Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'incubo e l'arte: psicosi, creazione e paura

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
La psicosi è amica del genio artistico?
Il caso di numerosi grandi della scienza, della letteratura e della pittura con una patologia psicotica non deve trarre in inganno, portando a pensare che psicosi sia uguale a creatività. Ma sicuramente queste patologie non precludono all'espressione di un talento artistico. Sembra quasi, anzi, che la pittura sia favorita da questo punto di vista rispetto alle altre arti poichè si tratta di un mezzo che è espressione profonda della personalità. Il modo di dipingere riflette non solo gli stati d'animo del momento, ma anche la condizione globale in cui si trova l'artista
Non solo: la pittura attraverso le sue tecniche, dà ordine al discorso espressivo rivelandosi quindi vitale in particolar modo per chi avverte questo tipo di sofferenza. Certo è che spesso sono proprio questi artisti ad aver rivoluzionato l'arte e ad aver prodotto opere di forte impatto emotivo.
E' casuale per voi?
E' anche questo un mito moderno?
Oppure c'è qualcosa di vero in queste osservazioni?

Vorrei poi allargare il discorso all'incubo in arte in generale. E' un tema da sempre presente, a livello religioso prima e intimistico poi. Trovo dia forma all'inconscio in modo peculiare e direi allucinatorio. La stessa produzione artistica in questo senso può definirsi con un azzardo psicotica in quando realtà soggettiva edificata attraverso lo sconfinamento nel concreto della dimensione profonda.
Di chi parlano i demoni dell'arte?
Come ci parlano?
Perchè riescono a farlo?




Visualizza il profilo
2
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io disegno e dipingo da sempre, posso dirti di me, mi sono sempre sentito pazzo, quando il mondo mi dava ragione ad ogni piè sospinto, dipingere è stata una autoterapia per non deragliare, ciò non vuol dire che io sappia chi è normale e chi no, dico solo che l'arte è spesso una forma espressiva che consente a potenziali serial killer di sfogarsi sublimando, probabilmente jack the ripper, stalin e hitler (a parte una mediocre produzione di acquerelli) non si sfogavano facendo arte....

Visualizza il profilo
3
Faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@BigBossStigazzi ha scritto:io disegno e dipingo da sempre, posso dirti di me, mi sono sempre sentito pazzo, quando il mondo mi dava ragione ad ogni piè sospinto, dipingere è stata una autoterapia per non deragliare, ciò non vuol dire che io sappia chi è normale e chi no, dico solo che l'arte è spesso una forma espressiva che consente a potenziali serial killer di sfogarsi sublimando, probabilmente jack the ripper, stalin e hitler (a parte una mediocre produzione di acquerelli) non si sfogavano facendo arte....

Perchè ti sei sempre sentito pazzo?

Visualizza il profilo
4
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
é l'arte a causare psicosi non viceversa

Visualizza il profilo
5
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Rupa Lauste ha scritto:é l'arte a causare psicosi non viceversa

In che senso Rupa?

Visualizza il profilo
6
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Prima di tutto vorrei farvi notare che se ci mettiamo a contare tutti gli artisti di particolare rilievo non é che siano poi cosí tanti quelli affetti da psicosi. Addirittura la psicosi puó essere un ostacolo. É il caso di Robert Schumann che nelle situazioni in cui la sua malattia (disturbo bipolare) degenerava non era per nulla creativo anzi era costretto a ricorrere nuovamente alle cure.
van Gogh si pensava che ad attivare i suoi disturbi fosse il suo stile di vita e le eccessive ore di lavoro passate a dipingere. Perché tra i fattori scatenanti ci sono anche quelli ambientali. O meglio certe condizioni possono innescare il disturbo in soggetti predisposti.
Di sicuro non é l'esperienza artistica la causa, la mia voleva essere una sorta di provocazione (probabilmente riuscita male). Ma chissá se van gogh fosse rimasto un impiegato...

Di sicuro non sapremo mai cosa avrebbe potuto fare van Gogh se non fosse affetto da disturbo
bipolare. Magari avrebbe fatto robe piú interessanti

Quello che scrive Paolo Fabbri francamente non lo capisco. non so neanche se si basa su dati sperimentali. Il fatto di attribuire questo ruolo di "primo piano" alla pittura. Forse perché si presta piú facilmente all'azione immediata? mah...

Visualizza il profilo
7
Rupa Lauste
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Aggiungo una cosa. Il problema é che queste psicosi sono ereditarie in molti casi. C'é la predisposizione. Quello che non si eredita é il genio. Rimane la malattia

Visualizza il profilo
8
An Boum
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Potrebbe anche accadere che i geni creativi, nascendo ipersensibili ed iperdotati, crescano attribuendo agli altri un essere ed un sentire simile al proprio non corrispondente alla realtà.
Questo modo di relazionarsi creerebbe pian piano un gap col mondo circostante
che alla fine rende il genio creativo, in qualunque campo, una persona "diversa".

E' da vedere da cosa sono provocati gli squilibri chimici del nostro cervello.
Se quello che ereditiamo è una malattia scritta nei geni o un insieme di cause indotte da comportamenti.

Visualizza il profilo
9
Mago_Merlino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Io credo poco all'ereditarietà

Visualizza il profilo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum