Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

TU SEI BUDDHA ?

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sì, però io penso che non esistano testi "sacri". Sul significato di "sacro" o di "santo" mi rifaccio alla risposta che diede Joshu...

Un monaco chiese:"Essere santi, com'è?"
Joshu rispose:"Scaricare una montagna di merda sulla terra pulita".
Il monaco disse:"Maestro, rendetemelo piu' chiaro"
Joshu disse:"Smettila di rompermi le scatole"

Vedi il profilo dell'utente
27
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Il mondo Zen, proprio a causa dell'indeterminatezza di una dottrina che rifugge le dottrine pur facendone parte, è affollata di imbecilli che fanno i maestri. Credo sia la più frequentata dai cretini al punto da accettare la pratica ridicola del kōan per riuscire ad accertare la veridicità di una iniziazione in assenza del maestro che l'ha trasmessa.
Lo Zen concilia il Buddismo al Taoismo, e non se li meriterebbe tutti quegli imbroglioni ma, è noto a tutti, il male va dove il Bene è forte.

Il termine "sacro" non è sovrapponibile a "santo" che è sua conseguenza. Sacro indica la trascendenza che quando entra nella manifestazione della realtà relativa esige il sacrificio di sé che santifica.
Negare la santità indica negare la trascendenza e negare la trascendenza significa negare la sussistenza dei suoi effetti i quali costituiscono la realtà relativa della quale siamo parte. Quale "maestruccio" potrebbe infilarsi in un tale vicolo cieco?

Vedi il profilo dell'utente
28
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
...E certamente affermare che lo zen sia una dottrina mi parrebbe una bestemmia. Non "rifugge", è semplicemente al di fuori di schemi, dottrine, dogmi etc.. Un sistema per bloccare la mente? Mah! Non oso definirlo. Posso dire "qui c'è un'aria, un sentore di zen". Anticamente la scuola del rinzai zen, quella dell'"illuminazione improvvisa" si contrapponeva a quella più conosciuta del soto zen, assai più legata a meditazioni, rituali, posizioni da assumere ecc..

Vedi il profilo dell'utente
29
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
zona espansione nord
abbreviazione zen
non c'è ragione
non c'è ragione

Vedi il profilo dell'utente
30
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E sì! Vai un po' a parlare di ZEN a Palermo... Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
31
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Lo Zen è una dottrina metafisica. Non so cosa tu intenda sia o debba essere una dottrina, spiegamelo per favore. Ogni illuminazione è improvvisa, nella sua natura che è oltre il tempo, ma dal conferimento dell'influsso spirituale che dal maestro passa al discepolo, alla sua uscita dalla condizione virtuale, potenziale quindi, può passare poco o molto tempo, in dipendenza delle caratteristiche individuali in cui il discepolo si trova a essere. Alcuni allievi ci mettono poco a essere aperti alla vista interiore, altri impiegano anni. In tutti i casi il risveglio (satori in giapponese) costituisce solo il primo ed essenziale passo per entrare nella possibilità di liberarsi. Non è il Nirvana, anche se è uno stato senza comune misura con la coscienza ordinaria.

Vedi il profilo dell'utente
32
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
scratch

Il maestro zen Hakuin ha detto:

"Sin da principio,tutti gli esseri sono dei Buddha...."

E di fronte a questa affermazione le possibilità sono solo due:

o si capisce o non si capisce ciò che significa.

E qualunque divagazione o fuga dal testo è inutile e non serve a niente.

cool

Vedi il profilo dell'utente
33
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Tutti i sacri testi del pianeta affermano che il verbo sia la prima manifestazione dell'essere, anche quando il congiuntivo fosse stato cannato. Che lo si capisca oppure no al Verbo non importa, perché per il Verbo... insultare costituisce l'infinito del verbo essere.

Vedi il profilo dell'utente
34
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Massimo Vaj ha scritto:Lo Zen è una dottrina metafisica. Non so cosa tu intenda sia o debba essere una dottrina, spiegamelo per favore. Ogni illuminazione è improvvisa, nella sua natura che è oltre il tempo, ma dal conferimento dell'influsso spirituale che dal maestro passa al discepolo, alla sua uscita dalla condizione virtuale, potenziale quindi, può passare poco o molto tempo, in dipendenza delle caratteristiche individuali in cui il discepolo si trova a essere. Alcuni allievi ci mettono poco a essere aperti alla vista interiore, altri impiegano anni. In tutti i casi il risveglio (satori in giapponese) costituisce solo il primo ed essenziale passo per entrare nella possibilità di liberarsi. Non è il Nirvana, anche se è uno stato senza comune misura con la coscienza ordinaria.

"Imparare lo Zen, e' trovarci,
trovarci, e' dimenticarci,
dimenticarci, e' trovare la natura di Buddha,
La nostra natura originale".

Con parole mie? Non c'è nulla da spiegare, nulla da indagare, nulla da capire. Se lo cerchi non lo trovi, se non lo cerchi non lo trovi. Godi della frescura di una quercia dopo una lunga corsa. Hai mangiato il tuo riso? Lava la ciotola.

Vedi il profilo dell'utente
35
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
cool

Storia zen moderna:

La moglie di Jitoku,tornando a casa,vede già da lontano che ,davanti a casa sua c'è l'ambulanza,l'auto del medico e la Polizia.
Arrivata a casa dice al marito:

"Dimmi solo cose belle eh! Dimmi solo cose belle !!!"

"Beh......dunque......ah sì,ti annuncio che 6 dei nostri 7 figli non sono
stati investiti da un autotreno."

cool

Vedi il profilo dell'utente
36
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Dimenticare se stessi significa non dare peso al proprio ego. Certo che la verità non la si trova cercandola, perché è sempre presente, come l'amore. Occorre soltanto avere il cuore libero e aperto, per l'amore, e nessuna convinzione, per ricevere la visita della verità. Mai è il ricercatore che trova la verità, ma è la Verità che accetta il ricercatore. La capacità di guardare negli occhi il vero è sempre donata, mai acquisita per altre vie, ma per avere quel dono bisogna mostrarsene degni.

Vedi il profilo dell'utente
37
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum