Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'Edmondo De Amicis del cinema

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Blasel
avatar
Banned
Banned
Forse da parte mia e' ingiusto rapportare Claude Lelouch a De Amicis, nei confronti di quest'ultimo, poiche', tranne il (tristemente) noto "Cuore", ha scritto altre opere, interessanti, ma poco note, mentre il regista francese ha sempre tenuto a 'tavoletta' l'acceleratore sul bieco sentimentalismo, ben oltre i famosi 'melodrammoni' (cosi chiamati anche se senza partitura lirico-musicale) degli anni 50' di Raffaello Matarazzo.

Lelouch esordisce nei lungometraggi nel 1960 con 'Le propre de l'homme', ma e' dopo altri 4 films che, nel 1966 gira 'Un homme et une femme' (Un uomo ed una donna) che gli procura ben due oscar nel 1967.

Da allora, avendo ben compreso che, in special modo da lui, ci si attende di piangere piu' per il lato sentimentale-triste che per quello comico, sforna pellicole come :

La vie, l'amour, la mort (La vita, l'amore, la morte) del 1969

La bonne annèe (Una donna e una canaglia) del 1973 che inizia durante la proiezione di 'un uomo ed una donna' in un carcere francese...

Toute une vie (tutta una vita) del 1974

Un autre homme, une autre chance (Un altro uomo, un'altra donna) del 1977

Robert et Robert (Agenzia matrimoniale A) del 1978

A nous deux (A noi due( del 1979

Les uns et les autres (Bolero) del 1981

Edith et Marcel 1983

Viva la vie (Viva la vita) del 1984

Partir, revenir (Tornare per rivivere) del 1985

Une homme et une femme, vingt ans deja (Un uomo ed una donna 20 anni dopo) del 1986

Itinerare d'une enfant gate' (Una vita non basta) del 1988



Mi fermo nell'elenco che troverete, completo, in rete, per ribadire il concetto che Lelouch ha 'sfornato' un 'capolavoro' di lacrime alla media di una 'pizza' all'anno.

Vanno rispettati i gusti di ciascuno ma, a mio avviso, il cinema e' ben altra cosa, o, almeno, dovrebbe esserlo.

A Voi la parola.





Visualizza il profilo dell'utente
2
Blasel
avatar
Banned
Banned
Tutti zitti? Eppure l'avete letto in otto...

Ah, gia', chi tace acconsente

Visualizza il profilo dell'utente
3
Steiner

Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@blasel ha scritto:Tutti zitti? Eppure l'avete letto in otto...

Ah, gia', chi tace acconsente

Ho letto anche io , ma oltre alla mia incondizonata solidarietà, in quanto non amo molto il cinema francese , salvo alcuni attori francesi,non saprei che dire.Qui c'è un sacco di gente colta , spero che qualcuno si presenti.
( per me hai ragione.. party )



Ultima modifica di Steiner il Sab 21 Mag 2011 - 0:28, modificato 2 volte (Motivazione : scrivo da bestia- errore di battitura)

Visualizza il profilo dell'utente
4
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sai blasel io non amo i film strappalacrime ma diciamo che si tratta di un genere ed io ho dei generi che apprezzo vedi horror (non torture-porn), musical, sci-fi, fantasy, giallo americano alla humprey bogart, il cinema di genere ha una sua dignità, si tratta di variazioni sulla stessa partitura, a volte minime ma che portano le persone che amano quel genere a svagarsi, ossia il cinema anche come intrattenimento...io penso che abbia senso per esempio, sarà che li vedevo da piccolo ma Angelica è una serie che non riesco a non rivedere, così come film strappalacrime come:
-la vita è meravigliosa
-scrivimi fermoposta
-anna dei miracoli
tutti i film con katerine hepburn e spencer tracy
romantici, melensi forse, ma chissenefrega mi piacciono ...come mi son divertita, quanto ho pianto! commosso

Visualizza il profilo dell'utente
5
Steiner

Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Ma dai big.. rotolarsi dal ridere
Angelica ( ero un ragazzino) era un pezzo di gnocca stratosferica..
Mi faceva venire le gocce agli occhi anche se non avevo ancora ...gli ..occhi per piangere.. rotolarsi dal ridere
Se De Amicis avesse visto Angelica du Plessis Belier, avrebbe intitolato il libro ad altre parti anatomiche.. cool

( N.A. nota dell'autore: mi dissocio da quanto sopra esposto . imbarazzo )

Visualizza il profilo dell'utente
6
Blasel
avatar
Banned
Banned
Big, ho grande stima di te, ma in quantgo a cinemtografia... sei una frana. Hai fatto un'isalata russa gustosissima...

E poi, quella classificazione dei generi.... Ma veniamo ai titoli da te enunciati che NULLA hanno in comune con il pur premiato Leluch..

La vita e' meravigliosa e' di Frank Capra ed e' stato girato nel 1946, quindi nell'immediato dopoguerra ed e' considerato, dal pubblico e dalla critica, unanimamente un 'capolavoro', infatti lo troverai sempre con 5 stelle di giudizio, cioe' il massimo

Scrivimi fermo posta di Ernst Lubitsch e' del 1939 ed e' una deliziosa commedia, ben recitata, e diretta, ma di certo, per quanto gradevole non e' considerata un capolavoro, anche se Billy Wilder soleva dire 'Tocco alla Lubitsch" per indicare la dolce leziosita' del suo conterraneo nel dirigere grandi attrici ed attori nelle sue commedie, tra le quali ti cito 'Ninotchka' con la Garbo che i pubblicitari fecero scrivere per quel film "La Garbo ride", dato che non la si era mai vista in una commedia.

Anna dei miracoli, con Anne Brancroft superlativa e' del 1963, diretto da Arthur Penn, anche se classificato 'commedia', perche' tratto da un lavoro teatrale che in Italia fu portato in scena da Anna Proclemer nei decenni scorsi, e' appunto un 'saggio di recitazione'.

I film con spingi e trasi (Spencer Tracy a Napoli) e la sua compagna (non moglie, perche' da buon cattolico non divorzio' mai dalla consorte) Katherine, restano fra le commedie capolavoro del cinema, ma spingevano piu' sul lato ironico che non quello strappalacrime.

Comunque, nel ringraziarti per il tuo contributo, ti elenco come gli scugnizzi napoletani pronunciavano il nome degli attori degli anni 50' :

care co pere (cadi con il piede) Gary Cooper
gregori piscia - Gregory Peck
e
susanna o' uarda (susanna lo guarda) Susan Howard
tirone o povero - Tyron Power
a' lana torna - Lana Turner
fridd aste' (freddo sta) Fred Astaire

Visualizza il profilo dell'utente
7
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
blasel...che mi hai portato affare sopra a posillipo se non mi vuoi più bene?

Io non parlavo di lelusc parlavo dei film strappalacrime e ti ho detto dei film che A ME strappano le lacrime...i generi...i generi non sono che classificazioni per trovare i film, dici horror e hai la lista dei film schedati come horror, ma i film più belli sono sempre di difficile classificazione, come definire

m il mostro di dusseldorf? solo un film horror? o un trhiller psicologico?
monsieur verdoux solo la riduzione filmica di barbablù?
o il grande dittatore? solo un film parodistico?
orizzonti di gloria solo un film di guerra?
la lista sarebbe lunghissima degli infragenere, dei transgenere, dei films transgender ma te la risparmio...l'insalata gustosa era un piccolo specchio di quello che offriva la rai quando ero piccolo, la rai democristiana che ha alfabetizzato l'italia (il lato positivo) e che ha fatto da apripista a milioni di beoti ipnotizzati dalla tv commerciale (il lato negativo) allora dava con regolarità i film che ho citato...era comunque una bella tv

Visualizza il profilo dell'utente
8
Blasel
avatar
Banned
Banned
@ Big : il tuo post mi ha 'commosso' e visto che hai affrontato il tema 'generi', in realta' difficilmente classificabili, ho deciso di aprire un thread su di un magnifico autore e regista che rappresenta, con i suoi lavori, quanto da te evidenziato, ed e' Billy Wilder.

Hai citato "Orizzonti di gloria" film prodotto da Kirk Douglas, capolavoro diretto da Stanley Kubrick, altro artista che si e' divertito ad affrontare i piu' svariati generi nei suoi capolavori. Non c'e' stato alcun flop nella sua carriera e dovremo parlarne, magari piu' avanti.

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum