Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Predestinazioni

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sono quasi convinto che ogni individuo possa intravedere, dalla qualità degli accadimenti che hanno martoriato la sua vita, i tratti fondamentali di un disegno che mostrerà i contorni di un destino che include una predestinazione ineludibile.
Si tratterà di annodare tra loro i capi dei diversi fili conduttori, rappresentati dagli eventi occorsi, al fine di poter stendere, sulle proprie insoddisfatte aspirazioni, un pesante tappeto ornato da arabescate e valide giustificazioni agli errori che sono stati commessi.
Analizzerò, come esempio, un caso preso a caso: il mio.
Io sono venuto al mondo da podalico; in altre parole sono nato al contrario, mi sono affacciato al mondo col culo al posto della testa. A quel tempo la cosa mi parve accidentale, e solo molto più tardi mi accorsi che anche l'accidentalità non è casuale, ma determinata da cause imperscrutabili, almeno fino al momento in cui la si ritiene essere stata un accidente.
Il motivo conduttore della mia esistenza è stato filato da una terrificante inclinazione a prendere per il culo il mondo intero, divinità comprese.
Neppure i santi sono stati lasciati in pace dal mio sarcasmo.
Naturalmente i primi a risentire di questo mio modo di mantenermi vivo furono i miei famigliari che inutilmente tentarono, con tutti i mezzi che la violenza mette a disposizione, di frenare l'esagerata inclinazione che mi spingeva tanto in basso nella considerazione determinata dal parere del corpo docenti che si occupava della mia educazione.
Alla fine la scuola mi cacciò con scuse risibili e banali, che vaneggiavano attorno all'impossibilità di credere che un giovincello potesse essere così altezzosamente coglione.
In effetti un po' coglione lo sono sempre stato, e riconosco di aver raggiunto altezze vertiginose nel criticare coloro i quali hanno avuto il beneficio di decidere del mio futuro.
Di fatto mi trovai in mezzo alla strada, costretto a ridere di tutti, me compreso. Fu un'esperienza necessaria che affinò la mia capacità di sopportare il costante giudizio negativo dal quale ogni mio agire fu bersagliato.
Vi chiederete a quale convinzione tutto questo avvolgersi del filo rosso del disprezzo mi abbia portato, e me lo chiedo anch'io, perché il mio caso è emblematico del fatto che anche quando tutta la propria vita è stata la rappresentazione di un disastro, la speranza che nella polvere sollevata dal crollo si possa celare una possibilità di salvezza resta intatta.
La cosa che più mi sconcerta sta tutta nella consapevolezza che se esisto una ragione superiore ci deve pur essere e, a volte, questa mi si impone con stupefacente chiarezza: io esisto per mostrare la generosità che la Possibilità universale ha bisogno di avere, per assicurare a se stessa di essere davvero totale.

Vedi il profilo dell'utente
2
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Mi sembra di poter credere che ogni vita individuale, con ogni suo evento, sia un libro personale che sarebbe bene saper leggere e interpretare. Tutto potrebbe divenire chiaro e necessario. E se quello che chiamiamo "destino" sembra qualcosa a cui non possiamo sfuggire, è pur vero che siamo noi a determinarlo con ogni nostro movimento, mentale e fisico. NEL TEMPO, siamo noi gli attori principali della scena.

Vedi il profilo dell'utente
3
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ma si... dobbiamo pure in qualche modo catalogare quell'accidente che chiamiamo vita. E dobbiamo pure trovare un posticino a tutte le parole e simboli, a tutte le immagini e a tutti

i pensieri formulati anche una sola volta in un nano secondo. Poi ci saranno alcune di queste che ci piaceranno di più e le porremo sotto un tabernacolo. E costituiranno la nostra

facciata di rappresentanza, di modo che coloro ai quali sottoporremo il nostro gentil gusto potranno farsi idea del vanto di noi stessi.

Nel mentre costruiamo questo palazzo poderoso, come torre di Babele opera unica e sublime, tutte le notti veniamo attanagliati dall'oblio. Lo sgomento si cela e si rivela, senza che

noi possiamo conservarne la consapevolezza al risveglio. Tutte le notti ritorniamo quel roditore che schizza via, in fuga dai predatori. E' a quel terrore che dobbiamo il nostro

percorso, nel quale lo continuiamo a rifuggire. E a quel silenzio.

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Argomenti simili

-

» Predestinazioni

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum