Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Cyber Psicologia: Avatar ed Effetto Protheus

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Pare che l'avatar scelto possa avere qualche effetto sul comportamento che l’utente adotterà nell’ambiente virtuale nel quale agisce.
Una recente ricerca della Stanford University, condoota su due gruppi di ragazzi a cui erano stati assegnato avata di altezze differenti ha mostrato come le persone a cui era stato dato un avatar virtuale più alto erano negoziatori più aggressivi, mentre quelli con l’avatar più basso erano più inclini a scendere a compromessi anche quando questo non era proprio nel loro interesse. In un altro studio, gli stessi ricercatori hanno potuto verificare che gli atteggiamenti stereotipici e i pregiudizi possono essere minimizzati se un individuo viene inserito nel corpo virtuale di un altro. Anche l'identità di genere sembra essere influenzabile.
Queste influenze dell’avatar sui comportamenti degli utenti sono state chiamate Effetto Proteus dal nome del dio greco del mare Proteo che, restio a raccontare ciò che vedeva con i suoi poteri di divinazione, sfuggiva alle domande assumendo forme sempre diverse, potendosi trasformare in qualsiasi cosa desiderasse, dal fuoco agli animali selvaggi.
Se le persone tendono ad adattare il proprio concetto di sè in accordo con l’aspetto del proprio avatar, il firtuale è così potenziallmente immersivo da essere capace di trasformare letteralmente persone ordinarie in eroi o demoni.
Non ci si può illudere che i social siano solo spazi ludici e sociali.
Vi si giocano dinamiche psicologiche ben più sofisticate e profonde.

Vedi il profilo dell'utente
2
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@victorinox ha scritto:Se le persone tendono ad adattare il proprio concetto di sè in accordo con l’aspetto del proprio avatar, il firtuale è così potenziallmente immersivo da essere capace di trasformare letteralmente persone ordinarie in eroi o demoni.
Non ci si può illudere che i social siano solo spazi ludici e sociali.
Vi si giocano dinamiche psicologiche ben più sofisticate e profonde.


A me sembra che le due ultime affermazioni siano suffragate da una quantità di dati che....son persino nella modesta disponibilità di chi abbia avuto una comunissima frequentazione media di social.

Però mi sfugge completamente il collegamento di tutto ciò con l'avatar.
Sperando sia di qualche pallidissima utilità statistica al dialogo: personalmente detesto gli avatar (qui son stata costretta a sceglierne uno, peraltro fra quelli disponibili nel sito, solo per non ternermi il berlusca che...bè sì...quello proprio mi deprimeva). Li detesto proprio perchè li vivo come un "volersi imporre per immagine", il che (giuro) mi fa solo sorridere per l'ingenuità del proposito.
Nella mia piccola esperienza social....se c'è un pregiudizio che oggi (grazie a questo 3d) riconosco di ritrovarmi...è esattamente quello (istintivo) di non prendere particolarmente sul serio...proprio gli avatar "grandiosi" (esattamente come le cosidette "firme" grandiose).

Penso che un social, così come un qualunque luogo di aggregazione reale, dia tutto il tempo ed il modo di esprimersi per quel che si è e si sente di essere, senza alcun bisogno di "effetti speciali".
Tanto...c'è tutto il tempo per comprendere ed essere compresi.

Sì certo : l'argomento mi fa indugiare nel ricordo di tante ....entità altamente variabili....conosciute (benino) in altri social e che...guarda caso....per vezzo personale avevan proprio quello di...perder tempo a cambiarsi continuamente l'avatar.
Istintivamente mi facevano pensare al Morettiano "ma mi si nota di più così o cosà?", sì , ok, questo ci sta tutto.
Però, vorrei dire: finito questo (leggibilissimo) volo del tacchino.....in che modo è mai pensabile che un avatar possa instillare una Personalità che....non c'è???? :_-_:

Vedi il profilo dell'utente
3
xmarcox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
penso che lo studio si riferisca più a giochi di ruolo multigiocatore massivi online come World of Warcraft, Meetin2 ecc... visto che si parla di negoziazioni (li si fa compravendita di oggetti conquistati durante il gioco eccc...) e di avatar più alti e più bassi (quindi immagino avatar di un certo livello di caratterizzazione, 3D, particolareggiati ecc...)

Io a World of Warcraft ho giocato un mesetto poi ho smesso perché c'era gente con l'astronave (si fa per dire, erano cavalli enormi e pantere altrettanto enormi) e armi e armature da paura e io invece dovevo sempre scarpinare con indosso i miei quattro stracci e il temperino (non mi ricordo bene sinceramente cmq...), poi mi ero rotto le scatole di correre da una parte all'altra dei mondi, di trovare quest (sfide) troppo difficili da superare e quindi da ripetere più volte, ecc... ecc... troppo impegnativo insomma...

Second Life invece era carino fino a quando personalizzavo il personaggio e raccoglievo oggetti free in giro, poi mi ha rotto un po' le scatole, per chattare non mi pareva un buon strumento, tanti giochini erano a pagamento (mi pare) e poi c'erano altri aspetti negativi quindi anche li niente di buono...

preferisco usare il mio tempo per personalizzare ME e migliorare le MIE capacità e caratteristiche che buttare migliaia di ore nel cesso per costruire un pupazzo virtuale super-cazzuto, e poi magari ritrovarmi con venti chili in più e la consistenza di un pollo da batteria.

Vedi il profilo dell'utente
4
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
In realtà, credo che si riferisca a qualsiasi avatar in qualsiasi contesto. La "negoziazione" è un processo prima di tutto comunicativo che non necessariamente deve avere a che fare con la compravendita. Quanto alle dimensioni dell'avatar, basta guardare qualsiasi forum per rendersi conto che c'è la possibilità di variare nelle dimensioni.

Personalmente io ho sempre "vissuto" l'avatar come una sorta di estensione grafica del nickname. Quando inziai a chattare, quasi quindici anni fa, cambiai un tot di nickname -tipo tre o quattro- nei primi 2 anni. Poi, trovato ^Sick_Boy -trovato cioè quello che mi rappresentava, in cui mi sentivo "a fagiolo"- non l'ho più cambiato (al massimo capita ogni tanto, se mi registro in uno spazio virtuale dove il nick in questa forma è già preso, che lo alteri leggermente, ma la sostanza rimane invariata). La stessa cosa è per l'avatar: da quando ne ho scoperto l'esistenza ho passato una breve fase in cui ho provato quattro o cinque immagini diverse, poi ho deciso che preferivo -semplicemente- "metterci la faccia", ho alterato i colori di questa fotografia ed ecco l'avatar, anche in questo caso la scelta è stata dettata dal sentirlo "calzante".

Quanto alla ricerca di cui si parla in apertura di thread, mi sembra assolutamente razionale o -meglio- mi sembra un fenomeno così ovvio e palese che, probabilmente, l'ho sempre dato per scontato. In fondo, un avatar (o un nickname) sono come un vestito o, quantomeno, uno stile di abbigliamento. Il modo in cui ci vestiamo, relazionato al modo in cui si vestono gli altri, influenza -ovviamente- il nostro comportamento (è soprattutto la relazione, più che lo stile di abbigliamento, ad operare quest'influenza). Del tutto normale che lo stesso avvenga con le immagini attraverso le quali ci rappresentiamo su internet. E, naturalmente, è vero pure il processo inverso, ossia che il nostro modo di essere, il modo in cui ci percepiamo, va ad influenzare la scelta dell'abbigliamento/nickname/avatar.

Vedi il profilo dell'utente
5
ReLear
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@^Sick_Boy ha scritto:
Quanto alla ricerca di cui si parla in apertura di thread, mi sembra assolutamente razionale o -meglio- mi sembra un fenomeno così ovvio e palese che, probabilmente, l'ho sempre dato per scontato. In fondo, un avatar (o un nickname) sono come un vestito o, quantomeno, uno stile di abbigliamento. Il modo in cui ci vestiamo, relazionato al modo in cui si vestono gli altri, influenza -ovviamente- il nostro comportamento (è soprattutto la relazione, più che lo stile di abbigliamento, ad operare quest'influenza).

E' di più

Vedi il profilo dell'utente
6
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum