Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

nazismo ed illuminazione

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ho trovato questo articolo che dice cose immagino interpretabili in varia maniera...opinioni?

NAZISMO ESOTERICO

Tutto quanto riportato in questo articolo ha il solo scopo di fare luce su di un aspetto poco noto del Nazionalsocialismo ed ha quindi un fine esclusivamente culturale, storico e scientifico. Non intende minimamente giustificare o, tantomeno, condividere tutti gli orrori causati da queste teorie.

La dottrina ufficiale del nazionalsocialismo affermava che le popolazioni germaniche erano dirette discendenti degli Ariani e che quindi erano destinate a stabilire un nuovo ordine mondiale. Gli Ariani erano quella misteriosa popolazione che circa 4000 anni fa discese dal nord e, dividendosi in due tronconi, discese nel subcontinente indiano ed in Europa.
La parola sanscrita Ariya (Ariano) è di difficile traduzione, anche se viene comunemente tradotta con "Nobile". In generale la parola "Ariani" indica una "razza dello spirito" presente nell'Umanità fin dagli albori della preistoria. Questa "razza" si pone dunque in netta contraddizione con le popolazioni ginecocratiche ed autoctone del sud del mondo che, nella loro recente storia, hanno partorito religioni come l'Ebraismo, l'Islamismo ed il Cristianesimo, religioni, che, con i loro contenuti elementari, erano molto più adatte a delle popolazioni, che per motivi genetici, erano incapaci di comprendere la profondità delle dottrine ariane.
Di origine ariana sono invece la civiltà greca e tutte le sue profonde speculazioni filosofiche, l'impero romano, la civiltà iranica e la civiltà, detta appunto indoariana, che fiorì nella valle del Gange.
In quest'ultima civiltà, in particolare, fu messa per iscritto la tradizione filosofica orale degli Ariya, nelle opere dei Veda e delle Upanishad, nelle quali il pensiero umano raggiunse le sue più alte vette.
La patria originaria degli Ariani, la mitica Thule, era situata nelle regioni del polo nord e fu da essi abbandonata per l'avanzare dei ghiacci a seguito dell'ultima Era Glaciale.
Il geografo ed esploratore greco Pitea parla per la prima volta della leggendaria isola di Thule nella quale il Sole splendeva per sei mesi all'anno e che distava sei giorni di navigazione dall'odierna Scozia. Quest'isola sarebbe stata abitata da una leggendaria popolazione, gli Iperborei. Questi sarebbero stati custodi di una Tradizione Filosofica Primordiale che avrebbero ereditato dalla civiltà di Atlantide ormai scomparsa. Thule è menzionata anche nella "Geografia" di Tolomeo ed in molte altre opere antiche. Gli studiosi tendono ad identificare l'isola con l'Islanda o con la Groenlandia (Greenland, Gronland = Terra Verde) che in un remoto passato avrebbero avuto rapporti con Atlantide, prima che questa fosse inghiottita dalle acque. Nelle terre attorno al polo effettivamente il giorno dura sei mesi e la notte altrettanto.
Il mito di questa popolazione iperborea è presente nella tradizione di molti altri popoli come gli indiani d'America ed i cinesi, ma è sopratutto nei monasteri del Tibet che si conservano in segreto documenti su quegli avvenimenti (il Tibet, data la sua altitudine, sarebbe rimasto completamente indenne dal Grande Diluvio). Non a caso Hitler nel 1938 mandò una spedizione in Tibet con l'intento di scoprire le origini della razza ariana. Si noti che il nazismo adottò come simbolo la svastica che originariamente era il simbolo ancestrale della razza ariana. D'altra parte Hitler, già prima di salire al potere, era membro della società iniziatica "Thule", i cui membri erano convinti della divisione dell'Umanità in due civiltà: quella Aristocratica degli Ariani e quella Ginecocratica dei popoli mediterranei e dei Dravidici dell'India, entrambe assoggettate dagli Ariani. Nel mondo attuale, invece, la civiltà Ginecocratica avrebbe preso il sopravvento.
La società iniziatica Thule prende il nome dalla mitica terra originaria degli Ariani. Essa nasce nel 1912 ed il suo fine era di creare una razza di superuomini, ovviamente ariani, i quali avrebbero dovuto portare a termine la lotta contro quelle razze che loro ritenevano essere inferiori: principalmente ebrei, slavi, negri, ma anche minoranze come zingari e omosessuali. Uno degli adepti di Thule, Dexler, fonda nel 1919 il Partito dei Lavoratori Tedeschi che diventerà poi, sotto la guida di Hitler, il Partito Nazional-Socialista o Nazista. Thule diventa così la società iniziatica più influente nella Germania. Finanziatore del Partito dei Lavoratori Tedeschi è l’ingegnere Gottfried Feder un altro membro della società iniziatica Thule. Anche il gerarca nazista Rudolph Hess era membro attivo della setta. La società era anche visibilmente influenzata dal pensiero nietzscheano circa la contrapposizione tra l'uomo libero, forte, nobile (che "anela al Superuomo") e l'uomo debole, meschino, malato nell'anima.
La Thule si ispirò molto anche al Buddhismo tibetano ed anche alle dottrine esoteriche di madame Helena Petrovna Blavatsky, la celebre medium e occultista, fondatrice della Società Teosofica Internazionale
Un'altra società segreta che influenzò Hitler fu Ahnenerbe di cui era membro il gerarca nazista Himmler. Questa società si proponeva il fine di creare un impero Ariano in Europa che avrebbe dovuto avere come modello il Sacro Romano Impero (primo Reich) che aveva custodito la tradizione imperiale romana per tutto il Medio-Evo.
Secondo entrambe le società la razza ariana non si sarebbe evoluta come le altre razze inferiori, secondo quanto sostenuto da Darwin, ma derivava da un popolo semidivino. Alcuni adepti ritenevano questo popolo originario di Atlantide. Esse affermavano la superiorità dell’aristocrazia ariana bianca rispetto agli altri popoli.
Himmler, Comandante Supremo delle SS, studiava i testi sacri indiani, specialmente la "Bhagavad-Gita" che ammirava per le sue qualità ariane. La sua concezione della storia era simile a quella degli Yuga indiani ed era convinto che questo fosse il periodo del "KaliYuga", l'età oscura che doveva essere rigenerata tramite un olocausto totale che salvasse il popolo ariano dalla distruzione derivata dalla commistione con le razze inferiori. Himmler era affascinato dalle tradizioni cavalleresche medioevali e si circondò di elementi fidati, in modo particolare i 12 iniziati, ufficiali superiori che condividevano i suoi ideali.
D'altra parte, negli anni tra le due guerre mondiali, molti studiosi cominciarono a sostenere che per spiegare una quantità di convergenze e di corrispondenze di simboli, dati antropologici e filologici, ecc., è necessario ammettere l'esistenza di una razza nordico primordiale, che verso l'Età della Pietra, dalle regioni artiche si sarebbe spostata verso il sud, dando luogo alle forme più alte di una civilizzazione di tipo cosmico-solare in netta contrapposizione con le cività preistoriche "meridionali" caratterizzate dai culti della grande madre.
Secondo questi studiosi sarebbe esistita una dimora polare, patria primitiva della razza nordica, che aveva sviluppato una sorta di civiltà da "Età dell'Oro" (corrisponderebbe, secondo le ultime ricerche, ad un periodo interglaciale "caldo" collocabile tra il 40.000 ed il 28.000 a.C.). Si noti che la stessa definizione scientifica di "Era Glaciale" è " Era geologica in cui le calotte polari sono coperte da ghiacci". Ciò lascia supporre che nelle ere interglaciali le calotte polari fossero totalmente o parzialmente libere da ghiacci.
Secondo lo studioso tedesco Herman Felix Wirth (membro come Himmler della società segreta Ahnenerbe), una grande quantità di dati geologici, climatici e botanici veramente impressionanti dimostravano come allora, tra i 70 e gli 80 gradi di latitudine Nord, vi era una temperatura media annua paragonabile ad un clima temperato (sui 10 gradi centigradi, contro i 20 sotto zero attuali a quelle latitudini) e che questo territorio aveva incluso anche l'Islanda, la Groenlandia e le Isole Spitzbergen.
Era L'Atlantide polare, Thule, la sacra dimora della prima umanità. Umanità che quindi, secondo Wirth, era nata in un periodo "Terziario", molto prima dell'arrivo di una fortissima glaciazione (dal 28.000 a.C. - ultima fase del Wurm) che aveva di conseguenza costretto gli abitanti di questo Eden Polare a migrare verso Sud, per costituire più tardi l'Atlantide platoniana che tutti conosciamo (dal 15.000 al 9.000 circa a.C.).
La fine del Wurm, l'innalzamento repentino dei mari, insieme con altre catastrofi naturali (il Diluvio Universale) aveva costretto i superstiti dell'Atlantide ariana ad una diaspora in Europa, Asia, Africa nordoccidentale ed America.
Dunque la razza ariana era una "razza dello spirito". Questo concetto, sviluppato sopratutto dallo studioso di Scienze Tradizionali Julius Evola, si incentra sulla considerazione che gli Ariani avevano una "qualità psichica" superiore che permise loro di sviluppare concetti filosofici assai elevati, completamente estranei alle popolazioni autoctone che nel corso dei secoli essi assoggettarono. Inoltre l'elite di questo gruppo aveva probabilmente sperimentato quella che nella Tradizione Induista e Buddista viene chiamata "Illuminazione" e tutte le grandi opere dei Veda e delle Upanishad erano un tentativo di trasmettere questa sapienza con le parole.
D'altra parte nei Veda (i sacri testi già presenti in India 4000 anni prima di Cristo) sono descritte configurazioni astronomiche osservabili solo in aree dell'emisfero boreale non lontane dal circolo polare artico, in un'epoca molto anteriore alla fissazione per iscritto dei Veda stessi.
Considerando le circostanze geoetnolinguistiche in cui sono stati prodotti gli inni vedici, è molto improbabile che tali descrizioni mitologiche di configurazioni astrali siano potute arrivare dall'esterno: si tratterebbe allora di memorie ancestrali, conservate sin dalle origini dai sacerdoti astronomi delle popolazioni indoeuropee poi migrate in India: memorie mitologiche ed elementari conoscenze astronomiche che gli Ariani avrebbero portato con sé da una remota sede settentrionale.
Un'altro aspetto notevole dell'esoterismo nazista è l'influenza che su di esso ebbero le dottrine gnostiche.
Come è noto, per lo Gnosticismo, questo Mondo è dominato da un Dio arrogante, geloso ed "ignorante" di tutto ciò che è al di sopra di lui. Questo Dio sarebbe il Dio della Bibbia e gli Ebrei il suo popolo eletto.
Invece l'elite ariana corrispondeva a coloro che, nello Gnosticismo, vegono definiti "pneumatici", cioè coloro che conservano dentro di se la scintilla divina dell'Uno Inconoscibile, ben superiore al Principe di questo Mondo.
Nel Mein Kampf, Hitler afferma chiaramente di voler eliminare la Chiesa Cattolica da cui dipendono la sete di sangue, la bassezza e la menzogna di secoli e secoli di storia, regno della menzogna che deve crollare.
Rosenberg descrive la religione cristiana come “il credo di una massa di ebrei degenerati“.
Baldur von Schirach, nel 1933, specificò che alla “Hitler Jugend”, la gioventù di Hitler, non si poteva appartenere qualora si militasse al contempo nelle organizzazioni cattoliche.
Heydrich, vice di Himmler, definiva i preti cattolici “stregoni del cielo“.
Bormann ricordava che “il Nazionalsocialismo e il Cristianesimo sono incompatibili“.
Himmler in una conversazione con Von Weizsaecher, ambasciatore tedesco presso la Santa Sede, ebbe a dire “non avremo pace finché non avremo distrutto il Cristianesimo".
Eppure Hitler si definiva Cristiano. E' chiaro che Hitler credeva in Cristo così come inteso dalla Dottrina Gnostica, cioè il Salvatore che era venuto a rivelare il Padre Nascosto ed a liberare i suoi figli dal Dio della Bibbia Arrogante e Geloso.
D'altra parte, una delle tesi fondamentali dell'esoterismo nazista è che Cristo non fosse Ebreo, ma Ariano. Infatti Hitler fece di tutto per avere la Sacra Sindone, in quanto dall'analisi del gruppo sanguigno trovato sulla Sindone si evinceva che Cristo non apparteneva alla razza ebraica. Infatti il sangue trovato appartiene al gruppo AB che è incompatibile con un Cristo ebreo: Hitler credeva nella versione degli stessi ebrei che Cristo fosse figlio di un soldato romano (Caio Pantera) e di una prostituta, anch'essa romana, di nome Maria.
Anche il misterioso viaggio di Hess in Inghilterra nel 1941 si inquadra in questo quadro di esoterismo: Hitler sperava in una pace separata con la "sorella ariana" per poter sferrare, con più tranquillità, l'attacco all'Unone Sovietica. In Gran Bratagna esitevano società segrete analoghe a quelle tedesche che avevano le stesse dottrine. Solo in questo contesto si può comprendere l'errore madornale che fece Hitler di non sferrare l'attacco finale all'Inghilterra dopo la disfatta di Dunkerque, quando la terraferma inglese era quasi completamente priva di esercito.

Vedi il profilo dell'utente
2
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
eh, la storia delle radici occultiste di alcuni ambienti nazisti è nota; ci hanno scritto diffusamente Nicholas Goodrick-Clarcke e anche il giornalista italiano Giorgio Galli;
le mitologie che hai riportato non sono un'esclusiva dei proto-nazisti, ma un patrimonio abbastanza diffuso presso la piccola borghesia tedesca e austriaca, ma anche, in misura minore, nel resto dell'Europa settentrionale a cavallo del secolo;
in effetti, tra i dirigenti nazisti l'unico veramente interessato a questa cosmognia fu Himmler, mentre Hitler era piuttosto diffidente nei confronti dell'ipotesi di accordare maggiore spazio a queste dottrine perché subodorava l'imprevedibilità e la difficoltà di gestirne i risultati;

l'antagonismo rispetto alla chiesa, soprattutto quella cattolica, era una necessità dovuta all'intendimento di egemonizzare l'educazione delle mase, Hitler si diceva ammiratore dei gesuiti e della loro capacità fi persuasione...
quanto al Cristo de-giudaizzato, è un tema emerso a fine ottocento sulla scia dell'antisemitismo che cominciava ad articolare argomentazioni di tipo biologico e che ovviamente trovava imbarazzante la nozione per cui Gesù fosse parte di quella stirpe.

Vedi il profilo dell'utente
3
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
comunque confermo che arya in sanscrito sta a significare solo "nobile"
e questo avveniva almeno tremila anni prima dell'avvento del nazional socialismo

confermo che i nazisti si siano recati in Tibet e se la memoria non mi inganna sono tornati in patria con un bel carico di libri

comunque tempo fa avevo fatto una ricerca sul Tibet e sempre se non ricordo male un minimo di storia inizia da circa il 500 ad

se credete possa interessare posto qualcosa... tra la storia la leggenda e la filosofia

ah.... sembra... ma io sono poco interessato, che il fascismo abbia radici esoteriche ben più salde del nazismo

Vedi il profilo dell'utente
4
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
grazie per gli interventi, leggendo l'articolo e gli interventi ho capito perchè mi aveva colpito e..in effetti sono cose risapute, e sì sicuramente l'induismo ed il tibet non sono definiti dal nazismo come gandhi non è definito dall'opinione sul nazismo e sul fascismo...no è che all'interno di una ricerca spirituale personale si annida il germe della religione, del legare o del rileggere a seconda delle due possibili radici etimologiche.
Mi spiego meglio aldilà delle chiese che sono conclamati centri di potere, le religioni si accompagnano comunque al potere, giustificano di tutto in nome di dio, dio è con noi ecc ecc in questo senso diventa interessante (almeno per me) cercare le ragioni per cui il nazismo ha cercato le proprie giustificazioni nell'induismo ed in tibet (forse per la divisione in classi? Cosa di meglio per giustificare il "state buoni se potete" di un motivo karmico? "sei uno sfigato perchè hai commesso peccati nelle vite precedenti e se sei una donna o un intoccabile sei destinato ad essere merda fino alla morte, poi se ne parla la prox vita")... quindi anche aldi fuori delle religioni, nelle personali ricerche di illuminazione senza dei dalla barba bianca di riferimento, possono emergere elementi di integralismo, di razzismo, di classismo, di ricerca del superuomo e di divisione in cittadini di serie a, b o c....


Perchè oggi scientology si scaglia contro la psichiatria?:
"Psichiatria, nazismo e Scientology Di Delfi, febbraio 2004. Credo non esista un solo scientologist che, prima o poi, non sia entrato in contatto con l'affermazione secondo cui il nazionalsocialismo tedesco sarebbe stato un prodotto della
psichiatria.
Fin dai primissimi corsi di base di Scientology (ad esempio: Anatomia della Mente Umana) ci si sente ripetere che i veri istigatori delle barbarie del terzo Reich appartenevano alla sfera psichiatrica. Secondo gli scientologist sarebbero stati proprio gli psichiatri del tempo a creare le condizioni favorevoli all'ascesa del nazionalsocialismo tedesco, e lo stesso Adolf Hitler non sarebbe stato altro che una sorta di pupazzo controllato a piacimento dalla cerchia
psichiatrica [1].


1. Un articolo intitolato "I dottori del diavolo", riportato su un opuscolo ufficiale del CCHR, ribadisce questi concetti. L'opuscolo intitolato: "La creazione del male - La � psichiatria distrugge la religione". possibile leggerlo anche online: � http://religione.cchr.org/page48.htm Il CCHR, "Citizen Commission on Humain Rights", l'equivalente del nostrano CCDU, � Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, ed un gruppo di facciata della Chiesa di � Scientology."

su di una base non aristotelica diventa molto interessante incrociare questi dati per capire non tanto 2500 anni fa o tout court il nazismo, quanto oggi i legami fra la ricerca di dio (o di illuminazione) e le tentazioni totalitarie

Vedi il profilo dell'utente
5
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
altro elemento apparentemente non correlato ma per me significante è la MARVEL

la marvel alla ricerca del superuomo, senza nice la marvel non sarebbe esistita, ma, quando ero ancora giovane e spensierato e leggevo i fumetti, mi accorsi che c'era una sostanziale differenza POLITICA fra thor,cap america, iron man e l'uomo ragno e fantastici 4.
I primi 3 erano decisamente di destra, l'idea del superuomo che vi era contenuta era molto classista...fra poco usciranno nelle sale thor e cap america, iron man è al secondo, l'uomo ragno venne fatto la prima volta negli anni 70...

Vedi il profilo dell'utente
6
Magonzo
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Boss, gli psichiatri sono presi di mira dai capi di Scientology poiché sono gli antagonisti più verosimili e autorevoli cui viene demandato un processo di terapia volto a liberare eventuali plagiati, in modo tale da inculcare in questi ultimi un forte pregiudizio di diffidenza e porre subito una distanza; il fine è evidentemente strumentale per qualunque osservatore esterno appena un po' smaliziato;

quanto al Nazismo e ai suoi riferimenti all'occultismo e all'esoterismo, nonché ad altre dottrine, bisogna dire alcune cose:
a) non esiste un "Nazismo" quale dottrina coerente che ricomprenda tutte queste manifestazioni; esiste una dottrina nazista dello stato e dei rapporti di cittadinanza, relativamente coerente e dettagliata e che si manifesta nelle leggi e nelle procedure; esiste il Mein Kampf, che è un testo essenziale di riferimento, ma le iniziative personali dei gerarchi e idee citate estemporaneamente non possono essere considerate come parte organica di una nozione comune e convenzionale di "Nazismo";

b) il ricorso a cosmogonie alternative a quella cristiana è carattere comune a molti movimenti culturali politicamente trasversali che si sono formati nella seconda metà dell'Ottocento in reazione alla società borghese e di massa emersa dalla Rivoluzione francese;
mentre nell'Europa meridionale e latina il ruolo di argine al liberalismo e alla modernità è stato assunto in grande misura dal cattolicesimo conservatore e autoritario, nei paesi in cui era prevalsa la Riforma un ruolo di questo tipo era difficilmente concepibile per un carattere intrinsecamente favorevole alla libertà di coscienza e all'indipendenza politica da parte delle dottrine protestanti;

il vero sentimento promotore delle dottrine esoteriche e delle cosmogonie alternative fu il terrore dei piccolo- borghesi, ma anche di qualche piccolo rentier decaduto, per il principio rivoluzionario di Uguaglianza e per la prospettiva di essere inghiottiti nell'anonimato del magma popolare montante, con la perdita di quel minimo di identità qualificata che era stata conseguita durante il secolo trascorso dalla Rivoluzione;

In questo, gioca un ruolo esenziale l'incapacità culturale di comprendere e spiegare i meccanismi di funzionamento della società e dell'economia di massa quali complessi di forze prive di un disegno coerente, per cui presso il popolino appena letterato e la piccola borghesia marginale diventano molto popolari nella seconda metà dell'Ottocento tutte quelle dottrine che spiegano gli eventi in termini di lotta tra società segrete, la massoneria, le gerarchie ecclesiastiche, i savi anziani di Sion e altre sette esoteriche, e questo costituisce il terreno di elaborazione delle idee;

ora, siccome il Nazismo si è connotato sin dal principio come un movimento di radicale trasformazione del concetto di persona, cancellando il concetto giuridico di uguaglianza, è logico che abbia raccolto adesioni e contributi in ambienti culturali in cui venivano coltivate idee radicalmente alternative alla cosmogonia cristiana, ove l'uguaglianza tra gli esseri umani è il principio essenziale.

Vedi il profilo dell'utente
7
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
DUE PAROLE SULLE DIVISIONI IN CLASSI

visto che l'hai citate allora ti dico quello che so
esistono in India da più di 5000 anni (tre zeri hai letto bene) e se ne parla anche sulla Gita

il motivo della divisione non ha nulla a che vedere con lo schifo ereditario che divennero le classi nei secoli successivi fino ad oggi

lo sintetizzo in un linguaggio occidentale:
ci sono quattro livelli evolutivi tra gli esseri umani così riassumibili

LIVELLO BASICO ( Sudra)a questo livello l'essere è interessato alla propria sopravvivenza e alla soddisfazione dei bisogni essenziali ...mangiare bere uomo donna;è idoneo ai lavori manuali, nel senso che serve bene se stesso e la collettività se impiegato allo svolgimento di compiti semplici e muscolari

LIVELLO SVILUPPO DELL'IO (vaishya )in questo livello l'essere deve esprimersi, è il livello dei commercianti artisti attori musicisti ecc...l'essere serve se stesso e la collettività con la propria creatività

LIVELLO DEL RIPIEGAMENTO INTERIORE ( kshatriya ) a questo livello iniziano le domande su se stessi e sulla vita, il desiderio di esibirsi cala ed aumenta la necessità di solitudine e austerità...servono se stessi e gli altri come guerrieri (allora i guerrieri erano nobili d'animo, evitare paragoni con i militari di oggi)

LIVELLO DELLA COMPRENSIONE (Bramini) molte delle domande hanno trovato risposta, la mente è più aperta e riesce a cogliere molti aspetti della realtà; questi uomini insegnano e dirigono

...ovviamente se il figlio del bramino era cretino non poteva fare il bramino ma avrebbe fatto il sudra

applicato ad oggi il figlio di Bossi zappava la terra e Berlusconi era un presentatore televisivo

(ho molto semplificato per i non addetti ai lavori, astenersi precisini)

Vedi il profilo dell'utente
8
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
benissimo non discuto sui 5000 anni ma ti chiedo, c'è una data dalla quale in poi la divisioni in classi è diventata ereditaria?, tu condividerai con me visto che l'hai precisato che se è ereditaria è il rovesciamento del concetto precedente, da una sorta di meritocrazia si passa ad un diritto di nascita..e la casta degli intoccabili e delle donne che fine ha fatto?

Vedi il profilo dell'utente
9
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:benissimo non discuto sui 5000 anni ma ti chiedo, c'è una data dalla quale in poi la divisioni in classi è diventata ereditaria?, tu condividerai con me visto che l'hai precisato che se è ereditaria è il rovesciamento del concetto precedente, da una sorta di meritocrazia si passa ad un diritto di nascita..e la casta degli intoccabili e delle donne che fine ha fatto?

la classe degli intoccabili se la sono inventata gli uomini di sana pianta così come l'ereditarietà delle caste (il processo storico non lo so)

tutto questo per dire, a te che sei ateo, che i principi religiosi originari hanno un senso ed una logica e sono fatti per l'uomo
poi, non per colpa del Maestro che originalmente ha insegnato (nel caso delle caste fu Krishna in persona) ma per gravissime colpe di bande di bastardi che mettono in piedi le organizzazioni religiose avviene qualcosa di terribile che stravolge tutto

si capisce da come parlo che si può essere contemporaneamente "religiosi" e anticlericali?

Vedi il profilo dell'utente
10
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ma tutti qui sono religiosi ed anticlericali, anche gli "eretici" l'unico bastardo ateo e anticlericale sono io rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum