Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Alle porte dell'infinito

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 3 di 4]

51
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

NEI SECOLI DI SEMPRE


Tu desiderasti il mio piacere
e lo ottennesti facendo di me
un principe silenzioso

che partecipando alla tua gioia
ti trasportava la' dove oramai
tu arrivasti prima di me

con la tua regale camicia da notte
che ti rese una scalza regina
nei secoli di sempre.

Vedi il profilo dell'utente
52
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NOI, AMANTI NELLA SERA

"Per favore, cara smorza un poco la luce della clip a muro.....mi crea difficolta' visiva sul monitor del portatile". E lei girandosi sulla destra esegui' aggiungendo: " Certo che pero' alle 20,45 di questa splendida serata di Aprile, trovarci gia' a letto tu con quel maledetto portatile acceso davanti , che una volta o l'altra te lo spacco, cosi' almeno capirai che i bilanci si fanno in ufficio e non nelle camere da letto, ed io con la permante rifatta, la sigaretta accesa a guardarti come se tu fossi un monumento nazionale, non e' che sia la migliore delle soluzioni...." Ed aveva ragione. A quell'ora, lo spettacolo che vedevamo dalla vetrata del lussuosissimo appartamento al ventottesimo piano era mozzafiato. Il crepuscolo stava terminando, le luci cittadine erano gia' accese e nel cielo erano presenti ancora segni rossi di un tempo d'oro.Allora io ripresi girandomi verso di lei:" Ma tesoro, e' un'occasione in piu' per rilassarci,cosa vuoi...tra due giorni devo presiedere il consiglio di amministrazione, abbiamo problemi con alcune delle nostre gioiellerie, per esempio quella di Roma ha realizzato solo duecentomila euro di guadagni in un anno, cioe' praticamente zero, non sappiamo se dobbiamo licenziare il direttore generale perche' sospettiamo che abbia attuato strategie commerciali sbagliate, abbiamo problemi fiscali ogni qualvolta arrivano diamanti dall'Olanda per la lavorazione ed io ho un grafico qui davanti che non mi torna. Un momento di quiete e di analisi". "Un momento di quiete un'accidente, replico' lei, se vuoi veramente rilassarti perche' non mi massaggi le gambe oppure cerchi di scoprirmi......" e si fermo' ridendo. "Amore, trovo che questa serata sia bellissima ma dovresti lasciarmi lavorare". "E ti lascio lavorare, ti lascio lavorare, replico'ma almeno fammi mettere un poco di musica di sottofondo per migliorare questa, a tua detta,straordinaria serata piena di noia ed in fondo anche di verita'", Si alzo' dal letto, era in bikini anni 60 ando' verso il tavolino ed accese il video lettore digitale da cui inizio' a scatuire una musica soave


Poi ritorno' a letto e mettendomisi a fianco, allungo' la sua gamba destra a cavalcioni della mia ed incomincio' a fissarmi con intensita'. Allora io mi girai......"Insomma che vuoi fare l'amore, vero?". E lei " Sto solo guardando il tuo profilo stanco.......ma ti sei reso conto che non sei piu' un uomo....sei un automa,......ieri sera mentre eravamo a cena da Jhonny's quando ci hanno servito l'aragosta tu mangiavi ma stavi pensando a qualcos'altro e cioe' a questo dannato bilancio che adesso ti sei pure portato a letto. Solo che a letto ci sono anch'io con i miei quarant'anni e tanto desiderio di te, della tua passionalita'e della tua personalita' cosi' difficile...cosi' incredibile...-continuo'- prova a guardarti un attimo attorno....prova a vivere......tira fuori te stesso per un momento....Io continuavo a tacere guardandola dal di sotto degli occhiali e lei prosegui' ancora......."Forse non ti sei mai visto quando ti concentri davanti a quello schifosissimo portatile, perche' se ti vedessi, e mentre parlava mi mise il suo braccio destro al collo, ti renderesti conto che dietro a quella tua managerialita' cosi' intransigente, ci sono soltanto gli occhi di un bambino". Allora io abbassai lo sguardo, perche' non avevo il
coraggio di continuare a guardarla su quel suo volto dalla bellezza divina e dalla carnalita' profonda.......



Ultima modifica di The Royal il Sab 28 Mag 2011 - 0:00, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
53
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
LE TUE MANI ERANO SENZA TEMPO


Le tue mani erano senza tempo
quando sublimamente le alzavi su di me
perche' mi desideravi

e volevi che io prima ti abbracciassi con l'anima
e poi con il corpo
poiche' tu andasti al di la' del sesso

prendendo la mia vita e facendone
un altare di felicita'
su cui ti ponesti

perche' il nostro arcobaleno era sempre esistito.

Tu, mistica sovrana regnerai per sempre e per sempre possiederai
i luminosi misteri del sesso e della vita.

Vedi il profilo dell'utente
54
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
QUANDO SALIREMO SUL TRONO


Quando saliremo sul trono
saluteremo l'universo con le mani alzate
e tu sarai al mio fianco
risplendendo per sempre
nell'eternita' senza fine.

Allora si capira' che tutto per tua volonta' venne fatto
e nulla senza di te sarebbe potuto accadere.
Il mondo ti acclamera'
ed i cieli ti apriranno la loro luce

e tutti vedranno che tu, Donna e Sovrana
imponesti la tua volonta'
di cui persino io, tuo re, fui schiavo.


Vedi il profilo dell'utente
55
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

LA PERVERSIONE NEI TUOI OCCHI

Tu porti la perversione negli occhi
e mi vuoi dominare
con il tuo raffinato sadismo.

Sorridi con malizia perche' sai che ti amo
e ti volti a guardarmi
per vedere se io sia in difficolta'.

Mi vuoi ai tuoi piedi
perche' la tua dolce prepotenza
e' il velo del tuo orgoglio di donna.

Sai gia' di aver vinto
perche' sai gia' che io ti diro'
si'

Ed il tuo freddo calcolare
abusa di me
cui hai riservato questo privilegio
o se preferisci
questa umiliazione.

[center]



Ultima modifica di The Royal il Lun 25 Lug 2011 - 23:37, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
56
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


IL VENTO

Quante volte ho sentito il vento
che cercava di sussurrarmi
le sue verita'

a me moderno esistenzialista
circondato da idoli fatti di niente
a me, solo nelle gelide mattinate d'inverno

in cui la luce risplendeva del tetro grigiore
di un'esistenza inquieta
e squassata dall'inesprimibile.

Quante volte il vento mi ha colto
mentre io cercavo di avanzare
per dirigermi verso una banalita' di cui
vivo vissi e vivro'.

Il vento..........
mi parlava dei misteri non sapendo
che oramai il mio volto
era una pietra fatta di nulla.

Vedi il profilo dell'utente
57
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
LA DONNA CHE VENNE DA LONTANO

"Ah, senti Dimitri, mi apostrofo' mia moglie, togli per favore subito dal como' della stanza da letto quel dannatissimo soprammobile con la stella rossa.....di simboli ne vediamo gia' tanti tutti i giorni nella sede del partito e quando andiamo a riposare non ho nessuna voglia di vederne altri". "Ma cara, me lo ha regalato il caposezione.......non mi interessa niente e domani gliene dico quattro anche a lui.....tranquillo".Irma aveva ragione:in fondo due funzionari di partito, tutto il giorno chiusi in un archivio avrebbero pure avuto diritto di staccare.Eseguii subito ed aggiunsi:"Non so se te l'ho detto, ma domani arriva nel nostro ufficio una funzionaria trentenne da Stalingrado, Olga Svetrova, collaborera' informaticamente con noi per un po' di tempo". Trent'anni............giusto il tempo che noi due eravamo sposati .....e con un'ombra nella coscienza: quella di aver alienato nostra figlia appena nata per la paura che ostacolasse i nostri egoistici progetti.Mia moglie disse: "Vediamo di dormire ora, domani avremo da fare....". Ma prima di spegnere la luce io dissi a lei: "Sai, Irma, mi ha detto il caposezione che quella tipa li' e' una ragazza adottiva: fu cresciuta da una famiglia di contadini". "Boh....."replico' Irma spegnendo la luce. Il giorno dopo, 21 Marzo primo giorno di primavera, a Mosca era una giornata splendida ma freddissima e quando arrivammo nella sede del partito,trovammo il capo davanti alla porta del nostro ufficio e disse: "E' gia' dentro...tipetto romantico...ha con se' un lettore dvd che riproduce un video struggente....".Irma si volto' verso di me": Tu guarda bene di non fare il furbo perche' se no ci vedi.....dai....ed entra.... cosa stai li' impalato....." Entrammo......era in piedi.......un metro e settantacinque o giu' di li' gonna nera camicetta rossa con sovrapposta su sfondo nero la stella rossa ed il simbolo del partito. Il lettore dvd era in moto e faceva da sottofondo. "Compagna,dissi io, ci hanno parlato di te, questa e' mia moglie....ma mettiamoci subito al lavoro, vedi di scannerizzare quei documenti sulla scrivania". Lei inizio' a fissarci tutti e due con una dolcezza infinita, penetrante, mai provata...io ed Irma ci guardammo in faccia, poiche' una strana sensazione si stava impadronendo di noi. Non so perche' mi avvicinai ad Olga e fissandola con stupore, delicatamente le misi le mani sulle spalle, mia moglie mi segui' e quando le fu davanti, le mise affettuosamente la mano destra sotto il mento......continuava a fissarci come se ci conoscesse da sempre.....e noi eravamo bloccati in quella stupenda agghiacciante situazione perche' avevamo tutti e due le lacrime agli occhi e lo sguardo pietrificato, mentre Olga pronuncio' due parole che ci rapirono l'anima....."Papa'......mamma....." ed il lettore dvd suonava..........suonava..........


Vedi il profilo dell'utente
58
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

ERAVAMO NELL'ASCENSORE


Eravamo nell'ascensore ed esso si fermo'.
Solo le mezze luci rimasero accese.
Io avevo un cappotto nero
e tu i pantaloni rosa
con la maglietta impaiettata.

Incominciai a guardarti con la malizia negli occhi
mentre tu abbassavi lo sguardo
perche' sapevi cio' che io volevo da te.

Ti detti una spallata e finisti contro la parete
guardandomi indignata
mentre io ti fissavo con gli occhi sbarrati

e capivi che ti volevo sotto il mio pugno di ferro
e tu lo desideravi
anche se abbozzavi lo sgomento
mentre io iniziai ad accarezzarti il volto
osservandoti minacciosamente.

Vedi il profilo dell'utente
59
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


LA MORTE


Mi sei sempre stata vicina fin da quando io nacqui
e da sempre aspettasti il momento del mio abbraccio con te.
I tuoi agguati erano silenziosi,invisibili
e provavi sempre a rapirmi senza mai riuscirci.
Ma ci riuscirai perche' tu sai che io sono uomo
limitato e meschino, mentre tu vieni
da tutto cio' che non si puo' comprendere poiche'
porti i segni deviati della tua ribellione alla Divinita' Eterna.
Tu risplendi di tenebra come le notti nere che non so di avere nel mio cuore.
Ed anche quando tu mi avrai traviato costringendomi a seguirti, io so
che vivro' lo stesso. Per sempre e per Lui.
Che e' lassu', nel Regno dei Cieli.

Vedi il profilo dell'utente
60
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


PER SEDURRE NINFAECO

Tu sei come uno smeraldo nella luce dell'alba
risplendi di mistero e rapisci lo sguardo.
Ma perche' noi uomini vogliamo essere ai tuoi piedi......
perche' tu vuoi il primato della regalita' che porti dentro da sempre.....
Fuggi con il mio sogno e lo porti lontano, laggiu',
dove oramai tu sei volata prima degli altri.


Vedi il profilo dell'utente
61
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
MIA SOVRANA

Mia Sovrana, tu che venisti dal silenzio della notte
per condurmi la' dove le tue mani dorate mi donarono
il Paradiso
ascolta il mio canto che si leva per te ed accetta
che io sfiori con la mia tremante mano
il tuo Divino volto
che risplende come le stelle nelle notti di tutti i tempi.


Vedi il profilo dell'utente
62
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
QUANDO ENTRAI IN CHIESA

Quando entrai in chiesa
avevo il rosario in mano
e dopo aver percoso quel viottolo
che mi portava lassu'
capii che laggiu' era il mio destino
e trovai quell'amore che avevo sempre cercato
perche' sentii che un grande cuore mi sovrastava
mi resi conto che tutto aveva avuto un senso
che prima mai avevo capito
e la mia vita divenne il riscatto di tutto cio' che avevo patito.

Vedi il profilo dell'utente
63
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


COME UNA LEGGENDA

Io non comprendo perche' stia sognando
quando il vento della gloria

mi trasporta nel cielo degli eroi.

Come un folletto con Mercurio nel cuore
fuggiro' verso le terre del mito

dove l'entusiamo dei poeti
canto' le gesta di voi condottieri.

Vedi il profilo dell'utente
64
Akasha
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ti confesso che a me la poesia non piace tantissimo; trovo che molti poeti utilizzino un linguaggio troppo pieno di fronzoli e dai contenuti indecifrabili (o magari sono solo io ad essere un po' tarda) quindi non so quanto possa valere la mia opinione. In ogni caso, mi piace molto quello che scrivi tu: si percepisce che tiri fuori dall'anima ogni singola parola dandole vita propria. Veramente complimenti.

Vedi il profilo dell'utente
65
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


Donna

Donna, tu sei matura regina e scalza.
Sai sorridere ma dentro di te porti i segni di un immane destino
che ti ha posto al centro del mondo.

Vuoi e puoi, ma soffri e sai far soffrire.
Il tuo grido indignato si leva sulla palude del mondo.

E la tua silenziosa dignita'
regna ovunque tu vada
perche' tu sei la ragione ultima del genere umano
e senza di te la vita sarebbe come un gemito
debolmente soffocato nel buio.

Vedi il profilo dell'utente
66
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico



SGUARDI


Li vedo camminando per la strada
come quadri artistici che fuggono davanti a me.
Portano i loro pensieri nel cuore

e sono tutti uguali e tutti diversi.
Perche' negli sguardi c'e la storia di quelle vite
che non conosco

e se cerco di seguirli con il mio sguardo, sento
di diventare come uno di loro,aquilone librato nel cielo
in balia di un vento che non so' da dove venga.


Vedi il profilo dell'utente
67
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico



SERA


Quando tu giungi con il tuo fascino argenteo
tutto si placa
ed i sentimenti riposano su loro stessi.

Il sole e' tramontato e gia' le stelle
preannunciano l'inquietante profondita' della notte vicina al mio cuore.

Attimi di fiducia e di paradiso che vivo sereno
come se nulla potesse toccarmi,

perche' tu, o sera dal volto di perla,
sei la consolazione di una giornata
che mi ha dato dignita'.

Vedi il profilo dell'utente
68
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


IO TI TROVERO'


Io ti trovero',
anche se non conosco ancora il tuo volto
perche' tu sei cio' che io ho sempre sognato.

Io ti trovero'
nella moltitudine infinita del mondo
perche' ho cercato solo te
e solo te ho desiderato.

Io ti trovero', cosi' come sei
e quando tu sarai davanti a me
allora si capira'

che io solo ed io solamente
ti desiderai ancora prima che tu fossi nel mio cuore

perche' gia' all'alba dei tempi
il nostro amore era scritto nel regno dei cieli.

Vedi il profilo dell'utente
69
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

ANARCHICI

Avete la luce sul volto
e la guerra nel cuore
quando correte verso l'orizzonte
suggestionato dal crepuscolo

per illuminarlo con le vostre passioni ed i vostri sogni.
Desiderate una giustizia che non c'e' e sognate
il mondo di un paradiso politico
fatto di pace e di liberta'.

Ma i vostri sogni si infrangono nel nulla
mentre voi continuate a correre
perche' siete gli alfieri della luce
che inseguono la vita fatta di cementi ideologici.

Vedi il profilo dell'utente
70
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

DRESDA

Dresda.......Dresda......
io ti ho visto nel sogno
sulla vetta di un monte
mentra allargavi le braccia davanti alla luna piena.

Dresda.......Dresda......
eravamo abbracciati tra i mostri di pietra
in quella fredda notte d'inverno
nel giardino di quel castello
dove tu mi conducesti.

Tu sei il peccato, Dresda,
e mia hai traviato con la tua perfida perversione
perche' sapevi che io non avrei resistito.

Scegliesti la notte in quella fortezza di montagna
per compiere con me la tua follia che sempre sognasti.

Possiedi la mia anima e mi hai reso eternamente tuo schiavo,
tu che da sempre conosci la debolezza della mia carne.


Vedi il profilo dell'utente
71
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

IL MARE

Io ti contemplo in quest'autunno dorato
che ha il cuore di un'estate eterna.
Il tuo azzurro angelico mi entra nell'anima

e la tua quiete infinita mi fa sognare il Paradiso.
Riflessi di diamante sulla tua lucente superfice
che parla di un cielo tuo fratello e tuo amore.

Da sempre in te regna il mistero della profondita'
e se la tua serafica quiete si mutasse in ira
nessuno resisterebbe alla tua furia.

Sono fermo con lo sguardo rivolto verso di te,
ma ti prego, portami lontano, perche' lo spirito
che ho nel cuore gia' e' posseduto da te
che vivi d'azzurro per farti amare dal mondo.

Vedi il profilo dell'utente
72
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

TU SEI IL MIO DESTINO



Mi sei nata dentro come un nume silenzioso
senza che nemmeno ti cercassi.
Sei arrivata silenziosamente
discreta e silente

perche' non volevi che il mondo capisse.
Hai taciuto perche' hai saputo parlare
con sguardi sfuggenti ed accecanti.

Dietro la tua indifferenza fatta di seduzione
celavi progetti morbosi e voglie indicibili
ma la tua femminile sfuggevolezza offuscava ogni intuizione.

E quando mi sei venuta davanti con la tua tagliente grazia
ho compreso la tua ingenua seduzione
perche' ho capito che tu sei il mio destino.

Vedi il profilo dell'utente
73
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


QUEL SEGRETO TRA LE MANI DEL CADAVERE



"Adele.......Adele......sto' per morire.............sento che non ce la faccio piu'". Adele si precipito' dal letto del Marchese: era pallido, sudato, ed oramai per lui era finita. "Mi dica, Signor Marchese", rispose Adele. "Adele,-disse il Marchese-vada da quel como' laggiu' in fondo ed apra il cassetto", Adele si precipito' verso il fondo.Continuo' il Marchese:" Trovera' un piccolo cofanetto di marmo nero.......". "Si'-rispose Adele-l'ho trovato"."Bene-continuo' il Marchese-prima di chiudere la bara nella quale tra poco mi metterete, desidero che Lei ponga quel cofanetto tra le mie mani: deve venire con me nella tomba.......il perche' lo so' io.......".


"Ma Signor Marchese........", Adele non fece in tempo a finire di parlare: il Marchese aveva gli occhi sbarrati ed immobili. E fu' cosi' che nel tardo pomeriggio del 29 Gennaio 1770, il Marchese Walfredo Gisberti Della Sala concluse la propria esistenza, abbandonato da tutti ed assistito nella poverta' piu' miseranda dalla buona Adele, la donna che per tutta la vita lo aveva servito. Prima che il falegname inchiodasse il coperchio della bara (allora le imprese di pompe funebri non esistevano), Adele disse: "Aspettate, era un desiderio del Signor Marchese", e pose il cofanetto tra le mani del cadavere. La bara venne inchiodata ed il Marchese sepolto.


Passarono gli anni, decine di anni,passarono i secoli,per la precisione due secoli e quarantun'anni........


COMMISSARIATO DI POLIZIA 3 NOVEMBRE 2011



"Se riesco a trovare quel figlio di buonadonna che ha dato il mio numero di cellulare ai giornalisti, io vi assicuro che.......", ma il Commissario Verdesi non fece in tempo a finire di parlare perche' sulla porta dell'ufficio apparve Ziraghi, il suo braccio destro. "Signor Commissario" - "Cosa c'e'"- replico' seccamente Verdesi-" Ecco, rispose Ziraghi, hanno chiamato dal cimitero frazionale: vorrebbero che io e Lei andassimo sul posto per firmare il decreto di esumazione dall'ultima tomba rimasta. Ha presente quel Marchese Gisberti della Sala morto nel 1770......."."Ah si',disse Verdesi , ce l'ho presente : di lui hanno detto e scritto di tutto, persino che fosse un veggente." Ragazzi, continuo' Verdesi, con voi facciamo i conti dopo, adesso andate"


"In questo ufficio, continuo' Verdesi rivolgendosi a Ziraghi, la nostra vita sino ad oggi e' sempre stata gestibile anche se in mezzo ad un mare di stress, ma con la faccenda che abbiamo per le mani in questo momento.........."


Aira Volkich, 26 anni, top model di fama internazionale, copulata con violenza,poi pestata a sangue da un professionista che godeva del proprio lavoro e poi squartata a rasoiate. E senza nessun indizio in mano.......piu' la grana burocratica di dover andare a firmare un'autorizzazione per smantellare la tomba di un papavero , pace all'anima sua, morto nel 1770 e rimasto li' a fare il monumento nazionale nel corso della storia che manco piu' lo conosceva, salvo alcuni storici locali.


Quando Verdesi e Ziraghi arrivarono al cimitero, trovarono i custodi gia' pronti con le pale in mano piu' quel dannato foglio da firmare. La firma venne apposta e dopo un bel po' di vigorose palate, affioro'........quello che doveva affiorare e cioe' una scheletro come tanti altri. Logico: dal 1770 la bara era marcita ed inesistente.Tutti si fermarono un attimo in silenzio.


"Guardate, esclamo' uno di necrofori, tiene qualcosa tra le mani......". Si chino' sullo scheletro ed asporto' un cofanetto di marmo nero che consegno' a Verdesi. Ziraghi era alle sue spalle e tutti gli altri uomini facevano cerchio.Verdesi lo apri' ed in mezzo a pochissimo terriccio trovo' un foglio molto ingiallito ma ancora integro di cui era possibile leggerne lo scritto eseguito con una bellezza barocca , pittorica ed incredibile...........


Addi' 25 Luglio 1769



Nell'anno di grazia 2011, una giovin donzella
di nome Aira Volkich, massacrata sara' con infame barbarie
da un bestial inumano bruto di nome Diego Fusar
che dimora' avra'in un loco che non esiste ancora
e che chiamato sara' Via Provinciale 16.



"Oh porca-esclamo' Verdesi con gli occhi sbarrati" .E Ziraghi , prontamente," Commissario, ma vuol dire che quel tizio avesse visto nel futuro.......e si fosse fatto mettere il foglio nel contenitore tra le mani portandoselo nella tomba, per essere sicuro che non andasse perso nei secoli sapendo che noi lo avremmo .........trovato...........proprio.........nel corso delle indagini........"


"Questo foglio e' sotto sequestro, voi fate pure i resti", disse Verdesi dirigendosi quasi di corsa verso l'auto, mentre Ziraghi altrettanto velocemente lo seguiva. "Appena arriviamo al Commissariato-soggiunse Verdesi, chiama subito il casellario per accertare se questo tizio esiste, e se si' fatti mandare un fax, con vita morte e miracoli (si fa per dire) di questo bast..."


Ed il fax arrivo', con vita, morte no, e miracoli si', di Diego Fusar.Ed i miracoli facevano una luce sovrannaturale: Fusar risultava essere un elemento dell'estrema destra nazista con precedenti penali, incarcerato due volte e denunciato per detenzione illegali di armi. Verdesi chiamo' la sua squadra: "Dobbiamo andarlo a prendere anche senza mandato....a questo punto sono convinto che saltera' fuori qualcosa, lo tratteremo qui chiedendo l'emissione del mandato e.....


Dopo pochi minuti le auto della polizia arrivarono nei pressi dell'abitazione di Fusar , che stava tentando di fuggire e dopo averlo bloccato trovarono nell'abitazione una montagna di elementi per cui il mandato di perquisizione ed arresto venne emesso nel giro di brevissimo tempo.


E precisamente vennero rinvenute diverse mazze ferrate e chiodate. Nell'ingresso dell'abitazione era appesa una foto di Adolf Hitler, nel bagno venne rinvenuta appesa al muro una grande foto di una donna completamente nuda che posava a letto in posizione oscena. Nella stanza vennero rinvenute svastiche con alle estremita' lame taglienti ed infine.....un reggiseno sporco si sangue che le analisi avrebbero confermato appartenere ad Aira Volkich.


LA GIUSTIZIA FECE IL SUO CORSO.



La sera della conferenza stampa, Verdesi, Ziraghi e tutta la squadra mobile erano vestiti elegantemenete di blu nell'atrio del commissariato attorniati dai giornalisti, mentre decine di videocamere erano in azione. Ad un certo punto, uno dei giornalisti si rivolse a Verdesi dicendo:" Commissario ma come avete fatto ad individuare questo pericolosissimo e sadico assassino" ? E Verdesi, rispose: " Ecco, ce lo ha segnalato un tizio morto nel 1770". Ci fu una gran risata generale, mentre qualcuno inizio' a stappare bottiglie di spumante, ed un'altro dei giornalisti replico': "Comprendiamo, le tecniche investigative sono sempre segrete..........." .E mentre le videocamere filmavano questo gran movimento, Verdesi e Ziraghi si fissarono per un attimo in silenzio tenendo in mano una coppa di champagne.

Vedi il profilo dell'utente
74
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NUBI NOTTILUCENTI


Quante volte prima di addormentarmi
guardo dentro di me
e scrutando nel mio io remoto
scopro le nubi nottilucenti
fantasticherie nutrite nel silenzio
dell'anima.

Ma poi arriva il dolce sonno
e tutto svanisce nel magico buio
di un mondo mio e non mio.

Non so se passino minuti od ore
ma le nubi nottilucenti
continuano a risplendere
nei miei occhi chiusi
mentre tutto intorno a me
tace e non si vede.

E le nubi nottilucenti ci sono sempre
come una impalpabile sfera di cristallo
che mi possiede e mi seduce.

E la notte vola via.........nel silenzio
di se' stessa.

Nubi nottilucenti: siete le guardiane del mio magico oblio.

Vedi il profilo dell'utente
75
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
L'OFFESA



Io non sono piu' un uomo
ma una statua di carne putrefatta
da quando ho visto che la tua amicizia
era solo uno scheletro vuoto fatto di miserie.

Io ti invitai in un semplice bar per consumare
quel pasto che tutti conoscono e che oramai
ha solo il colore di tutti i giorni.

Tu mi invitasti in un luogo abbietto
e nemmeno considerasti che qul posto avrebbe anche potuto
non piacermi.

Perche' la tua sciocca superficialita' e' solo il riflesso morale
di una dabbenaggine sciocca e meschina
che io pagai pure poco piu' di sette monete.


Vedi il profilo dell'utente
76
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 3 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum