Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

chi mi insegna?... chi mi spiega?

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
- Come si fa a editare una discussione in forma stampabile con manovre semplici?

- Che cosa va a finire nel Portale, e come ci va?

Visualizza il profilo dell'utente
2
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Lucio Musto ha scritto:- Come si fa a editare una discussione in forma stampabile con manovre semplici?
ALT + STAMP.

- Che cosa va a finire nel Portale, e come ci va?
Ci va tutto quello che ci vedi, a calci nel culo.

Visualizza il profilo dell'utente
3
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
quanto sei simpatico!... sad

Visualizza il profilo dell'utente
4
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
E' un povero dilettante.
Caro Lucio, forte della mia 3° laurea in ingegneria informatica, ti darò una più esaustiva spiegazione.

Premi stamp (non occorre alt+stamp come ha spiegato quel caprone), apri il programma paint e seleziona incolla.

Oppure dalla barra dei menu di explorer (chi usa firefox è sfigato), andare su Pagina -> Salva con nome, in modo da salvare la pagina web.

Dopo di che per poter vedere il risultato del codice dobbiamo salvare necessariamente il file con un'estensione ".c", ad esempio "hello.c". A questo punto non dobbiamo fare altro che compilare l'immagine.

In realtà la compilazione di un 'immagine (spesso integrata in ambienti di sviluppo e quindi apparentemente trasparente ed uniforme) segue varie fasi:

Il codice sorgente viene controllato dal preprocessore che ha i seguenti compiti:
rimuovere eventuali commenti presenti nel sorgente;
interpretare speciali direttive per il preprocessore denotate da "#", come #include o #define.
controllare eventuali errori del codice
Il risultato del preprocessore sarà un nuovo codice sorgente "pulito" ed "espanso" che viene tradotto dal compilatore C in codice assembly;
L'assembler sarà incaricato di creare il codice oggetto salvandolo in un file (.o sotto Unix/Linux e .obj in Dos/Windows);
Il Link editor ha il compito di collegare tutti i file oggetto risolvendo eventuali dipendenze e creando il programma (che non è altro che un file eseguibile).
Ricordiamo che tutte queste operazioni, per quanto molto avanzate, possono individuare facilmente errori di sintassi, ma mai e poi mai potranno trovare errori logici (come ad esempio un ciclo che non finisce), anche se spesso vengono segnalati dei Warning che non costituiscono errore, ma che segnalano parti di codice strane e quindi sulle quali porre attenzione per eventuali errori logici. Qui ci viene in aiuto il debugger che ha il compito di aiutare a gestire la correzione degli errori con svariati strumenti come i breakpoint ed i watchpoint.

Avete ancora il vostro file "hello.c"? spero di si, perché è giunto il momento di compilarlo; se possedete un ambiente di sviluppo come Dev-C++ o Visual C++ dovete solamente cercare il comando "Compila" od "Esegui", il programma provvederà, non solo ad eseguire tutte le operazioni citate, ma, una volta compilato, manderà in esecuzione il vostro programma presentandovi il risultato a video.

Per chi stesse usando, invece, compilatori come il DJGPP o GCC, la compilazione (intesa in tutte le sue fasi) deve essere fatta da riga di comando (dalla shell per capirsi), e, successivamente, sempre da riga di comando, si deve lanciare il file eseguibile risultante (in linux con gcc, di default il file eseguibile si chiama a.out, mentre in ambiente Dos/Windows generalmente ha lo stesso nome del sorgente ma con estensione .exe, invece che ".c").

Per editare basta posizionarsi nella solita cartella dove risiede il file sorgente e scrivere:

# gcc hello.c
Adesso avete visto un riassunto di come si possa editare una discussione, tanto perché non vi troviate disarmati quando procederemo con le spiegazioni; molti dei concetti sopra esposti verranno approfonditi mano a mano che procediamo, come la strutturazione del linguaggio, farvi capire che vi ho pigliato per culo se avete letto fin qui, e non distruggere il pc.

Visualizza il profilo dell'utente
5
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Gazie Silentio del tuo mirabile sfoggio di cultura informatica.

Per le mie esigenze modeste, riesco a fare qualcosa di utile anche solo selezionando tutto e facendo un banale copia.
In Word poi mi arrangio con un incolla (se mi garba avere i pupazzetti ed il resto), per poi certosinamente cancellare il superfluo, oppure un "incolla speciale" (mantieni solo testo) se mi interessano i fatti e non i ghirigori.

Non chiedevo questo.

Nella più parte dei forum c'è un bottoncino con su scritto "versione stampabile". Tu lo pigi e zacchete! ti arriva tutta la discussione (ma proprio tutta, intervento per intervento) già in formato stampa.
O la stampi, e ce l'hai su carta, o fai il solito banale copia-incolla e te la trovi pari parti in un tuo file *.doc di Word.


Ecco; io chiedevo solo dove fosse quel bottoncino il "LaValleDell'Eco"

Cercherò io, se lo trovo vi aggiono. Grazie lo stesso

Visualizza il profilo dell'utente
6
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
AGGIORNAMENTO parziale (e sconfortante)

In alto a destra, dove comincia il Thread c'è quella riga con indicato il numero di pagine, poi "condividere" e poi "Più"

Cliccando su "Più" esce una tendina di opzioni, fra le quali c'è anche "Stampa questa pagina". Click, ed hai fatto.

Perché sconfortante?... perché se c'è quello, difficilmente c'è altro.
e quello:
- non ti permette la stampa sul file ma vuole proprio la carta
- si porta dietro tutte le informazioni web, i disegnini, le firmette, gli avatar eccetera in una formattazione da brivido, Per solo questa paginetta ci sono voluti 5 fogli A4!...

- soprattutto manco so se si espande a tutta la discussione o si limita alla pagina attiva.

A questo punto è assai meglio il mio sistema manuale da operaio!



Visualizza il profilo dell'utente
7
Don Chisciotte 83
avatar
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
@Lucio Musto ha scritto:AGGIORNAMENTO parziale (e sconfortante)

In alto a destra, dove comincia il Thread c'è quella riga con indicato il numero di pagine, poi "condividere" e poi "Più"

Cliccando su "Più" esce una tendina di opzioni, fra le quali c'è anche "Stampa questa pagina". Click, ed hai fatto.

Perché sconfortante?... perché se c'è quello, difficilmente c'è altro.
e quello:
- non ti permette la stampa sul file ma vuole proprio la carta
- si porta dietro tutte le informazioni web, i disegnini, le firmette, gli avatar eccetera in una formattazione da brivido, Per solo questa paginetta ci sono voluti 5 fogli A4!...

- soprattutto manco so se si espande a tutta la discussione o si limita alla pagina attiva.

A questo punto è assai meglio il mio sistema manuale da operaio!


Per come è strutturato ora il forum non è presente il tasto stampa, che stampi solo i contenuti.
E' però già possibile stampare su file, ma è necessario un programmino, gratuito, facilmente rintracciabile sul web. Si chiama PDFCreator e aggiungerà una stampante virtuale, così quando ti viene richiesta selezioni questa stampante fittizia e lui ti stampa su un pdf.
La stampa verrà fatta solo per la pagina corrente e non per tutto il topic però.

Presto il sito dovrebbe passare ad una nuova piattaforma, chissà che non ci sia anche questa funzione.

Visualizza il profilo dell'utente
8
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grazie Don... speriamo nel futuro.

Ma non darti troppa pena per me. Io sono pigro, ma poi, brontolando com'è giusto che facciano i vecchi, mi adatto e vado avanti lo stesso... :.-8:

Visualizza il profilo dell'utente
9
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
@Lucio Musto ha scritto:Gazie Silentio del tuo mirabile sfoggio di cultura informatica.

Andavo un po di fretta ed ero stanco, quindi mi sono limitato a postare quel che gia sapevo esser fattibile qui, con l'aggiunta della prima supercazzola rintracciabile e copiabile da gooooogle (così da avere anche questo topic in promemoria).

Pur avendo dimenticato buona parte dell'informatica, perchè quella laurea risale a più di 10 anni fà, avevo intuito comunque i tuoi intenti perchè mi era capitato di fare qualcosa di simile altrove, ma il comando qui non l'ho ritrovato e ricercando stamattina qualcosa nel web ho notato che sono tutte spiegazioni che fanno riferimento a modifiche da fare sul forum stesso (che è putroppo euro 0) e nessun eventuale programma che possa far qualcosa del genere (a parte una schifossissima spiegazione volta a far ritagliare i messaggi dalla pagina salvata come immagine, in modo da eliminare il superfluo).
Però Sanzio Panza 83, essendo mio allievo, ha gia nominato un programmino che neanche io sapevo.

Visualizza il profilo dell'utente
10
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Sai Silentio?... ti confesserò una cosa.
Ormai da tempo soffro terribilmente di "crisi da impotenza".

Io sono stato un pioniere; fra i primi 50 programmatori italiani.
Quelli di...
"Quando il byte già esisteva, ma non sapeva ancora di chiamarsi così"
come recita il sottotitolo di una mia collana di racconti sul tema.

Bene, per noi programmatori di allora certi problemi non si ponevano.
O una procedura c'era, per soddisfare una certa esigenza o ci scrivevamo un programmino all'uopo "col piede sinistro" (cioè senza sofismi ed imbellettature, ma veloce e funzionale).

Erano i tempi del "linguaggio macchina", dell'assembler, dell'autocoder, del Cobol, del Fortran, dell'SBS, del DBIII...

Il fatto di non sapere più scrivere un programmino interpretabile dai nuovi PC mi rende invalido grave... e mi sembra di non sapermi più muovere...

Visualizza il profilo dell'utente
11
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Per fortuna io ci sono nato invalido, quindo oltre quel consiglio non sarei mai potuto andare.
Gli unici tentativi terapeutici sono stati uno schifoso fortran77, che non mi è mai servito a nulla!

Visualizza il profilo dell'utente
12
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non recriminare, che forse sei stato fortunato!...

Immagina il nostro dramma psicologico: dover lavorare con Lui (l'Elaboratore Elettronico, allora non erano ancora PC), dandogli istruzioni, spiegandogli passo passo cosa fare e come fare per raggiungere certi obiettivi, tenendo conto in certi modi diversi ad ogni possibile variabilità che avrebbe potuto incontrare durante il suo lavoro....

Ed avere l'assoluta certezza che se qualche cosa non avesse funzionato, se si fosse verificato un errore, se un risultato fosse risultato errato, non era Lui (lo schiavo) ad aver commesso alcun errore ma tu e solo tu: il plasmatore della sua anima!

Non ci pensate quasi mai, voi persone fortunate, a quante volte vi sgrullate di dosso umiliazioni e responsabilità, colpe e fallimenti, semplicemente dando la colpa ad un altro... a qualcos'altro!...

Ed invece, in quegli entusiasmanti anni dei miei anni verdi, quando cultura fresca di libri ed intelligenza spumeggiante di giovinezza destavano meraviglia e imponevano rispetto nel mondo di un lavoro parruccone per definizione, per noi era dramma quotidiano:
O il "programma" risolveva brillantemente il problema dando le soluzioni esatte o TU, e solo TU, avevi sbagliato qualcosa dimostrandoti incapace.

Togliete dal mondo lo "scarico delle responsabilità", e vi sarete affacciati sull'abisso!

Visualizza il profilo dell'utente
13
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Dipende.
Tutte le infinite possibilità di manovra che i programmi oggi permettono attravenrso un'interfaccia intuibile anche ad un poppante come me, il cui massimo sfoggio informatico è stato compilare un algoritmo in linguaggio fortran77 per avere una matrice trasposta, restano frutto di lavori che hanno fatto perdere per ben bene la concezione della realtà ai programmatori informatici.

La differenza col passato è che però all'epoca non solo chi compilava un programma doveva raggiungere uno stadio psicotico dovuto allo stress da lavoro, ma anche l'utente utilizzatore che era chiamato ad avere competenze non molto dissimili (almeno sentendo, oltre che i tuoi, i racconti di chi ha quanche anno in più dei miei 75 trianni).

Visualizza il profilo dell'utente
14
Don Chisciotte 83
avatar
Tutor Corriere della Pera
Tutor Corriere della Pera
brutta razza quella degli informatici... sadness

Visualizza il profilo dell'utente
15
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Vero, Don... una pessima genìa rotolarsi dal ridere

Verissimo Silentio!... Infatti prima dell'avvento del Personal Computer (l'abbreviazione PC venne dopo) non era proprio previsto che "le mani sui computer" li mettesse qualcuno non "del mestiere"!
Operatori, Tecnici, Programmatori, Analisti... e basta!

E siamo alla metà degli anni settanta, quando i calcolatori non si compravano, ma si affittavano... ed io mi ero già fatto più di quindici anni di lavoro, e di umiliazioni, con quei cervelloni di latta! :\

Visualizza il profilo dell'utente
16
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Curiosità, non per impertinenza ma come reminescenza di un passato dialogo: ricordo male o la tua esigenza d'usare il calcolatore era rivolto a verificare che le casette di sughero dei presepi reggessero?


@Lucio Musto ha scritto:si affittavano...

E pensare che oggi è possibile usare un notebook perfino quanto si è nel cesso, anche se questo impedirà di dedicarsi ai consuetudinari 20 minuti di lettura di un libro o di alVolante.

Visualizza il profilo dell'utente
17
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
No. Per quella mi avvalevo della mia esperienza e quanto appreso in "Scienza delle Costruzioni" (oltre che affidarmi al culo, ovviamente!).

Già, si affittavano. Ed al Centro Elettronico lavoravamo su tre turni per non perdere nemmeno un minuto di elaborazione!
I costi infatti erano spaventosi, e solo le aziende grosse potevano permettersi un Calcolatore Elettronico.
I piccoli hanno continuato coi centri meccanografici per anni ed anni!

Visualizza il profilo dell'utente
18
Eleanor Roosevelt
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Bene, giovanotti. Per essere un thread di servizio direi che è durato anche troppo.
Lascio aperto solo a beneficio di chi volesse intervenire IT.

Visualizza il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum