Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Riflessioni Storiche sul legame tra Sesso e Potere e sulla Genesi del Senso di colpa come Strumento di Controllo sociale

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La cultura occidentale si regge su una scissione tra materia e spirito divaricata da platone, dal neoplatonismo e dalla rielaborazione cristiana della classicità. La Scala Amoris insegna che la verità ( ovvero il bene e quindi ciò che rende felici, all’interno di un sistema in cui gnoseologia,epistemologia ed ontologia coincidono) si conquista abbandonando l’amore per i bei corpi fino a giungere a quello per l’idea confinata nell’oltre mondo. La Dottrina Agostiniana dei Due Amori insegna all’uomo a scindere la spinta verso la corporeità da quella verso lo spirito. E così via.
La scissione apre una spaccatura profonda nella spinta connaturata all’essere umano verso “l’altro da sé”, originariamente unitaria. La scissione trova terreno fertile grazie all’umano timore dell’instabilità, altrimenti detta “rischio di insoddisfazione”.
Per questa via l’amore corporeo diviene peccato. Il suo nome è Lussuria. Essa è limite all’umano elevarsi verso ciò che è sancito come vero e buono, poiché il corpo è un vincolo, la parte materica e pesante che impedisce all’uomo il raggiungimento della perfezione morale e della sua reificazione, il paradiso. Eppure l’uomo resta, seppur scisso inesorabilmente anche corpo. Non a caso quindi il paradiso non è cosa di questo mondo, e non a caso l’uomo avverte colpa e bisogno di penitenza. I bisogni del corpo rappresentavano il limite dell’uomo che desiderava elevarsi, e in questa visione, essi erano oggetto di vergogna, di senso di colpa, di rimprovero e di penitenza.

Ma perché la cultura occidentale ha percorso questa strada e non un’altra?
A livello di superficie, la spiegazione è semplice: perché si sono diffuse certe teorie. Già, ma perché si sono diffuse?
A livello profondo possiamo ricordare il già citato “timore per l’insoddisfazione” ma anche questo elemento avrebbe potuto essere diversamente declinato.
Ergo? Sicuramente queste variabili sono da tenere in considerazione, ma con tutta probabilità c’è altro e mai capiremo del tutto cos’è, dato che ci riguarda. Per possiamo chiedercelo no?


Un altro aspetto da considerare è la portata sociale e politica che ha la sessualità. Nessuna società, anche adottando diversi modelli gestionali ha mai ignorato il sesso. La nostra cultura ha scelto la via della regolamentazione attraverso il riferimento a valori legati alla scissione tra materiale ed ideale. Si è mossa così in direzione di una maggiore o minore repressione. La sessualità, come espressione di intima libertà, ha spesso rappresentato un elemento percepito come pericoloso e da tenere sotto controllo attraverso i dettami religiosi. Il più efficace dei quali è storicamente il senso di colpa.
Il senso di colpa quindi ha un valore politico.
Ed altrettanto lo hanno i valori culturali che normano la sfera sessuale.
Questo vale non solo nel senso di una repressione interiorizzata, ma anche in senso costitutivo e/o distruttivo rispetto al controllo. Pensate al potere ottenuto tramite il sesso o perso tramite esso.

Questo cosa può dirci della nostra cultura?
Cosa può dirci del controllo e degli strumenti di regolazione sociale?
Qual'è il valore politico del senso di colpa?
Cosa può dirci questo del potere, e del legame tra sesso e potere?
Infine, se a distinguere un potere dittatoriale da uno libertario sta l’elemento totalitario, ovvero la tendenza ad allargarsi ad ogni ambito della vita compresa la sfera dell’intimità, è mai esistito e potrebbe esistere un potere che non sia totalitario?

Vedi il profilo dell'utente
2
Lostboy
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Esiste una versione dei tuoi post For Dummies?

Vedi il profilo dell'utente
3
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
rotolarsi dal ridere cos'è?

Vedi il profilo dell'utente
4
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
scratch
io sono dell'idea che se un uomo e una donna si incontrano, sono liberi sentimentalmente e si piacciono, finiscono a letto. pietra
senza sensi di colpa e altre amenità varie.

quando nascono problemi e le cose non vanno via fluide, c'è qualcosa che non va.
credimi. non ho mai incontrato nessuno che non si è fatto travolgere dalla passione per "senso di colpa".

Vedi il profilo dell'utente
5
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto:La cultura occidentale si regge su una scissione tra materia e spirito divaricata da platone, dal neoplatonismo e dalla rielaborazione cristiana della classicità.
[b]Ma perché la cultura occidentale ha percorso questa strada e non un’altra?

boh... come si può ineterloquire con una cosmogonia ?

quello che differenzia la cultura "occidentale" dalle altre è una più antica e originaria adesione al modello rurale, che successivamente diviene industriale, con la comune metodicità del pensiero che accentua la divaricazione tra astrattezza e manualità, anche nello sviluppo dei linguaggi, che agli "occidentali" consentono da tempo immemore l'acquisizione di sapere in quantità esponenziali rispetto alle capacità dei gruppi non stanziali;


l'agricoltura tende anche a richiedere la formalizzazione dell'istituto della proprietà, e la conseguente tramissibilità per via ereditaria;
col che, la certezza della paternità ( a fronte di una maternità certa ), che poteva nelle tribù nomadi di cacciatori-raccoglitori essere un dato intuitivo ma di scarsa pregnanza sociale, diviene un dato essenziale che fa del controllo sulla sessualità un elemento fondativo dell'ordine sociale, con la morale che vi aderisce e lo puntella...

siccome le relazioni di coppia sono anche in potenza la base della famiglia e dell'ordinamento sociale codificato con la morale, questa viene anche utilizzata per puntellare la propria posizione nell'istituto famigliare, che resta comunque un contesto prettamente negoziale, laddove l'amore romantico, spontaneista e anarchico è divenuto la regola fondativa della coppia solo da pochi decenni.

Vedi il profilo dell'utente
6
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Magonzo ha scritto:boh... come si può ineterloquire con una cosmogonia ?


Tu saresti in grado


Quote di tutto il resto:

Non tutte le società rurali però si sono organizzate in questo modo, seguendo cioè il modello patriarcale.
Il modello patriarcale implica un controllo della sessualità, ma anche quello matriarcale.
Infine il modello patriarcale non implica necessariamente la dicotomia corpo e spirito che sorregge una certa idea di colpa legata al piacere. scratch

Vedi il profilo dell'utente
7
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io sono un dummies

Vedi il profilo dell'utente
8
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Oh... me lo dite che è?

Vedi il profilo dell'utente
9
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto:
Non tutte le società rurali però si sono organizzate in questo modo, seguendo cioè il modello patriarcale.
Il modello patriarcale implica un controllo della sessualità, ma anche quello matriarcale.
Infine il modello patriarcale non implica necessariamente la dicotomia corpo e spirito che sorregge una certa idea di colpa legata al piacere. scratch


ninfa, dummie vuol dire manichino e l'espressione "for dummies" vuol dire "comprensibile anche ai più tontoloni";

i.t., rileggi quello che ho scritto: io non ho ipotizzato un legame tra controllo sulla sessualità e patriarcato;

alla tua domanda sul perché della separatezza tra mente e corpo, avevo risposto che la società agricola (e poi quella industriale, che ne è figlia) spinge l'intelligenza umana a lavorare molto sulle questioni di metodo, poiché le soluzioni elaborate possono avere applicazioni moltiplicative dei benefici ad un tasso esponenziale, al contrario del contesto di caccia e raccolta, che presenta tipicamente vantaggi aritmetici, anche per il minor impatto demografico;

questa circostanza ha favorito l'affermarsi di una cultura del pensiero astratto, che si è sempre più distinta dalla sensitività, corporeità, ecc... che hanno ancora molto peso nelle società "primitive"

poi, le differenze di genere sono senz'altro riconducibili in grande misura all'incertezza della paternità, che diventa una discriminante essenziale nel momento in cui la difesa della proprietà richiede solidarietà famigliari e di clan.

Vedi il profilo dell'utente
10
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io pensavo che fossero i manichini da crash test!

Vedi il profilo dell'utente
11
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@ Magonzo

alla tua domanda sul perché della separatezza tra mente e corpo, avevo risposto che la società agricola (e poi quella industriale, che ne è figlia) spinge l'intelligenza umana a lavorare molto sulle questioni di metodo, poiché le soluzioni elaborate possono avere applicazioni moltiplicative dei benefici ad un tasso esponenziale, al contrario del contesto di caccia e raccolta, che presenta tipicamente vantaggi aritmetici, anche per il minor impatto demografico;




Ma la società indiana, ad esempio?

Vedi il profilo dell'utente
12
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io aspetto la versione semplificata per esprimermi (del resto ormai è una regola, quando non riesco a capire ninfa interviene magonzo e allora le mie possibilità tendono a zero

Vedi il profilo dell'utente
13
Lostboy
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
"For Dummies" è in particolare una collana di libri che spiegano cose difficili (sui più svariati temi e argomenti) a gente con la capa tosta

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum