Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Psi-co

Condividere 

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 3]

26
Cenere79
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
crigri ha scritto:Come ci riconosciamo, noi che a scuola riuscivamo meglio agli scritti che agli orali!
Non é così?


è così, Cri

Lucio Musto ha scritto: no, nella comunicazione "quotidiana" no.
Ma a tante discussioni mi ci sono appassionato più del ragionevolmente giusto.
Con alcune persone ho raggiunto un'intesa maggiore di quella immaginabile fra chi si contatta senza vedersi, senza conoscersi, senza incontrarsi.
Con qualcuno ci siamo visti anche personalmente, e le rispettive famiglie hanno socializzato.
E' nata qualche cordiale (o meno cordiale) antipatia.
Qualche ragazza si è presa una cotta per me e per le mie poesie non credendo alla mia età.
Qualche signora si è proprio innamorata nonostante (o proprio) per la differenza di età.
Nessun uomo (fortunatamente!) si è sentito attratto o ha avanzato proposte.
Io stesso mi sono legato con rapporti di particolare affettuosità (si intende del tutto platonici) con alcune persone...

No, nessun problema particolare.
Basta stare attenti a quello che si scrive ed a come lo si scrive... non so se riesco a spiegarmi...

Ti ringrazio per la risposta Lucio.
Io però intendevo problemi nella comunicazione orale.
Ti chiedevo cioè se hai mai avvertito il peso del gap fra le due modalità
di comunicazione, oralità e scrittura, o se la vivi come una tua caratteristica
tranquillamente.
Le persone con le quali comunichi di più ti conoscono meglio per quello che dici o per quello
che scrivi?
Es. ti è mai capitato di trovarti faccia a faccia con qualcuno e pensare che se avessi avuto in quel
momento un foglio e una penna avresti saputo esprimere moooolto meglio ciò che volevi dire? (e conseguente
frustrazione per l'andamento della conversazione orale).

Vedi il profilo dell'utente
27
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
xmanx ha scritto:Tu sei uno che psicanalizza. E che trae conclusioni. Che altro non sono che la proiezione di te che ti guardi allo specchio. pietra
magari potessi farlo: si rompono tutti sti cazzo di specchi!

Comunque, non fingendo di non aver colto la (stra-usata) mefafora, direi che a te piacerebbe e ti farebbe comodo che quello che io vedo in te è la proiezione di me stesso.
Ma così non è, mi spiace.
Però non avvilirti, perchè sarebbe una finzione: non hai abbastanza neuroni da poter risentire delle constatazioni e delle critiche a te volte.

E scommetto che sei felice, vero?

Vedi il profilo dell'utente
28
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Quello che tu vedi in me, mi perdonerai, non ha alcuna importanza. Nè significato. Nè senso. Perchè è semplicemente un ologramma, creato dalla tua fervida fantasia.
Tu parli a un ologramma creato dalla tua fantasia. E, in tutta onestà, posso io dare una benchè minima consistenza a un ologramma creato dalla tua fantasia? scratch

Ho smesso da parecchio di credere ai fantasmi. Mi piacciono le cose più concrete. pietra

Vedi il profilo dell'utente
29
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
certo che come ologramma sei un bel disonesto, perchè non mi rispondi rispetto agli ultras? Eh coglion d'un ologramma ( a proposito se non esisti posso dirti deficente e imbecille, tanto offendo qualcuno che non esiste!

Vedi il profilo dell'utente
30
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ahahahah big rotolarsi dal ridere
ma tu pensi davvero che io posso davvero offendermi se mi dai del deficente e dell'imbecille? ahahahahah rotolarsi dal ridere rido perchè non ti accorgi che lo stai dando a te stesso, ahahahah rotolarsi dal ridere

si si, ti rispondo. adesso vado. pietra

Vedi il profilo dell'utente
31
Blasel
avatar
Banned
Banned
Lucio Musto ha scritto:

Sono pronto per l'esame, dottore.


Non e' che non esamini gli autori dei post di questo thread, e' che non lo sto facendo adesso, dato che l'ho gia' fatto, ormai da tempo.

Posso soltanto confermare, il che accade anche per quanto riguarda il 'Lucio Musto' che ho conosciuto gia' da molti mesi, oppure correggere il mio pensiero. Posso rassicurarti che non e' mai stato modificato, nei tuoi riguardi, e non so quanto possa farti piacere, ma a me si che fa piacere per due distinte ragioni :

1) perche' ancora una volta la mia 'buona stella' (diciamo cosi) mi ha fatto indovinare la personalita' del mio interlocutore

2) perche' ho trovato, in Lucio, un caro 'amico di penna', come si diceva ai nostri tempi....

Vedi il profilo dell'utente
32
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
blasel ha scritto:
Lucio Musto ha scritto:

Sono pronto per l'esame, dottore.


Non e' che non esamini gli autori dei post di questo thread, e' che non lo sto facendo adesso, dato che l'ho gia' fatto, ormai da tempo.

Posso soltanto confermare, il che accade anche per quanto riguarda il 'Lucio Musto' che ho conosciuto gia' da molti mesi, oppure correggere il mio pensiero. Posso rassicurarti che non e' mai stato modificato, nei tuoi riguardi, e non so quanto possa farti piacere, ma a me si che fa piacere per due distinte ragioni :

1) perche' ancora una volta la mia 'buona stella' (diciamo cosi) mi ha fatto indovinare la personalita' del mio interlocutore

2) perche' ho trovato, in Lucio, un caro 'amico di penna', come si diceva ai nostri tempi....

questo è un post che vado ad incorniciare perché mi gratifica immensamente.
Lo sento sincero, lo prendo per buono e me ne inorgoglisco senza riserve.
E' per leggere esternazioni così che si trascorre una vita ad affinarsi, a controllarsi, ed a correggersi!

Grazie Blasel!

Ora vado a rispondere a Cenere... e tempo che lì il terreno sia sdrucciolo e bisdrucciolo!

Vedi il profilo dell'utente
33
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
cenere79 ha scritto:...

Ti ringrazio per la risposta Lucio.
Io però intendevo problemi nella comunicazione orale.
Ti chiedevo cioè se hai mai avvertito il peso del gap fra le due modalità
di comunicazione, oralità e scrittura, o se la vivi come una tua caratteristica
tranquillamente.
Le persone con le quali comunichi di più ti conoscono meglio per quello che dici o per quello
che scrivi?
Es. ti è mai capitato di trovarti faccia a faccia con qualcuno e pensare che se avessi avuto in quel
momento un foglio e una penna avresti saputo esprimere moooolto meglio ciò che volevi dire? (e conseguente
frustrazione per l'andamento della conversazione orale).


ti chiedo scusa per non aver capito quello che volevi chiedermi, ma per poterti rispondere devo raccontarti mezza mia vita. Cercherò di farlo più velocemente che posso.
Quando cominciai ad impattare coi miei simili, arrivavo da un quartiere signorile di Siena, ed ero vissuto in una famiglia borghese di cultura decisamente alta. A quell’età non avevo nessun problema a mettere a tappeto dialetticamente qualunque bambino mio coetaneo mi si parasse davanti in quel quartiere allora periferico della martoriata città di Napoli. per iscritto, oralmente, a righe o a quadretti.
Più oltre, fra le medie ed il liceo, mi resi conto dei miei limiti, anche perché cominciavo a scontrarmi con miei pari per educazione e cultura, ma più disinvolti e spavaldi, svegli ed assai più avvezzi di me a giostrare in scontri verbali, e non solo.
Uscire sistematicamente sconfitto o imparare a reprimere gli impulsi, fino al momento di poter superare la mia timidezza e colpire rapidamente e con determinazione; non ebbi alternative.

All’ingresso “vero” nel mondo del lavoro, a ventidue anni, la mia strategia era già delineata.
Incassare, incassare sempre in silenzio, ricambiando con sorriso e soavità, fino all’occasione buona di rivalsa, se e quanto se ne presentasse l’occasione.
Il mio ambiente di lavoro era particolarissimo. Giovanissimi funzionari bellicosi e rampanti tutti ambiziosi ed in carriera, menti selezionate per la velocità di intuizione e di apprendimento, in continuo allenamento nella ricerca di soluzioni nuove per problemi prima sconosciuti.
Nessuna possibilità di bluffare o fare il furbo. Ognuno si giocava le sue carte in sportiva, orgogliosa, quasi sempre leale e fiera competizione. Ma durissima e senza sconti.
A parlare ero di battuta lenta e lo sapevo, a scrivere ci coglievo… e mi adeguai subito a stare zitto,,, ed a scrivere.
Gli amici-collaboratori-concorrenti di quell’epoca gagliarda e felice il soprannome me lo appiccicarono subito: “Agnus Smilodenteus”, insieme a quell’altro, da cantarsi sul refrain della celebre “Abbronzatissima” di Vianello che faceva “A…A... Asimmetrico!”, a sottolineare che (secondo loro) le mie soluzioni era spesso bizzarre ed imprevedibili.

Solo di recente ho celebrato quel titolo che mi fu caro, proprio rispondendo su un forum ad una domanda simile alla tua di oggi.

Agnus smilodonteus

Fra i nomignoli che mi affibbiarono
i colleghi-amici dei miei giorni verdi,
ci fu pure quello esotico e bizzarro
di “Agnus smilodonteus”, che stroppiando
greco e latino in una volta sola
benignamente mi nomasse “agnello”,

“con i denti a sciabola”, però.

Così tingendo maliziosamente
di una qualche causticità il mio dire
sempre candido e delicato, appunto
qual soffice manto di novello ovino.

Lucio Musto 28 settembre 2005 parole 62

e con questo credo di aver detto tutto. Sono allenato da sempre ad incassare, da sempre convinto a dover rimanere sereno, da sempre pronto a perdere… ma quasi mai a subire supinamente.
L’esperienza insegna che l’aggressore si convince presto di avermi ormai in pugno; esaltato perde la prudenza, fa una mossa falsa, una parola di troppo… e si fotte!

Naturalmente quando scrivo posso prendermi tutto il tempo che voglio, studiare le espressioni
ed elaborare i concetti.
Posso usare il vocabolario e l'enciclopedia, cercare su internet e riflettere.
Ho modo di valutare il mio interlocutore ed il mio intervento...
Poi...

Ma almeno so, e questo è certamente un punto a mio vantaggio, che "scripta manent".
Io ci penso quando scrivo a quello che scrivo... e non lo fanno tutti!


……………………………….

Vedi il profilo dell'utente
34
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
blasel ha scritto:dovrei spiegarti perche' non e' possibile psicanalizzare una persona gratuitamente
Ci stai dicendo che, a parità di consulto, quello gratuito non è valido e quello a pagamento è valido?
O meglio, che il fattore discriminante fra la validità e la non validità di esso è il trasferimento di pecunia?
Tesi interessante, non c'è che dire.

Vedi il profilo dell'utente
35
Blasel
avatar
Banned
Banned
PorceDi ha scritto:
blasel ha scritto:dovrei spiegarti perche' non e' possibile psicanalizzare una persona gratuitamente
Ci stai dicendo che, a parità di consulto, quello gratuito non è valido e quello a pagamento è valido?
O meglio, che il fattore discriminante fra la validità e la non validità di esso è il trasferimento di pecunia?
Tesi interessante, non c'è che dire.


Maria, il mio medico e' molto bravo.

Giulia, il mio prende 200€ a visita


A prescindere che troppo spesso e' questo il metodo di valutazione dell'operato di un clinico..., per quanto riguarda le sedute psicanalitiche e' indispensabile tutto il coinvolgimento personale possibile. Una terapia che non costasse 'fatica' non otterrebbe il riscontro sperato.
Dato che il denaro e' il mezzo universalmente riconosciuto come il prodotto della fatica, il ricorso ad esso e' il piu' semplice.

Alternative ci possono essere, sempre a prezzo di sacrificio da parte del soggetto in terapia, affinche' possa apprezzare cio' che gli viene dato.

Per quanto alla psicanalisi, non posso darti i riscontri che speri, forse, di ottenere da me, ma posso dartene molti altri, per altri settori della medicina.

Ad esempio, una cugina di mia moglie, residente a Taranto, mi telefono' per chiedermi, per il marito, un'accurata visita cardiologica per il marito. Interpellai un mio amico, validissimo primario napoletano, il quale fisso' l'appuntamento nella sua lussuosissima abitazione, dove ha anche lo studio privato, e gli dissi, ben conoscendolo, che avrebbe dovuto farsi pagare.

Dopo accurata visita, anche strumentale (ecocardiogramma che possiede nel suo studio privato), effettuata personalmente, e dopo aver espresso la sua diagnosi, alla richiesta della cugina di mia moglie di conoscere l'importo da pagare, il mio amico rispose, con estremo candore "20.000 lire", Questo avveniva nel 1997.

All'incirca un mese dopo, la cugina di mia moglie mi ritelefono' dicendomi : "Sai, quel tuo amico cardiologo e' molto bravo, perche' sono stata a Bari da xxx, si e' preso 500.000 lire, ma ha confermato tutto quello che aveva detto il tuo amico."

Vedi il profilo dell'utente
36
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
PorceDi ha scritto:
blasel ha scritto:dovrei spiegarti perche' non e' possibile psicanalizzare una persona gratuitamente
Ci stai dicendo che, a parità di consulto, quello gratuito non è valido e quello a pagamento è valido?
O meglio, che il fattore discriminante fra la validità e la non validità di esso è il trasferimento di pecunia?
Tesi interessante, non c'è che dire.
come sei insensibile, Porcellì.
Il povero Blablasel ha solo 38 appartamenti e vuole arrivare almeno a 40.
E che cazzo, mettiti nei suoi panni (griffati).

Vedi il profilo dell'utente
37
PaperMoon
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Per me il termine psi-canalizzare è un pò fuori moda (del resto dopo 100 anni di psicanalisi...), parlerei con più voglia, incanto e curiosità del fare anima.

E dal momento che oramai l'abc della psicologia lo masticano un pò tutti, siamo più o meno tutti coinvolti nel suddetto processo. Anche via web, alla ricerca di un corpo perduto e di pensieri che si perdono nell'etere, ed emozioni e sentimenti autistici.

ps (dopo smetto) per me più ti attribuisci valore come professionista, più alzi il tuo prezzo
e lanci un segnale di come ti reputi e vuoi essere reputato. Personalmente per questioni di salute importanti ed in generale per denti ed ossa non mi rivolgerei mai ad un medico della mutua. E sarei ben felice di pagare. Figurarsi per uno psic.; lì oltretutto deve avere una cosa che non ha prezzo: essermi simpatico (è il minimo), oltre ad essere uomo.
Per non far nomi di viventi, avrei preso in considerazione Carotenuto, Trevi.

Vedi il profilo dell'utente
38
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
blasel ha scritto:A prescindere che troppo spesso e' questo il metodo di valutazione dell'operato di un clinico..., per quanto riguarda le sedute psicanalitiche e' indispensabile tutto il coinvolgimento personale possibile. Una terapia che non costasse 'fatica' non otterrebbe il riscontro sperato.
Dato che il denaro e' il mezzo universalmente riconosciuto come il prodotto della fatica, il ricorso ad esso e' il piu' semplice.
Va bene, ma resta il fatto che il denaro che esce di tasca dal paziente entra diritto in quella del clinico.
E tanta gente che osa chiedere favori professionali ai conoscenti, non si sogna di fare altrettanto col medico.

Alternative ci possono essere, sempre a prezzo di sacrificio da parte del soggetto in terapia, affinche' possa apprezzare cio' che gli viene dato.
Ad esempio il medico può obbligare il paziente ad andare a servire alla mensa dei poveri, invece di dargli dei soldi.
Come mai nessuno ci ha mai pensato?

Ad esempio, una cugina di mia moglie, residente a Taranto, mi telefono' per chiedermi, per il marito, un'accurata visita cardiologica per il marito. Interpellai un mio amico, validissimo primario napoletano, il quale fisso' l'appuntamento nella sua lussuosissima abitazione, dove ha anche lo studio privato, e gli dissi, ben conoscendolo, che avrebbe dovuto farsi pagare.
Il tuo amico, a quanto pare, di soldi ne ha già così tanti che non sa cosa farsene.
Di buono c'è che non si cura di aumentare il suo patrimonio, forse lavora solo per passare il tempo.

Dopo accurata visita, anche strumentale (ecocardiogramma che possiede nel suo studio privato), effettuata personalmente, e dopo aver espresso la sua diagnosi, alla richiesta della cugina di mia moglie di conoscere l'importo da pagare, il mio amico rispose, con estremo candore "20.000 lire", Questo avveniva nel 1997.
Probabilmente quello è proprio il prezzo di costo dell'esame sulle sole attrezzature, cioè ammortamento dei macchinari specifici e dei costi generali.

All'incirca un mese dopo, la cugina di mia moglie mi ritelefono' dicendomi : "Sai, quel tuo amico cardiologo e' molto bravo, perche' sono stata a Bari da xxx, si e' preso 500.000 lire, ma ha confermato tutto quello che aveva detto il tuo amico."
La 480.000 lire restanti sono il parere del medico, la quota parte del suo investimento negli studi, la sua professionalità e un onesto ricarico.

Zadig ha scritto:Il povero Blablasel ha solo 38 appartamenti e vuole arrivare almeno a 40.
E che cazzo, mettiti nei suoi panni (griffati).
Sai, se non sei un prete rischi di mangiarti tutto con l'ICI.

Vedi il profilo dell'utente
39
Blasel
avatar
Banned
Banned
Personalmente non faccio 'sedute psicanalitiche', ne' le ho mai fatte, se non qualcuna a qualche conoscente, gratuita, per indirizzarlo e comunque aiutarlo in una fase iniziale.

La mia attivita' professionale l'ho sempre svolta recependo una retribuzione mensile contrattuale, per 28 anni e la mia pensione e' stata calcolata in base a tale periodo, piu' gli anni dei corsi di laurea, da me riscattati.

Successivamente la mia attivita' professionale e' avvenuta nel fornire consulenze e perizie per le quali ho sempre presentato fattura adottando la media della tariffa nazionale.

Il mio amico cardiologo, citato nel mio precedente post, come spesso accade, e' sposato con una collega a sua volta primario nefrologo la quale possiede un centro per la dialisi e questo dovrebbe far comprendere l'ottimo stato economico-finanziario del suddetto.

Mio padre sapeva ben fare il proprietario immobiliare, a differenza di me, e dopo aver considerato varie possibilita' d'investimento finanziario, scelse d'aumentare il patrimonio immobiliare ereditato dai suoi genitori.

Questo mio nonno paterno fu il primo della nostra famiglia ad avere un'attivita' professionale a favore di terzi, in quanto, oltre ad amministrare i suoi beni, divenne amministratore di molte persone di cittadinanza svizzera che avevano proprieta' ed attivita' nel regno delle due Sicilie e che fecero ritorno al loro paese dopo l'unificazione italiana.

Visto che mi sono aperto e che siete curiosi, vi elenco i nomi di alcune di queste aziende :

Manifattura Cotoniere Meridionali
Fonderie Fratte di Salerno
Navalmeccanica
Mecfond
Acquario di Napoli
Avis di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata (costruzioni ferroviarie)
Seterie di S.Leucio
ed altre....

Volete sapere altro? Chiedete pure.

Vedi il profilo dell'utente
40
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
PaperMoon ha scritto:Per me il termine psi-canalizzare è un pò fuori moda (del resto dopo 100 anni di psicanalisi...), parlerei con più voglia, incanto e curiosità del fare anima.

E dal momento che oramai l'abc della psicologia lo masticano un pò tutti, siamo più o meno tutti coinvolti nel suddetto processo. Anche via web, alla ricerca di un corpo perduto e di pensieri che si perdono nell'etere, ed emozioni e sentimenti autistici.

ps (dopo smetto) per me più ti attribuisci valore come professionista, più alzi il tuo prezzo
e lanci un segnale di come ti reputi e vuoi essere reputato. Personalmente per questioni di salute importanti ed in generale per denti ed ossa non mi rivolgerei mai ad un medico della mutua. E sarei ben felice di pagare. Figurarsi per uno psic.; lì oltretutto deve avere una cosa che non ha prezzo: essermi simpatico (è il minimo), oltre ad essere uomo.
Per non far nomi di viventi, avrei preso in considerazione Carotenuto, Trevi.

o monna paperina ma ...FARE anima? io quella me la son fatta dampezzo, mi manca di farmi il corpo!

infatti più che di psi-canalizzare parlerei di psic-ANAL-izzare ...osuvvia si scherza!

Vedi il profilo dell'utente
41
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
..."chiedete pure".
Si, io. Vorrei sapere che fine hanno fatto i 200 milioni dati alla Bagnoli Spa. rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
42
PaperMoon
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
BIGbossSTIGAZZI ha scritto:
o monna paperina ma ...FARE anima? io quella me la son fatta dampezzo, mi manca di farmi il corpo!

infatti più che di psi-canalizzare parlerei di psic-ANAL-izzare ...osuvvia si scherza!


e infatti siamo così in-animati che abbiamo bisogni sempre più corporali ( non so bene cosa ho detto ma mi suona bene Sorriso Scemo )
psic-ANAL-izziamici dai

Vedi il profilo dell'utente
43
PaperMoon
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
blasel ha scritto:Personalmente non faccio 'sedute psicanalitiche', ne' le ho mai fatte, se non qualcuna a qualche conoscente, gratuita, per indirizzarlo e comunque aiutarlo in una fase iniziale.

La mia attivita' professionale l'ho sempre svolta recependo una retribuzione mensile contrattuale, per 28 anni e la mia pensione e' stata calcolata in base a tale periodo, piu' gli anni dei corsi di laurea, da me riscattati.

Successivamente la mia attivita' professionale e' avvenuta nel fornire consulenze e perizie per le quali ho sempre presentato fattura adottando la media della tariffa nazionale.

Il mio amico cardiologo, citato nel mio precedente post, come spesso accade, e' sposato con una collega a sua volta primario nefrologo la quale possiede un centro per la dialisi e questo dovrebbe far comprendere l'ottimo stato economico-finanziario del suddetto.

Mio padre sapeva ben fare il proprietario immobiliare, a differenza di me, e dopo aver considerato varie possibilita' d'investimento finanziario, scelse d'aumentare il patrimonio immobiliare ereditato dai suoi genitori.

Questo mio nonno paterno fu il primo della nostra famiglia ad avere un'attivita' professionale a favore di terzi, in quanto, oltre ad amministrare i suoi beni, divenne amministratore di molte persone di cittadinanza svizzera che avevano proprieta' ed attivita' nel regno delle due Sicilie e che fecero ritorno al loro paese dopo l'unificazione italiana.

Visto che mi sono aperto e che siete curiosi, vi elenco i nomi di alcune di queste aziende :

Manifattura Cotoniere Meridionali
Fonderie Fratte di Salerno
Navalmeccanica
Mecfond
Acquario di Napoli
Avis di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata (costruzioni ferroviarie)
Seterie di S.Leucio
ed altre....

Volete sapere altro? Chiedete pure.

sono sicura che le è già stato posto il quesito
ma non è che adotterebbe qualche bisognoso, per caso? gattina

ah sono pure curiosa, dica dica...

Vedi il profilo dell'utente
44
Blasel
avatar
Banned
Banned
xmanx ha scritto:..."chiedete pure".
Si, io. Vorrei sapere che fine hanno fatto i 200 milioni dati alla Bagnoli Spa.

Li abbiamo equamente divisi fra di noi, a me sono spettati 20 milioni che, su consiglio di un amico partecipamte alla spartizione e residente (qualche volta) a palazzo Chiggi (altre a Villa S.Martino) li ho trasferiti oltreAtlantico.

Cuntent?

Bene, dopo questa 'gioia' va da via i ciapp

Vedi il profilo dell'utente
45
Blasel
avatar
Banned
Banned
@ PaperMoon : ho gia' provveduto in tal senso, sia a rispondere, sia ad adottare.

Vedi il profilo dell'utente
46
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Dottor Blasel, ha mai pensato a cosa spinge una persona a scegliere di fare lo psicologo?
Ho sempre creduto che una buona autoanalisi sia un preliminare obbligato di ogni analisi altrui ... in un certo senso le due cose sono un tutt'uno anzi.
Lei già sa quanto questo interrogativo si radichi nella mia vita... hug tenderly

Vedi il profilo dell'utente
47
Blasel
avatar
Banned
Banned
NinfaEco ha scritto:Dottor Blasel, ha mai pensato a cosa spinge una persona a scegliere di fare lo psicologo?


Posso spiegarti cosa abbia spinto me ad intraprendere tali studi : una situazione familiare complessa che m'impose di ragionare su quanto mi circondava e come e perche' mutassero questa ed altre situazioni.


NinfaEco ha scritto:
Ho sempre creduto che una buona autoanalisi sia un preliminare obbligato di ogni analisi altrui ... in un certo senso le due cose sono un tutt'uno anzi.



Nel mio caso si rese piu' che necessaria : indispensabile, ma... successivamente, viste le conseguenze non so se ripeterei volentieri questa esperienza. E' preferibile approfittare di un valido collega.




NinfaEco ha scritto:
Lei già sa quanto questo interrogativo si radichi nella mia vita...

Mi auguro di aver soddisfatto, con le mie risposte, i tuoi interrogativi.

Vedi il profilo dell'utente
48
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
blasel ha scritto:Psi e' una lettera dell'alfabeto greco ed e' la radice etimologica di psychè che si traduce in 'spirito-anima' e da essa derivano i lemmi psicologia, psichiatria, psicanalisi etc.

Molte persone giungono nella nostra Valle, animate dal desiderio di trovarvi temi inerenti a 'psi', ma spesso restano deluse perche' sono dei lettori superficiali i quali non hanno ne' il tempo, ne' la voglia di approfondire, con i viandanti protagonisti, l'aspetto del loro presupposto interesse.

Lo spunto di questo topic me lo da il 229° tentativo d'iscrizione da parte di Peppaccio-Giubizza, al nostro Forum.
Di certo il soggetto in questione e' un caso piu' appariscente e meno frequente di molti altri, per nostra fortuna, ma, di certo, non e' il solo ad essere un ottimo esempio da studiare per approfondire la materia 'psi'.

Ognuno di noi puo' essere, ed e' un argomento di studio e riflessione sul tema, per coloro che leggono, anche tra le righe, dei vari post editati. Infatti le nostre conoscenze personali sono dovute (quasi) esclusivamente in base ai nostri scritti dai quali emergono, poi, simpatie, affinita', antipatie e, comunque giudizi, spesso dati frettolosamente.

Vorrei leggere i vostri pensieri su quanto detto.
cool

Psiche significa anima e basta.

E spirito si dice Pneuma in greco.

E le 7 dimensioni dell'uomo vengono sintetizzate con 3 :Corpo-Anima e Spirito.

Io sono uno Spirito che ha un'anima la quale costruisce il corpo fisico.

Tutto qui.

scratch

Vedi il profilo dell'utente
49
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
hakimsanai43 ha scritto:

Psiche significa anima e basta.

E spirito si dice Pneuma in greco.

E le 7 dimensioni dell'uomo vengono sintetizzate con 3 :Corpo-Anima e Spirito.

Io sono uno Spirito che ha un'anima la quale costruisce il corpo fisico.

Tutto qui.

scratch

Io la so diversa Hakim scratch ...

Facendo una mostruosa sintesi....


Psiche è il termine utilizzato a partire da Platone per definire l’interiorità dell’essere umano e il polo unificatore dei processi conoscitivi. A seconda delle filosofie è la parte “migliore dell’uomo” in senso morale, la parte immortale, un’ emanazione del divino o una sua traccia e così via. Per tutti è la sede delle facoltà razionali. Lo pneuma invece è il soffio vitale, ovvero ciò che caratterizza il corpo vivo e si dissolve con esso. E un termine medico più che filosofico, in cui si condensano le tracce della concezione di anima omerica. In filosofia forse la cosa più somigliante al pneuma più l’anima vegetativa di Aristotele.
Ma nemmeno quella è spirito.

Vedi il profilo dell'utente
50
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NinfaEco ha scritto:
hakimsanai43 ha scritto:

Psiche significa anima e basta.

E spirito si dice Pneuma in greco.

E le 7 dimensioni dell'uomo vengono sintetizzate con 3 :Corpo-Anima e Spirito.

Io sono uno Spirito che ha un'anima la quale costruisce il corpo fisico.

Tutto qui.

scratch

Io la so diversa Hakim scratch ...

Facendo una mostruosa sintesi....


Psiche è il termine utilizzato a partire da Platone per definire l’interiorità dell’essere umano e il polo unificatore dei processi conoscitivi. A seconda delle filosofie è la parte “migliore dell’uomo” in senso morale, la parte immortale, un’ emanazione del divino o una sua traccia e così via. Per tutti è la sede delle facoltà razionali. Lo pneuma invece è il soffio vitale, ovvero ciò che caratterizza il corpo vivo e si dissolve con esso. E un termine medico più che filosofico, in cui si condensano le tracce della concezione di anima omerica. In filosofia forse la cosa più somigliante al pneuma più l’anima vegetativa di Aristotele.
Ma nemmeno quella è spirito.
cool
La psicologia di cui parlo io si insegnava in India 6.500 anni prima della nascita di Aristotele.
E in quegli anni è stata"conclusa" cioè non esiste altro da dire .
E fra 10.000 anni,il 60% della gente ne sarà al corrente.
E fra 100.000 anni ,quella psicologia verrà usata come terapia.

Tanto vale saperne qualcosa già adesso?
E.......per te gratis !!

sadness

Vedi il profilo dell'utente
51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 3]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum