Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

senza dio

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 13]

1
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E' da molto tempo che mi sono accorto che colei o colui che molti umani chiamano dio, non c'è.
Molto semplicemente l'uomo l'ha desiderato da sempre, identificandolo con le manifestazioni della natura, il sole, le pioggie, chiamando dio tutto quello a cui non sapeva dare una risposta razionale, aumentando le conoscenze umane l'idea di dio si rimpiccioliva o aumentava fino a dimensioni altre, ponendolo di fatto al di fuori della sfera dell'esistenza umana.
Che dio ci sia davvero o meno lo ignoro, certo ogni libro sacro ed ogni religione non è stata che un modo umanissimo per dare delle risposte a delle domande umane.
Sarebbe ora di leggere cosa c'è scritto davvero chiamando le cose con il loro nome.

All'inizio l'uomo creò dio.
Per comandare gli altri uomini mise in bocca a dio le parole del potere e dell'obbedienza ai suoi autoproclamatisi sacerdoti.
Essi dovevano essere obbediti e riveriti essendo emissari di dio, suoi rappresentanti in terra e iniziarono a raccontare la storia dal punto di vista di dio, dicendo che lui dettava agli scribi le parole e non il contrario.
Dissero che dio creò l'uomo e dall'uomo la donna, ossia il contrario di quello che accade in natura, negando la maternità.
Li mise in un giardino perfetto proibendogli di mangiare i frutti dell'albero della conoscenza, per cui l'ignoranza è sacra e perfetta, meglio non conoscere, volendo conoscere (la donna ovviamente) scoprì il dolore e la morte.
Perchè non impedire all'uomo di mangiare dell'albero della violenza?
Perchè la colpa nasce dal volersi elevare, come prometeo rubando il fuoco che era prerogativa divina....

riprendiamo il racconto:

la donna traviata dal serpente disobbedisce e porta l'uomo sulla sua cattiva strada e scoprono di essere nudi e che i saldi sono finiti.
Si vergognano (ma vergognarsi dio che li ha fatti nudi no?) e vengono scacciati dal paradiso terrestre per aver commesso IL PECCATO ORIGINALE grande invenzione questa, così spieghi il battesimo, la unica chiesa che è la via la verità e la vita che sola ti può portare lontano dalle tenebre di cui nasci macchiato per portarti alla vita eterna di cui godrai ..dopo morto: minchia!

Allora il mito cui si rifà questo racconto si può ricostruire così, visto che esistono tuttora delle tribù vissute in isolamento che non hanno connesso l'atto sessuale alla nascita dei nuovi membri si può supporre che sia esistita una preistoria umana dove l'uomo molto animalescamente abbia vissuto e sia morto senza dare valore nè all'individualità, per cui restando viva la tribù nessuno moriva, nè alla sessualità, vissuta istintivamente nè alla riproduzione, avveniva e basta, non c'era caccia o agricoltura, solo raccolta di bacche e vermi, niente fuoco, niente ruota e tutti vivevano in armonia nel senso che i predatori predavano ed i deboli soccombevano, allora un fungo allucinogeno, lievemente velenoso, sufficente da sognare ma non da morire, un peyote, un muffa su un cereale hanno fatto partire l'immaginazione umana, c'è stata la prima danza, c'è stata la prima idea, forse piantare uno dei semi raccolti, forse lavare una patata nell'acqua di mare salandola, poi uno aveva una idea e un'altro un'altra, così quando morì il primo tutti se ne accorsero perchè se ne era andato quello strano, quello che danzava, quello che dipingeva sui muri, quello che staccava la pelle dagli animali e la usava per coprirsi... dall'evento eccezzionale (arte) naque l'idea di vita quotidiana da essa la consapevolezza della caducità delle singole vite, allora qualcuno disse invece di cacciare o pescare io mi invento che gli altri devono farlo e darmi le offerte per il dio della caccia e il dio della pesca, e io sacerdote, ho svoltato!



Ultima modifica di BIGbossSTIGAZZI il Sab 19 Mar 2011 - 14:22, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
2
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Bel post BigBoss... stamattina ti trovo in forma.
Solo che io direi che Dio esiste... ma non è un vecchietto con la barba come viene raffigurato... semplicemente è il Tutto, tutto ciò che è e tutto ciò che ancora non è.

Vedi il profilo dell'utente
3
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...il tutto, tutto ciò che è e tutto ciò che ancora non è....
uhmmmm bello, retorica alla stato puro...ok argomenta:
-tutto cosa?
-è cosa?
-ancora non è ...........e quindi il futuro?
-allora lui è dentro alla dimensione temporale?
-la nostra o la sua?
-se c'è perchè non mi risponde mai al telefono?
-quante dimensioni ha?
-perchè ci ha creato?
-quando?
-sicuro che c'è?
-Me lo presenti?

Vedi il profilo dell'utente
4
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Tutto... tu, io, il pc, il cielo, la gallina dietro casa, il più bel culo del mondo ed anche il più brutto, papa Ratzinger, Satana, ogni forma pensiero... tutto quello che puoi immaginare...
Ma anche quello che non riesci ad immaginare.
E' il passato, il presente e il futuro... la dimensione temporale è solo una sua dimensione. Noi siamo sempre esistiti da quando esiste lui.
Te lo presento? Certo.. guardati intorno, ogni cosa che vedi è Dio.

Vedi il profilo dell'utente
5
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ahhh ma allora dio=esistenza...
allora i tuttologhi sono il nuovo clero,
gli ospiti di Maria De Filippi hanno il verbo...
è il congiuntivo che gli manca.
beh ascolta se dio è tutto, può in parte andarsene aff...
io sono finito nel tempo e nello spazio (se dio vuole) sono nato e morirò, i quantitativi ed anche la qualità della mia vita è limitata, di un dio ovunque illimitato non me ne faccio nulla, per cui che ci sia un dio del genere è come niente, è inutile, contiene anche tutto il male del mondo non ha niente a che fare con libri sacri di qualsivoglia religione, nessuno può essere investito dal tutto a parlare per lui se non fa parte dei fantastici quattro

Vedi il profilo dell'utente
6
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Dio è anche la non esistenza, il vuoto potenziale... l'esistenza è ben poca cosa in confronto. Se tu guardi il cielo stellato vedi le stelle come esistenza, ma Dio non è solo le stelle... è anche lo spazio vuoto tra di loro.
E Dio non è nè il bene, nè il male. Dio è al di sopra della visione dualista.

Vedi il profilo dell'utente
7
Sabine
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ma tu perchè sei così arrabbiato con Dio?

Vedi il profilo dell'utente
8
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Shai ha scritto:Dio è anche la non esistenza, il vuoto potenziale... l'esistenza è ben poca cosa in confronto. Se tu guardi il cielo stellato vedi le stelle come esistenza, ma Dio non è solo le stelle... è anche lo spazio vuoto tra di loro.
E Dio non è nè il bene, nè il male. Dio è al di sopra della visione dualista.

Tutto è Dio o tutto è in Dio?

Vedi il profilo dell'utente
9
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Shai ha scritto:Dio è anche la non esistenza, il vuoto potenziale... l'esistenza è ben poca cosa in confronto. Se tu guardi il cielo stellato vedi le stelle come esistenza, ma Dio non è solo le stelle... è anche lo spazio vuoto tra di loro.
E Dio non è nè il bene, nè il male. Dio è al di sopra della visione dualista.

allora non ha nulla a che vedere con me e la mia vita, non è una "entità" cui rivolgere preghiere o maledizioni, è semplicemente la natura o il "creato"

@sabine
io non sono arrabbiato con nessuno, dio non c'è!
Ci fosse sarei arrabbiato con lui, ma il tuo esimio collega mi ha scientificamente dimostrato che non esiste, se una cosa è tutto e il suo contrario chiamarla "dio" è una scelta umana, io preferisco dire "tutto e il suo contrario" vedi sabine tutti noi esseri umani nasciamo monchi, senza un pezzo, quel pezzo sta nello stare insieme agli altri dentro al mondo, questa compagnia l'abbiamo sostituita con questo fantoccio chiamato "dio" è anche ora di fare basta

Vedi il profilo dell'utente
10
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Veramente è sia te che la tua vita... no, non è un'entità a cui rivolgere preghiere o maledizioni... non è semplicemente la natura o il creato, quella è una parte manifesta, Dio è anche quello che non è manifesto.

Il Tao è formato da Yang e Yin... cosa sono... tutto e il suo contrario? Beh no, è semplicemente il Tutto in mutevole forma e non forma.

Chiamarlo Dio è scelta umana, puoi chiamarlo Vuoto o puoi chiamarlo Tao, scegli tu.
Il fantoccio che tu chiami Dio è realmente un fantoccio, un'eggregora, ovvero un insieme di pensieri alimentato da chi gli dà energia. :)

Vedi il profilo dell'utente
11
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@big
Ovviamente stai dicendo, come al solito, una marea di "bippate".
Dimostrando che ignori la cultura nella quale vivi. E quindi ignori tutto.

Non entro nel merito della questione di "credere o meno in dio". Mi limito ad analizzare le tue tesi e le tue conclusioni.

Il cuore del cristianesimo e di tutta la cultura che ne è derivata, quindi anche della nostra, è questo: "Dio è amore. O uomo, se non ami il fratello che vedi, come puoi amare dio che non vedi?"
Quindi sono concetti che nulla hanno a che vedere con quello che hai detto.

Vedi big...dovresti analizzare e studiare cio' che fa parte della nostra cultura. Invece di ignorarlo.
Questo è uno dei motivi della vostra "lontananza politica" dal sentire di molti italiani ed europei. Perchè semplicemente lo ignorate.
E' solo un consiglio eh.

Vedi il profilo dell'utente
12
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
1. Dimostrando che ignori la cultura nella quale vivi. E quindi ignori tutto.

Questo presuppone che la cultura in cui viviamo sia il tutto... e quindi l'unica vera e degna di nota. E' così signor intellettuale e scienziato che si basa su documenti storici?

2.Il cuore del cristianesimo è questo: "Dio è amore. O uomo, se non ami il fratello che vedi, come puoi amare dio che non vedi?"

Vorrei capire dove sta tutto questo amore nel cristianesimo. Io vedo solo massacri e sopraffazioni nella storia della Chiesa... e questo è scritto su documenti storici. Non è così signor intellettuale e scienziato che si basa su documenti storici?

Vedi il profilo dell'utente
13
Shai
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Ah, aspetta, prima che mi dici che il cristianesimo non è la chiesa... Che cos'è il cristianesimo? Esistono veramente i cristiani?

Vedi il profilo dell'utente
14
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
vedi x tu e la cultura avete lo stesso rapporto che io ho con dio, smettila di credere nella cultura lei non crede in te, sai la differenza fra un arrogante e un ignorante?
L'arrogante si permette di parlare anche di quello che non sà pur sapendo ndi non poter sapere, l'ignorante si permette si parlare di tutto senza sapere di non saperne nulla. Io sull'argomento dio sono un'arrogante, tu su tutto sei un ignorante Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
15
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Shai ha scritto:Veramente è sia te che la tua vita... no, non è un'entità a cui rivolgere preghiere o maledizioni... non è semplicemente la natura o il creato, quella è una parte manifesta, Dio è anche quello che non è manifesto.

Il Tao è formato da Yang e Yin... cosa sono... tutto e il suo contrario? Beh no, è semplicemente il Tutto in mutevole forma e non forma.

Chiamarlo Dio è scelta umana, puoi chiamarlo Vuoto o puoi chiamarlo Tao, scegli tu.
Il fantoccio che tu chiami Dio è realmente un fantoccio, un'eggregora, ovvero un insieme di pensieri alimentato da chi gli dà energia. :)

Come diceva Flaiano: poche idee ma confuse . Sarà la confusione, la fusione nel TuttoTaoYang-e-Yin, Vuoto e Forma, Pappa e Ciccia, Cric e Croc. Dio è Tutto, Tutto è Dio. E se Dio è la risoluzione in Uno di tutte le contraddizioni allora dovrà ospitare in sè anche ciò che contraddice la risoluzione in Uno di ogni contraddizione cioè la sua stessa Impossibilità? Andate a mangiare và... rolleyss

Vedi il profilo dell'utente
16
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ovviamente un conto è il cristianesimo e i suoi valori. Un altro conto è la gerarchia ecclesiale e la sua storia fatta di luci e di ombre.
La differenza è sostanziale. Perchè il cristianesimo non è una "ideologia". E le chiese non sono "la forma storica nella quale queste ideologie si sono realizzate".

Che cos'è il cristianesimo? Per i credenti il cristianesimo "è un fatto, cioè è un avvenimento". Non è - quindi - una teoria, nè una ideologia, nè una dottrina, nè un insieme di precetti e di regole. Nè un insieme di belle idee. Il cristianesimo "è un avvenimento". Non è una cosa "che dovrà essere realizzata in futuro". Non è "il sol dell'avvenire". Non è una ideologia alla quale occorre dare forma. Ma è un avvenimento. Qualcosa che è accaduta e continua ad accadere. Che è già accaduta. E i cristiani sono quindi dei "testimoni di questo fatto".

Basterebbe studiare un pochino per saperlo. Ma solo un pochino eh.

Vedi il profilo dell'utente
17
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:Ovviamente un conto è il cristianesimo e i suoi valori. Un altro conto è la gerarchia ecclesiale e la sua storia fatta di luci e di ombre.
La differenza è sostanziale. Perchè il cristianesimo non è una "ideologia". E le chiese non sono "la forma storica nella quale queste ideologie si sono realizzate".

Che cos'è il cristianesimo? Per i credenti il cristianesimo "è un fatto, cioè è un avvenimento". Non è - quindi - una teoria, nè una ideologia, nè una dottrina, nè un insieme di precetti e di regole. Nè un insieme di belle idee. Il cristianesimo "è un avvenimento". Non è una cosa "che dovrà essere realizzata in futuro". Non è "il sol dell'avvenire". Non è una ideologia alla quale occorre dare forma. Ma è un avvenimento. Qualcosa che è accaduta e continua ad accadere. Che è già accaduta. E i cristiani sono quindi dei "testimoni di questo fatto".

Basterebbe studiare un pochino per saperlo. Ma solo un pochino eh.

Il cristianesimo è un fatto, sembra di sentire don Giussani. Ma è un fatto o una persona?

Vedi il profilo dell'utente
18
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E chi sarebbe questo don giussani? scratch
in ogni caso non mi meraviglierei. Se è un prete lo sa bene cosa è il cristianesimo. ci mancherebbe pure che non lo sa.
Il cristianesimo è "un fatto" che riguarda "una persona". E' molto semplice. Oserei dire, semplicissimo. Niente di particolarmente complicato, anche per menti con un q.i. molto basso.

Vedi il profilo dell'utente
19
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:Ovviamente un conto è il cristianesimo e i suoi valori. Un altro conto è la gerarchia ecclesiale e la sua storia fatta di luci e di ombre.
La differenza è sostanziale. Perchè il cristianesimo non è una "ideologia". E le chiese non sono "la forma storica nella quale queste ideologie si sono realizzate".

Che cos'è il cristianesimo? Per i credenti il cristianesimo "è un fatto, cioè è un avvenimento". Non è - quindi - una teoria, nè una ideologia, nè una dottrina, nè un insieme di precetti e di regole. Nè un insieme di belle idee. Il cristianesimo "è un avvenimento". Non è una cosa "che dovrà essere realizzata in futuro". Non è "il sol dell'avvenire". Non è una ideologia alla quale occorre dare forma. Ma è un avvenimento. Qualcosa che è accaduta e continua ad accadere. Che è già accaduta. E i cristiani sono quindi dei "testimoni di questo fatto".

Basterebbe studiare un pochino per saperlo. Ma solo un pochino eh.

studia studia ma la cultura ti odia uguale
per i credenti..il cristianesimo...
e per i non credenti?
e chissenefrega del cristianesino?
questo 3d l'ho aperto io dicendo titolo: senza dio

contenuto: leggiamo la bibbia o qualsiasi libro sacro di qualsiasi religione come quello che è ossia un libro scritto dall'uomo per l'uomo, chi ha parlato di cristianesimo?
Sei in OT se hai degli apporti all'argomento che è "capire cosa volevano gli uomini che hanno scritto e inventato gli dei" accomodati altrimenti vai a fare in........... :_.*]:

Vedi il profilo dell'utente
20
tulip
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Qualche anno fa ho letto "L'infinito" di Zichichi. Lo scienziato sicuramente credente , cercava di spiegare a noi mortali l'infinito e i vari stadi di infinito , da quello più percepibile all'uomo a quello meno percepibile. Infine arrivava alla conclusione che se l'uomo che è limitato riesce a percepire anche solo lontanamente l'infinito che non può essere descritto, misurato etc allora evidentemente esiste dio che potremmo chiamare infinito o come volete ma è colui che ha inventato tutto anche quello che noi non possiamo percepire...ora non ricordo esattamente le frasi ma diceva qualcosa del genere. Ora ci sono tanti altri scienziati che affermano l'esatto contrario ma credo sia una cosa personale e intima scegliere di credere in dio o no, scegliere di seguire una corrente di pensiero anzichè un'altra

Vedi il profilo dell'utente
21
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Mi limitavo a rispondere a delle domande che mi sono state rivolte sadness

Per quanto riguarda te. Tu hai detto:
"Molto semplicemente l'uomo l'ha desiderato da sempre, identificandolo con le manifestazioni della natura, il sole, le pioggie, chiamando dio tutto quello a cui non sapeva dare una risposta razionale, aumentando le conoscenze umane l'idea di dio si rimpiccioliva o aumentava fino a dimensioni altre, ponendolo di fatto al di fuori della sfera dell'esistenza umana.
Che dio ci sia davvero o meno lo ignoro, certo ogni libro sacro ed ogni religione non è stata che un modo umanissimo per dare delle risposte a delle domande umane."
Quello che dici è pieno di inesattezze. Primo perchè, ad esempio, il cristianesimo si propone come "una rivelazione". Quindi non come una costruzione dell'uomo.
Secondo, perchè essendo una "rivelazione", sarebbe stato dio stesso a "rivelarsi" entrando nella storia umana.

Questo te lo dico per sottolineare che il libro sacro della cristianità "è il racconto di una rivelazione". Non è una costruzione umana.
Poi, uno ci puo' credere oppure no. Ma almeno le cose vanno definite per come ci vengono presentate.

Vedi il profilo dell'utente
22
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:Mi limitavo a rispondere a delle domande che mi sono state rivolte sadness

Per quanto riguarda te. Tu hai detto:
"Molto semplicemente l'uomo l'ha desiderato da sempre, identificandolo con le manifestazioni della natura, il sole, le pioggie, chiamando dio tutto quello a cui non sapeva dare una risposta razionale, aumentando le conoscenze umane l'idea di dio si rimpiccioliva o aumentava fino a dimensioni altre, ponendolo di fatto al di fuori della sfera dell'esistenza umana.
Che dio ci sia davvero o meno lo ignoro, certo ogni libro sacro ed ogni religione non è stata che un modo umanissimo per dare delle risposte a delle domande umane."
Quello che dici è pieno di inesattezze. Primo perchè, ad esempio, il cristianesimo si propone come "una rivelazione". Quindi non come una costruzione dell'uomo.
Secondo, perchè essendo una "rivelazione", sarebbe stato dio stesso a "rivelarsi" entrando nella storia umana.

Questo te lo dico per sottolineare che il libro sacro della cristianità "è il racconto di una rivelazione". Non è una costruzione umana.
Poi, uno ci puo' credere oppure no. Ma almeno le cose vanno definite per come ci vengono presentate.

se dovessi definire te per come ti presenti mi bannerebbero a vita

che il cristianesimo si proponga come nutella me ne cale assai, non è la nutella, se si propone per rivelazione quando ogni cose umana (papiri compresi) per scriverci sopra bisogna avere le ditine umane è fatta dall'uomo, che poi uomini vogliano far credere che le stronzate che dicono le dice con la loro voce dio, capisco che attrae, anche te e il tuo capo fra l'altro, io no, le stronzate che dico io le dico proprio solo io e questo gli dà un grande valore ...ai miei occhi chiaramente!

Vedi il profilo dell'utente
23
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Shai ha scritto:Ah, aspetta, prima che mi dici che il cristianesimo non è la chiesa... Che cos'è il cristianesimo? Esistono veramente i cristiani?
scratch
Per il 90% dei Cristiani,cristianesimo =

Battesimo.
Comunione.
Cresima.
Matrimonio.
Funeerale.

Tutto qui.

Ma allora chi è il Cristiano?
Il Cristiano è quello che legge un Vangelo qualsiasi dei 97 che abbiamo oggi (dopo il 1945)e CAPISCE il significato di ciò che sta scritto.
Pochi giorni fa anche il Papa ha sventolato bandiera bianca.Ha detto:
"I 53 Vangeli Gnostici sono troppo difficili da capire,meglio insistere con i soliti 4."

Saranno troppo difficili per lui non certo per il mio amico don Giorgio.

scratch

Vedi il profilo dell'utente
24
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Si, è assolutamente vero che i Papiri sono stati scritti con le manine di qualcuno. Ma quel qualcuno dice anche chiaramente che non sta scrivendo delle sue idee, ma sta raccontando degli avvenimenti.
vedi big...allora dovresti dire: "mi sono accorto di non credere a quel racconto". E non invece come hai detto: "mi sono accorto che non c'è".

E' un po' come se io ti dicessi: big, qui fuori ho visto un asino che vola Tu puoi dire: "non credo a quello che dici". E non: "non c'è nessun asino che vola".

Vedi il profilo dell'utente
25
Aleister
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@xmanx ha scritto:E chi sarebbe questo don giussani? scratch
in ogni caso non mi meraviglierei. Se è un prete lo sa bene cosa è il cristianesimo. ci mancherebbe pure che non lo sa.
Il cristianesimo è "un fatto" che riguarda "una persona". E' molto semplice. Oserei dire, semplicissimo. Niente di particolarmente complicato, anche per menti con un q.i. molto basso.

Capisco che tu non lo possa trovare complicato, anche con il tuo Q.I. azzerato. Ma la "persona" cui riguarda questo "fatto" fa problema. Se si tratta di un individuo empirico, di un profetazzo che va e viene tracimato dai corsi e ricorsi storici, della storia come "bruta facta" vichiana, allora vale quanto mia nonna. Se accetti il paradosso ( e il paradosso non è irrazionalità ma ragione superiore, quella che Cusano chiama la "coincidentia oppositorum") che quell'uomo lì è Dio, che non lui entra nella storia ma che la storia si raccoglie e ricapitola in lui trovandovi il suo senso ultimo, allora i problemi sorgono. Liquidarli con le cacatelle new age che separano il Gesù storico dal Cristo cosmico o dal Logos greco è un escamotage fallimentare. Tenere insieme carne e Dio è un po' più ardito....

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 13]

Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum