Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Samuel 'Billy' Wilder

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Blasel
avatar
Banned
Banned
E' stato un grande protagonista nella storia del cinema, sia come sceneggiatore, che come autore dei testi e regista. Come molti suoi colleghi era di origini tedesche e trasferitosi negli USA per sfuggire al nazismo in quanto ebreo.

Molti dei suoi capolavori sono stati girati in bianco e nero proprio per dare maggiore incisivita' alla trama del film.

Anche se il suo nome e', molto spesso, piu' ricordato per le sue commedie, i suoi films hanno spaziato nei piu' svariati generi e sempre con successo.

Gia' al suo primo film americano, come regista :"Frutto proibito", una commedia con Ginger Rogers e Ray Milland del 1942, si disimpegna magistralmente con i travestimenti degli attori, nella commedia degli equivoci, in un film che diverte, ma fa anche riflettere, molto, su realta' ed apparenza, tema a lui sempre caro.

Nel suo secondo film americano, dell'anno seguente :"I cinque segreti del deserto" si cimenta con il genere bellico, al solito di propaganda e quindi considerato, a torto, minore, all'uscita, per poi esser rivalutato nei decenni successivi.

Nel 1944 esordisce, con il 'botto' nel genere 'nero' con il film "La fiamma del peccato" con lo splendido cast : Barbara Stanwyck, Fred MacMurray ed Edward G.Robinson. In questo film, e' il protagonista, Fred MacMurray, la voce narrante fuori campo, aspetto che verra' ripreso piu' avanti per altri capolavoro, pietre miliari nella storia cinematogrqafica.

Del 1945 e' "Giorni perduti" che affronta i problemi dei reduci della II WW

Dopo aver diretto altre due commedie "Il valzer dell'imperatore" e "Scandalo internazionale", nel 1950 fa ritorno al genere 'noir' con "Viale del tramonto" (Sunset boulevard), film nel quale, nelle prime scene, il protagonista viene ucciso da colpi di pistola ed e' il suo corpo, galleggiante in una piscina a narrarci la storia a ritroso.

Dopo un altro film, nel 1953 "Stalag 17" del genere 'bellico', nel 1954 si cimenta con la commedia sofisticata "Sabrina" con lo splendido cast composto da Audrey Hepburn, William Holden ed Humphrey Bogart che, per la prima volta, interpreta, magistralmente, una commedia.
Nel 1955 fa ottenere a Marylin Monroe il primo successo internazionale con "Quando la moglie e' in vacanza", nel quale, la scena del vestito che si solleva con il getto d'aria proveniente dalla sottostante metropolitana newyorkese e' ricordata come icona del personaggio.

Dopo aver diretto ancora la Hepburn, nel 1957 in "Arianna", nel 1959 torna al bianco e nero ed a dirigere Marylin in "A qualcuno piace caldo", altro capolavoro per il quale si dovrebbero scrivere molte pagine, magari cominciando dallo sbuffo della locomotiva al passaggio di Marylin.
Si pensi che, sempre nel 1957 gli fu proposto di realizzare il film sulla trasvolata atlantica di Charles Lindberg che realizzo' magnificamente, con James Stewart che e' presente, dall'inizio alla fine, senza far annoiare gli spettatori.
Ancora del 1957, l'anno piu' prolifico di Wilder, realizzo' il capolavoro 'noir' "Testimone d'accusa", tratto da un romanzo di Agatha Christie, che ha sempre dichiarato esser il miglior film tratto da un suo soggetto.

A questi titoli seguirono :"L'appartamento", una commedia amarissima del 1960, "Un, due e tre" del 1961 dove sbeffeggia i sovietici nella Berlino divisa fra est ed ovest in piena guerra fredda, "Irma la dolce" del 1963, "Baciami stupido" del 1964, "Non per soldi, ma per danaro" del 1966 che frutta a Walter Matthau il primo oscar.

"Vita privata di Sherlock Holmes" e' del 1970, "Cosa e' successo tra mio padre e tua madre" del 1972 e "Prima pagina" del 1974 che e' un remake di "La signora del venerdi" interpretato da Cary Grant e Rosalind Russel nel 1940 per la regia di Howard Hawks, che esalta, ancora una volta, la coppia di attori composta da Walter Matthau e Jack Lemmon.

Anche se il suo ultimo film , che e' stato "Buddy Buddy", del 1981, sempre con la coppia Matthau-Lemmon, remake del francese "Il rompiballe", il suo ultimo capolavoro e' (per me) "Fedora", del 1978 dove ripete quanto gia' fatto con "Viale del tramonto", con la protagonista, Fedora, che muore nelle primissime scene del film, ma, questa volta, e' il produttore Barry Detweiler, interpretato da William Holden, a raccontare la storia a ritroso.

Ho cercato d'esser quanto piu' sintetico e' possibile, in quanto ogni film menzionato meriterebbe un proprio thread di discussione.





Visualizza il profilo dell'utente
2
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ho visto molti dei film citati e sono tutti meritevoli di visione, alcuni splendidi, sono particolarmente affezzionato a viale del tramonto e a cos'è successo fra mio padre e tua madre? Mentre trovo irma la dolce un film molto crudele, quasi quanto la moglie del soldato

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum