Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

stasera ho voglia di scrivere... (non ho digerito)

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Bumble-bee
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

...solo che non so ancora di cosa. Vediamo... in questo momento, sto anche ascoltando questa canzone : http://www.youtube.com/watch?v=F6t6iV5Qb-c l'ottimista, di Venditti... certe canzoni rimangono sempre attuali... vediamo se mi sarà d'ispirazione...

Solo che c'è un problema! Ho paura che stasera non digerirò quelle lumache che mia madre mi ha gentilmente preparato. I cosiddetti "Crastuni" con i peperoni e la cipolla. Buonissimi!!! Oddio, buonissimi... per chi ne va pazzo! Io ne vado pazzo!! Probabilmente qualcuno starà facendo delle smorfie. Le farei anch'io se stessimo parlando si rane, magari.... o di trippa!! Voi direte, che c'entra la trippa?? Fidatevi... c'entra!! A me fa vomitare, per esempio.

Dunque dicevo... non digerirò il piatto di stasrea perchè decisamente pesante e anche perchè io non mangio la cipolla! Non mi è mai piaciuta. Sia perchè da bambino vedevo i miei zii che si lamentavano e la scartavano... ed io, giovane nipotino con spirito di emulazione, la scartavo pure io... sia per via del sapore. Per esempio cruda, ad insalata, non posso neanche sentirne l'odore... quando è cucinata, è quindi assume un sapore un pò dolciastro, allora posso anche tollerarla... ma in genere, la scarto nel piatto, come da tradizione.

Forse avrei dovuto emulare mio padre che si mangiava la cipolla "calabrese" praticamente come fosse una carota appena sbucciata, CRUDA!!! Appena raccolta, a volte, come se stessimo parlando di una arancia o un fico. "Che Schifo!!" Ma del resto, in fatto di gusti, la cosa è soggettiva. Stasera per esempio le mie figliole non so quante volte hanno esclamato la stessa espressione : "Che schifo!" Ogni volta che ne imboccavo uno, mi osservavano come se fossi stato un cannibale.

Naturalmente ho provato a farglieli assaggiare. Ma i tempi non sono più quelli di una volta. Da piccolo mi fidavo dei miei genitori e le cose almeno le assaggiavo, prima di dire che schifo. Le mie figliole invece non ci hanno nemmeno provato. "Le lumachine hanno diritto di vivere", ha detto una di loro. "Giusto!" ho risposto io, "Ma anche il vitellino di cui tu adesso ne stai mangiando la carne, ha lo stesso diritto, no? E invece, da come lo stai masticando, poverino... è buono almeno?"

Al che, una delle bimbe ha guardato il suo piatto e tutta indispettita mi ha risposto : "Io qui vedo solo un pezzo di carne e basta!! Tu invece stai mangiando le lumache... TUTTE INTERE!!! Assassino!!!" Al che, ho cominciato a ridere così forte che una lumachina mi è andata di traverso. Ho cominciato a tossire e non riuscivo più a smettere. "Ecco, le lumache si sono vendicate, ti sta bene!! " hanno detto insieme... mentre ero in grosse difficoltà!

Azz... ho pensato, ma non è che le mie care figliole, stiano entrando precocemente nella fase adolescenziale? Cioè io ho cominciato a dissociarmi da ciò che facevano i miei genitori a 14/15 anni... non a 8!!! scratch Ma Si sa, i bambini hanno un modo tutto loro di vedere le cose... ed è giusto che sia così!! Notte


"l'ottimista... nasce in piedi... di sette mesi o anche prima... è un ottimista... dall'aria vagamente socialiata... e poi e poi non sbaglia maiiii yeahhhh!!!!Ha uno sguardo seio e corrucciato, quando parla serio dello stato, ma poi si illumina d'immenso, quando viene l'ora di pranzo. E Gesù lo vide camminare, sulle onde azzurre del suo mare... gli disse, Amico, non so chi tu sia, ma giù le zampe almeno quest'acqua e mia!!! Ma è un ottista, dall'aria vagamente socialista... e poi e poi non sbaglia maaaiiii... non sbaglia mai yeahhhh!!! Non sbaglia maiiiii yeahhh!!!

http://www.youtube.com/watch?v=F6t6iV5Qb-c

Vedi il profilo dell'utente
2
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ciao Bumble-bee,
io su questa storia del gusto ancora non riesco a farmene una ragione.Se non ci fossero tutte queste differenziazioni di gusto e quindi di pareri, ci sarebbero meno conflitti. Se fossimo tutti concordi su quali sono le cose essenziali della vita e quali quelle superflue, sarebbe tutto più facile. Per esempio in fatto di sesso: se si avesse consapevolezza che ogni buco è dimora, non staremmo li a menarcela su questioni tipo proprietà private oppure pudicizie o anche sacro-onore.
Se tutti amassero le cipolle come le amo io per esempio, quando le si fa gratinate al forno. Oppure cruda in insalata o condita con pomodori e basilico. E' un alimento che non può mancare non solo nella mia casa, ma in tutto il mondo creato.

Ma, come dici, tutto ha origine in quei primi anni d'infanzia, perché già a partire dai 12/14 anni... quel che è fatto, è fatto.
Io e la mia compagna, alle mie bimbe (4 e 5 anni) vietiamo sempre di dire "schifo" a tavola. Le ripetiamo sempre che non esistono i bambini cattivi, che le punizioni sono occasioni per riflettere e che quando ci si annoia il divertimento non sta nel dare fastidio agli altri (chiaramente la lista potrebbe proseguire).
Staremo a vedere cosa ne esce fuori tra qualche anno.

Vedi il profilo dell'utente
3
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
scherzate? Mio figlio ha due anni e già contesta l'autorità paterna! Sarà che io non faccio paura...

cibo, il cibo per i bimbi è qualcosa di molto complesso, bisognerebbe analizzarlo bene per capire che domanda farsi, ma bumblee si domanda perchè i figli non si fidano più dei genitori ( ma tu non ti sei fidato di tuo padre quando osannava la cipolla! ) e lisandro sembra proprio uno di quei moderni per cui vietato vietare...ma come non si può dire che schifo? E quando una cosa fa schifo davvero che parola devono usare?

Il cibo parte dal latte materno e fa parte del concetto di passaggio di affetto, per quello io sono adorabilmente grassottello...carenze affettive...il cibo si può accettare, inglobare, rifiutare, accettarlo e poi di nascosto rifiutarlo, diventa cacca e insieme all'acqua che diventa pipì è la dimostrazione empirica che il nostro corpo è un laboratorio di chimica... e poi serve tanta ironia, anche autoironia...tu bumblee hai rischiato, dicendo ma anche tu stavi mangiando un vitellino hai rischiato che non mangiasse più la carne, ma soprattutto hai mostrato di essere sulla difensiva, cioè essendo attaccato le hai attaccate a tua volta e questo ha dimostrato loro che avevano ragione perchè tu hai reagito come uno che si sente un assassino...e lo sei come tutti noi, assassini vigliacchi che lasciano uccidere gli animali agli altri per mangiarseli da morti cercando di non pensare che:

"Clarice Starling: E una mattina sono semplicemente fuggita.
Hannibal Lecter: Non proprio, Clarice. Cosa ti ha spinto? A che ora sei partita?
Clarice Starling: Presto, era ancora buio.
Hannibal Lecter: Poi qualcosa ti ha svegliato, vero? Era un sogno? Che cos'era?
Clarice Starling: Ho sentito uno strano rumore.
Hannibal Lecter: Cos'era?
Clarice Starling: Era... un grido. Una specie di grido come la voce di un bambino.
Hannibal Lecter: E che hai fatto?
Clarice Starling: Sono andata... di sotto, fuori... Mi sono avvicinata furtivamente alla stalla. Avevo tanta paura a guardare dentro, ma dovevo!
Hannibal Lecter: E che hai visto, Clarice? Che hai visto?
Clarice Starling: Gli agnelli. Stavano urlando.
Hannibal Lecter: Stavano macellando gli agnellini?
Clarice Starling: Urlavano come pazzi.
Hannibal Lecter: E sei corsa via?
Clarice Starling: No. Prima ho tentato di liberarli. Ho aperto il cancello del loro recinto, ma non scappavano, rimanevano lì... confusi, e non scappavano.
Hannibal Lecter: Ma tu potevi e l'hai fatto, non è vero?
Clarice Starling: Sì. Ne presi uno e corsi via il più velocemente possibile.
Hannibal Lecter: Dove volevi andare, Clarice?
Clarice Starling: Non lo so, non avevo cibo, non avevo acqua, e faceva molto freddo, molto freddo. Pensavo... che potevo salvarne almeno uno, ma... era pesante. Pesante. Riuscii a fare solo qualche miglio, lo sceriffo mi trovò subito. Il proprietario era così in collera che mi mandò a vivere all'orfanotrofio Luterano a Bozeman. Non vidi mai più il ranch.
Hannibal Lecter: Che ne è stato del tuo agnello, Clarice?
Clarice Starling: Lo uccisero.
Hannibal Lecter: Ti svegli ancora qualche volta, vero? Ti svegli al buio e senti il grido di quegli innocenti.
Clarice Starling: Sì."

Vedi il profilo dell'utente
4
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
BIGbossSTIGAZZI ha scritto:scherzate? Mio figlio ha due anni e già contesta l'autorità paterna! Sarà che io non faccio paura...


Un papà deve ispirare rispetto, non incutere paura.
Nessuno rispetta sinceramente chi teme.
Anzi, se ne sente annientato e deve distruggerlo, quando non si lascia annullare.
Così perde molte lezioni d'amore, e se è un maschietto è ancora peggio che se è una donna.

Direi che sei a posto, Capo cool

Vedi il profilo dell'utente
5
Bumble-bee
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
lisandro ha scritto:Ciao Bumble-bee,
io su questa storia del gusto ancora non riesco a farmene una ragione.Se non ci fossero tutte queste differenziazioni di gusto e quindi di pareri, ci sarebbero meno conflitti. Se fossimo tutti concordi su quali sono le cose essenziali della vita e quali quelle superflue, sarebbe tutto più facile. Per esempio in fatto di sesso: se si avesse consapevolezza che ogni buco è dimora, non staremmo li a menarcela su questioni tipo proprietà private oppure pudicizie o anche sacro-onore.
Se tutti amassero le cipolle come le amo io per esempio, quando le si fa gratinate al forno. Oppure cruda in insalata o condita con pomodori e basilico. E' un alimento che non può mancare non solo nella mia casa, ma in tutto il mondo creato.

Ma, come dici, tutto ha origine in quei primi anni d'infanzia, perché già a partire dai 12/14 anni... quel che è fatto, è fatto.
Io e la mia compagna, alle mie bimbe (4 e 5 anni) vietiamo sempre di dire "schifo" a tavola. Le ripetiamo sempre che non esistono i bambini cattivi, che le punizioni sono occasioni per riflettere e che quando ci si annoia il divertimento non sta nel dare fastidio agli altri (chiaramente la lista potrebbe proseguire).
Staremo a vedere cosa ne esce fuori tra qualche anno.

Guarda mi hai fatto veramente sorridere con la storia del sesso e che "ogni buco dovrebbe essere dimora"!! Sorriso Scemo

Grazie per il tuo contributo! :ç-*:



Vedi il profilo dell'utente
6
Bumble-bee
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
BIGbossSTIGAZZI ha scritto:scherzate? Mio figlio ha due anni e già contesta l'autorità paterna! Sarà che io non faccio paura...

cibo, il cibo per i bimbi è qualcosa di molto complesso, bisognerebbe analizzarlo bene per capire che domanda farsi, ma bumblee si domanda perchè i figli non si fidano più dei genitori ( ma tu non ti sei fidato di tuo padre quando osannava la cipolla! ) e lisandro sembra proprio uno di quei moderni per cui vietato vietare...ma come non si può dire che schifo? E quando una cosa fa schifo davvero che parola devono usare?

Il cibo parte dal latte materno e fa parte del concetto di passaggio di affetto, per quello io sono adorabilmente grassottello...carenze affettive...il cibo si può accettare, inglobare, rifiutare, accettarlo e poi di nascosto rifiutarlo, diventa cacca e insieme all'acqua che diventa pipì è la dimostrazione empirica che il nostro corpo è un laboratorio di chimica... e poi serve tanta ironia, anche autoironia...tu bumblee hai rischiato, dicendo ma anche tu stavi mangiando un vitellino hai rischiato che non mangiasse più la carne, ma soprattutto hai mostrato di essere sulla difensiva, cioè essendo attaccato le hai attaccate a tua volta e questo ha dimostrato loro che avevano ragione perchè tu hai reagito come uno che si sente un assassino...e lo sei come tutti noi, assassini vigliacchi che lasciano uccidere gli animali agli altri per mangiarseli da morti cercando di non pensare che:

O beh, ma guarda che io ho sulla coscienza.... tre conigli... investiti per sbaglio con l'auto, dei quali due raccolti, squoiati (da mio zio ex cacciatore) e cucinati... e numerosa fauna... marina!! Sorriso Scemo

A parte gli scherzi, nonostante da piccolino abbia visto "scannare" agnelli e maiali (oddio che trauma!!), tirare il collo alle galline (mia nonna era una mestra), e visto dare un colpetto mortale di kunfu ai conigli... non riuscirei ad uccidere volontariamente nessun animale a sangue caldo (I pesci... sono cosa a se ) Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
7
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
BIGbossSTIGAZZI ha scritto: e lisandro sembra proprio uno di quei moderni per cui vietato vietare...ma come non si può dire che schifo? E quando una cosa fa schifo davvero che parola devono usare?

Possibile che tocchi proprio a me il compito ingrato di bacchettarti sulle nocche?
La cosa che più mi preme è impartire il senso del rispetto alle mie figlie. Possono dire che una cosa non le piace o semplicemente che non ne hanno voglia, ma non che faccia schifo il cibo prodotto e cucinato da altri per loro. Se le parole hanno ancora un senso.

Poi dimmi dove hai intravisto nel post l'impossibile proponimento di "vietato vietare"? Un'altra volta che m'insulti definendomi moderno e ti faccio bannare.

Vedi il profilo dell'utente
8
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Bumble-bee ha scritto:

Guarda mi hai fatto veramente sorridere con la storia del sesso e che "ogni buco dovrebbe essere dimora"!! Sorriso Scemo

Grazie per il tuo contributo! :ç-*:

party

Vedi il profilo dell'utente
9
Bumble-bee
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
sul discorso del "che schifo"... vorrei spezzare una lancia (anzi due per la precisione) per le mie figliole (non è vero è per me che intendo spezzarle Sorriso Scemo )...

Neanche noi permettiamo che del cibo si dica che schifo... però oggettivamente, per delle bimbe... non è facile esprimere meglio di questa parola, il disgusto nel vedere papà che con uno stuzzicadenti tira fuori la lumachina dal guscio, e la porta in bocca, masticandola con gusto.

Notte a tutti... si è fatto tardi. Sleep




Vedi il profilo dell'utente
10
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Difatti è questione d'abitudine. Anche solo per insegnarle a dire "grazie" mi rendo conto che occorrono gli anni con noi genitori che stiamo li a ricordarglielo.

Vedi il profilo dell'utente
11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum