Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Karol Wojtyla: un uomo pubblico tra realtà, mito e propaganda

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Certamente si tratta di un papa che ha lasciato il segno.
Era un grande comunicatore ed ha inaugurato un nuovo modo di proporre l'esercizio del pontificato all'opinione pubblica. Non ha mai fatto mistero del suo passato umano e lo ha reso un punto di forza del suo essere papa fondando su di esso un ponte di empatia con i fedeli, veicolandone sapientemente l'imptto mediatico.
Ma davvero è così? Ci sono in realtà molti misteri connessi al suo passato e strettamente connessi al suo pontificato. Senza dimenticare che tanto progressismo su certi versanti è stato accompagnato da un rigido conservatorismo su altri.

Il libro "Wojtyla segreto" di Giacomo Galeazzi e Ferruccio Pinotti ricostruisce, dalla Polonia agli Stati Uniti, la lotta di Wojtyla contro il Comunismo: una lotta che lo porterà ad avere amicizie scomode come quelle con il discusso vescovo cecoslovacco Hnillica (coinvolto nella morte del banchiere Calvi), con il consigliere della sicurezza americano di origine polacca Brzezinski (consigliere per la sicurezza della Casa Bianca, considerato uno degli artefici dell’elezione di Wojtyla tramite i cardinali americani) e con il vescovo Paul Marcinkus, presidente dello IOR, coinvolto nel crac del Banco Ambrosiano, grazie al quale il Papa finanziava il sindacato polacco Solidarnosc fondato da Lech Walesa.
Eletto pontefice grazie all’appoggio dell’Opus Dei, Wojtyla a tempo di record trasformò l’opera in "prelatura personale" e canonizzò il suo fondatore. I due autori si soffermano in particolare sul rapporto tra Wojtyla e l’Opus Dei e non escludono che il papa polacco potesse essere un sacerdote numerario (il postulatore della causa di beatificazione, Slawomir Oder, in un libro aveva rivelato che il Papa si flagellava) e che prima di entrare in conclave, il futuro papa si fosse fermato a pregare sulla tomba di San Josè Maria Escrivà, fondatore dell'Opus Dei.
Non mancano anche riferimenti al successore di Giovanni Paolo II, il tedesco Ratzinger, nominato da Wojtyla nel 1981 prefetto della Congregazione per la Dottrina per la Fede. Una nomina che per gli autori suona come una ricompensa data da Wojtyla alla potente ala tedesca della Chiesa che in conclave appoggiò la sua elezione. Per la prima volta a un tedesco veniva assegnata una poltrona al vertice della Curia Romana.
Il libro affronta anche la spinosa questione sudamericana: Wojtyla non poteva combattere il comunismo a Est e poi ritrovarselo in casa in Sud America. Il risultato fu che tutti i vescovi vicini al popolo e ai partiti comunisti locali vennero lasciati soli (come Oscar Romero, poi assassinato) e in seguito rimpiazzati con figure più obbedienti (Legionari di Cristo e Opus Dei) ma lontani dalla gente: tutto ciò ha provocato una gravissima emorragia di fedeli.

Che valutazione storica possiamo dare della sua figura?







Fonte: http://www.gqitalia.it/viral-news/articles/2011/4/giovanni-paolo-ii-beato-il-libro-wojtyla-segreto-di-ferruccio-pinotti-e-giacomo-galeazzi#?refresh=ce


Visualizza il profilo
2
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
*

Se gli attribuiamo il merito di aver contribuito alla caduta del comunismo, dovremmo per simmetria addebitargli la colpa di aver riempito l'ovest di mignotte russe...

Altra colpettina da poco è quella di aver favorito la disgregazione della Jugoslavia, con i lutti che ne seguirono. Ai dati citati sopra poi manca la beatificazione di un prete amico dei fascisti croati e la storiella fotoromanzesca con l'amica Wanda ospitata in Vaticano. Giusto per bilanciare le presunte autoflagellazioni.
Sulla posizione assunta sui diritti civili non c'è storia. Tutti i papi si sono comportati così.


_________________
***
Visualizza il profilo
3
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@marimba ha scritto:*

Se gli attribuiamo il merito di aver contribuito alla caduta del comunismo, dovremmo per simmetria addebitargli la colpa di aver riempito l'ovest di mignotte russe...

Altra colpettina da poco è quella di aver favorito la disgregazione della Jugoslavia, con i lutti che ne seguirono. Ai dati citati sopra poi manca la beatificazione di un prete amico dei fascisti croati e la storiella fotoromanzesca con l'amica Wanda ospitata in Vaticano. Giusto per bilanciare le presunte autoflagellazioni.
Sulla posizione assunta sui diritti civili non c'è storia. Tutti i papi si sono comportati così.
cool Tu sai che in Brasile i Vescovi Cattolici della Teologia della Liberazione sono stati quasi tutti scomunicati da Woytila a cominciare dal Capo Don Leonardo Boff?
perchè sono stati scomunicati?
Perchè stavano dalla parte dei contadini rivoluzionari che reclamavano la proprietà delle loro terre.
E come mai nessuno in Italia ne è al corrente?
Dimmelo tu perchè sono sicuro che lo sai.....o comunque lo intuisci.

Hakim,the King of the Eacebooker.

rotolarsi dal ridere

Visualizza il profilo
4
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
@hakimsanai43 ha scritto: Tu sai che in Brasile i Vescovi Cattolici della Teologia della Liberazione sono stati quasi tutti scomunicati da Woytila a cominciare dal Capo Don Leonardo Boff?
perchè sono stati scomunicati?
Perchè stavano dalla parte dei contadini rivoluzionari che reclamavano la proprietà delle loro terre.
E come mai nessuno in Italia ne è al corrente?
Dimmelo tu perchè sono sicuro che lo sai.....o comunque lo intuisci.

Hakim,the King of the Eacebooker.
Certo che lo so. Come so che l'arcivescovo Romero è sato ucciso in chiesa dagli squadroni della morte locali. Come so che lo stesso arcivescono è stato poi "dimenticato" in una citazione dei testimoni della fede, così come la sua beatificazione è ancora in forse dopo 25 anni per i latenti boicottaggi della curia. Come so che sui muri di alcune parrocchie dell'America latina ci sono le facce di Romero e Che Guevara.
Boff comunque non credo sia stato scomunicato, ma "silenziato". Perchè? Secondo me per un semplice ragionamento: perchè stare dalla parte dei poveri quando i ricchi garantiscono contributi più sostanziosi?


_________________
***
Visualizza il profilo
5
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
cool
Quando facevo il corso di Telogia (anni 80)un libro di Boff faceva parte dei libri di testo.ma il prete che aveva consigliato quel libro aveva un Q.I. ben superiore a 0,003/120.
rotolarsi dal ridere

Visualizza il profilo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum