Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Il Dsm Cancella il Narcisismo

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem


I DSM cancella il narcisismo

I narcisisti patologici sono un esercito che cresce sempre di più. Le stime parlano di percentuali che vanno dall'1 al 4% della popolazione, ma per gli 'addetti ai lavori' si tratta di un dato sottostimato. Questo disturbo della personalità, infatti, trova terreno favorevole in molti 'vizi' della nostra società, dal culto del corpo all'ossessione per la ribalta televisiva (o politica), dalla comunicazione che rimane virtuale e superficiale fino alla dipendenza dalle droghe spesso legata a questa disfunzione. Eppure il narcisismo 'malato', come altri disturbi della personalità - paranoide, istrionico e dipendente - rischiano di sparire dall'elenco dei disturbi mentali riconosciuti.

Nel 2013, infatti, sarà pubblicato il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Dsm V, a cura dell'American Psychiatric Association), la 'bibbia' della psichiatria internazionale, in cui si vengono cancellati proprio questi disturbi. Eppure, spiega la presidente dell'Ordine degli psicologi del Lazio, Marialori Zaccaria, che sul tema ha organizzato un incontro a Roma con esperti internazionali il 26 febbraio, "il narcisismo patologico è un disturbo molto diffuso, che può essere grave e avere ripercussioni importanti perché, ad esempio, mina profondamente le relazioni familiari".

Zaccaria ricorda che "tutti siamo un po' narcisisti, ma quando questa componente diventa troppo ingombrante, il problema si fa serio". Un disagio che in una società come la nostra può avere mille facce: maniaci e maniche del ritocco estetico che si sottopongono a continue operazioni per avere un fisico perfetto, palestrati con il culto del corpo, persone alla continua ricerca di ribalta, tossicodipendenti. "Si tratta di persone di profonda solitudine - aggiunge Zaccaria - presi solo da se stessi e incapaci di dialogare. L'uso di stupefacenti, frequente in queste persone, nasce dalla convinzione di poter 'curare' o 'risolvere' soli i loro problemi. Si tratta di disturbi in cui sono particolarmente utili le psicoterapie".

E c'è proprio questo, secondo Zaccaria, alla base della cancellazione di queste patologie. "Si va sempre più verso la medicalizzazione dei disagi mentali, quindi si dà più peso alle malattie in cui è possibile l'uso dei farmaci", spiega. Mentre la cancellazione dal manuale crea ricadute pratiche per i pazienti. "Eliminare questa patologia - continua l'esperta - significa, ad esempio, non riconoscere ai pazienti la possibilità di essere rimborsati da eventuali assicurazioni per la psicoterapia". Tenendo conto di questi dati, la presidente degli psicologi del Lazio avanza il sospetto che dietro l'esclusione dal nuovo Dsm V di questi disturbi ci siano ragioni economiche.

"La riscrittura di questo testo ha coinvolto 600 specialisti ed è costata circa 25 milioni di dollari - conclude Zaccaria - arrivati molto probabilmente da case farmaceutiche e assicurazioni, che hanno il loro tornaconto non rimborsando le psicoterapie. E così i narcisisti patologici diventano sani per forza".

Intanto, negli Stati Uniti un gruppo di esperti ha già scritto un documento per contestare la decisione. Anche l'Ordine del Lazio, dopo la giornata di studio sul tema del 26 febbraio, promuoverà la stesura di un testo da far sottoscrivere alla comunità scientifica per mettere in chiaro le ragioni della contrarietà all'esclusione dal Dsm di disturbi della personalità.


Ho ricevuto oggi questa info agghiacciante tramite mail.
Ok. Ogni società da sempre ha prodotto un determinato tipo di "disturbo" e ha promosso un determinato tipo di "salute"
( pensiamo al dilagare dell'isteria nell'età vittoriana... o sul fronte opposto ai deliri mistici nei perduti secoli della fede). La nostra società a chiaramente una certa fisionomia, ma da qui ad annullare lo statuto propblematico di una certa configurazione di personalità da un punto di vista diagnostico.... per me ce ne passa......

Vedi il profilo dell'utente
2
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
daccordo ma... ogni periodo decide chi è sano e chi è malato (di mente) le altre malattie spesso non sono opinabili, se i "froci" sono pochi l'omosessualità è reato e malattia, se sono tanti da formare una lobby diventano "gay" e l'omosessualità non è più una malattia... tanti narcisisti, il narcisismo non è più malattia, è la maggioranza che decide cosa è normale e cosa no, se uccidere la prima persona che si incontra la mattina fosse una azione fatta da una grande maggioranza, l'omicidio non sarebbe più reato...purtroppo o per fortuna c'è poco da stupirsi...

Vedi il profilo dell'utente
3
Blasel
avatar
Banned
Banned
Ne abbiamo discusso recentissimamente a Roma in occasione del SOPSI e3 posso assicurare che eravamo moltissimi a mostrare pollice verso.

Vedi il profilo dell'utente
4
Shri_Radha
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@blasel ha scritto:Ne abbiamo discusso recentissimamente a Roma in occasione del SOPSI e3 posso assicurare che eravamo moltissimi a mostrare pollice verso.

Ma se all'interno della psicologia e della psichiatria, la variabile socio culturale ha tanto peso, in che termini allora sono affidabili i quadri clinicio e le diagnosi?
Se tutto può cambiare tanto da "annullare" un disturbo che valore di hanno in termini di realtà?

Vedi il profilo dell'utente
5
purplebunny
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:(...) se i "froci" sono pochi l'omosessualità è reato e malattia, se sono tanti da formare una lobby diventano "gay" e l'omosessualità non è più una malattia (...)

Pur condividendo il senso del messaggio nel complesso (è la norma che stabilisce cosa è... normale), nel particolare faccio notare che a cambiare non è stata la quantità numerica di omosessuali, uomini o donne che siano, ma la rappresentazione di sé che questi sono riusciti a dare - facendo mutare la percezione. Un processo (in divenire) che è costato dolore, lotte, sacrifici e violenze (subite) a ogni passo, moltiplicato per centinaia e centinaia (e centinaia) di uomini e di donne.

Vedi il profilo dell'utente
6
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@purplebunny ha scritto:
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:(...) se i "froci" sono pochi l'omosessualità è reato e malattia, se sono tanti da formare una lobby diventano "gay" e l'omosessualità non è più una malattia (...)

Pur condividendo il senso del messaggio nel complesso (è la norma che stabilisce cosa è... normale), nel particolare faccio notare che a cambiare non è stata la quantità numerica di omosessuali, uomini o donne che siano, ma la rappresentazione di sé che questi sono riusciti a dare - facendo mutare la percezione. Un processo (in divenire) che è costato dolore, lotte, sacrifici e violenze (subite) a ogni passo, moltiplicato per centinaia e centinaia (e centinaia) di uomini e di donne.

daccordo, idealmente sono daccordo, riconosco i meriti delle lotte, ma converrai con me che altre categorie hanno lottato pagando personalmente ogni metro conquistato ( vedi le donne, vedi gli operai) poi dopo pochi anni tutto è annullato, non si tratta nè di conquiste, nè di numero si tratta di creare corporazioni, lobby, si tratta di arrivare ad avere un peso politico nello specifico, quel tipo di maggioranza produce risultati sui codici e sull'OMS ...solo questo, poi capisco che l'esempio è sgradevole ma, onore al merito i gay sono riusciti ad emergere come categoria e a lottare compatti, donne, operai, studenti, vecchi, poveri, sono divisi mi meraviglio che non sia considerata una malattia mentale la povertà...ma in fin dei conti sì perchè siamo brutti sporchi e cattivi.

Vedi il profilo dell'utente
7
purplebunny
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:daccordo, idealmente sono daccordo, riconosco i meriti delle lotte, ma converrai con me che altre categorie hanno lottato pagando personalmente ogni metro conquistato ( vedi le donne, vedi gli operai) poi dopo pochi anni tutto è annullato, non si tratta nè di conquiste, nè di numero si tratta di creare corporazioni, lobby, si tratta di arrivare ad avere un peso politico nello specifico, quel tipo di maggioranza produce risultati sui codici e sull'OMS ...solo questo, poi capisco che l'esempio è sgradevole ma, onore al merito i gay sono riusciti ad emergere come categoria e a lottare compatti, donne, operai, studenti, vecchi, poveri, sono divisi mi meraviglio che non sia considerata una malattia mentale la povertà...ma in fin dei conti sì perchè siamo brutti sporchi e cattivi.

Non sono granché d'accordo su questa lettura e sulla suddivisione in compartimenti, ma visto che il thread parla d'altro, e che sullo specifico del thread non ho gli sturmenti per sapere cosa dire, mi freno. ^_^;;;

Vedi il profilo dell'utente
8
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
tesoro ma se ti lasci fermare dal non aver strumenti per sapere cosa dire, allora non c'è dialogo, guarda me, parlo di tutto non capendo un beneamato

Vedi il profilo dell'utente
9
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:tesoro ma se ti lasci fermare dal non aver strumenti per sapere cosa dire, allora non c'è dialogo, guarda me, parlo di tutto non capendo un beneamato

Caspiterina.... a me avevi fregato allora rotolarsi dal ridere

Vedi il profilo dell'utente
10
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
l'importante è presentarsi bene, poi se anche dici una cazzata, la gente pensa che "tanto cazzate ne dicono tutti" e tende a non modificare la prima impressione...io vivo di questo... do l'impressione di saperne a pacchi su tutto... leggo un sacco di libri, ma solo la quarta di copertina con il riassunto e poi racconto di averlo letto tutto (Nanni Moretti ne Il portaborse) ahahahaha

Vedi il profilo dell'utente
11
Blasel
avatar
Banned
Banned
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto: e poi racconto di averlo letto tutto (Nanni Moretti ne Il portaborse) ahahahaha


Grazie per avermi rammentato Lucio (Allocca) l'attore che impersona il ghost-writer nel film, un mio amico.

Vedi il profilo dell'utente
12
purplebunny
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@BIGbossSTIGAZZI ha scritto:tesoro ma se ti lasci fermare dal non aver strumenti per sapere cosa dire, allora non c'è dialogo, guarda me, parlo di tutto non capendo un beneamato

Intendevo dire che sul narcisismo non ho niente da dire, ma se vuoi proseguire il discorso su lobby o presunte tali omosessuali, felicissima, in un thread diverso per non colonizzare questo Linguino

Vedi il profilo dell'utente
13
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
io invece sono un narcisista che non si piace
però non voglio parlare dei gay perchè io da etero non sono gat (good as them)!

Vedi il profilo dell'utente
14
BigBossStigazzi
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grazie per avermi rammentato Lucio (Allocca) l'attore che impersona il ghost-writer nel film, un mio amico.

prego ehm... grazie a te per avermi fatto capire che me lo devo rivedere (mi sembrava che il ghost writer fosse Silvio Orlando)

Vedi il profilo dell'utente
15
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum