Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

i dubbi di un educatore

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 9 di 9]

201
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Io credo -BIG- che un buon punto di partenza lo puoi trovare se ti domandi "perchè?".
Perché la ragazzina dodicenne vuole sposare il capomafia?
Perchè dei ragazzi pensano sia giusto che Saviano rischi la vita in quanto "non si è stato muto"?
Perchè i "tuoi" ragazzi ridono dell'ignoranza sgrammaticata di Riina?

E con questo non intendo un "Perché" che attenga a motivazioni sociali o culturali (tipo "perché la ragazzina vive quella realtà" o "perchè i ragazzi hanno riso di Riina perché non sanno bene chi è realmente" o cose del genere) quanto ad un perché interiore, che attiene a motivazioni che hanno a che fare con ciò che queste persone VEDONO intorno a sé, con ciò che desiderano nel loro futuro e PER il loro futuro o con ciò di cui hanno paura.

Vedi il profilo dell'utente
202
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Il normale vivere civile appare banale, noioso, e oggi pure privo di garanzie per il futuro. Meglio l'irregolare, il bastian contrario, sia pure un criminale comune, comunque al di fuori del contesto sociale. Un tempo, quando la politica degenerò in clientelismo, affarismo, difesa pura e semplice di interessi privati, si tentò di ricostruirla in modo duro e violento, fino ad arrivare alla P38. Oggi la contestazione è fuori anche da significati "politici", per quanto primitivi. E' pura e semplice contrapposizione senza ideali, e non importa se per contrapporsi ci si pone dalla parte di quel "male" che è davanti agli occhi di tutti. E la cosa paradossale è che in questi atteggiamenti si arriva pure ad un certo conformismo, si può essere fanatici del Grande Fratello e del "velinismo" e nel contempo farsi applicare tatuaggi ispirati al mondo mafioso.
Ovviamente parlo di una parte limitata del mondo giovanile, pure assai visibile agli occhi sconcertati di chi avrebbe compiti di "educatore" fra virgolette.

Vedi il profilo dell'utente
203
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Condivido la tua analisi al 90%, c'è solo una sfumatura su cui non sono d'accordo. "Perpetual ribellion with absolutely no cause", la ribellione costante e totalmente senza causa può, secondo me, essere una grande idea, una grande posizione da sostenere. Purché sostenendola si sappia quello che si sta facendo e anche se si prescinde totalmente da qualsiasi obiettivo politico e sociale. Invece quello di cui parli tu, secondo me non è che arrivi "pure ad un certo conformismo": è PURO conformismo. Non c'è nulla di più capitalista, dunque conforme al sistema, dell'ammirazione congiunta per il gLande fratello, le veline ed il capomafia.

Ciò detto, sul resto dell'analisi siamo pienamente d'accordo, incluso il fatto che si tratti di una parte limitata del mondo giovanile e che invece il fenomeno sembri più largamente diffuso: sia perché è scoraggiante per chi con la realtà giovanile interagisce, sia perché viene (opportunamente?) ampliato a livello mediatico.

Vedi il profilo dell'utente
204
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Condivido che si tratti di conformismo.
Lo condivido così tanto che...di ribellione...io non civedo proprio niente di niente.

Perchè vi meravigliate che i riferimenti appaiano "persino" contradittori?
Lo sono, lo potrebbero essere, contradittori, per chi ha la vostra formazione (probabilmente non molto diversa dalla mia). Ma non lo sono affatto per per chi è nato dopo gli ultimi trent'anni.
Il mafioso e la velina e il gradefratellista sono contradittori tra loro?

A me non sembra. O meglio : tutto dipende dall'insieme che la NOSTRA capacità di lettura riesce ad ipotizzare.
Se questa NOSTRA capacità è arenata sulla categoria "destra o sinistra, e comunque ideologia"....questi ragazzi sembreranno sempre cintradittori, e persino "ribelli".

Basta immaginare la categoria "arrivismo becero a qualunque costo" (guarda caso quello martellantemente propagandato esattamente dai craxisti anni 80 a suon di maledette tv commerciali) ed ecco che un nuovo insieme, assolutamente coerente, si visualizza. Nel miraggio del "tutto subito a qualunque costo".
Più conformista si muore. Più idiota si muore. E intanto ci sono generazioni intere (son tante, ormai! :,,,,,......... ) cresciute a "tutto subito a qualunque costo".

Io , l'ho già detto, non ho la responsabilità IMMENSA di essere Educatrice Professionale.
Sono solo educatrice di mio figlio.
Mi son sempre impegnata ad essere comunicativa e trasparente, con lui.
Ma so io quale fatica ho fatto e faccio per CERCARE di fargli SPERIMENTARE ottiche diverse da quella!!!!
E non di rado mi sono sentita una nullità, perchè LO TOCCAVO il FATTO che....ore (non solo mie) di dialogo ACCORATO cozzavano contro una muraglia cinese fatta di "convinzioni assolute e primigenie" che...non erano state attinte dalla famiglia, nè dalle letture, nè dalle frequentazioni amicali singolarmente considerate.
Erano state attinte...sì...proprio dall'etere...quello delle TV...a cui faceva da fenomenale cassa di risonanza ...l'ignoranza coltivata a suon di goals e tette e culi e risate finte...........

Per cui (un po' rozzamente, sì è vero, però sono stanca, scusatemi) , tornando all'Educatore...ha senso che l'Educatore continui a crepare inutilmente sul fronte di ideologismi che vedono un "destra e sinistra" che...a questi ragazzi.............non significano assolutamente NULLA, giacchè non ne hanno vissuto i fondamentali, e - quel che è peggio - al massimo ricordano loro ..il flusso adrenalinico di un derby calcistico, che è poi ESATTAMENTE ciò che fa comodo a chi li ha seviziati nel cervello?????????
E' per questo che mi permetto di dire : ripartiamo dai fatti, dai nessi causa-effetto, raccontiamoglieli!!!!
Non diamo per scontato che li sappiano e siano decerebrati!
Non sanno niente! Hanno visto solo culi e tette e cartoni e risate finte! E poi hanno visto che è figo Lavitola!
NON E' COLPA LORO!!!!!
Può solo essere ...colpa ANCHE nostra!

Vedi il profilo dell'utente
205
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...ma io non penso che siano decerebrati!

La colpa? Me ne sbatto delle colpe, io non cerco colpe, cerco strumenti ed ogni tanto li trovo, come oggi, oggi ho segnato un goal, uno di quelli che capitano raramente, ma quando qualcosa va per il verso giusto non riguarda mai solo l'utente, il ragazzo, i ragazzi, ma una rete di relazioni, i ragazzi, i servizi, gli operatori sul campo segnano un passo in avanti, una battuta d'arresto, una sconfitta, quando un ragazzo uccide qualcuno mentre guida ubriaco, o ammazza se stesso è la sconfitta di un sistema.

Quando un ragazzo ragiona è lui che ragiona, è le persone con cui ragiona, è l'ambiente in cui si trova..........

Mai cercato di dare colpe, tutti abbiamo colpe, non esiste l'innocenza solo diversi gradi di responsabilità dice l'autore di millennium, ma i successi sono sempre merito di tante persone, ho visto un politico commosso, mentre non lo vedeva nessuno, mentre osservava l'atmosfera e la serenità del posto sotto la mia responsabilità, ho visto i ragazzi contenti e increduli, ho visto una bella giornata di festa, in cui tutto è andato bene, in cui nessuno è stato dimenticato.

volevo condividere un momento bello, scusatemi

Vedi il profilo dell'utente
206
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sono onorata di poter condividere un tuo momento bello. :ç-*:
E sono anche convinta che il tuo impegno DOVRA' regalartene molti e molti altri, di Momenti Belli. sorriso

Quando (essendo sintetica per stanchezza) ho usato "decerebrati" e "colpa"....credimi Big...parlavo proprio come parlo con me stessa (apprezza la Confidenza, ti prego! commosso ).

A me è capitato, anche non essendo stanca, e non mi vergogno, di chiedermi se mio figlio e tutti i suoi coetanei ...fossero decerebrati.
Anzi , ti dirò : conclusi per la negativa ...solo su base statistica! Nel senso che...eran così tanti i suoi amici "stesso stampino" che...non risultandomi alcuna pandemia di meningite....dovetti concludere che ....ci sarà anche molto da lavorare...ma ...dovrebbero (e sottolineo il condizionale) essere normodotati!

Idem per "la colpa". nascondersi
Vocabolo catto-italiota per intendere un più oggettivo e meno emotivo "responsabilità".
Responsabilità che...è vero e son d'accordo che normalmente non sia mai di una sola parte.
Però....quando mi interfaccio con chi ha vari decenni meno di me, e soprattutto ha (lui/lei) decenni di vita tanto diversi dai miei...io penso che competa A ME sapere cosa ci sia di diverso tra quel che ho interiorizzato io e quel ha POTUTO interiorizzare lui/lei, e ....MAI viceversa.

Brindisi sincero al tuo goal odierno! party

Vedi il profilo dell'utente
207
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Chissa cosa direbbe mio nonno se vedesse un tale che, da un lato, ne dice di cotte e di crude su Riina (e non sei tu, big...per cui rilassati) e alza su Riina il suo indice accusatorio per mostrare al mondo la sua presunta "integrita legale" e "profonda capacita di analisi"....e poi, da un altro lato, sostiene tranquillamente l'uso di particolari sostanze che, a detta di molti, fanno proprio la fortuna di gente come Riina e dei suoi compagni di merende.

Il mondo e' bello perche e' vario....ma per fortuna c'e' chi nasce allocco e chi no. Ed io, allocco, NON lo nacqui.

Vedi il profilo dell'utente
208
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
vedi x, la possibilità di intervenire in ogni topic dovrebbe essere calmierata dall'intelligenza di capire quando è il caso e cosa dire, come vedi ad esempio io non parlo mai di calcio, tu quest'intelligenza non l'hai perchè:

- entri in discorso assolutamente off topic
- attacchi non si sa chi che chiunque sia è comunque più intelligente di te
- ti autodefinisci non allocco dimostrando quanto tu sia allocco
- spari una serie di cazzate gratuite, che, poco importa non siano indirizzate a me, semplicemente potresti evitare SE tu oltre a non essere allocco fossi dotato di spirito ed ingegno, ma così non è.

Rispondo perchè comunque sono convinto che i mafiosi di merda come riina siano sostenuti da ipocriti fascisti benpensanti (come muccioli ad esempio) che sono contro alla legalizzazione continuando così a foraggiare le mafie e la macro e microcriminalità. La droga o le droghe sono equamente divise fra monopoli di stato (alcool e tabacco) e mafie, ci sono consumatori e ci saranno sempre perchè ci sono persone che hanno bisogno di DIPENDERE da qualcosa, da qualcuno e se è qualcosa che autodistrugge è meglio, perchè sono persone a cui non siamo riusciti ad insegnare ad amarsi, il trait d'union che fai fra legalizzazione e riina è inesistente, sono i proibizionisti come te che sostengono riina, e, per favore, si stava così bene in tua assenza, perchè non ritorni dove stavi?

Vedi il profilo dell'utente
209
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
No, BIG, non sono d'accordo con l'invito ad xmanx a tornarsene dove stava. Sicuramente la sua prolungata assenza è stata foriera di pace e tranquillità, ma mi sembra che il suo ultimo intervento non sia necessariamente così peregrino.

Fa una domanda legittima, a cui la risposta -che in parte hai già dato- è abbastanza interessante, specie alla luce di questo topic: all'educatore non sta il compito di condannare o promuovere l'uso di certe sostanze piuttosto che altre. Semmai, può essere (se il contesto lo richiede o lo prevede) sua responsabilità quella di trasmettere le migliori informazioni attualmente disponibili sull'argomento. Al momento, le migliori informazioni in questione, nei due ambiti di riferimento (scientifico e sociale), ci dicono che: l'uso non eccessivamente intensivo, ancorché prolungato, di sostanze stupefacenti (non solo marijuana e derivati, ma anche LSD e funghi allucinogeni) non producono effetti dannosi sul cervello; nei Paesi dove si è applicata una politica di tolleranza si è riusciti nel doppio risultato di ridurre gli introiti della criminalità organizzata e diminuire il consumo soprattutto nelle fasce più giovani, ammortizzando al contempo il danno a livello di salute pubblica (sostanze più controllate e meno adulterate).

Dunque, fin qui i dati oggettivi e, da questi, la possibilità di conciliare la condanna del sistema mafioso e dei suoi rappresentati e la difesa al diritto di ciascuno di scegliere se consumare un certo tipo di sostanze oppure no.

Vedi il profilo dell'utente
210
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
vero, non bisogna escludere i diversamente sociali come x Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
211
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Caro big, il fatto che tu dichiari che chi si oppone alla liberalizzazione della droga e cerca di recuperare alla vita sociale chi dipende dalla droga e´ un sostenitore di gente come Riina....fa di te un "educatore" davvero inviadibile.
E' un vero piacere che su internet trovino spazio le idee cosi' profonde di un educatore modello.
Complimenti alla redazione.

Per quanto riguarda altre questioni intorno a Riina...mi dichiaro moderatamente soddisfatto per il fatto che alcuni interlocutori dimostrino un cosi' profondo senso dell'analisi...e ancora di piu' per il fatto che tali interlocutori non siano educatori di nessuno. La nostra societa' e' gia' piuttosot allo sbando. E di "cattivi maestri" non se ne sente la necessita'.

Vedi il profilo dell'utente
212
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
[quote="xmanx"]Caro big, il fatto che tu dichiari che chi si oppone alla liberalizzazione della droga e cerca di recuperare alla vita sociale chi dipende dalla droga e´ un sostenitore di gente come Riina....fa di te un "educatore" davvero inviadibile.
E' un vero piacere che su internet trovino spazio le idee cosi' profonde di un educatore modello.
Complimenti alla redazione.

come al solito parli senza sapere che forma-parola prende l'aria che dai alla bocca, ti ho fatto un esempio: MUCCIOLI ..........i suoi figli continuano la sua "opera" .
Egli ha creato una comunità per il "recupero" dei tossicodipendenti basata sulle percosse, finchè uno degli ospiti non è stato "educato troppo" e ne è morto, egli aveva capito che la forza lavoro più a buon mercato sono i "rifiuti della società", per cui prendi un "tossico", dici che lo "recuperi" anche se lo tieni solo chiuso nel pollaio ammanettato, e ti fai dare soldi dallo stato anche se (o forse perchè) lo tieni praticamente in prigione, poi lo fai lavorare a gratis e gli fai produrre cose, che vendi a caro prezzo perchè tutti i benpensanti possono dimostrare materialmente la loro approvazione con la beneficenza, comprando i prodotti....fra i quali c'è il VINO ossia (tipo in "a scanner darkly") i tossici vengono utilizzati per produrre una droga, l'alcool in questo caso.

Molto semplicemente questo tipo di educatori è il tipo che piace alla gente come te, ma per me (e per molti altri a dir la verità, fra cui docenti di pedagogia e numerosi psicologi e psichiatri) non concordano nè sui mezzi, nè sui risultati (al tempo del processo per l'"omicidio colposo" del ragazzo bastonato a morte" i "muccioletti" venivano ripresi dalle telecamere dei tg mentre urlavano la loro fede nel loro "salvatore" che doveva essere fatto "santo subito" altro che inquisito, e che la morte di un ragazzo doveva essere considerata come un semplice "errore di perco(r/s)so", questo tipo di intervento educativo si chiama "sostituzione di una dipendenza con un'altra dipendenza")...così si creano le sette, non persone indipendenti e consapevoli.

Molto semplicemente io non sono per la liberalizzazione delle droghe come intendi tu, ma per un controllo pubblico che renderebbe possibile sia una riduzione del danno, sia un colpo mortale agli introiti delle mafie...è incredibile qualsiasi persona, anche l'ultimo imbecille (che tu non sei per cui ???) non arrivi a capire che continuando con il proibizionismo le cose semplicemente continuano così....MA FORSE A TE PIACE CHE LE COSE CONTINUINO COSì

Vedi il profilo dell'utente
213
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
be', caro big...direi che una certezza c'e'. Non ti accetterebbero mai come educatore a San PAtrignano. Grazie a dio. pietra

Vedi il profilo dell'utente
214
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
@xmanx ha scritto:be', caro big...direi che una certezza c'e'. Non ti accetterebbero mai come educatore a San PAtrignano. Grazie a dio.
Non ne dubito. E infatti lì hanno accettato un santone che si procurava le stimmate col punteruolo, teneva i suoi ospiti in catene, e in una registrazione progettava l'omicidio di uno dei testimoni del primo delitto. Come se non bastasse era sostenuto dalla Moratti...
Ovvio che non assumerebbero mai uno come il nostro BBS. Anche perchè sarebbe lui per primo ad aborrire un posto del genere.


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
215
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@mari mi hai tolto le parole di bocca Sorriso Scemo

@x resta almeno un'altra certezza, grazie al cazzo..... rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
216
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
@xmanx ha scritto:Caro big, il fatto che tu dichiari che chi si oppone alla liberalizzazione della droga e cerca di recuperare alla vita sociale chi dipende dalla droga e´ un sostenitore di gente come Riina....fa di te un "educatore" davvero inviadibile.
E' un vero piacere che su internet trovino spazio le idee cosi' profonde di un educatore modello.
Complimenti alla redazione.
A quale redazione alludi, tanto per sapere?
Quanto alla prima frase, non è un'opinione, ma un dato di fatto, se non fosse che in Italia nessuno mi pare abbia mai propagandato la liberalizzazione della droga a parte lo zenzero e la cannella.


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
217
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@^Sick_Boy ha scritto:
all'educatore non sta il compito di condannare o promuovere l'uso di certe sostanze piuttosto che altre. Semmai, può essere (se il contesto lo richiede o lo prevede) sua responsabilità quella di trasmettere le migliori informazioni attualmente disponibili sull'argomento. Al momento, le migliori informazioni in questione, nei due ambiti di riferimento (scientifico e sociale), ci dicono che: l'uso non eccessivamente intensivo, ancorché prolungato, di sostanze stupefacenti (non solo marijuana e derivati, ma anche LSD e funghi allucinogeni) non producono effetti dannosi sul cervello; nei Paesi dove si è applicata una politica di tolleranza si è riusciti nel doppio risultato di ridurre gli introiti della criminalità organizzata e diminuire il consumo soprattutto nelle fasce più giovani, ammortizzando al contempo il danno a livello di salute pubblica (sostanze più controllate e meno adulterate).


Non so quale sia la fonte ufficiale di questo tipo di informazione.
Io avevo informazioni (assolutamente non ufficiali) di tipo contrario. Addetti a Reparti Psichiatria mi dicevano che ...anche UNA dose di qualunque sostanza psicotropa può avere effetti irreversibili e .....sdoganare o produrre (chi mai potrà dirlo?)....forme psicotiche di notevolissima gravità.
Siccome si trattava di considerazioni prettamente dialogico-salottiere.... incamerai l'opinione, in totale sospensione di giudizio, anche se ...chi la esprimeva era un Addetto ai Lavori e non un opinionista. E comunque si trattava di discorsi e valutazioni assolutamente privati-amicali, e nulla più.

Poco tempo fa...accade nella mia città un fatto di cronaca pressochè assurdo : un quasi ventenne ammazza (con crudeltà) una coetanea.
Il delitto è assurdo in tutto e per tutto, e infatti l'assasino viene preso in MENO di dodici ore.
L'assassino ...è molto conosciuto tra i suoi coetanei.
Pare che...fosse un normalissimo ragazzo di buona famiglia, fino alla scorsa estate.
Solo che... una sera della scorsa estate....in discoteca....dopo uno dei tanti impasticcamenti di routine.....gli cambiò TUTTO nella testa, per sempre...... :_-_:

Vedi il profilo dell'utente
218
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
nota a piò di pagina: i "normalissimi ragazzi di buona famiglia" non hanno bisogno di additivi chimici per diventare Norman Bates! Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
219
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Unachi: la diatriba sui possibili effetti dannosi delle droghe va avanti, in ambito scientifico, da anni e, su internet, è possibile reperire un'enorme quantità di materiale a sostegno dell'una o dell'altra tesi, sebbene nel caso di chi sostiene un collegamento tra droghe e danni di tipo psico o neurologico si parli molto di più di "correlazione" che non di "causa". Ad ogni modo, nel quote che hai sottolineato, facevo riferimento a questa ricerca condotta al King's College di Londra dal Dr. David Halpern, di cui si può leggere un sunto divulgativo qui (in italiano) e qui (in inglese).
Il sunto è che, come ho detto, un uso non eccessivamente intensivo, prolungato (ma non "a vita" o comunque per decenni) non produce effetti dannosi sul cervello.

Da questo punto di vista, mi permetto di darti un consiglio: nel raccogliere questo genere di informazioni, normalmente i pareri di un Addetto ai Lavori sono abbastanza sbilanciati. A parte che, in quanto essere umano, qualsiasi parere esprime è filtrato dal suo bagaglio di convinzioni personali, c'è da considerare il fatto che, lavorando in quell'ambiente, vede il PEGGIO di quello che può succedere. Ed è vero, c'è gente che per una sola pasticca di extasy (che non è marijuana, non è un fungo e non è LSD) se n'è uscita di testa. Solo che, poi, quando sono andati ad analizzare le sostanze che aveva in corpo, non hanno trovato solo metilenediossimetamfetamina, cioè MDMA, cioè il principio attivo dell'extasy: saltavano fuori amfetamine di scarto, piombo e stricnina. E saltavano fuori perchè chi, nel mercato nero, le produce le droghe di sintesi, ha tutto l'interesse ad alterarle e appesantirle con sostanze che costino 1/100 di quella attiva.
Se invece fossimo in un regime di liberalizzazione, questo processo si potrebbe controllare e si potrebbero distribuire sostanze controllate, non adulterate, pulite e molto più sicure.

A questo proposito, ti inviterei a documentarti sulla vita dello scienziato Albert Hoffman (1906 - 2008), dello scrittore William Burroughs (1914 - 1997) e dello psicologo Timothy Leary (1920 - 1996). Tutti e tre questi signori hanno condotto lunghissime sperimentazioni -su sè stessi prima di tutto- con praticamente ogni genere di droga psicotropa conosciuta. Hoffman è lo scopritore dell'LSD, Burroughs ha passato gli ultimi 50 anni della sua vita tra eroinomania e alcolismo, e Leary è stato un pioniere dell'uso dell'LSD in psicanalisi. Tutti e tre, per questo ho riportato le date di nascita e morte, sono arrivati ad età non poco avanzate, tutti e tre ci sono arrivati lucidissimi e tutti e tre hanno condiviso la possibilità di assumere droghe nelle loro forme pure, non alterate in alcun modo.

Naturalmente, questo non ha valore scientifico, pure è indicativo -anche considerando che sono tre esempi su un numero ben più alto che avrei potuto prendere- del fatto che la qualità ed il tipo di utilizzo che si fa di una sostanza sono i veri fattori che determinano se quella sostanza sarà dannosa o meno.

Quello che succede oggi, tra i giovanissimi, è un uso sconsiderato. Nel caso che citi tu, ad esempio, si parla del fatto che il ragazzo di buona famiglia (quindi, come dice BIG, facilmente predisposto già di suo "a diventare Norman Bates") si sia "calato una pasta". Non si dice, però, se abbia bevuto alcolici prima, insieme o dopo averlo fatto, cosa che fanno quasi tutti (di solito, l'extasy si prende in discoteca e in discoteca si beve). Ora, quasi nessuno sa che l'interazione combinata tra l'alcol e le metamfetamine può schizzare il cervello fino ai 45 gradi di temperatura, friggendolo, senza che la persona se ne accorga.
Quando questo capita, e un ragazzino finisce per terra con la schiuma alla bocca e stira le zampe, oppure riporta un danno che lo rende violento, o apatico, la colpa di chi è? Del ragazzino ignorante che, cazzonescamente, si è comprato una pasticca senza sapere cosa c'era dentro e, ancor più coglionescamente, l'ha mischiata con alcolici (e, magari, altre sostanze) senza avere idea di cosa potesse succedergli? É colpa dello spacciatore che gliel'ha venduta, la pasticca? É colpa di chi trova più semplice criminalizzare le droghe, sapendo che tanto verranno vendute e consumate lo stesso, invece di fare in modo che sul mercato vengano immesse sostanze sicure, in ambienti controllati, vendute da personale qualificato e che -contestualmente- si faccia formazione (nelle scuole, nei locali, nei punti di aggregazione) per un consumo consapevole ed intelligente?
Ovviamente l'unica risposta sensata è che è colpa di tutti e tre ma, almeno da dove guardo io le cose e dalle mie esperienze (che, con le droghe, sono abbastanza consistenti) direi che la responsabilità principale sta al terzo gruppo di soggetti.

Piccola precisazione: abbiamo parlato di ecstasy che, essendo una pasticca, è tra le droghe in assoluto più facili da adulterare, insieme alle polveri (amfetamine, cocaina, eroina). Alterare un trip di LSD -che è un cartoncino bagnato con una o due gocce di acido lisergico- è possibile, ma già più difficile. Alterare l'hashish, che è una pasta resinosa il cui principio attivo (tetrahidrocannabinolo) è lo stesso della marijuana (contenuto appunto nella resina) è pure molto semplice, ma ci sono "test" molto semplici (tra cui odore, sapore e reazione alla combustione) molto semplici per accorgersi del "taglio". Adulterare la marijuana è pure molto difficile (si tratta di fiori resinosi di una pianta che, al massimo, possono essere inumuditi per aumentarne il peso (nei casi peggiori, si aggiunge ammoniaca per potenziare un effetto momentaneo) ma, anche lì, conoscendo la sostanza è facile accorgersi se sia di qualità o meno. Alterare un fungo o un cactus allucinogeni, che vanno presi "così come sono in natura" o essiccati, è pressocché impossibile, sia perché sarebbe facilissimo scoprire il trucco, sia perché sono terribilmente potenti già da soli.

Spero di essere stato esauriente.

Vedi il profilo dell'utente
220
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
proprio ieri è saltato fuori il discorso droghe perchè i ragazzi stavano fumando dei "drummini" ossia sigarette fatte a mano con tabacco DRUM al chè io li ho guardati con aria interrogativa...(comunque riconosco l'odore della maria o del fumo che si potrebbero mescolare al drum e sapevo che non c'erano addizioni) mi hanno assicurato che erano solo drummini e che non si facevano canne davanti a me o in luoghi pubblici... da lì mi hanno chiesto se io mi ero mai fatto canne ed ho deciso di dirgli la verità, ossia che non è obbligatorio ma sì, venti o trenta anni FA' ho dato due tiri a qualche canna in compagnia, ma la cosa non mi è piaciuta perchè preferisco essere lucido e capire le cose e penso che la cultura dello sballo sia una cultura creata apposta dai vecchi per fottere i giovani.

Non gli ho detto non fatevi delle canne perchè sarebbe stato inutile, anzi uno sprone, gli ho detto di non mescolare robaccia e che NON è NECESSARIO, CHE NON SI DIVENTA PIù FIGHI MA SOLO PIù RINCOGLIONITI... e continuo a credere nella depenalizzazione delle droghe leggere e che il proibizionismo non sia che un modo di foraggiare le mafie, continuo a pensare che lo stato dovrebbe controllare e ridurre il danno, ma me lo tengo per me se non mi viene chiesto, se mi viene chiesto però non racconto balle.

una notazione sulla maria, ho sentito che è ogm e che il principio attivo è 15 o venti volte superiore delle piante non ogm, non so se sia una cazzata, ma in quel caso ci sarebbe pure poco da "fidarsi" pure della maria

Vedi il profilo dell'utente
221
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Ahahahaha, no, non è "ogm", almeno non nell'accezione che diamo a questo termine per quanto concerne gli alimenti. Tutto quello che è successo è che, quando hanno iniziato a produrne in Olanda, lo hanno fatto incrociando e selezionando le varietà di base (naturali) che producevano più resina. Non è il principio attivo che è più forte, è la quantità di resina sul peso totale che è maggiore rispetto all'erba che si trovava negli anni '70. L'effetto è più o meno quello della selezione genetica che si fa per le razze di cani: sono piante geneticamente molto più deboli, che richiedono cure particolari per non crescere male o morire (mentre la cannabis "vera" basta che butti i semi in un po' di terra e si comporta come un'erbaccia, cresce senza problemi e a ciclo continuo).

Ad ogni modo, per quanto riguarda gli effetti, io l'ho sempre vista come una cosa sia soggettiva (che dipende cioè dalla disposizione mentale di chi la assume) che ambientale: personalmente, fumarmi un cannone prima e uno durante lo studio mi ha sempre aiutato a concentrarmi meglio. Ma gli stessi cannoni fumati ad una festa, con un sacco di gente e casino intorno, mi danno un effetto di stordimento del tutto incompatibile con lo studio e sempre gli stessi due però fumati da solo, senza niente da fare, né mi stordiscono né mi concentrano quanto piuttosto mi "sparano" in uno stato fluttuante in cui riesco a guardare alle cose da una prospettiva diversa, più ampia, più comprensiva, più distaccata. E mi conciliano il sonno.
Fermo restando, comunque, che oramai sono anni che non fumo più in Italia.

Vedi il profilo dell'utente
222
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 9 di 9]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum