davide Morena
Dopo una catastrofe nucleare, i pochi esseri umani sopravvissuti vivono reclusi nel sottosuolo con poco cibo e poca acqua. Un gruppo di individui esercita la funzione di guida su tutti gli altri, e decide di mandare un uomo indietro nel tempo perché tenti di impedire che il misterioso evento che ha distrutto il Pianeta abbia luogo. Viene scelto un uomo che ha degli strani flashback di un omicidio, di cui è stato testimone in un aeroporto da bambino.
Non sbaglia chi riconosce una perfetta coincidenza fra la trama di La jetée e quello di L’esercito delle dodici scimmie di Gilliam, ma aldilà del soggetto i due film si somigliano come l’acqua e il fuoco. Questo brevissimo film francese non è nemmeno precisamente un film, e difatti Marker stesso lo definisce un “cineromanzo”: si tratta di una serie di fotografie in b/n commentate da una voce fuori campo che rende il senso dello svolgersi della trama (attenzione ad uno dei fotogrammi, l’unico “in movimento”). Non è il massimo della godibilità, ma è degno di nota per essere un esperimento unico: chissà che in un altro mondo non avrebbe dato origine ad una forma d’arte radicalmente nuova…


Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum