Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Io vengo dal mare

Condividere 

Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Jester

Viandante Storico
Viandante Storico
Io vengo dal mare :
so cos'é quel navigare
infinito tra le onde,
dove il pensiero si confonde
nel blu dell'immensità.

Io vengo dal mare :
so cos'é quel naufragare
improvviso tra le onde,
per giacere sulle sponde
calme dell'avversità.

Io vengo dal mare :
so cos'é quel peregrinare
nelle trasparenze della vita
alla ricerca infinita
dell'isola Felicità.

Vedi il profilo dell'utente
2
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
Sperando che l'autore non si offenda, o che magari addirittura gradisca, sebbene io non sia un gran poeta (semmai un gran peto), dalla mia penna è sgorgato questo fiume, questo mare di versi, dopo aver letto la tua lirica.
A buon rendere!


E allora tornaci, al mare:
a quanto dici, sai navigare.
Se il pensiero si confonde,
fidati, non è per le onde,
ma per sostanze ricche di "particolarità".

E allora tornaci, al mare:
sai anche cos'è naufragare?
Non è che con tutte 'ste onde,
hai cambiato troppe sponde?
(Insomma, ti piacciono ancora le bionde?)
Su che sponda sta, la tua realtà?

E allora tornaci, al mare:
non dirmi che sai pure cos'è peregrinare?!
Ma sai già tutto, della vita!
Mi pare sia la tua scienza ad essere infinita:
ecco qua l'unica immensità!

Vedi il profilo dell'utente
3
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
Mi vado ad annegare.

Vedi il profilo dell'utente
4
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:Mi vado ad annegare.
E' un'ottima idea!
Se poi alla fine sei di quelli che non ci riescono e ti salvi, facci sapere com'è andata.
Altrimenti se tornerai qua festeggeremo tutti assieme la tua ulteriore (ma pur sempre temporanea, eh!) permenenza sulla terra nell'Angolo dell'ipocrisia.

Vedi il profilo dell'utente
5
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Cloroformio ha scritto:
@Gèca ha scritto:Mi vado ad annegare.
E' un'ottima idea!
Se poi alla fine sei di quelli che non ci riescono e ti salvi, facci sapere com'è andata.
Altrimenti se tornerai qua festeggeremo tutti assieme la tua ulteriore (ma pur sempre temporanea, eh!) permenenza sulla terra nell'Angolo dell'ipocrisia.

Ti mancherei, quasi quasi non torno apposta!

Vedi il profilo dell'utente
6
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
approvo di Cloroformio l'appello
e leggendo le sue rime mi tolgo il cappello:
se Jester al mare vuol tornare
mi faccio in quattro per poterlo aiutare.

Per andare al mare tutte le vie sono adatte...
non preoccuparti, non useremo le chiatte
non ti faremo provare la gogna
di arrivare al mare passando per la fogna!

E se per caso il dubbio ti sfiori
stai tranquillo, passerai pure i depuratori,
mentre nelle vasche di decantazione
potrai bearti di una ricca abluzione.

Orsù Jester, non ti serve dinero
con noi sei in una botte de fero:
con gli autospurghi è veloce la via
inoltre sarai in buona compagnia.

Vedi il profilo dell'utente
7
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Sono incatramata di stima!

Vedi il profilo dell'utente
8
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
sisi, sta diventando la valle dell'eco... jonate.

Vedi il profilo dell'utente
9
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:
@Cloroformio ha scritto:
@Gèca ha scritto:Mi vado ad annegare.
E' un'ottima idea!
Se poi alla fine sei di quelli che non ci riescono e ti salvi, facci sapere com'è andata.
Altrimenti se tornerai qua festeggeremo tutti assieme la tua ulteriore (ma pur sempre temporanea, eh!) permenenza sulla terra nell'Angolo dell'ipocrisia.

Ti mancherei, quasi quasi non torno apposta!

Adoro le donne che si sopravvalutano, sono come quelle che fanno le modeste, solo che in più fanno ridere!

@Zadig ha scritto:approvo di Cloroformio l'appello
e leggendo le sue rime mi tolgo il cappello:
se Jester al mare vuol tornare
mi faccio in quattro per poterlo aiutare.

Per andare al mare tutte le vie sono adatte...
non preoccuparti, non useremo le chiatte
non ti faremo provare la gogna
di arrivare al mare passando per la fogna!

E se per caso il dubbio ti sfiori
stai tranquillo, passerai pure i depuratori,
mentre nelle vasche di decantazione
potrai bearti di una ricca abluzione.

Orsù Jester, non ti serve dinero
con noi sei in una botte de fero:
con gli autospurghi è veloce la via
inoltre sarai in buona compagnia.

E se Zadig addirittura si scappella,
vuol dire che la mia rima er'assai bella.
Tutte le strade portano... dove? Ah, al mare!
Jester, vai da solo o te ce dobbiamo mannare?!

Vedi il profilo dell'utente
10
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Zadig ha scritto:sisi, sta diventando la valle dell'eco... jonate.
Ma questa definizione è stupenda! Sei proprio un poeta vate!
Che ne dici di peto water, come titolo per insignirti di tale funzione?

Vedi il profilo dell'utente
11
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Cloroformio ha scritto:Adoro le donne che si sopravvalutano, sono come quelle che fanno le modeste, solo che in più fanno ridere!!

Anch'io adoro gli uomini col senso dell'umorismo.
Peccato che siano pochi!

Vedi il profilo dell'utente
12
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
anche un peto nel water fa l'eco, quindi direi che è ottimo!

Dopo i poeti maledetti della scapigliatura milanese, noi scapigliamo in altro modo...

Vedi il profilo dell'utente
13
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:
@Cloroformio ha scritto:Adoro le donne che si sopravvalutano, sono come quelle che fanno le modeste, solo che in più fanno ridere!!

Anch'io adoro gli uomini col senso dell'umorismo.
Peccato che siano pochi!

Siccome sai già che sono un perfezionista, quell'"Anch'io" presupporrebbe che pure il sottoscritto, cui ti rivolgevi, adori "gli uomini col senso dell'umorismo". Cosa che non avevo affermato. Comunque sia, col tempo mi accorgo di adorare un certo tipo di humor e non adorarne altro.

Tornando in tema, cioè non la poesia, io sono fra quei pochi. Soprattutto se di humor nero stiamo parlando.
Ma che tu mi adorassi già si sapeva!

Vedi il profilo dell'utente
14
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Cloroformio ha scritto:Siccome sai già che sono un perfezionista, quell'"Anch'io" presupporrebbe che pure il sottoscritto, cui ti rivolgevi, adori "gli uomini col senso dell'umorismo". Cosa che non avevo affermato. Comunque sia, col tempo mi accorgo di adorare un certo tipo di humor e non adorarne altro.

Il mio "anch'io" era riferito al verbo "adorare" che tu avevi già usato e che io ho ripetuto.

Ma che tu mi adorassi già si sapeva!

Solo io non ero a conoscenza di questa mia caratteristica!

Vedi il profilo dell'utente
15
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Cloroformio ha scritto:

E se Zadig addirittura si scappella,
vuol dire che la mia rima er'assai bella.
Tutte le strade portano... dove? Ah, al mare!
Jester, vai da solo o te ce dobbiamo mannare?!

e come il pifferaio di Hamelin guidava i topi con musica fatata
condurremo Jester al mare con una scarpa sfondata:
ci arriverà seguendo della calzatura l'olezzo
così finalmente si leva dal...

Vedi il profilo dell'utente
16
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Zadig ha scritto:anche un peto nel water fa l'eco, quindi direi che è ottimo!

Dopo i poeti maledetti della scapigliatura milanese, noi scapigliamo in altro modo...

Ok, basta non scapigliarsi troppo però, già ti sei scappellato per il mio aulico verbo.

T'invito piuttosto a cogliere la profondità delle parole della mia Ode presente in questa sezione, così potrò avere il tuo sommo parere sulle lodi che ho tessuto alla divinità.

Vedi il profilo dell'utente
17
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:Il mio "anch'io" era riferito al verbo "adorare" che tu avevi già usato e che io ho ripetuto.

D'accordo, te la do per buona, ma solo perché sono un gentleman.

Solo io non ero a conoscenza di questa mia caratteristica!
Vabbé, ancora poco tempo e ne saresti stata informata.

@Zadig ha scritto:e come il pifferaio di Hamelin guidava i topi con musica fatata
condurremo Jester al mare con una scarpa sfondata:
ci arriverà seguendo della calzatura l'olezzo
così finalmente si leva dal...
...piffero?

Vedi il profilo dell'utente
18
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
certo, "piffero"... mica avrai pensato a "cazzo", spero.

Beh... la tua ode la leggo domani, che la sveglia suona presto per me.
notte vate al Cloroformio, notte Geca.

Vedi il profilo dell'utente
19
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Zadig ha scritto:certo, "piffero"... mica avrai pensato a "cazzo", spero.

Beh... la tua ode la leggo domani, che la sveglia suona presto per me.
notte vate al Cloroformio, notte Geca.

'notte Diggy

Vedi il profilo dell'utente
20
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Cloroformio ha scritto:D'accordo, te la do per buona, ma solo perché sono un gentleman.
Vabbé, ancora poco tempo e ne saresti stata informata.

Non sei ancora stanco?

Vedi il profilo dell'utente
21
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Zadig ha scritto:certo, "piffero"... mica avrai pensato a "cazzo", spero.

Beh... la tua ode la leggo domani, che la sveglia suona presto per me.
notte vate al Cloroformio, notte Geca.

Come faccio a pensare una parola che nemmeno conosco?

Vado anche io a orizzontalizzarmi, che la sveglia suona presto pure per me e devo ricordarmi di spegnerla.
Saluti

(Un consiglio a random: poco yoghurt la mattina!)

Vedi il profilo dell'utente
22
Cloroformio

Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:
@Cloroformio ha scritto:D'accordo, te la do per buona, ma solo perché sono un gentleman.
Vabbé, ancora poco tempo e ne saresti stata informata.

Non sei ancora stanco?
Dopo "Sei fantastico!", questa è la battuta che più mi son sentito ripetere dalle donne.
Buonanotte!

Vedi il profilo dell'utente
23
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Cloroformio ha scritto:
@Gèca ha scritto:
@Cloroformio ha scritto:D'accordo, te la do per buona, ma solo perché sono un gentleman.
Vabbé, ancora poco tempo e ne saresti stata informata.

Non sei ancora stanco?
Dopo "Sei fantastico!", questa è la battuta che più mi son sentito ripetere dalle donne.
Buonanotte!

'notte.

Vedi il profilo dell'utente
24
Jester

Viandante Storico
Viandante Storico
si leva dal cazzo
e mirando l'orizzonte
grida a se stesso :
ma io non voglio andà in quel cesso!
io voglio tornare al mare
senza mai piu' naufragare,
piuttosto sorvolare
l'aere rarefatta di luglio
senza alcun imbroglio
senza alcun bavaglio,
senza alcuna ipocrisia
ritrovare il mio mare
e inchinarmi all'ironia
alla potenza della vostra poesia.

Vedi il profilo dell'utente
25
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Jester ha scritto:

Io vengo dal mare :
so cos'é quel navigare
infinito tra le onde,
dove il pensiero si confonde
nel blu dell'immensità.

Io vengo dal mare :
so cos'é quel naufragare
improvviso tra le onde,
per giacere sulle sponde
calme dell'avversità.

Io vengo dal mare :
so cos'é quel peregrinare
nelle trasparenze della vita
alla ricerca infinita
dell'isola Felicità.


Leggendo questa stupenda composizione poetica, abbiamo la controprova letteraria che la poesia
sia una forma espressiva capace di condurre i destinatari del messaggio poetico all'interno dell'anima dell'artista creatore.

Mi sono permesso di intitolare questo mio post di commento, ponendovi dentro l'aggettivo "classico".

Classico in quanto ci troviamo di fronte ad un'opera che contiene tutti gli elementi costitutivi propri della valenza poetica ivi compresa la rima.

Una dimensione espressiva che se abusata porta ad una distorsione estetica, mentre nel caso in oggetto, rappresenta un ottimo strumento tecnico per la funzionalita' grammaticale dell'opera medesima.

Un classico, che inoltre ha un equilibrio narrativo letterariamente ottimale, poiche' tutte le immagini poetiche ed i riferimenti che l'autore ha strutturato sono come visioni che sfumano e riappaiono agli occhi del lettore e quindi, questa tonalita' astrattamente visiva, fa' vincere il componimento producendo quella sensazione di struggente dolcezza espressiva che del resto e' tipica di tutti i componimenti poetici che possano dirsi riusciti.

Focalizziamo un attimo meglio i vari fraseggi del testo.

" Io vengo dal mare :
so cos'é quel navigare
infinito tra le onde,
dove il pensiero si confonde
nel blu dell'immensità".

Qui il poeta rivendica, e ci riesce, una preogativa unica e tipica che appartiene a chi sia stato a contatto con il mare:
e cioe' conoscere la portata e la valenza del navigare.

Il navigatore che avverte nel proprio animo l'affascinate difficolta' di vivere nel mare ma nello stesso tempo tutta l'emozione indicibile dell'esserne rapito.

E magia della poeticita', fa' creativamente "confondere " il pensiero con quel blu' che e' l'impatto primordiale a cui il mare ci riconduce.


"Io vengo dal mare :
so cos'é quel naufragare
improvviso tra le onde,
per giacere sulle sponde
calme dell'avversità".

In questo passaggio, invece, abbiamo l'espressione gloriosa di un traguardo che non sembra piu' umano: cioe', e' come se l'autore ci stesse dicendo: " Chi come me' venga dal mare, giacera' sulle sponde calme dell'avversita', poiche' rodato dalle durissime prove che il mare gli impone, considerera' minime le avversita', cioe' si trovera' in una superiore e felice condizione di calmo dominio sulle dificolta' medesime.

Un'esperienza trasposta letterariamente dall'autore e sublimata dal raffinato fraseggio.

Ma il poeta esteticizza al massimo questa situazione usando il verbo " giacere".
Un verbo che potenzialmente ha una forte valenza poetica.

"Io vengo dal mare :
so cos'é quel peregrinare
nelle trasparenze della vita
alla ricerca infinita
dell'isola Felicità".

Siamo ormai all'apoteosi finale dell'espressivita': la vita e' come il mare: una trasparente epopea di cui solo il marinaio conosce lo struggente divenire fatto di dolci difficolta' e di inestimabili ricompense.

Con la meta finale della Felicita'.

Con la "effe" maiuscola, quasi che la Felicita' fosse una dea che remotamente ispirava l'autore dietro le poetiche immagini del mare.

Ecco quindi un significativo e riuscito esempio di arte poetica nel suo piu' pacato e pieno equilibrio ,costitutivo ed espressivo.

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Andare alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum