Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Senso di colpa costruttivo e senso di colpa distruttivo

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
galadriel
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il senso di colpa è una emozione che permette di contenere le pulsioni distruttive e di prendere coscienza della sofferenza dell'altro. Può quindi avere un valore costruttivo, perché mette in guardia qualora si stiano oltrepassando i limiti, costringe ad una messa in discussione e ad un'assunzione di responsabilità. La stessa cosa vale per il suo evitamento. Cercare di "evitare" il senso di colpa in modo costruttivo, significa comportarsi in modo da evitare di fare del male ad un'altra persona .
Tuttavia può succedere che la colpa non sia collegata ad un atto specifico, ma nasca da un senso di inadeguatezza non compreso e da un malessere non chiaro, può cioè scaturire da scenari più profondi della nostra interiorità, trasformandosi in un'angoscia legata alla convinzione di essere inadeguati, inferiori, incapaci di essere amati e apprezzati.


Come si riconosce il senso di colpa costruttivo dall'altro?
Avete mai provato questo tipo di sentimento?

Vedi il profilo dell'utente
2
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Galadriel ha scritto:
Come si riconosce il senso di colpa costruttivo dall'altro?


Il senso di colpa non costruttivo nasce dal nostro "giudice interiore" che ci mette di fronte agli insegnamenti che abbiamo ricevuto dai nostri genitori e dalla regole sociali, come se si dovesse pagare un prezzo in termini di sofferenza interiore per avere osato desiderare qualcosa di vietato, quindi il primo elemento che lo distingue da quello costruttivo è la sofferenza. Basta solo aver pensato di violare una "regola" per vivere una sensazione di disagio, per non sentirsi più la coscienza pulita. Il bambino impara molto presto a sentirsi in colpa in questo modo per non aver soddisfatto le aspettative degli altri e spesso quando è spettatore di sofferenze intra famigliari e disgregazioni.
L'altro elemento distintivo è il senso di onnipotenza ( es. "è tutta colpa mia!"), una specie di volontà di controllo sugli altri e su ciò che si vive, un meccanismo perverso che ci costringe a vivere nella dipendenza, lasciando agli altri il potere di liberarci. La maggior parte delle persone che si sentono "colpevoli" soffrono, in qualche modo la paura dell'abbandono, il timore di perdere un amore o l'approvazione degli altri. Il sentimento di colpevolezza infatti induce ad adottare una certa condotta in funzione della fedeltà al gruppo di riferimento rinunciando a se stessi e alla propria vera identità.
Un'altra differenza sta quindi nel livello di "autenticità" della persona.
Infine, questo senso di colpa è in relazione con i fatti in modo simbolico: può non essere accaduto nulla ed esserci, o essere acccaduto addirittura qualcosa di positivo, ed esso emerge per bloccarci, e così via.

Vedi il profilo dell'utente
3
ThanksGod
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Galadriel ha scritto:
Come si riconosce il senso di colpa costruttivo dall'altro?
Avete mai provato questo tipo di sentimento?

Secondo me quello costruttivo porta con sè la voglia di rimediare e ricominciare e/o continuare qualcosa di importante. è frutto di attenta analisi interiore che produce un auto-perdono che ti fa stare bene.
Quello distruttivo ti blocca e ti fa stare male.

Alcune volte. L'ultima l'altra sera, avevo sbagliato a criticare pubblicamente una mia amica. IL senso di colpa mi ha portato a capire di aver sbagliato di brutto, a scusarmi e a cercare di non rifare ciò che avevo fatto perchè è deprimente per chi lo subisce.

Vedi il profilo dell'utente
4
Akasha
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
è ovviamente quello che insorge nel momento in cui ci rendiamo conto di non aver agito in modo leale nei confronti di noi stessi e degli altri; è quello che ci fa pensare "Ah, se mi fossi comportato diversamente, forse le cose sarebbero potute andare meglio."
Il senso di colpa distruttivo, penso che giunga quando crediamo che la nostra inadeguatezza possa ferire gli altri, e quindi ci malediciamo perchè non siamo diversi.

Vedi il profilo dell'utente
5
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Galadriel ha scritto:Il senso di colpa è una emozione che permette di contenere le pulsioni distruttive e di prendere coscienza della sofferenza dell'altro. Può quindi avere un valore costruttivo, perché mette in guardia qualora si stiano oltrepassando i limiti, costringe ad una messa in discussione e ad un'assunzione di responsabilità. La stessa cosa vale per il suo evitamento. Cercare di "evitare" il senso di colpa in modo costruttivo, significa comportarsi in modo da evitare di fare del male ad un'altra persona .
Tuttavia può succedere che la colpa non sia collegata ad un atto specifico, ma nasca da un senso di inadeguatezza non compreso e da un malessere non chiaro, può cioè scaturire da scenari più profondi della nostra interiorità, trasformandosi in un'angoscia legata alla convinzione di essere inadeguati, inferiori, incapaci di essere amati e apprezzati.


Come si riconosce il senso di colpa costruttivo dall'altro?
Avete mai provato questo tipo di sentimento?
commosso
Il senso di colpa non può mai essere costruttivo ma solo distruttivo.

Ed è figlio dell'educazione cattolica .

hissfit

Vedi il profilo dell'utente
6
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il senso di colpa è un legame con il passato... mentre il realtà esiste il solo presente.

Vedi il profilo dell'utente
7
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
dipende a quale idea del tempo ti rifai, un'idea accreditata nega perfino il presente sostituendolo ad un fluire inafferrabile, il DIVENIRE che sarebbe a metà strada fra il presente già passato e il non ancora futuro, io accredito l'abbastanza ieri l'altro e il frequentemente domani!

Vedi il profilo dell'utente
8
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Shai ha scritto:Il senso di colpa è un legame con il passato... mentre il realtà esiste il solo presente.
cool
Il programma www.sensodicolpa.org viene caricato nel computer (cervello) dei bambini dalla nascita al 14° anno di età circa(maturazione sessuale)in modo da rendere i futuri uomini sottomessi al potere politico e religioso della Nazione in cui vivono.

Io ho un amico di origine greca che si chiama Cristo.
E quando lo incontro gli dico:"Padre,perdonami,perchè contro di te ho peccato!"
E lui se la ride di gusto perchè è Greco Ortodosso e non Cattolico.
inchino

Vedi il profilo dell'utente
9
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum