Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Classica

Condividi 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
2
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
3
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
4
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
5
Faust
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Ci voleva questo thead.


Visualizza il profilo
6
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Forse la Pazza non lo sa,
ma si è messa in avatar il musetto di un soggetto che componeva musiche simili a come suonano i sentimenti che sento. BeautyfulSuina
Non che sia rassicurante, considerata la fine che ha fatto.
Cruciale l'abuso di violini.



Visualizza il profilo
7
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
8
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
9
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Visualizza il profilo
10
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
11
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
12
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
13
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
14
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
15
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
per un'amica lontana

Visualizza il profilo
16
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Scoprendo questo meraviglioso forum che mi ospita e nel quale sono
appena arrivato, rilevo copiacendomi che si parla della musica e delle
sue potenzialita'.

La musica.

La piu' nobile delle arti espressive, poiche' trasmette all'ascoltatore quelle dimensioni psicologiche ed emotive che
nemmeno la nobilissima poesia riesce a fare, anche se poesia e musica, molto spesso vanno di pari passo.

Abbiamo testi di canzoni che sono praticamente poesie e se performate
da artisti di vaglio, diventano opere la cui onusta pregevolezza non ha
eguali.

La musica come manifestazione suprema di genialita' e di sensibilita'
da parte del compositore: il genio musicale cambia gli stili del
momento, mettendosi in contrasto con la critica e rischiando un
declassamento momentaneo che poi diventera' un punto di riferimento
per il futuro.

Le miserie della musica:quante volte e' capitato di ascoltare in
strada artisti che primeggiano nella loro poeticita' e nello stesso tempo
sono sconosciuti al mondo.

Ma desidererei sottoporvi il binomio musica-poesia: il piu' funzionale
ad esprimere il massimo della creativita' umana, poiche' dalla poesia
abbiamo il trampolino di lancio dei sentimenti, mentre la musica
poi esprime l'immediatezza spirituale di quelle emozioni che vanno
oltre le parole medesime e che sono il soffio della vita tradotto
acusticamente.

Quindi l'empireo della creazione artistica.

Personalmente ho una grandissima predilezione per la classica di cui
vedo questo degno topic molto ricco e quindi vorrei porre l'accento sulle
sensazioni emotive vere e proprie che la musica alimenta anche di pari
passo con la poesia.

Vi sottopongo questo spunto tratto dalla Sinfonia n.4 Di Brahms.
Questa suggestiva interpretazione ci richiama il fascino inquietante e profondo della notte.

Una profondita' pervasa da un leggerissimo vento spirituale che l'ascoltatore ha la sensazione emotiva di percepire nitidamente.
Circondato da una quiete misteriosa che canta un cupo e suggestivo motivo armonioso ed oscuro.

La sonorita' della London Symphony Orchestra ne e' il mezzo comunicativo piu' pertinente.
E Wilhelm Furtwangler dirige una totalita' che ha in se' stessa la propria giustificazione artistica.

Prima di lasciarvi al video, aggiungo una mia modestissima meditazione.

La notte

O notte misteriosa velata di buio
che sei venuta sulla terra

per assopire gli uomini

facci vedere il cuore del tuo volto
e portaci a sognare

laddove il tuo vento gia' fuggito
ha condotto le nostre anime rapite da te.




Ultima modifica di The Royal il Mar 2 Ago 2011 - 23:16, modificato 1 volta

Visualizza il profilo
17
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
The Royal, complimenti!

Visualizza il profilo
18
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
19
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Gèca ha scritto:

Trovo che il video che tu hai postato, renda giustizia al concetto di verita' artistica poiche' senza parole fa' avvertire all'ascoltatore lo struggente soffio vitale del cimento sia poetico, che artistico.

Visualizza il profilo
20
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Arturo Toscanini ha rappresentato il diapason dell'arte direttoriale, poiche' ha incarnato il modello "ideale" di direttore d'orchestra e cioe' un direttore d'orchestra, che nella concertazione degli spartiti sia riuscito a far esprimere al corpus strumentale esattamente quel messaggio che il compositore aveva trasposto sulla partitura senza pero' poterne indicare a pieno i canoni espressivi.

Da qui il merito primo di Toscanini: la pratica della direzione d'orchestra come esplicazione della piu' alta artisticita' musicale e non come esibizione di una teatralita' gestuale di un qualsivoglia direttore.

L'esito finale del suo impegno su podio e' stato un percorso costellato di successi e di interpretazioni , da una parte diventate polpolarissime, ma dall'altra assurte a livello di testimonianza della verita' musicali degli spartiti medesimi.

La ricerca costante della piu' alta bellezza sonora ed espressiva di cui i suoi strumentisti dovevano essere gli artefici lo ha portato a dare il crisma ad interpretazioni mirabili sopratutto per la chiarezza .

Una misicalita' in cui il tema veniva sempre cantato anche nelle sue parti piu' difficili unitamente ad un fervore interpretativo tumultuoso ed all'esigenza di una continua espressivita' di sensazioni.

Il risultato di questa sinergia sono state orchestre dotate di una sonorta' propria che altre orchestre non riuscivano a conseguire.

La volonta' del compositore intuita alle proprie fondamenta e concertata in modo unico.

E quindi non e' fuori luogo parlare di una sorta di regalita' della maestria di Arturo Toscanini,
una regalita' tecnica artistica ed esecutiva.

Questa prima testimonianza e' un non video, nel senso che si ascolta solo l'audio:

una intervista che l'altrettanto grande maestro Carlo Maria Giulini fece a Toscanini e nel quale egli espresse alcuni principi base del suo operato.

Un documento interessantissimo.



Quello che invece segue e' un'altro documento storico-artistico che, musicalmente onora l'Italia e cioe'
L'overture della gazza ladra di Rossini, diretta dal maestro nel 1946 a Milano quando la Scala venne riaperta.

E qui viene fuori la regalita' di Toscanini; un'overture i cui suoni sono stati cesellati in un soffio di vita.

Quasi certamente potremo dire che quando Rossini concepi' la partitura di quest'opera, stava concependo questo nel proprio cuore.




I pini di Roma di Respighi: lo sfarzo e la grandezza di queste piante che esprimono un lontano passato storico.

Anche questa volta Toscanini coglie l'essenza di questa realta' ed interpreta il pezzo evidenziandone tutta la suggestione: la sonorita' e' magica e la vita, ancora una volta scorre nei suoni.

Visualizza il profilo
21
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
22
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@The Royal ha scritto:
@Gèca ha scritto:

Trovo che il video che tu hai postato, renda giustizia al concetto di verita' artistica poiche' senza parole fa' avvertire all'ascoltatore lo struggente soffio vitale del cimento sia poetico, che artistico.


Dici che è merito di chi ha curato il video o di Debussy?
Certa musica ascoltata al buio ha lo stesso potere di un video ben curato.

Visualizza il profilo
23
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico

Visualizza il profilo
24
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Gèca ha scritto:
@The Royal ha scritto:
@Gèca ha scritto:

Trovo che il video che tu hai postato, renda giustizia al concetto di verita' artistica poiche' senza parole fa' avvertire all'ascoltatore lo struggente soffio vitale del cimento sia poetico, che artistico.



Dici che è merito di chi ha curato il video o di Debussy?
Certa musica ascoltata al buio ha lo stesso potere di un video ben curato.


Ti ringrazio moltissimo per avermi richiamato su questo punto.

Ho provato ad ascoltarla al buio e credo che il suo potere sia quello che dici tu.

Visualizza il profilo
25
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
Di niente, The Royal.
Cercavo di capire il tuo punto di vista.

Visualizza il profilo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum