Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La scienza infusa.

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Come al solito dici un sacco di cazzate, ma ti pagano?:

[quote="Massimo Vaj"]L'anarchia inverte,ribaltandola, la gerarchia che naturalmente innalza l'intelligenza dell'amore al massimo grado di dignità possibile.

L'anarchia è ordine senza leggi, ossia senza regole imposte dall'esterno, ma ogni individuo si autonorma limitandosi per non limitare l'altro, non inverte la gerarchia la vuole dissolvere, la gerarchia o le gerarchie non elevano un cazzo se non coloro che usano strumentalmente la parola amore senza averne un briciolo per nessuno se non forse per se stessi



Allo stesso modo del comunismo è convinta che sia dal basso che il valore debba mostrare la propria volontà di affermarsi su tutti gli altri piani sociali.

errato l'anarchia considera l'uomo non l'uomo che sta in basso contro l'uomo che sta in alto, ribadisce il valore dell'uomo a prescindere dalle sue posizioni

Considera la materia madre della realtà e il caso essere il padre.

gli anarco-comunisti analizzano il reale sulla base dei corsi e ricorsi storici ed in base al materialismo dialettico, non tutti gli anarchici lo fanno

Dunque, per un anarchico, indipendentemente dal suo credo particolare riferito alle diverse e possibili modalità di interpretare le relazioni sociali, l'esistenza è realtà priva di princìpi universali e, di conseguenza, anche delle loro applicazioni.

errato le leggi ci sono ma sono interiorizzate, quello che manca è una applicazione coercitiva esogena di tali leggi


Basta pochissimo per smontare un simile veduta:

certo è una cazzata che ti sei inventato tu e altri quattro cazzoni che si fingono anarchici

Qualità e quantità sono due princìpi universali, applicabili quindi all'intera manifestazione della realtà relativa. Tutto è sottomesso a questi princìpi e al modo ciclico in cui essi agiscono. Parrebbe una cosa da poco eppure dalla conoscenza, anche solo riferita a questo piccolo particolare, si possono estrarre tutti gli elementi che consentono di ordinare gerarchie di valore, anche sociale, perché la qualità è solo misurabile dal senso, che è direzione molecolare assunta all'interno dell'estensione spaziale, per quanto riguarda la divisione qualitativa della materia, e senso che si esplica nelle intenzioni, particolari o generali nutrite dagli individui o dalle comunità sociali. Il senso che prendono queste direzioni e la sua compatibilità con la centralità immobile, radice di tutte le esteriorità, conferirà anche la qualità di una organizzazione sociale in armonia col dono d'amore che è stato fatto della vita.[/quote]



bla bla bla

Vedi il profilo dell'utente
27
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
AVETE ASSISTITO ALLA RAPPRESENTAZIONE "E' LA FINE DELL'ANARCHIA" INTERPRETATA DA DUE VERI DIVERSAMENTE ANARCHICI.


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
28
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Se la gerarchia non esistesse non esisterebbero, alla stessa stregua, comparazioni tra il meglio e il peggio, tra l'alto e il basso, tra il grande e l'infimo e non sto ad andare oltre perché di queste cose non ha senso discutere con bambini inferiori ai tredici mesi. Ops! Scusa... non dovevo dire "inferiori", ma più giovani... Ops!, scusa, dire più giovani indica esprimere una gerarchia tra chi è giovane e chi non lo è più...

Vedi il profilo dell'utente
29
purplebunny
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Massimo Vaj ha scritto:L'anarchia inverte,ribaltandola, la gerarchia che naturalmente innalza l'intelligenza dell'amore al massimo grado di dignità possibile.

Non so bene di cosa tu stia parlando e non sono completamente convinta che riguardi l'anarchia. Cosa intendi con "intelligenza dell'amore"? E con "massimo grado di dignità possibile"?

A prescindere da questo, per me l'anarchia è semplicemente il rifiuto di ogni forma di governo dall'alto, in cui è uno stato o equivalente, corpo estraneo e isolato, a imporre dall'alto la direzione dello sviluppo sociale. Viceversa in una organizzazione sociale anarchica è il corpo sociale a configurare per sé stesso la direzione dello sviluppo da intraprendere. Il discrimine non è l'assenza di regole, o la "libertà assoluta", ma il modello secondo cui sono stabilite le regole di convivenza: da una parte secondo un processo verticale (top-down) dall'altra secondo un processo orizzontale (bottom-up).

Dunque, per un anarchico, indipendentemente dal suo credo particolare riferito alle diverse e possibili modalità di interpretare le relazioni sociali, l'esistenza è realtà priva di princìpi universali e, di conseguenza, anche delle loro applicazioni.

Mi sembra un discorso altamente opinabile. Dipende dalle personali convinzioni di ogni singolo anarchico (come è il caso per qualsaisi altro modello sociale, invero). Alcuni anarchici, per esempio, ritenevano che abbattendo lo stato e le sue derivazioni, si sarebbe instaurato un vero ordine naturale, che è appunto inteso come principio universale.

Vedi il profilo dell'utente
30
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
L'ordine naturale è un magna magna perché la natura è mezzo e non fine. Scopo della natura è non la semplice sopravvivenza, ma l'attuazione delle possibilità implicite all'essere, tra le quali la dignità del dono d'amore sarebbe la più elevata se prima di essa non ci fosse la necessità di essere consapevoli di doverlo fare. Nella gerarchia stabilita naturalmente dalla trascendenza c'è il sacrificio di sé che deve anticipare il sacrificare la preda.

Vedi il profilo dell'utente
31
purplebunny
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Mmm, sì, come vuoi, smettiamola di parlare di anarchia, sono perfettamente d'accordo, hai ragione (e d'altra parte è la sezione sbagliata).

commosso

Vedi il profilo dell'utente
32
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Non parlare di sezione che BigBoss si illude di poter dimagrire chirurgicamente. Sii più circospetta, diamine pietra

Vedi il profilo dell'utente
33
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
commosso
Bayazid disse:"Chiunque perviene alla conoscenza di Allah,ottiene (da lui)
la scienza infusa..."

Vero o falso?

scratch

Vedi il profilo dell'utente
34
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ottiene la conoscenza infusa (non relativa) dei princìpi universali e la capacità di unire tra loro gli aspetti infinitesimali della realtà che, allo sguardo interiore dell'iniziato, non può più travestirsi. Egli dunque è in grado, attraverso i princìpi, di vedere e di cogliere la minima contraddizione presente in ogni falsa verità.

Vedi il profilo dell'utente
35
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum