Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'amicizia di un giorno

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 6]

26
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@lisandro ha scritto:
@Massimo Vaj ha scritto:Quando ci si restringe alle zone di reciproca comprensione ci si accontenta di trovarsi di fronte il già conosciuto. Naturalmente la conoscenza, così come la certezza, può essere comunicata solo quando è falsa, ma questo non significa che il provarci sia sempre inutile, perché a volte si apprende anche dagli errori commessi da altri... fischio

Riprendo da questo tuo ultimo commento soffermandomi sull'espressione evidenziata, che alla mia maniera interpreto non del tutto valida. Mi viene da pensare che le certezze che ognuno comunica sono scaturite dall'introiezione di un concetto, che poi l'individuo filtra, imita, dandone la propria versione.
Ed è in questo processo che sono del tutto vere. E' nell'evoluzione da oggetto ad altro oggetto, tramite soggetto che applica una scelta (selezione), che scaturisce la realtà una ed ineluttabile.
Insomma c'è bisogno della casualità dei reagenti per tramandare un'azione (comunicazione) che tra tutte le infinite possibilità scaturibili, ne seleziona l'unica che può assurgere al fine di determinare la realtà che per il mio gusto qualifico vera e giusta.

Ogni affermazione costituisce necessariamente un degradare dalla causa essenziale, ragione d'essere di quella affermazione, verso gli effetti che sono determinati da questa causa. Per questo ogni affermazione è anche una limitazione. Tutto ciò che si afferma e determina lo fa attraverso una forma che è anche il contorno di un limite. Limite che significa anche imperfezione relativa. La verità è soggetta a questo avere limiti, così come la realtà che è sinonimo di verità. Una falsità è niente di più che una vera bugia. In questo insieme movimentato e limitativo il comunicare obbedisce alla stessa necessità di degrado.

Vedi il profilo dell'utente
27
lisandro
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E se io sostituissi il tuo verbo "degradare" con il mio "progredire"?
Tu dici "ogni affermazione è anche una limitazione", perché presuppone delle rinunce?
E se io quelle rinunce le chiamassi conquiste?

Questo è il mio tempo e tutte le scelte che mi procurerò d'interpretare, per quanto bislacche, parteciperanno a quel moto entropico volente o nolente.
Sempre per un mio gusto personale, ho imparato ad addolcire la vita e la drammaticità la vorrei assumere a piccole dosi.
Per fare un altro esempio: spesso mi sento dire che "l'uomo è lupo!"
E se io sostenessi che "l'uomo è come un fiore"?

Vedi il profilo dell'utente
28
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Massimo Vaj ha scritto:...

Ogni affermazione costituisce necessariamente un degradare dalla causa essenziale, ragione d'essere di quella affermazione, verso gli effetti che sono determinati da questa causa. Per questo ogni affermazione è anche una limitazione. Tutto ciò che si afferma e determina lo fa attraverso una forma che è anche il contorno di un limite. Limite che significa anche imperfezione relativa. La verità è soggetta a questo avere limiti, così come la realtà che è sinonimo di verità. Una falsità è niente di più che una vera bugia. In questo insieme movimentato e limitativo il comunicare obbedisce alla stessa necessità di degrado.

Intervengo ancora una volta nel discorso, scusandomi se per me sarà l'ultima.
Non è nel mio stile tediare oltre il ragionevole i lettori.

Vediamo dunque:

""Ogni affermazione costituisce necessariamente un degradare dalla causa essenziale,""
naturalmente ci credo, visto che Massimo Vaj lo afferma, e lui è pensatore autorevole, ma subito rilevo che questa stessa frase è di per sé una affermazione, e pertanto un degrado della "causa essenziale"

""Per questo ogni affermazione è anche una limitazione""
e questo porta a due i livelli di degrado della "causa essenziale" per giunta limitandola.

""Una falsità è niente di più che una vera bugia""
anche questa è una affermazione... ed un terzo livello di degrado.

""In questo insieme movimentato e limitativo il comunicare obbedisce alla stessa necessità di degrado""
e la scoppiettante conclusione dell'ottimo mio interlocutore chiarisce il motivo dell'argomentare contemporaneamente completandone la sua distruzione.
Come livello di degrado siamo ormai a quattro, ed alla limitatezza già dichiarata prima ci aggiungiamo anche una "necessità" di tanto sfacelo!

Tutto questo in soli cinque brevissimi periodi.

Ordunque, pur senza essere così stringatamente logico e conseguenziale come l'amico Massimo Vaj vanta per se, ragionevolmente mi viene da chiedermi:
"Ma se il nostro amico è convinto di quanto lui stesso dice... ma che comunica a fare?... per essere coerente dovrebbe restarsene solo zitto e non millantare fumo!..."

Io, per parte mia, considerando che rispetto il porsi di ognuno e cerco per quanto possibile di adeguarmi, coerentemente al suo dire mi riterrò giustificato da non intervenire più
in questo ineluttabilmente super-degradatissimo limitato conversare!

Porgo cordiali saluti ed auguro buon proseguimento... per chi vorrà perseverare!

Lucio Musto

Vedi il profilo dell'utente
29
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ogni forma è il contorno di un limite, su questo credo conveniate, e ogni limite costituisce una riduzione della Perfezione assoluta, la quale è assenza di limiti.
La gerarchia di valori che da ogni causa produce gli effetti, dei quali questa causa è responsabile, procede dal senza limiti all'avere dei limiti, allo stesso modo in cui la Libertà assoluta è assenza di costrizioni, ed è più libera di una libertà relativa e, da questo relazionare, costretta. Dal centro, per questo, si determina la circonferenza; dalla perfezione l'imperfezione. Naturalmente ogni mia affermazione corrisponde al degrado prima da me illustrato; se non ne fosse stata la corrispondenza... voi mi avreste capito. Sono consapevole di parlare al vento, e mai ho avuto un solo dubbio che qualcuno possa capire l'essenza di principio di ciò che affermo. Io non parlo o scrivo per farmi capire, ma per far sorgere il sospetto attorno alle presunte certezze altrui che sono prive della dignità che deve avere la verità principiale per riuscire a essere muta.

Vedi il profilo dell'utente
30
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...io non parlo o scrivo per farmi capire ma per far sorgere il sospetto...

bravo, ci sei riuscito, mi è sorto il sospetto di non amarmi, molto più di quanto non pensassi, visto che mi faccio del male cercando di leggere le stronzate che scrivi e mi sorge un altro sospetto, che se la tua cultura fasulla fosse frutto di una scolarizzazione intensa sarebbe sicuramente meglio l'analfabetismo e l'abbandono scolastico.

Vedi il profilo dell'utente
31
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
State tranquilli, non c'è bisogno che l'inconsapevolezza dei propri limiti sfoci in rabbia, ci si può accontentare di deridermi. Non ci siamo mai sfiorati, io e te, dunque non ci sono ragioni per insultare, a meno che la stupidità tua non corrisponda a una buona ragione pietra
Per sapere cosa una "cultura" possa essere... occorre prima sapere che cosa corrisponde al sapere. Sapere che io non vendo perché non è un sapere che mi appartiene. Io lo vedo senza possederlo, tu lo possiedi senza vederlo.

Vedi il profilo dell'utente
32
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Massimo Vaj ha scritto:... Sapere che io non vendo perché non è un sapere che mi appartiene. Io lo vedo senza possederlo, tu lo possiedi senza vederlo.


questa è davvero troppo bella e non la sapevo!!!

E' tua Massimo?... complimenti!

Me la copio e me la rivendo alla prima occasione. imbarazzo

Vedi il profilo dell'utente
33
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ma Lucio... cos'è questo tuo tentativo di stare sullo stesso piano di blogstigazzi? Stai cercando di capire cosa si prova a farsi del bene?

Vedi il profilo dell'utente
34
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
??? scusa Massimo, ma non ho capito. BeautyfulSuina
Cosa c'entra farsi del bene? (o del male, se dicevi in senso ironico).
Ho apprezzato una tua battuta ed ho sentito di applaudirti. Che c'è di strano?

Quanto a BIGbossSTIGAZZI... lui esprime il suo pensiero liberamente, esattamente come facciamo tu ed io.
Che c'è da obiettare?

Vedi il profilo dell'utente
35
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La mia non era una battuta, e io non esprimo affatto il mio pensiero. Ciò che espongo, senza la pretesa di essere capito, non corrisponde al mio pensato né a mie idee o ipotesi, fantasiose come sono tutte le ipotesi quando non sorrette da princìpi indiscutibili, la qual cosa, se fosse, le farebbe rientrare nell'ambito del vero universale, facendole uscire da quello ipotetico e individuale. Io espongo la conoscenza metafisica che vedo senza possedere, e lo faccio per miei deprecabili limiti personali, pur sapendo che al Verbo eterno non frega una minchia che io lo faccia, dal momento che il suo essere eterno gli assicura, attraverso la vita che genera e motiva, di insistere nell'imporsi, senza sentirsi demotivato né, tantomeno, stanco... È furbissimo Lui...

Vedi il profilo dell'utente
36
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
caro vaj io non ho niente contro di te, il tuo modo di scrivere mi ricorda il manierismo, ampollose verbosità che si rincorrono giocando allegramente, non mi sembra di averti offeso ho solo detto che se la cultura è quella che manifesti con le tue parole, l'incultura o l'acultura hanno improvvisamente un appeal, non vendo verità che non ho ma solo i dubbi che ho Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
37
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
In genere se qualcuno scrive stronzate, come tu mi hai accusato di fare, è uno stronzo, così come uno che disegna è un disegnatore; ma mentre la qualifica di disegnatore è neutra, e non indica se colui che disegna produce cose di qualità... quella dello stronzo assicura la qualità di chi scrive stronzate. La assicura, naturalmente, per chi gli ha dato implicitamente dello stronzo.
Neppure l'assistere ai miracoli può convincere un'intelligenza che non c'è, perché l'intelligenza di una teoria, intendendo per teoria solo l'insieme di proposizioni consequenziali tra loro, può essere intuita e vista solo dall'intelligenza che sta sullo stesso piano di quella considerata. Ecco dove affonda la radice dell'incomunicabilità.

Vedi il profilo dell'utente
38
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sbagli a dare tutto per scontato io sono io e non dico niente mai di implicito, io esplicito tutto, ci sono ottime persone che a volte dicono stronzate, se volevo dirti stronzo ti dicevo stronzo, volevo solo farti capire che per me ti esprimi in maniera volutamente poco comprensibile

Vedi il profilo dell'utente
39
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vedi che sapevi come dirlo educatamente? Hai preferito dire che scrivo stronzate, quando avevi davanti altre possibilità, a minor tasso di cattivo gusto, che ti erano offerte dal tuo limitato comprendere...
A volte si è complessi, nell'esporre, per difficoltà che non appartengono al modo di esposizione, ma al carattere complesso di ciò che si illustra. È questo, propriamente, il mio caso. Farsi comprendere a tutti i costi implica il dover abbassare notevolmente il senso di ciò che si dice e scrive. Molto più raramente anche di quello che si compie... pietra

Vedi il profilo dell'utente
40
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
vedi massimo io trovo che il non avere la capacità di farsi comprendere sia indice di cattivo gusto, in quanto al limitato comprendere...beh io sicuramente non sono qui a fare gare di ego, di lunghezza di peni o di chi piscia o sputa più lontano, cosa che tu e purtroppo tanti altri come te fate quotidianamente: venite in valle solo a mostrare quanto siete fighi, bravi, intelligenti e acculturati...bene, sei contento così? ti senti più furbo? Migliore degli altri? Migliore di me?
Sicuramente lo sei, ma sappi che non è un gran sforzo o un gran merito essere migliori di me, meglio sarebbe se tu fossi migliore del te stesso di ieri, anche tu hai tante possibilità e finchè dirai le cose nel modo più complesso possibile per "dimostrare", per me scriverai stronzate.

ps:non sono daccordo sul fatto che dire le cose nel modo più semplice possibile abbassi il senso di quello di cui si parla, per me lo eleva. Tant'è che il fine della parola è quello di comunicare, per cui il farsi capire è fondamentale per poter condividere il messaggio

Vedi il profilo dell'utente
41
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico


Così, secondo te, Gesù è sceso sulla terra per mostrare la lunghezza del suo pene e non la ragione delle sue pene... pietra

Mi costringi a riesumare un concetto matematico:
Se si dovesse far comprendere la curvatura determinata da un'equazione di secondo grado a un bimbo che sa contare solo fino a dieci... si dovrebbe ridurre l'esposizione al numero dieci. Questo, secondo te, eleverebbe la precisione del risultato?



Ultima modifica di Massimo Vaj il Dom 11 Set 2011 - 14:20, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
42
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
direi che è molto scorretto andare a prendere il mio personaggio e mettergli le parole in bocca ti consiglio di cancellare questo post, anche se non c'è copyright ti stai appropriando di un'immagine che non ti appartiene!

Vedi il profilo dell'utente
43
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vedi... io sono un disegnatore, e per me non costituisce preoccupazione togliere la tua opera e sostituirla con una di mia mano... cosa che farò appena avrò un attimo di tempo libero.

Vedi il profilo dell'utente
44
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Massimo Vaj ha scritto:Vedi... io sono un disegnatore, e per me non costituisce preoccupazione togliere la tua opera e sostituirla con una di mia mano... cosa che farò appena avrò un attimo di tempo libero.
massimino rincitrullitino.

Vedi il profilo dell'utente
45
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
allora ricostruiamo:

lucio ha scritto un bel racconto e bene

tu hai cominciato a tirargli una pezza, cosa ci vuole a dire : bravo?

io intervengo per farti capire che sei criptico, volutamente criptico le cose che hai scritto sono parole inutili che si rincorrono non sono equazioni di secondo grado

te la sei presa perchè il tuo orgoglio è ferito e prima mi freghi un disegno (me ne sbatto il cazzo se mi freghi i disegni la scorrettezza è quella di prendere il mio personaggio che è AUTOBIOGRAFICO e mettergli in bocca le stronzate che pensi tu) e poi dici altr cazzate tipo le equazioni di secondo grado e poi che sei un disegnatore anche tu, bene buon pro ti faccia io disegno perchè mi piace non per essere meglio degli altri e visto che non riesci a capire quando ti sei smerdato da solo (tanto per dirla educatamente) capisco io per te e ti saluto, per me è chiusa qua, se non capisci che una cosa si può dire in tanti modi ed è STUPIDO scegliere il modo più complesso...è un problema tuo.
ciao da stigazzi

Vedi il profilo dell'utente
46
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Che stai combinando, rinunci al bigboss e ti firmi solo stigazzi? Eh beh... dopo avermi dato del pallone gonfiato non ti rimaneva altra scelta che quella di una frettolosa dieta... che mi consigli di fare? Ti devo disegnare magro o ciccione?

Vedi il profilo dell'utente
47
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:
@Massimo Vaj ha scritto:Vedi... io sono un disegnatore, e per me non costituisce preoccupazione togliere la tua opera e sostituirla con una di mia mano... cosa che farò appena avrò un attimo di tempo libero.
massimino rincitrullitino.

Non farti intimorire dalle innumerevoli bannature, insultami pure liberamente, lo sai che ci tengo alla verità, costi quel che costi alla tua presenza in un forum dove l'eco conta più della parolaccia che deve echeggiare... Sorriso Scemo
Ti si banna facile per insegnarti a strisciare. Non vorrai dargliela vinta, vero? pietra

Vedi il profilo dell'utente
48
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Massimo Vaj ha scritto:L'amicizia, amica anche dell'amore, non è sottomessa, come molti credono, alla durata data dallo scorrere del tempo, ma lo è ai princìpi della condivisione, perché l'universo che ci contiene, la cui centralità è in noi, deve la sua vita al sostenersi comune. La sua morte sarà causata dall'indifferenza. Il suo successo dal distacco che non nega la partecipazione.

amicizia....

amica anche dell'amore...ma amica anche di stocazzo

non è sottomessa...(lady domina?)

come molti credono...non come i pochi in possesso della Verità

alla durata...non lungo non corto ma duro che duri

data dallo scorrere del tempo....amici, cinque minuti e via!

ma lo è .... sottomessa

ai principi della condivisione ...quel che è mio è mio quel che è tuo è mio

perchè l'universo che ci contiene... mentre quello che non ci contiene invece uhhhhhh

la cui centralità è in noi....certo noi siamo al centro dell'universo ed il sole ruota intorno alla terra

deve la sua vita al sostenersi comune... smettete di sostenerlo cazzo!

la sua morte sarà causata dall'indifferenza... o dai consigli per gli acquisti che interrompono le emozioni

il suo successo dal distacco che non nega la partecipazione...un equilibrio diciamo

QUINDI

bravo Lucio, in effetti l'importanza di una amicizia non si misura con la sua durata ma con una giusta ed equilibrata partecipazione empatica.


neanche una riga PER DIRE LE STESSE COSE IN MANIERA NON FUMOSA... ORA FAMMI PURE LA CARICATURA DI STOCAZZO!

Vedi il profilo dell'utente
49
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Massimo Vaj ha scritto:Noi viviamo nel tempo, ma siamo nell'Eternità che è causa del tempo. Il tempo è il prima e il dopo, il mai e il sempre, ma l'Eternità è più che l'essere e, dunque, ne anticipa, in potenza, le conseguenze e anche l'importanza. L'amicizia, come anche l'amore sono, quando espressione vitale, movimenti coi quali l'Eternità si manifesta attraverso la propria, perfetta, centralità. Non è il tempo che consolida un'amicizia, perché non è il tempo che la distrugge; essa finisce quando cessa la condivisione dei valori.


noi viviamo nel tempo...beati voi io sono in affitto

ma siamo nell'Eternità... sì come una zanzara nell'ambra fra 3000 anni faranno vaj park

che è causa del tempo...l'eternità è causa del tempo....usa del tempo...el tempo...mpo...

il tempo è il prima...passato

il dopo...futuro

il mai...no il mai non è

il sempre....no neanche il sempre c'è sennò non ci sarebbe un prima un durante e un dopo

ma l'eternità è più che l'essere....ma utilizza lo stesso verbo

e, dunque, ne anticipa, in potenza...e, dunque, ne, anticipa, in, potenza,...,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

le conseguenze ed anche l'importanza....no qui l'abbiamo proprio perso, chiama aiuto

l'amicizia, come anche l'amore sono, quando espressione vitale ...e quindi niente necrofilia

movimenti coi quali l'Eternità si manifesta...ah siiiiiiiiii?

attraverso la propria, perfetta, centralità...ma non eravamo noi al centro dell'eternità?

non è il tempo che consolida.... Consolidaaa..c'è un signore che ti cerca

un'amicizia, perchè non è il tempo che la distrugge..no specialmente rubare dei soldi e scoparsi la moglie dell'altro

essa finisce quando cessa la condivisione dei valori...quindi libretti di risparmio separati e via

QUINDI
bastava l'ultima frase...prima è aria fritta.....vuoi che vada avanti?

Vedi il profilo dell'utente
50
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
BigBoss ha il dono, ma sussiste anche la possibilità che l'abbia comprato a poco, di riuscire a estendere l'orizzonte intellettuale di chi lo ascolta, e questo a causa della chiarezza attraverso la quale è in grado di disegnare, con pochi ma precisissimi tratti, l'attrezzo di tortura per il quale la nostra mente ristretta è costretta alla resa, senza condizioni, che non pretende neppure l'onore delle armi.
È stupefacente, e non intendo racchiuso dai dettami della modica quantità, il modo in cui la sua estrema gentilezza discorsiva, certamente conseguenza di un animo nobile e disinteressato, riesce a entusiasmare anche gli spiriti recalcitranti, attraverso l'utilizzo di assiomi talmente inconfutabili da non dover nemmeno essere mostrati. La semplicità è la sua arma migliore, l'inclinazione alla giocosa e irridente ironia, mascherata da sarcasmo innocente, la sua difesa priva di fronzoli; il suo acume intellettuale, che contempla senza mai indisporre, definisce gli ultimi ritocchi che danno, ai suoi interventi, quella precisione e adeguatezza che lasciano annichiliti gli animi che, prima di conoscere il loro destino, nutrivano qualche speranza di sopravvivere alla benevolenza del fato avverso. pietra
Non si capisce come mai non si dedichi al fumetto d'ingegno... scratch

Vedi il profilo dell'utente
51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 6]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum