Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

...Il Potere...

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...Il potere non è qualcosa che si acquista, si strappa o si condivide,
qualcosa che si conserva o che si lascia sfuggire;
il potere si esercita a partire da innumerevoli punti,
e nel gioco di relazioni disuguali e mobili.
(P. M. Foucault, La Volonté de Savoir).
..


... è vero che il potere si esercita; ma non credo si possa esercitare qualcosa, che non è stato mai prima acquisita e compresa...il potere è sempre inerente alla propria personalità, indipendentemente da una posizione di privilegio in qualunque modo essa raggiunta...
...Il Potere, tanto politico o economico o strettamente legato alle vicende del quotidiano, è inscindibile dalla propria capacità di Dominio nella Vita...o si è dominanti, e quindi capaci di volgere, sempre, a proprio favore le circostanze che potrebbero presentarsi sfavorevoli, o si è sottomessi, e quindi si subiscono passivamente, addebitando al destino la causa dei propri fallimenti...

Visualizza il profilo dell'utente
2
Cleden
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Da quel che osservo nessuno è sempre dominante o sempre sottomesso: tra le persone c'è un gioco continuo,

spesso molto animale ed istintivo, più raramente ragionato, per decidere a chi spetti più "territorio".


E' particolare questo tema, per me, perché sto pensando da un po' al fatto che

quasi tutti cercano di "cambiare" o di "spostare" gli altri,

pochi lasciano agli altri qualcosa di sé senza al contempo cercare di manipolarli,

di asservirsene, quantunque senza voler far del male, animati da quelle che definiremmo

"buone intenzioni"...


Ma il gioco c'è ed è difficile esimersi dal giocare.....

Visualizza il profilo dell'utente
3
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...a te che ruolo piace... giocare?...sempre gioco si tratti...

Visualizza il profilo dell'utente
4
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...comunque, io non credo si possa trattare di gioco...ma di regole di vita...

Visualizza il profilo dell'utente
5
Cleden
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Mi fai pensare a "I sommersi e i salvati"...

Regole dici? Ma le regole sono quelle che una società si dà affinché ogni individuo sia tutelato (si

spera), o che, alla peggio, un dominatore promulga al fine di assoggettare un popolo,

mentre il dominare o l'essere dominati, così come l'ho inteso leggendo il topic, è una legge diversa che

è scritta nel Codice genetico, che ha radici nella necessità istintiva di conservazione dell'individuo e

della specie e che si inasprisce via via maggiormente tanto più le risorse scarseggiano.


A me i giochi piacciono quasi tutti, ma questo ovviamente non è un gioco in senso ludico, piuttosto

è:"avere un ruolo"...

Quando dici che chi sa volgere le situazioni al proprio vantaggio è un Dominante io dissento, secondo me

l'essere capaci di adattamento non implica il voler dominare gli altri. Personalmente cerco, e spero, di

muovermi proprio così.


Dominare significa dover dimostrare qualcosa di sé, credo in primo luogo a se stessi, ma si può essere

volitivi e capaci anche senza avere questa necessità, non credi?




Visualizza il profilo dell'utente
6
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...dovremmo ripartire dalla massima iniziale..."l'esercizio del potere"...
... ho sempre riscontrato che ci stanno persone che riescono ad uscire sempre bene dalle situazioni più difficili...altri, invece, soccombono, anche, in quelle che, per tanti altri, sono facilmente superabili...
...è da queste considerazioni, che ritengo, ci siano persone che sono capaci di dominare gli eventi; hanno, cioè acquisito il Dominio della Vita...altro, invece, è l'essere dominante sulle persone, in famiglia, col partner ecc ecc...la prima non presuppone la prevaricazione...la seconda, sì...anche se spesso, accettata, e anche di buon grado...e qui intendiamo i ruoli della personalità...
...dal mio punto di vista, il dominio, comunque si voglia intendere, si può esercitare, sempre che ci siano le capacità per farlo...

Visualizza il profilo dell'utente
7
Cleden
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Quel che tu dici Dominio della Vita per me è:

Sapere quel che si vuole

e chiederlo chiaramente.


Sono d'accordo sull'esercitare queste opzioni in senso positivo e rispettoso degli altri.

Diciamo la stessa cosa con parole diverse? sorriso



Visualizza il profilo dell'utente
8
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...ma perchè chiederlo?...se mai realizzarlo...
per tutto il resto siamo sulla stessa onda...

Visualizza il profilo dell'utente
9
Cleden
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
E quando qualcuno invade la tua vita turbando la tua quiete, cercando di prendersi cose di te che non gli

vuoi dare, tu come agisci?

Visualizza il profilo dell'utente
10
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...quello è un prepotente...allora agisco di conseguenza...in genere, riesco sempre a convincerlo...con le buone o con le cattive, che è più consigliabile cambiare aria...
...nella vita si ha il diritto ed il dovere di farsi rispettare...fino all'ultimo respiro...ed il diritto ed il dovere di far rispettare le proprie e le altrui opinioni...
tu invece?...sei attratta dal carattere deciso e dominante?

Visualizza il profilo dell'utente
11
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@latino ha scritto:
...Il Potere, tanto politico o economico o strettamente legato alle vicende del quotidiano, è inscindibile dalla propria capacità di Dominio nella Vita...o si è dominanti, e quindi capaci di volgere, sempre, a proprio favore le circostanze che potrebbero presentarsi sfavorevoli, o si è sottomessi, e quindi si subiscono passivamente, addebitando al destino la causa dei propri fallimenti...[/b]

Condivido, ma approfondirei l'accezione di "dominanti" da un lato e "sottomessi" dall'altro.
Penso sia una pura illusione ottica quella di valutare il carattere, dominante oppure sottomesso, rispetto (ad esempio) al mero livello della relazione sociale o interpersonale (livello sul quale, peraltro, i due ruoli si alternano pressochè costantemente un po' per tutti).
Mentre derminante mi sembra il livello tutto diverso del "dominio" (intellettivo ed emotivo) degli innumerevoli fattori che compongono il "sistema realtà". Su questo livello il dominio è (aritmeticamente, direi) proporzionale alla quantità di variabili in sistema che riusciamo a visualizzare e alla successiva capacità di gestirle nell'ambito del sistema a cui appartengono; nella consapevolezza del sistema in uno alla consapevolezza del ruolo essenziale che ciascuna variabile gioca in esso.
E su questo livello direi che c'è indubbiamente una costanza nell'essere dominanti (lo si è tanto più quanto più si comprende), così come c'è nell'essere dominati (lo si è tanto più quanto più si è lacunosi o superficiali o semplicemente carenti nel comprendere).

Un esempio che forse permette di visualizzare.
Andreotti: capacità di analisi e sintesi ...pressochè sovrumane. Dominio relazionale ESIBITO ...pari a zero. Dominio globale CONSEGUITO : spaventoso (anche nel relazionale, ma meglio se non faceva ..nè scalpore , nè notizia, nè troppa "simpatia"). Tanto che mi è impossibile pensare al "potere" senza pensare ad Andreotti.

All'opposto: Berlusconi.
Dominio relazional-sociale esibito....pari a 110 su 10.
Reale dominio (intellettivo-emotivo) del sistema e delle sue variabili : assolutamente carente (credo sia gravissimo toppare persino sullo spessore dei propri "più fidi consiglieri", no?).
Potere reale-globale? Ovviamente molto ondivago - altalenante. Più apparente ed appariscente che reale. Altamente dipendente dal gioco (sfuggito di mano) di tutte le variabili non considerate o ipovalutate.

Visualizza il profilo dell'utente
12
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...una profonda analisi la tua: e chi potrà smontarla mai...
...però ci sta un punto importante in comune...il concetto di consapevolezza...cosa ti da la consapevolezza di essere un Domino, se non la fiducia in se stessi, che consente di realizzare le proprie immaginazioni mentali attraverso la loro materializzazione...è questa sicurezza che ti classifica dominante...
altro è chi ha mezzi e poteri per "portare avanti i propri progetti"...questi ultimi, non li considero veri dominanti...

Visualizza il profilo dell'utente
13
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@latino ha scritto:[b...cosa ti da la consapevolezza di essere un Domino, se non la fiducia in se stessi, che consente di realizzare le proprie immaginazioni mentali attraverso la loro materializzazione...è questa sicurezza che ti classifica dominante...
altro è chi ha mezzi e poteri per "portare avanti i propri progetti"...questi ultimi, non li considero veri dominanti...[/b]

Premetto che ero assolutamente d'accordo (non in antitesi) sia con la citazione introduttiva e sia con la tua analisi della stessa.
Su questo punto "in affondo", invece, non la vedo nello stesso tuo modo.
Intendo dire che io non ascrivo nessunissima importanza alla "fiducia in se stessi". Anzi: se mai ascrivo ad essa un ruolo assolutamente negativo, depistante, dopante, fuorviante, distraente, falsante, INDEBOLENTE.
La consapevolezza del dominio....ti è data DAI FATTI.
E la meraviglia delle meraviglie è proprio quando...ti eri così concetrato sul sistema, senza porti il problema di dominarlo, che ti ritrovi a dominarlo PER AVERLO PENSATO BENE !
Te lo dimostra il fatto che lo governi, non il fatto che "credevi in te stesso" (sarà un caso che detesto la letteratura new age, consideradola fabbrica di disperati ?) .

Perdonami se riprendo l'esempio di prima, ma torna utile : Berlusconi...non lo so quanto "creda in sè stesso", ma tutto denota che sia atavicamente/geneticamente avvezzo a CREDERE DI DOVER CREDERE IN SE' STESSO.

Andreotti...forse ha imparato da piccolo (anche per il fatto di non essere nè bello nè aitante) a "non credere a vuoto", a non "farsi illusioni o autoillusioni", a pensare (molto, molto, molto attentamente). E' indubbio che abbia conseguito (meritatissima) stima di sè. Ma...questa possibilità di credere in sè stesso è stata il frutto di conquiste e riscontri reali della sua Capacità di analisi-sintesi, NON frutto della PRELIMINARE , e vuota e autodopante, "fiducia in sè stesso" (che ha portato l'altro al ridicolo).

Secondo me. sorriso

Visualizza il profilo dell'utente
14
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...ma sono i fatti che dimostrano invece che quella persona è un dominante...e che non lo è per caso...se mai, perchè sa scegliere bene, e sa costruire meglio...per farlo occorrono due direttive: primo, un buon intuito nel trovare la strada migliore; secondo, la personalità nel saperlo poi portare a termine bene...per questo devi avere una mente molto aperta e costruttiva, ed avere poi fiducia nella realizzazione del progetto... dal mio punto di vista, sempre nel rispetto delle regole comunemente accettate da tutti...perchè se vengo ad impormi puntandoti un fucile in testa, è molto facile essere dominanti; se corrompo, o utilizzo mezzi illeciti di coercizione, è facile essere dominanti...
per quanto riguarda la newage, non interessa neanche a me...
anche nel rapporto di coppia ci sta in mezzo la personalità...la consapevolezza di essere un Domino, oppure un sottomesso...

Visualizza il profilo dell'utente
15
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sì appunto: mi sembra che stiamo dicemdo la stessa cosa.
Posso farmi tutti i trainings autonomi del regno per pompare la mia fiducia in me stessa, ma se DI FATTO non riesco ad avere la visione globale delle cose e a dominarle (nel senso di gestirle) intellettivamente ed emotivamente...me ne torno a casa soltanto con la "fiducia in me stessa" un po' acciaccata e le pive nel sacco.
Bne diversa la fiducia in se stessi che si acquisisce e si incrementa per vie di riscontri, e che arriva da sola a chi ha il controllo intellettivo ed emotivo delle situazioni, ma , soprattutto, quella ampiezza di visuale di cui parli tu.
Se fai caso, svolazzando sulla Storia (recente come remota) ...a parte i despoti... i veri detentori di enormi poteri (in ambito scientifico come in ambito politico e come in ambito produttivo-tecnologico) sono spesso Personalità anche schive e riservate, contraddistinte però da spaventose capacità logico-razionali (e cultura immensa, almeno settoriale), le quali....si sono rivelate Grandi (anche a loro stesse) perchè lo erano, avendo queste peculiarità, e non certo per aver inseguito il Potere o la consapevole ricerca dell'affermaazione di sè.
Pensa che mi vengono in mente , in questo senso, addirittura Potenti dello Spirito, come Gandhi o Krishnamurti!!!
(Qualcuno potrà mai affermare senza vergognarsi che...cercassero "potere"?.....Eppure!!!!!).
Chi, per contro, parte dalla coltura a tavolino della propria autostima in vitro, ma non dispone poi di quelle Capacità, spesso fa solo fine del piazzista fanfarone, elevata a potenza dal fatto di aver attirato l'attenzione su di sè prima di aver qualcosa di concreto da esibire, ma avendo per questo generato anche grandi aspettative...ovviamente e regolarmente deluse.

E...certo che questo schema si realizza anche nel rapporto di coppia.
Ma a me sembra che "la regola" trovi perfetta conferma : c'è forse qualche rapporto di coppia nel quale il vero dominante (dietro la facciata che può ingannare) non sia quello dei due che...è più allenato al multitasking?
Tutto , ovviamente, in misura direttamente proporzionale a QI e cultura dei membri della coppia.
Ma nella coppia si vede benissimo perchè i fattori sono solo due, e QI e cultura sono normalmente omologhi tra i due. Perciò lì vedi benissimo che ...a parità di altre condizioni, il fattore vincente è proprio e solo il multitasking (versione in scala ridottissima della famosa capacità di dominare mentalmente il maggior numero possibile di variabili in campo).

Visualizza il profilo dell'utente
16
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...verissima la tua analisi...dovremmo allora dire che tutto è in funzione della nostra capacità nel saper utilizzare il multitasking... aiuta molto a superare le situazioni critiche tanto nella vita che nel rapporto di coppia...rimane però un dubbio: è una qualità innata, oppure acquisita nel tempo?...
..propendo per un pizzico di qualità innata, anche se spesso sepolta, per costume, società, educazione familiare ecc ecc...l'altra acquisita dall'esperienza in campo...in ogni caso, credo che nel rapporto di coppia, non basta essere Domini...è necessario che ci sia la controparte consapevole e senziente di voler essere sottomessa...altrimenti...BOOMMMM...ah ah ah...

Visualizza il profilo dell'utente
17
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ehhhhhhh!!!!!! Nota dolente , caro Latino!

Certo che l'esperienza e l'allenamento qualcosa contano, ma....quanto conta di più la testa che Natura ci regalò...o ....a cui ci condannò????

commosso

Chiunque può essere messo sotto pressa per incrementare esperienza e istruzione.

Poi resta che la Cultura (io parlo di quella vera, quella che chiunque preferibbe chiamre "cultura di vita") ha un solo Lievito : la nostra Mente.
Che....non è per niente "potenzialmente uguale per tutti". sadness

Fai caso : intorno a te c'è sicuramente (come c'è intorno a tutti) chi...per tutta la vita fa i soliti cinque errori. Sempre quelli. Ciclici e periodici fissi.
Poi, molto più raro, anzi rarissimo, c'è chi da ogni errore rinasce rinnovato, arricchito. Magari ne fa cinquemila di errori, ma son diversi e ognuno di essi è la capitalizzazione dei precedenti (con la qual cosa, almeno, può dire di vivere e divertirsi, no?).
Embè : come la chiameresti, quesra differenza, se non "differenza qualitativo/quantitativa di sinapsi e neuroni? :ç-*:

Visualizza il profilo dell'utente
18
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
:...raccontava il celebre Bernard Show, che l'esperienza insegna a non ripetere più gli errori commessi in passato...ma a farne dei nuovi in futuro...
...sinapsi e neuroni?...mi pare troppo riduttivo...La Mente dell'Uomo va ben oltre le cellule cerebrali...
...e per quanto tu ne possa avere, non ti qualificherebbe comunque quale Domina o sottomessa...credo ci siano altre potenzialità e capacità che prescindono dalle nostre facoltà cerebrali...molte persone preferiscono il caffè completamente amaro...altri mezzo dolce, altri ancora dolcissimo...si tratta anche di piaceri...

party

Visualizza il profilo dell'utente
19
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sì, certo che si tratta anche di piaceri.

Forse i Piaceri non nascono dalla nostra Mente?.... imbarazzo


Ovvio che chi gode nel sottomettersi, ....domina quando si sottomette.

Ma...non facciamoci obnubilare dalle suggestioni filo erotiche.
Tu dici che c'è dell'altro oltre alla Mente e alle sue capacità cognitive ed elaborative.
E io chiedo: cosa, secondo te? (quando parliamo di Dominio sostanziale?).

Visualizza il profilo dell'utente
20
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...perchè, ci sarebbe anche un Dominio virtuale?...
...secondo Grandi Filosofi del passato, Il Domino delle Vita era solo appannaggio di persone evolute Spiritualmente, e che avevano sviluppato grandi doti, nel costruire mentalmente gli eventi che si avrebbero voluto poi, produrre...

Visualizza il profilo dell'utente
21
Unachi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E su questa tua affermazione ci sarebbe da aprire un capitolo tutto nuovo, che forse è quello vero.

La "evoluzione spirituale" , altrimenti detta "Illuminazione"...è (fidati, ti conviene) ...nè più nè meno che ...conoscenza di quelli che oggi si direbbero (semplicemente)...cardini della Psicologia.
Chiaro che conoscerli oppure no...sì...fa la differenza.
E la fa così tanto che....un idiota istruito a questi dettami....ha certamente più fortuna (sociale) di un Genio che , non essendovi stato istruito, si occupasse appassionatamente e genialmente ....d'altro.

Nella mia lunga carriera di "curiosa perenne" annovero la Fortuna (impagabile) di aver intrattenuto rapporti forumistici (in altra sede) con Massoni, e il privilegio di ...avere Massoni molto vicini.
Ma , non credere, eh! Molto Massonim, anche quelli vicini. Sicchè...non è che ti dicono un tubo! manco sotto tortura!

Embè.... questa la considero la mia seconda Laurea, conquistata sul campo. E se non ti annoio te la racconto.

Forumando su siti ragguardevoli per spessore.... si instaura un corpo a corpo all'ultimo sangue, tra me e un Massone dichiarato e poi misterico come tutti.
La lotta all'ultimo sangue passa per pagine e pagine e pagine di scritti...in cui ...lui vuol soggiogare me e io...lui.
Un giorno, strano quanto simpatico, costui si arrampica sugli specchi ....proprio proprio proprio UGUALE...ai Massoni che conosco nel reale.
E lì viene A ME una "illuminazione".
Chiamo al telefono uno di quelli che conosco, che è vero che è Fedele al GOI, ma poi, è anche vero che non può permettersi (assolutamente) di trattarmi da idiota.
Io risptto il suo GOI e i supoi segreti, ma lui DEVE rispettare il mio cervello.
Sicchè gli faccio una domanda semplicissima, questa : "non ti chiedo nessun segreto, ma non peremtterti di bluffare se ci sono arrivata da sola, ok?"....risposta , ovvia e dovuta: "Ok!". Mia domanda : "vi insegnano le regole dell'Eristica, giusto?".
Segue lungo silenzio.
Alla fine: "sì, ma non soltanto".


Eccola la "Illuminazione".
Funziona anche su un cretino addestrato.
Leggi, ti prego , le "dieci regole di eristica" di Schopenhauer (sono anche in rete).
Ci troverai la mappa decodificatrice di TUTTI i discorsi di gente che va da Berlusconi a ....(profondo rosso di vergogna) Sacconi (!!!!).
E' PSICOLOGIA DA POCHE LIRE, E NESSUNA ILLUMINAZIONE.
Furberia di caxxo, nulla più.
Il Genio è altro, e non ne ha bisogno.
Il Genio è Krishnamurti come Steve Jobs.
Parlavano in proprio, questi, perchè erano Intelligenti.
Ed è tutto , tutto DIVERSO!
hug tenderly

Visualizza il profilo dell'utente
22
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...è bello essere abbracciati, soprattutto se a farlo è anche una esperta Psicologa come te...
...complimenti...darò uno sguardo all'Eristica con molto interesse, e poi ti farò sapere...
dissento, però stavolta, sul paragone tra Illuminazione e Cardini delle Psicologia...che quest'ultima possa, come dici tu, rendere un genio fortunato, anche un idiota istruito a questi dettami è una cosa, altra il concetto e l'esistenza reale dell'Illuminazione...
L'Illuminazione è come dice la stessa parola, una luce improvvisa, una conoscenza mai svelata, che ti appare come un lampo folgorante nella mente, aprendoti scenari nella vita, mai immaginati o sospettati prima...
...fai bene a citare persone come Krishnamurti...ma è altrettanto vero, che ci sono state, anche, persone ben più Illuminate di lui...

Visualizza il profilo dell'utente
23
Ika
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Oggi domino io. Domani domini tu.
Oggi io sono dominata. Domani tu sarai dominato.

Realist-Ika

Visualizza il profilo dell'utente
24
Jester

Viandante Storico
Viandante Storico
il potere logora chi non ce l'ha rotolarsi dal ridere

Visualizza il profilo dell'utente
25
latino
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
...celebre frase di Andreotti...magari logora anche chi non lo sa gestire bene nel tempo...

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum