Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Istituzioni, visione della vita, autoipnosi e consapevolezza.

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
L'Homo Sapiens è un "animale sociale". Cioè, per natura, è portato a vivere in una "organizzazione sociale" e ha bisogno di identificarsi con essa.
Tutti noi, quindi, cresciamo col bisogno di "appartenere" a una organizzazione sociale e col bisogno di "identificarci" con una istituzione per affrontare la vita, la realtà. L'organizzazione ci dà una chiave di lettura sul mondo, l'organizzazione ci introduce nel mondo e ci aiuta a trovare una nostra strada.
La prima istituzione alla quale apparteniamo e nella quale ci identifichiamo e che ci fa da guida nel vivere e interpretare la realtà è la famiglia.

Il mondo è troppo complesso...troppo grande da affrontare per un bambino. E' una "entità sconosciuta" per il cervello...che ha necessità di "apprendere" come interagire con esso e come decodificarlo. La famiglia è quindi il luogo nel quale il bambino impara a relazionarsi col mondo. La famiglia è il luogo in cui l'uomo impara a dare dei "significati"....quindi a decodificare la realtà.

Un altro grosso problema è che le "organizzazioni sociali" sono organizzate "gerarchicamente".
E su concetto di "gerarchia" apriamo una parentesi: le organizzazioni sociali devono necessariamente affrontare il problema dell'approvvigionamento delle risorse. Il corpo umano è un susseguirsi di "bisogni" e quindi il problema dell'approvvigionamento delle risorse per soddisfare i bisogni è uno dei problemi fondamentali di qualunque individuo e organizzazione.
Siccome le risorse sono scarse, limitate, in numero finito....nasce immediatamente "il conflitto", tra vari gruppi sociali o all'interno dei gruppi stessi. Questi conflitti portano INEVITABILMENTE allo strutturarsi di GERARCHIE all'interno di una organizzazione e tra le organizzazioni.

Nella età adulta le persone sostituiscono la famiglia con altre istituzioni. Chi una chiesa, chi l'esercito, chi la sua azienda, chi il partito, chi il sindacato, chi una setta. E qui abbiamo IL problema.

Una persona che non cresce psicologicamente trasferisce alla nuova istituzione di riferimento le stesse dinamiche che viveva nella sua famiglia di origine.
L'isituzione diventa il luogo che gli fornisce "la chiave di lettura del mondo", l'isituzione è il luogo rassicurante che lo protegge e gli fornisce la chiave per decodificare la realtà.
Queste persone non riescono a crescere, non riescono cioè a concepire di essere SOLI e che devono trovare la propria autonoma consapevolezza e strada nel mondo.
Queste persone vedono il mondo come un luogo "insicuro e pericoloso". Pieno di insidie che non riescono a decodificare da soli. Per questo si affidano a una istituzione o organizzazione nella quale trovare rifugio.
Sono le persone che abbracciano "per fede" la visione del mondo e la lettura del mondo che quella organizzazione si è data.
NON IMPORTA SE SIA VERA O MENO....il "fedele" NON DISCUTERA' MAI NE' L'ORGANIZZAZIONE NE' LA SUA LETTURA DEL MONDO. Perchè ha deciso inconsciamente che quello è il luogo che lui ha scelto per nascondersi e sentirsi protetto. Nè, tantomeno, metterà in discussione la GERARCHIA.

Un bambino mette forse in discussione la visione del mondo che c'è nella sua famiglia di origine e i ruoli gerarchici all'interno di essa? No.
Ed esattamente allo stesso modo si comporta l'adulto che ha scelto una organizzazione che gli dia "una lettura preconfezionata e rassicurante della realtà" e che lo metta al riparo dal doversi rapportare lui da solo con la realtà.

E' del tutto ovvio che molte persone vivono la propria religione o l'appartenenza alla propria organizzazione, in questo modo.
Per queste persone NON E' IMPORTANTE QUANTO SIA VERA O MENO LA VISIONE DEL MONDO di quella organzzazione. L'importante è che sia RASSICURANTE e che lo faccia sentire PROTETTO.

Una persona adulta, invece, è consapevole che l'organizzazione che ha scelto ha ANCHE una funzione di rifugio. E proprio perchè ne è consapevole vive l'organizzazione stessa come RELATIVA, come sempre MODIFICABILE, come sempre da DIMOSTRARE.
Un adulto NON FA copia-e-incolla delle soluzioni preconfezionate che gli piovono dalla sua organizzazione. Un adulto può - nella sua vita - cercare anche un rifugio. Ma è consapevole che è un rifugio, NON arriva ad autoipnotizzarsi convincendosi che la lettura del mondo che gli fornisce la sua organizzazione sia VERA...e l'unica VERA.

Di fronte alle varie organizzazioni l'adulto si pone in modo CRITICO, poichè sa che la realtà è in continuo mutamento e, per essere compresa, deve essere indagata con METODO SCIENTIFICO. Ecco...possiamo dire che l'adulto INDAGA la realtà perchè la VUOLE COMPRENDERE PER QUELLO CHE E'.
Ogni organizzazione, nella sua visione del mondo, crea i suoi miti, la sua ideologia.
Lapersona adulta li valuta sempre con spirito critico e con metodo scientifico. Non assume che qualcosa sia vero "per fede", ma tutto deve avere una sua valenza oggettiva.
Una persona adulta dice: "Mi dici che babbo natale esiste? uhm...vediamo...che elementi oggettivi hai per affermare una cosa del genere?".
Mentre chi ha demandato alla sua organizzazione la lettura del mondo, risponde: "E' vero perchè me lo ha detto la mamma". Dove la mamma può essere il partito, la chiesa, l'azienda, l'esercito...insomma, qualunque istituzione alla quale l'adulto-bambino ha delegato il ruolo di decodificare la complessitaà del mondo.

Ogni istituzione-comunità si crea i suoi miti. E sono i miti attraverso i quali consolida il senso di appartenenza e giustifica la propria struttura e gerarchia di potere. E in questo la chiesa cattolica si comporta, spesso e volentieri, esattamente come ogni altra istituzione.
Ma un conto sono i miti....altro conto è la REALTA'. Il "bambino" arriva a confondere i miti con la realtà...esattamente come un bambino crede a babbo natale. Li confonde e li accetta perchè i miti gli danno "quella lettura rassicurante del mondo che lo fa stare tranquillo".
Un adulto invece dice: ok i miti, li comprendo. Ma ora parliamo della REALTA'. Quali sono i fatti REALI su cui si basano questi miti? Fatti REALI, non chiacchiere. E quindi l'adulto indaga la realtà utilizzando il METODO SCIENTIFICO.

Vedi il profilo dell'utente
2
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Bella Pagina!
Non sono ironica, affatto.
BELLA PAGINA.
Giuro che la condivido, in linea teorica generale.

I problemi sorgono nell'applicativo, per me, soprattutto se so di star dialogando con Te.

Nel senso : vent'anni fa...probabilmente avrtemmo entrambi (concordemente) individuato "il bambino che non cresce" in chi si affida ad una Fede Religiosa (o ad una setta, quale che sia).

Oggi...dopo aver visto che il 51% degli italiani è stato capace di votare (e che in qualche percentuale è ancora capace di rimpiangere) chi offre i paludamenti dell'affidabilità mentre te la mette in quel posto as a pedofilo.... son sicura che non saremmo più così d'accordo nell'individuare all'unisono....nè i bambini nè i pedofili.

E questo, ora sono proprio SINCERA, mi preoccupa parecchio, e non da oggi.
Pensa che....arrivo a prendere in considerazione che possa esserci qualcosa di vero persino nelle più malate e psicotiche ipotesi "complottiste" che il nostro grande web ci regala!

X....io voglio (vorrei) essere semplice e toccare il concreto (se possibile).
Parto dalla MIA realtà quotidiana.
Conosco un mare di morti di fame (proprio morti di fame, oppure che arrancano fra mille stenti, farfugliando di "libertà di iniziativa"....mentre mendicano un posto da magazziniere o cassiera in un centro commerciale....essendo stati figli e nipoti e pronipoti di floridi commercianti che...han dovuto chiudere il negozio perchè avaveno aperto i "centri commerciali")....e li vedo continuare a sparlare di liberismo ...mengre da "liberi" che erano...si trovano a MENDICARE un posto da schiavo........
E nel far questo non hanno dubbi di "appartenenza"!!!!!
Appartengono al Padrone che li sodomizza!
E sono anche convinti di essere contenti!
E lo rivoterebbero milioni di volte!!!!!
E tu...X....parli di Adulti e Bambini?
Sì. ok, condivido.
Non condivido per niente il tuo photoshop su "quali serebbero i bambini", però.....

Vedi il profilo dell'utente
3
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Devo dire che lo spunto me lo ha fornito il dottor Hakim.
Hakim è un folletto che si aggira per la valle, parla direttamente con dio e dice un sacco di bippate.
Ha invitato noi viandanti a dare una occhiata al sito de "L'Arte della stregoneria pagana"...e non si accorge che quella è l'ennesima religione.
Cioè...hakim ha creato l'ennesima religione e va pure in giro a dire che ha fatto una cosa assai originale. Ahhhhhh...lui pensa di aver inventato "la madre di tutte le religioni" ed è del tutto ovvio, lui parla con dio e glie l'ha suggerita direttamente dio....e non si accorge - invece - che è una religione come le altre. Nè più, nè meno.

E ho scritto questo pò pò di 3d per dimostrargli che la sua, altro non è, che l'ennesima religione....di cui NON abbiamo bisogno, perchè ne abbiamo già abbastanza e quelle che abbiamo ci bastano e ci avanzano pure. Considerando pure che TUTTE giurano di essere quella VERA....ed è arrivato Hakim a dirci che la sua...è la più VERA di tutte.
Insomma....abbiamo un altro candidato papa.

E quello che mi chiedo è: come mai tutti sparano a zero sulle gerarchie religiose....e poi tutti aspirano a fare il papa o il guru? scratch boh.

Per quanto riguarda il tuo discorso...è del tutto ovvio che un commerciante, o ex-commerciante, fa il tifo per la sua "parrocchia". La stessa cosa fa l'operaio che, da una vita, lavora in fabbrica o in un "centro commerciale".

Interessante è vedere quel che succede quando da commerciante si diventa operaio...o quando da operaio si diventa commerciante.
La gente intelligente NON HA bisogno di cambiare gruppo di appartenenza per arrivare a comprendere la realtà....La gente inconsapevole, invece, sì. PErchè la gente inconsapevole, se non cambia gruppo, NON comprende.

Per quanto riguarda il resto....In realtà in questi giorni è in atto, in Italia, uno scontro titanico che punta a colpire i "valori pilastro" della nostra Costituzione.
E questo si è reso possibile grazie alla PAZZIA di una forza politica, che mi sono stufato di nominare, che pensa che ANDARE DAVANTI AGLI ELETTORI per chiedere IL CONSENSO sul programma politico che si vuole adottare...sia una cosa inutile e dannosa.
E' la spocchiosa arroganza di chi considera i "giochi politici di palazzo" predominanti rispetto al volere del Popolo Sovrano che si manifesta in libere elezioni.
Grazie alla PAZZIA di questa forza politica, si è resa possibile la formazione di un governo di Palazzo...che deve sottostare SOLO alle logiche di Palazzo....e NON DEVE fare i conti con noi, perchè semplicemente a noi cittadini nemmeno ci vede e nemmeno ci considera.

Vedi il profilo dell'utente
4
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
rotolarsi dal ridere
la MIA religione???

Mai avuto religioni in vita mia !!

Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
5
xmarcox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@xmanx ha scritto:Per quanto riguarda il resto....In realtà in questi giorni è in atto, in Italia, uno scontro titanico che punta a colpire i "valori pilastro" della nostra Costituzione.
E questo si è reso possibile grazie alla PAZZIA di una forza politica, che mi sono stufato di nominare, che pensa che ANDARE DAVANTI AGLI ELETTORI per chiedere IL CONSENSO sul programma politico che si vuole adottare...sia una cosa inutile e dannosa.
E' la spocchiosa arroganza di chi considera i "giochi politici di palazzo" predominanti rispetto al volere del Popolo Sovrano che si manifesta in libere elezioni.
Grazie alla PAZZIA di questa forza politica, si è resa possibile la formazione di un governo di Palazzo...che deve sottostare SOLO alle logiche di Palazzo....e NON DEVE fare i conti con noi, perchè semplicemente a noi cittadini nemmeno ci vede e nemmeno ci considera.

Bhe mi pare che quanto dici sia stato dichiarato ampiamente su tutti i giornali: "un governo tecnico per approvare misure difficili"... il senso non è per niente ambiguo...

Evidentemente al "Popolo Sovrano" sta bene così, oppure non è poi così sovrano... e in quest'ultimo caso non darei nemmeno per scontato che questo meriti di esserlo...

Vedi il profilo dell'utente
6
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:
Per quanto riguarda il tuo discorso...è del tutto ovvio che un commerciante, o ex-commerciante, fa il tifo per la sua "parrocchia". La stessa cosa fa l'operaio che, da una vita, lavora in fabbrica o in un "centro commerciale".


Sono un po' imbarazzata.
Perchè...sicuramente è limite mio non averlo saputo dire, ma....io dicevo l'esatto contrario di quel che hai capito Tu..... nascondersi

Ora tento lo spelling. Ok?
Tu parlavi del bisogno di affidamento come sintomo di puerilità.
Io cercavo di dire che condivido, e infatti questa prova di puerilità l'ho vista in quel 51% di italiani che , essendo poareta, si affidò al Sior Paron che avrebbe solo potuto mettergliela in quel posto (per logica, nè?, mica per altro).
E infatti : a riprova di quanto fosse-sia poareta, sodomizzata e , soprattutto , IN CERCA DI PADRONE, ...una buona parte lo rivoterebbe ancora. Per FEDE , SOLO PER FEDE (e non solo nel senso der povero emilio).

____________

Cosa c'entra, questo , con il "fare il tifo per la propria parrocchia?".
Io sto parlando del contrario esatto.
E cioè dell'esser così puerili da fare il gioco dell'avversario che te se magna.
__________________

Se poi vogliamo parlare di tifi e di parrocchie, il discorso si complica non poco, dal mio punto di vista.

Trovo assolutamente ottuso e demenziale fare il tifo per la parrocchia opposta illudendosi come imbecilli che sia la propria, questo senz'altro.

Ma non è che riesca proprio e completamente a giustificare LOGICAMENTE chi fa barricate per la propria parrocchia , anche a costo di sfidare la stessa Logica e ancor prima il Buon Senso.

Io resto MALE, MALE DA CANI, quando sento Gente che è atterrita (giustamente atterrita) da un futuro che è orrore del nulla, per aver perso uno stipendio guadagnato a lacrime di sangue per X decenni.

Ma non no MAI pensato che la risposta possa essere "VOGLIAMO IL NOSTRO POSTO DI LAVORO PERCHE' CE LO AVEVAMO".
Non ci sta, non ci sta per cazzo, manco per me, questa pseudo istanza. CHE DA' SOLO RAGIONE A CHI E' DALL'ALTRA PARTE.

Mi SCONFORTA E MI LASCIA SENZA SPERANZE , sentire brava gente che per disperazione parla così.
Senza rendersi conto che era disperata già quando lo stipendio lo aveva , in un sistema di caxxo, che è quello che omaggia SOLO il capitale (perdipiù inventato a suon di giochi prettamente finanziari, da ormai troppo tempo e a livello Mondo).

_________________

Sogno a voce alta di Fine Anno, concedimelo X : che meraviglia se tutto fosse COOPERATIVA! VERA, PERO!
(e questo non piace: non piace al capitalista....ma non piace manco ai tanti che "vonno 'o stipendio sicuro"!)

Vedi il profilo dell'utente
7
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@hakimsanai43 ha scritto: rotolarsi dal ridere
la MIA religione???

Mai avuto religioni in vita mia !!

Sorriso Scemo
scratch

"Non chiedere ad un essere umano di adottare questa o quella religione,perchè si allontanerebbe da Dio:cerchi Dio stesso,Colui in cui si elucidano tutte le grandezze e tutti i significati; ed egli allora capirà."
(Mansur al-Hallaji- 857-922)

Capito?

O no?

"Colui che parla di cose spirituali deve averne avuto la COMPRENSIONE da Dio stesso,altrimenti diventa un INTEGRALISTA,e cioè una calamità per tutti i Musulmani del suo paese."
(Abu al -Husayn Ahmad Nuri- ?- 907)

Capito?

O no?

scratch

Vedi il profilo dell'utente
8
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@unachi
Scusa Unachi, ma tu hai frainteso quello che ho scritto nel mio 3d. Oppure glihai dato una lettura che non è corretta.
Nel mio 3D io ho parlato di chi aderisce a una organizzazione/istituzione...e del perchè una persona aderisce ed entra a far parte di una organizzazione/istituzione (qualunque essa sia).

Votare per uno schieramento politico (quello che tu hai definito il 51%) è cosa assai diversa. Un conto è entrare in una organizzazione....ALTRA cosa è esprimere un voto per una forza politica. Sono due cose diversissime.
Chi esprime un voto per una forza politica (il 51% che tu hai citato...che poi non è stato il 51%, ma un pò meno) NON entra in una organizzazione/istituzione.....NON c'è coinvolgimento diretto in quella organizzazione. E quindi il mio ragionamento NON SI PUO' applicare a quelle persone.

Il mio ragionamento è relativo solo a quelle persone che entrano a far parte in modo attivo in una organizzazione/istituzione (chiesa, esercito, partito, setta eccc..) e alle MOTIVAZIONI che le spingono a entrare in quella organizzazione.

Ora...tu hai preso il mio ragionamento e lo hai applicato anche alle dinamiche che spingono una persona a votare per una forza politica. Uhm....non credo sia la stessa cosa perchè il VOTO non implica che ci sia coinvolgimento attivo in un partito.
Il VOTO è un "consenso".

E ora arriviamo alla tua questione: come nasce il consenso in una persona?
Ah...le motivazioni sono le più diverse.
C'è chi - come hai detto tu - vota PER FEDE...e voterebbe SEMPRE E COMUNQUE lo stesso schieramento (e questo avviene sia a dx che a sx).
C'è chi vota in base alla antipatia o simpatia che prova verso i candidati.
C'è chi vota in base a una opinione che si è fatta confrontando il programma politico proposto e i propri interessi (è il cosiddetto voto di opinione).

Penso che la tua affermazione...e cioè che ci sono persone che hanno votato Berlusca perchè erano in CERCA DI PADRONE è una degenerazione e semplificazione di una certa corrente di pensiero che DISPREZZA Berlusconi...e quindi disprezza anche chi lo vota. Ma non corrisponde al vero.
E' sicuramente vero che c'è della gente "stupida" che ha votato Berlusconi unicamente per il suo "fascino", per l'"apparenza del suo mondo e della sua ricchezza", per "il sogno della bella vita che lui rappresenta"...quindi indipendentemente dai propri interessi. E' gente ignorante.
Ma sono straconvinto che la maggior parte delle persone ha votato Berlusconi perchè riteneva VALIDO il suo progetto/programma politico.

Affermare che uno vota Berlusconi perchè è in CERCA DI PADRONE....è una cosa assurda e fuori dalla realtà. Per me, ovviamente. E dico che è assurda perchè non ne comprendo la logica. Cioè...secondo quale logica una persone vede come PADRONE un uomo che non incontrerà mai nella vita e al quale si limita a dare UN VOTO? Non c'è logica....o, almeno, io non la vedo.

Per quanto riguarda il tuo discorso su lavoro e cooperative.
Le cooperative SONO UN MODO di organizzare il lavoro. Ed io sono contro "il pensiero unico"...per cui preferisco dire - come dice la nostr aCostituzione - che l'impresa privata "è libera"...cioè si può manifestare in molti modi diversi. Auspicare che le cooperative SIANO l'UNICO modo per organizzare il lavoro è molto "comunista" come impostazione mentale....io preferisco la "libertà di iniziativa".

Per quanto riguarda il "lavoro perso"...ci sono diverse sfumature. C'è chi il lavoro lo ha perso perchè l'azienda produce un bene che NON HA PIU' mercato...e questo è un discorso.
C'è chi invece il lavoro lo ha perso a causa della delocalizzazione....e questo E' INACCETTABILE. E' inaccettabile permettere che si chiuda una azienda in italia, per aprirla in Cina dove il lavoro costa un decimo. E su questo problema il governo Berlusconi è STATO CRIMINALMENTE ASSENTE. E' quindi del tutto legittimo per quei lavoratori INVOCARE un sistema di regole che impedisca ad una azienda di chiudere in italia per aprire in cina....

Vedi il profilo dell'utente
9
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@hakimsanai43 ha scritto:
@hakimsanai43 ha scritto: rotolarsi dal ridere
la MIA religione???

Mai avuto religioni in vita mia !!

Sorriso Scemo
scratch

"Non chiedere ad un essere umano di adottare questa o quella religione,perchè si allontanerebbe da Dio:cerchi Dio stesso,Colui in cui si elucidano tutte le grandezze e tutti i significati; ed egli allora capirà."
(Mansur al-Hallaji- 857-922)

Capito?

O no?

"Colui che parla di cose spirituali deve averne avuto la COMPRENSIONE da Dio stesso,altrimenti diventa un INTEGRALISTA,e cioè una calamità per tutti i Musulmani del suo paese."
(Abu al -Husayn Ahmad Nuri- ?- 907)

Capito?

O no?

scratch

Hakim....sei talmente "beeeeeeeep" da non capire che quando affermi: "non chiedere a un essere umano di adottare questa o quella religione bla bla bla"....stai implicitamente propagandando una TUA NUOVA religione.
Ed è una religione che dice di non ascoltare le religioni...e quindi nemmeno essa stessa.

Non ti accorgi, cioè, di avere un pensiero intrinsecamente contraddittorio....che combatte le altre religioni proponendo una nuova religione che dice di non ascoltare le religioni.

Il pensiero:"non seguire nessuna religione ma cerca dio"....è esso stesso una religione. E quindi stai propagandando un pensiero che afferma agli altri di non essere ascoltato e di non essere seguito. Cioè affermi un pensiero che afferma di non seguire i pensieri.....e quindi di non seguire nemmeno il tuo. E quindi che cazzo parli a fare?

In sostanza sei beeeeeeeeeeep.

Vedi il profilo dell'utente
10
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La mia visione sulle scelte politiche degli italiani tende un po' al pessimismo. Penso che il predominio berlusconiano sia stato causato in gran parte dal fascino dell'uomo di successo, dalla presunzione che un personaggio così in gamba nel condurre un'azienda lo sarebbe stato anche nel portare avanti l'azienda Italia. Grave errore, c'era una differenza sostanziale...Devo dire che anch'io concessi il mio voto, seppure senza molte illusioni, più che altro per mancanza di alternative.
La tendenza degli italiani ad affidarsi nelle difficoltà all' "uomo prescelto dal destino" è sempre presente, sintomo di immaturità civile e voglia di delegare ad altri ogni responsabilità individuale.

Vedi il profilo dell'utente
11
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:
@hakimsanai43 ha scritto:
@hakimsanai43 ha scritto: rotolarsi dal ridere
la MIA religione???

Mai avuto religioni in vita mia !!

Sorriso Scemo
scratch

"Non chiedere ad un essere umano di adottare questa o quella religione,perchè si allontanerebbe da Dio:cerchi Dio stesso,Colui in cui si elucidano tutte le grandezze e tutti i significati; ed egli allora capirà."
(Mansur al-Hallaji- 857-922)

Capito?

O no?

"Colui che parla di cose spirituali deve averne avuto la COMPRENSIONE da Dio stesso,altrimenti diventa un INTEGRALISTA,e cioè una calamità per tutti i Musulmani del suo paese."
(Abu al -Husayn Ahmad Nuri- ?- 907)

Capito?

O no?

scratch

Hakim....sei talmente "beeeeeeeep" da non capire che quando affermi: "non chiedere a un essere umano di adottare questa o quella religione bla bla bla"....stai implicitamente propagandando una TUA NUOVA religione.
Ed è una religione che dice di non ascoltare le religioni...e quindi nemmeno essa stessa.

Non ti accorgi, cioè, di avere un pensiero intrinsecamente contraddittorio....che combatte le altre religioni proponendo una nuova religione che dice di non ascoltare le religioni.

Il pensiero:"non seguire nessuna religione ma cerca dio"....è esso stesso una religione. E quindi stai propagandando un pensiero che afferma agli altri di non essere ascoltato e di non essere seguito. Cioè affermi un pensiero che afferma di non seguire i pensieri.....e quindi di non seguire nemmeno il tuo. E quindi che cazzo parli a fare?

In sostanza sei beeeeeeeeeeep.
cool
Rileggiti qui sotto la discussione "I 7 tipi di religione" e rassegnati al fatto di appartenere alla n°1: la religione della paura.
E cerca di capire che la religione più elevata è la 7°,quella che è ALDILA' del pensiero.

scratch

Vedi il profilo dell'utente
12
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Candido ha scritto:La mia visione sulle scelte politiche degli italiani tende un po' al pessimismo. Penso che il predominio berlusconiano sia stato causato in gran parte dal fascino dell'uomo di successo, dalla presunzione che un personaggio così in gamba nel condurre un'azienda lo sarebbe stato anche nel portare avanti l'azienda Italia. Grave errore, c'era una differenza sostanziale...Devo dire che anch'io concessi il mio voto, seppure senza molte illusioni, più che altro per mancanza di alternative.
La tendenza degli italiani ad affidarsi nelle difficoltà all' "uomo prescelto dal destino" è sempre presente, sintomo di immaturità civile e voglia di delegare ad altri ogni responsabilità individuale.
cool
Ma vale sempre il detto di Mussolini:"Governare gli Italiani non è difficile
è INUTILE."
E vale anche il detto di "non mi ricordo chi":
"Non insegnare al maiale a suonare il pianoforte;perderesti il tuo tempo
e irriteresti il maiale."
cool

Vedi il profilo dell'utente
13
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:L'Homo Sapiens è un "animale sociale". Cioè, per natura, è portato a vivere in una "organizzazione sociale" e ha bisogno di identificarsi con essa.
Tutti noi, quindi, cresciamo col bisogno di "appartenere" a una organizzazione sociale e col bisogno di "identificarci" con una istituzione per affrontare la vita, la realtà. L'organizzazione ci dà una chiave di lettura sul mondo, l'organizzazione ci introduce nel mondo e ci aiuta a trovare una nostra strada.
La prima istituzione alla quale apparteniamo e nella quale ci identifichiamo e che ci fa da guida nel vivere e interpretare la realtà è la famiglia.

Il mondo è troppo complesso...troppo grande da affrontare per un bambino. E' una "entità sconosciuta" per il cervello...che ha necessità di "apprendere" come interagire con esso e come decodificarlo. La famiglia è quindi il luogo nel quale il bambino impara a relazionarsi col mondo. La famiglia è il luogo in cui l'uomo impara a dare dei "significati"....quindi a decodificare la realtà.

Un altro grosso problema è che le "organizzazioni sociali" sono organizzate "gerarchicamente".
E su concetto di "gerarchia" apriamo una parentesi: le organizzazioni sociali devono necessariamente affrontare il problema dell'approvvigionamento delle risorse. Il corpo umano è un susseguirsi di "bisogni" e quindi il problema dell'approvvigionamento delle risorse per soddisfare i bisogni è uno dei problemi fondamentali di qualunque individuo e organizzazione.
Siccome le risorse sono scarse, limitate, in numero finito....nasce immediatamente "il conflitto", tra vari gruppi sociali o all'interno dei gruppi stessi. Questi conflitti portano INEVITABILMENTE allo strutturarsi di GERARCHIE all'interno di una organizzazione e tra le organizzazioni.

Nella età adulta le persone sostituiscono la famiglia con altre istituzioni. Chi una chiesa, chi l'esercito, chi la sua azienda, chi il partito, chi il sindacato, chi una setta. E qui abbiamo IL problema.

Una persona che non cresce psicologicamente trasferisce alla nuova istituzione di riferimento le stesse dinamiche che viveva nella sua famiglia di origine.
L'isituzione diventa il luogo che gli fornisce "la chiave di lettura del mondo", l'isituzione è il luogo rassicurante che lo protegge e gli fornisce la chiave per decodificare la realtà.
Queste persone non riescono a crescere, non riescono cioè a concepire di essere SOLI e che devono trovare la propria autonoma consapevolezza e strada nel mondo.
Queste persone vedono il mondo come un luogo "insicuro e pericoloso". Pieno di insidie che non riescono a decodificare da soli. Per questo si affidano a una istituzione o organizzazione nella quale trovare rifugio.
Sono le persone che abbracciano "per fede" la visione del mondo e la lettura del mondo che quella organizzazione si è data.
NON IMPORTA SE SIA VERA O MENO....il "fedele" NON DISCUTERA' MAI NE' L'ORGANIZZAZIONE NE' LA SUA LETTURA DEL MONDO. Perchè ha deciso inconsciamente che quello è il luogo che lui ha scelto per nascondersi e sentirsi protetto. Nè, tantomeno, metterà in discussione la GERARCHIA.

Un bambino mette forse in discussione la visione del mondo che c'è nella sua famiglia di origine e i ruoli gerarchici all'interno di essa? No.
Ed esattamente allo stesso modo si comporta l'adulto che ha scelto una organizzazione che gli dia "una lettura preconfezionata e rassicurante della realtà" e che lo metta al riparo dal doversi rapportare lui da solo con la realtà.

E' del tutto ovvio che molte persone vivono la propria religione o l'appartenenza alla propria organizzazione, in questo modo.
Per queste persone NON E' IMPORTANTE QUANTO SIA VERA O MENO LA VISIONE DEL MONDO di quella organzzazione. L'importante è che sia RASSICURANTE e che lo faccia sentire PROTETTO.

Una persona adulta, invece, è consapevole che l'organizzazione che ha scelto ha ANCHE una funzione di rifugio. E proprio perchè ne è consapevole vive l'organizzazione stessa come RELATIVA, come sempre MODIFICABILE, come sempre da DIMOSTRARE.
Un adulto NON FA copia-e-incolla delle soluzioni preconfezionate che gli piovono dalla sua organizzazione. Un adulto può - nella sua vita - cercare anche un rifugio. Ma è consapevole che è un rifugio, NON arriva ad autoipnotizzarsi convincendosi che la lettura del mondo che gli fornisce la sua organizzazione sia VERA...e l'unica VERA.

Di fronte alle varie organizzazioni l'adulto si pone in modo CRITICO, poichè sa che la realtà è in continuo mutamento e, per essere compresa, deve essere indagata con METODO SCIENTIFICO. Ecco...possiamo dire che l'adulto INDAGA la realtà perchè la VUOLE COMPRENDERE PER QUELLO CHE E'.
Ogni organizzazione, nella sua visione del mondo, crea i suoi miti, la sua ideologia.
Lapersona adulta li valuta sempre con spirito critico e con metodo scientifico. Non assume che qualcosa sia vero "per fede", ma tutto deve avere una sua valenza oggettiva.
Una persona adulta dice: "Mi dici che babbo natale esiste? uhm...vediamo...che elementi oggettivi hai per affermare una cosa del genere?".
Mentre chi ha demandato alla sua organizzazione la lettura del mondo, risponde: "E' vero perchè me lo ha detto la mamma". Dove la mamma può essere il partito, la chiesa, l'azienda, l'esercito...insomma, qualunque istituzione alla quale l'adulto-bambino ha delegato il ruolo di decodificare la complessitaà del mondo.

Ogni istituzione-comunità si crea i suoi miti. E sono i miti attraverso i quali consolida il senso di appartenenza e giustifica la propria struttura e gerarchia di potere. E in questo la chiesa cattolica si comporta, spesso e volentieri, esattamente come ogni altra istituzione.
Ma un conto sono i miti....altro conto è la REALTA'. Il "bambino" arriva a confondere i miti con la realtà...esattamente come un bambino crede a babbo natale. Li confonde e li accetta perchè i miti gli danno "quella lettura rassicurante del mondo che lo fa stare tranquillo".
Un adulto invece dice: ok i miti, li comprendo. Ma ora parliamo della REALTA'. Quali sono i fatti REALI su cui si basano questi miti? Fatti REALI, non chiacchiere. E quindi l'adulto indaga la realtà utilizzando il METODO SCIENTIFICO.

cool
Piccola correzione:

1 :"VOI uomini siete animali sociali e,condizionati dall'ambiente e non certo"per natura" siete portati a vivere in un contesto sociale (mentalmente,non
certo in pratica)e AVETE bisogno di identificarvi con essa......

e così avanti: dove trovo il"Noi" io correggo con "VOI ".

scratch

Vedi il profilo dell'utente
14
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum