Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La religione e "l'avvenire di un'illusione"

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 3]

1
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Nel 1927 S. Freud pubblicava "L' avvenire di un illusione", la religione ed i suoi risvolti sull' uomo.
Egli interpretava la religione come un "tranquillante" che cercava di rendere la vita, di per sè dura e violenta, più sopportabile agli occhi dell' uomo.
Ecco allora che i fenomeni della natura venivano personificati dall' uomo primitivo, al fine di renderli un essere identificabile e con il quale si potesse interagire (ad esempio sacrificandogli cibo, ecc ecc). Grazie a questo espediente l' uomo assunse la forza per andare avanti, "umanizzando" la natura che lo circondava, e togliendoli quell' aurea miteriosa ed inquietante.
In questo senso la religione svolse quindi un ruolo assai positivo, ma col tempo finì per essere deleteria alla forza d' animo ed alla ragione umana: la religione é un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente .
Freud continuava nella sua discussione sostenendo che con il progredire della scienza Dio sarebbe diventato sempre meno necessario, ed anzi non sarebbe più riuscito a reggere il confronto, fino a presentarsi nuovamente per quello che era in origine: un' illusione; e quindi a dileguarsi.
Al tempo stesso Freud precisava che la scienza moderna, proprio perchè consapevole dei propri limiti, non era un'illusione come la religione e che sarebbe stato pernicioso pretendere di ottenere per vie alternative ciò che essa non era in grado di fornire.
Il messaggio che Freud ricavava da tali ragionamenti era "Se l'uomo distoglierà dall'aldilà le sue speranze e concentrerà sulla vita terrena tutte le forze rese così disponibili, riuscirà probabilmente a rendere la vita sopportabile per tutti e la civiltà non più oppressiva per alcuni".


Io trovo che questo libro sia molto profondo e lo condivido appieno.

Voi che ne pensate?

Vedi il profilo dell'utente
2
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
concordo, basti pensare a quante energie (poswitive ma anche negative) si scatenano dalle religioni e dai loro incontri scontri, solo che non credo sia così facile, oppure tutti gli "scienziati" dovrebbero essere atei ed invece purtroppo anche la scienza ha dei limiti, la comprensione umana ha dei limiti e, aldilà si posiziona l'idea di dio

Vedi il profilo dell'utente
3
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Piccola correzione:"Aldilà si posiziona l'idea del Dio Cattolico."

L'idea del Dio Musulmano si posiziona nell'aldiquà,non nell'aldilà.

scratch

Vedi il profilo dell'utente
4
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
L'Aldilà è qua... in mezzo a noi. cool

Vedi il profilo dell'utente
5
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E' curioso come le ideologie del '900 che negavano il "concetto di Dio" hanno poi innalzato se stesse al ruolo di "totem", creando tutta una serie di nuovi "papi", "sacerdoti" e "liturgie".
E hanno riempito l'umanità di lager e di gulag.

Stessa cosa hanno fatto le ideologie che hanno usato il "concetto di Dio" e le religioni per affermare il proprio potere (politico o religioso).

Fa davvero ridere il fatto che una delle principali ideologie che ha combattuto il "concetto di Dio", ha creato in sua sostituzione il mito del "sol dell'avvenire". Già...l'avvenire. Tutte le ideologie spostano avanti nel tempo la loro "piena realizzazione". Peccato che questa "piena realizzazione" non avverà mai.

Freud era un furbacchione. E un ignorante. E' obiettivamente difficile credere in cio' che il cristianesimo ci ha trasmesso. Ma sarebbe bene almeno conoscerne i passaggi essenziali, visto che ha influenzato la nostra storia e la nostra cultura.
I farisei domandarono a gesù: «Quando viene il regno di Dio?». Egli rispose: «Il regno di Dio non viene in modo che si possa osservare. Nessuno potrà dire: "Eccolo qui", o: "Eccolo là", perché il regno di Dio è già in mezzo a voi».
Dunque il cristianesimo parla di "qui e ora". Il concetto dell'aldilà come "premio futuro" è un trucco usato dal potere (politico e religioso) per affermare se stesso, conservare se stesso e giustificare se stesso. Ma non vi è - secondo il cristianesimo - "nessun regno che verrà in un futuro che non sia già presente qui e ora e che non debba essere costruito qui e ora".
Secondo il cristianesimo non vi è, in sostanza, nessun "aldilà" che non sia, contemporaneamente, "aldiqua". E viceversa.

Tuttavia il cristianesimo non è un partito politico. Non ha un programma politico. Non ha una ideologia politica che dice come deve essere organizzata una società. Politicamente, economicamente. Non ha una ideologia che definisce le regole dei rapporti sociali e del mercato economico.
E' una questione assai interessante.
Almeno per me eh.

Per queste ragioni non è corretta la "Teologia della liberazione". Nel senso che non si puo' ricavare dal cristianesimo, automaticamente, "un programma politico universale".
Ma non è altrettanto corretto vedere un vescovo, un prete, un papa che va a braccetto con un tiranno per fare degli affari personali ed averne un tornaconto personale sfruttando la gente e impedendo alla gente di emanciparsi. Quel prete, vescovo, papa, se fa una roba del genere, è un impostore. Chiunque esso sia.



Ultima modifica di xmanx il Sab 9 Apr 2011 - 14:56, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
6
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Esattamente il Regno di Dio è Qui, Ora in questo momento... quindi non dobbiamo "seguire dei precetti e fare cospicue donazioni" perchè POI dopo morti ci sarà il Regno di Dio. Ma possiamo e dobbiamo iniziare QUI e ORA a vivere questo Regno.
Il cristianesimo vero non è un partito politico, sono poi quelli che vogliono avere il copyright del cristianesimo che hanno cambiato le regole del gioco iniziale.

Vedi il profilo dell'utente
7
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:52, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
8
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Dicesi comunemente "aldilà" il luogo in cui vanno le anime dei morti, dicesi "aldiqua" il mondo dei vivi.

Vedi il profilo dell'utente
9
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:52, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
10
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Non vorrei aggiungere altre parole... che poi se non le capisci, ti offendi pure recitando la tua parte del povero cristo.

Vedi il profilo dell'utente
11
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:53, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
12
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:53, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
13
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La mia tesi è la seguente:
nessuna ideolgia "tutta terrestre" puo' portare il paradiso in terra. Ci hanno provato le ideologie del '900 e abbiamo visto con quali risultati.
La storia ci ha dimostrato che quando l'uomo non riconosce un "bene superiore" al quale sottomettersi e verso il quale riconoscersi in qualche modo "fratelli"...e pone se stesso al posto di quel "bene superiore", ogni presunto paradiso terrestre si trasforma in inferno.
Tentare di eliminare il trascendente dall'umanità, come teorizza Freud, si è rivelato un disastro.
Ci sono centinaia di fosse comuni sparse per il mondo piene di qualche centinaia di milioni di poveri cristi morti ammazzati a testimoniarlo.

LA teoria di Freud è una ciofeca.

A questo voglio aggiungere che nemmeno ci dobbiamo più piegare davanti a un papa o un vescovo. Di qualunque chiesa esso sia.
Nessuno puo' sostenere che ha un "potere sulla terra" perchè quel potere viene da dio. Un calcio nel culo non glielo risparmia nessuno. Anche se ha una tunica bianca.



Ultima modifica di xmanx il Sab 9 Apr 2011 - 18:21, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
14
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
quindi l'umanità è bue e deve essere condotta al pascolo per la tranquillità generale?

Vedi il profilo dell'utente
15
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:la mia parte del povero cristo?

sei scollegato dalla realtà, io non credo negli dei di nessuno e non mi puoi offendere, al massimo potete continuare il circolino di amenità pensando di saperla sempre più lunga di tutti gli altri, ma sei in buona compagnia, di gente che pensa di aver qualcosa da insegnare ne è pieno il mondo purtroppo

1. Non ho alcune intenzione di offendere. Ti chiedo scusa se hai inteso "povero cristo" come offesa. Il "povero cristo" è quello che non sa nulla, l'uomo qualunque, che vede gli altri come quelli che vogliono sembrare più furbi perchè lui non capisce o non si sforza di capire.
2. Non ho alcuna intenzione di insegnare nulla. Io insegno solo quello che conosco e lo insegno solo a chi è disposto a fare lo sforzo di ascoltare.

Vedi il profilo dell'utente
16
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
A questo voglio aggiungere che nemmeno ci dobbiamo più piegare davanti a un papa o un vescovo. Di qualunque chiesa essa sia. Chiesa religiosa o politica.
Nessuno puo' sostenere che ha un "potere sulla terra" perchè quel potere gli viene da dio. A qualunque dio faccia riferimento.
Un calcio nel culo non glielo risparmia nessuno. Anche se ha una tunica bianca.

No, nessun pascolo.
Riconoscere una dimensione trascendente dell'uomo non vuol dire inchinarsi davanti al papa o al re.
Vuol dire riconoscere che c'è un "status" che ci accomuna. E che siamo tutti sulla stessa barca. E se tu, sulla barca, fai il capitano questo non ti autorizza a mettermi le catene ai piedi.

Vedi il profilo dell'utente
17
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
quindi l'umanità è bue e deve essere condotta al pascolo per la tranquillità generale?

Non "deve". Questo è un dato di fatto.

Vedi il profilo dell'utente
18
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ma x dici che quando si è cercato di eliminare il trascendente ecc...allora se si scopre che il trascendente trasale e non trascende (ossia non esiste) bisogna mantenerlo per evitare casini?
Come lo pubblicizzi un bene supremo senza il papa re?
Tu poi parli che difendi l'unto dal signore?
Direi che ci sono un pò troppe contraddizioni in quello che sostieni



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:54, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
19
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Io non difendo l'unto del signore.
Difendo il concetto di PdC eletto in libere elezioni. E che è legittimato a governare. E nessun PM puo' combatterlo politicamente per farlo fuori. Perchè per farlo fuori ci vogliono libere elezioni.

Poi lo critico se fa cazzate nella sua azione politica. Non perchè va a mignotte.

La mia è una posizione un po' più articolata di quella che tu pensi.

Per quanto riguarda il resto...abbiamo impostazioni diverse.

La storia ha dimostrato che pensare a una umanità senza dio significa creare l'inferno. Perchè alla fine qualcuno il posto di dio lo prende comunque.
Come anche ha dimostrato che accettare dio, ma semplicemente come trucco per affermare un proprio potere (religioso o politico che sia), significa creare l'inferno lo stesso.

E' un bel dilemma. scratch

Vedi il profilo dell'utente
20
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
primo i pm lo perseguono e non lo perseguitano, se uno delinque deve andare in galera chiunque sia e questo lo sai eppure dici il contrario, siete fortunati che io non sia un parente dei morti della tyssenkrupp perchè se così fosse ...

la storia dimostra tutto ed il contrario di tutto anche perchè una unica univoca ed indiscussa verità storica non esiste, come dio, per cui ti metti nel sacco da solo, l'unica cosa che si vede è che ogni religione è fatta per legare le coscienze e gli individui meglio anche i popoli, l'unica libertà religiosa è quella di fare senza dio

Vedi il profilo dell'utente
21
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:@shai ok vada per il povero cristo io non capisco e non voglio capire non per evitare lo sforzo ma per evitare quello che gli illuminati in genere fanno ... si staccano dal branco.

Da queste parole intuisco che tu tieni molto al branco e a identificarti in un branco. Va bene, sì io mi stacco dal branco, ma non perchè lo schifo, ma perchè preferisco essere indipendente e darmi una svegliata.

Nessuno si salva lasciando marcire gli altri, siamo su una barca unica e non sono le illuminazioni personali che salveranno l'umanità, che tu ci creda o meno ho avuto i miei piccoli satori e di tutte le parole del mondo non mi frega nulla, io leggo tanta retorica in discussioni così elevate, proprio perchè non si sforzano di farsi capire dai poveri ignoranti come me ...e non sono offeso, sono un povero ignorante, non un povero cristo.

Se gli illuminati volessero salvarsi lasciando marcire gli altri, credi che ce ne sarebbe qualcuno che scrive libri o che scrive sui forum o parla tra la gente?
A parte che io non sono ancora illuminato, ma tendo a questa direzione con tutte le mie forze, perchè sento che è la cosa più importante che ci sia.
Non so se sono retorico, a me non sembra, io scrivo semplicemente i miei pensieri, in base a ciò che ho provato sul campo o studiato o in base all'idea che mi sono fatto.

Gli ignoranti sono tali perchè ignorano.
E le cose sono due:
1. ignorano perchè non gliene può fregare di meno di guardare oltre l'orizzonte e gli fa comodo ignorare
2. ignorano perchè nessuno gli ha mai detto niente
I primi sono ignoranti consapevoli che potremmo chiamare pigri
I secondi appena scorgono qualcosa, o passano al caso 1 (la maggioranza) o cercano in ogni modo di andare oltre l'orizzonte.

Vedi il profilo dell'utente
22
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:54, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
23
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
i pensieri le idee non si elaborano da soli ma con la propria tribù

Questo indica che sei chiaramente molto legato al "gruppo".

Sì bello gli illuminati che scrivono libri tipo "perchè mi dovrei affliggere ora" e poi acquista 40 rolls royce, un illuminato si è isolato dal genere umano può solo nel migliore/peggiore dei casi farsi adorare producendo "imitazioni"

Qui c'è un po' di confusione... cita i nomi di chi stai parlando... se per le Rolls ti riferisci ad Osho, lui non diceva mai che ci si doveva affliggere... anzi.

Gli ignoranti sono coloro che conoscono i propri limiti e potendo cercano pure di superarli, ma senza superare il proprio passo

Questa è una tua definizione. Ma da quanto è uscito dal thread: non vuoi superare il tuo passo, ma se qualcuno cammina veloce allora gli gridi... "ehi tu, chi ti credi di essere a camminare così veloce? non vedi che siamo tutti qui che camminiamo al nostro passo?" ... ma non puoi pretendere che vadano tutti alla tua velocità.

Vedi il profilo dell'utente
24
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Mar 12 Apr 2011 - 14:55, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
25
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Questa storiella indica l'attaccamento della personalità, dalla forma che assume Dio in un breve lasso di tempo, per un'altra forma temporanea di Dio. Non so se ha mai avuto un gatto. o un altro animale quando eri piccolo... se l'hai avuto quando è morto avrai pianto e ti sei disperato (forse)... ma poi dopo tanti anni, ti ricordi ancora di quel gatto, ma non ne sei più afflitto. Ora, significa che adesso non te ne frega più niente? No, significa che adesso non sei più attaccato a quell'immagine.

Io esprimo le mie idee così come mi viene naturale, senza stare troppo a pensare a chi è davanti o chi è dietro... ma se qualcosa che dico non ti è chiaro, domanda... e ti risponderò.
Adesso la domanda la faccio io "Perchè secondo te io ci rimetto a correre?"

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 3]

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum