Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Ciao amore come stai?

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Mi è un pò difficile sviscerare questo 3d. Userò un pò di ironia. Che non guasta.
Allora...a volte mi capita di riprendermi in un letto e di sentire la fatidica frase: "Ciao amore come stai?".
Calma calma. Non è rivolta a me. La Lei sta parlando al telefono.
Uhm...in quei momenti, che non esito a definire topici, il mio cervello comincia a snocciolare una serie di domande e di considerazioni.
La prima: non so perchè - mi viene da pensare - ma se fossi in te, eviterei di chiamare "amore" una persona al telefono quando hai vicino qualcuno con il quale non hai certamente fatto una partita a briscola. Se dovessi scomodare le memorie dei miei nonni non esiterei ad affermare che la stessa cosa fatta da un uomo lo farebbe scadere sotto il livello della Linea 3 della metropolitana. Ma, evidentemente, l'arroganza, che spesso distingue il gentil sesso odierno, la porta a pensare che il solo fatto di avertela "data" la autorizza a fare qualunque minchiata. Io continuo a pensare che un pò meno di "Sex and the city" farebbe bene e questo pensiero è subito accompagnato da un bel vaffanculo telepatico - che non dico a voce perchè sono un signore.
La seconda: subito dopo mi viene da pensare: chissà cosa starà facendo quando chiama me amore e siamo al telefono??? Sfido chiunque a non essere pervaso da questo dubbio.

I momenti topici successivi sono: amore, amo te e amo anche lui. Con tanto di topic sul social network di turno: si possono amare due persone contemporaneamente? Non credevo mai che potesse capitare - sic! - e invece mi è successo. Amore "sono confusa". Questo, vi giuro, è il momento topico in assoluto. Seguito dal più classico: "sono divorata dai sensi di colpa". Però poi neanche tanto, penso io, visto come scopi. Con me e con lui.

Poi, può capitare, che sempre in diretta sul social network - continuo a pensare che molte, moltissime donne, fanno finta di snobbare il grande fratello, ma ucciderebbero per poterci andare - vieni a sapere che il LUI che hai sentito chiamare amore, non era il LUI che pensavi- che pure c'è ancora. Ma un altro LUI. Con il quale non si evincono particolari sensi di colpa.

Ecco...a questo punto sono arrivato a un punto che...non capisco. Cioè, come si suol dire, mi sono incartato. LA vicenda si è talmente ingarbugliata che comincio ad avere delle crisi di identità. Se ti incazzi scatta la famosa frase: "Amore, non sei più come una volta". Perchè? Come cazzo ero una volta? Ti viene spontaneo chiederlo...ma poi la domanda ti si strozza in gola. Perchè ti accorgi che tanto chiedere non ha senso.

Questo breve spaccato di vita quotidiana fa capire che spesso le cose non sono così semplici. Neanche per noi poveri maschietti. E sorge spontanea una considerazione. Se per caso scappa la domanda: ma che cosa ti sta succedendo?....occorre sempre precisare se si desidera sapere la verità o se è meglio accontentarsi di una bugia.

Tempi moderni. Tempi di "Sex and the city". Forse è questo il nuovo corso che taluni auspicano? Mah....
Ai posteri l'ardua sentenza.
Non vi è dubbio che un ruolo fondamentale lo svolgono i social network. Il fatto di poter fruire facilmente di personalità multiple sui network fa sì che si trasponga anche nella vita reale questo meccanismo. Si pensa di avere vicino un avatar e si dissocia la mente dalla realtà. Non considerando che la persona che hai vicino è fatta di carne e ossa.

Vedi il profilo dell'utente
2
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Sai qual'è il dramma?
che è tutto assolutamente vero.
Il desiderio è confuso.
Il senso di colpa solleva in modo sottile dalle nostre responsabilità.
E' la parola amore che in questo stona.
Io quando ho amato non vedevo altri. Così è, altrimenti non sarebbe dannatamente bello. Io mi cedo, io mi do, i non mi appartengo più.
Altro discorso va fatto invece quando sono affascinata da qualcosa, e amo ciò che una persona mi da. Allora mi continuo ad appartenere e potrei vivere certe cose con più persone. In questi casi secondo me si può rimproverare all'altro di non essere più cio che era, perchè non si desiderava l'altro ma ciò che ci permetteva di provare attraverso la sua diversità. Essendo incline ad alienarmi all'altro nel tentativo di creare insieme un mondo un ciccinino più profondo, non chiamo questo amore.

Vedi il profilo dell'utente
3
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@NinfaEco ha scritto:Sai qual'è il dramma?
che è tutto assolutamente vero.
Il desiderio è confuso.
Il senso di colpa solleva in modo sottile dalle nostre responsabilità.
E' la parola amore che in questo stona.
Io quando ho amato non vedevo altri. Così è, altrimenti non sarebbe dannatamente bello. Io mi cedo, io mi do, i non mi appartengo più.
Altro discorso va fatto invece quando sono affascinata da qualcosa, e amo ciò che una persona mi da. Allora mi continuo ad appartenere e potrei vivere certe cose con più persone. In questi casi secondo me si può rimproverare all'altro di non essere più cio che era, perchè non si desiderava l'altro ma ciò che ci permetteva di provare attraverso la sua diversità. Essendo incline ad alienarmi all'altro nel tentativo di creare insieme un mondo un ciccinino più profondo, non chiamo questo amore.

Ho imparato a riformulare il linguaggio.
Ad usare le parole per quello che realmente vogliono dire.
Ad usarle solo quando esprimono ciò che contengono.

Vedi il profilo dell'utente
4
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@xmanx ha scritto:

Ho imparato a riformulare il linguaggio.

Cioè?

Vedi il profilo dell'utente
5
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
xmanx il fatto che tu stia giacendo nel letto di una persone che ne chiama un'altra "amore" di fatto ti colloca sulla medesima linea della persona che, dopo aver giaciuto (in senso biblico) con te, chiama "amore" un altro. E questo indipendentemente se la persona con cui hai condiviso il talamo sia di sesso maschile, femminile o transgender.

Vedi il profilo dell'utente
6
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:xmanx il fatto che tu stia giacendo nel letto di una persone che ne chiama un'altra "amore" di fatto ti colloca sulla medesima linea della persona che, dopo aver giaciuto (in senso biblico) con te, chiama "amore" un altro. E questo indipendentemente se la persona con cui hai condiviso il talamo sia di sesso maschile, femminile o transgender.

Mi permetto di dissentire.
Non siamo sulla stessa linea perchè il motivo per cui ero lì era profondamente diverso dal motivo per cui lei era lì.
Questo fa sì che non possiamo, per me, essere sulla stessa linea.

E' talmente vera questa cosa che mi sono dileguato.
Per quanto mi rigarda non è sempre vero che Parigi val bene una messa.
Anche se Parigi ha un bel culo e un bel paio di tette.

Vedi il profilo dell'utente
7
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@NinfaEco ha scritto:
@xmanx ha scritto:

Ho imparato a riformulare il linguaggio.

Cioè?

Non usare parole che esprimono significati che per me hanno altro spessore.
Usare le parole per descrivere ciò che è realmente...o, più precisamente, la percezione che io ho delle cose, cercando di descriverle per quello che sono.
Insomma...evitare se possibile..di dire cazzate spacciandole per altro.

Vedi il profilo dell'utente
8
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Non vedo il tuo punto, sinceramente. Spero di sbagliarmi, ma mi sembra di cogliere (nel primo post) una sfumatura di moralismo, tipo "ma guarda sta put*ana"). E non ci arrivo: sarà lei libera di scoparsi chi le pare, fosse pure una caserma di marines, nella stessa misura in cui sei libero di farlo tu?
Tutto il resto: "amore", "i sensi di colpa", le tue considerazioni su di lei, lasciano parecchio il tempo che trovano, il dato rimane quello. Ognuno è libero di scoparsi chi e quante persone vuole e non vedo perchè, per questo, dovrebbe essere giudicato.

Vedi il profilo dell'utente
9
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Non vedo il tuo punto, sinceramente. Spero di sbagliarmi, ma mi sembra di cogliere (nel primo post) una sfumatura di moralismo, tipo "ma guarda sta put*ana"). E non ci arrivo: sarà lei libera di scoparsi chi le pare, fosse pure una caserma di marines, nella stessa misura in cui sei libero di farlo tu?
Tutto il resto: "amore", "i sensi di colpa", le tue considerazioni su di lei, lasciano parecchio il tempo che trovano, il dato rimane quello. Ognuno è libero di scoparsi chi e quante persone vuole e non vedo perchè, per questo, dovrebbe essere giudicato.

Nessuna sfumatura di moralismo.
Ho letto qua e là in questo forum critiche "agli uomini" in quanto tali e al loro comportamento spregiudicato; volevo dare un piccolo contributo su uno spaccato dell'universo femminile che mi è capitato di incontrare. Che - appunto - non è da meno.
Non c'era nessun moralismo. Solo una constatazione piuttosto ironica delle minchiate che a volte si dicono e dietro le quali ci si nasconde. Sia gli uomini che le donne.

Sul fatto poi che lei è libera di scoparsi chi le pare nella stessa misura in cui sono libero di farlo io...questo è vero. Esattamente come è vero il fatto che se lavori in una azienda di cui sei l'azionista di riferimento non ti passa neanche nell'anticamera del cervello andare a vendere ai tuoi concorrenti i suoi brevetti. O no?

Vedi il profilo dell'utente
10
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Uhm, dipende. Dipende da cosa hai da guadagnare "andando a vendere ai tuoi concorrenti i brevetti dell'azienda di cui sei azionista di riferimento". Ad esempio, per rimanere un attimo nella metafora economco-finanziaria, il tuo interesse nel fare una cosa del genere potrebbe essere creare un cartello d'interessi che, superficialmente, si proietta come un gruppo di soggetti che si fanno concorrenza ma, in realtà, è un gruppo di soggetti che si spartisce la torta. Catch my drift?

Vedi il profilo dell'utente
11
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Uhm, dipende. Dipende da cosa hai da guadagnare "andando a vendere ai tuoi concorrenti i brevetti dell'azienda di cui sei azionista di riferimento". Ad esempio, per rimanere un attimo nella metafora economco-finanziaria, il tuo interesse nel fare una cosa del genere potrebbe essere creare un cartello d'interessi che, superficialmente, si proietta come un gruppo di soggetti che si fanno concorrenza ma, in realtà, è un gruppo di soggetti che si spartisce la torta. Catch my drift?

ahahah mi piaci Sickboy.
sei un tipo sveglio :-)

Speriamo di non incappare in qualche coglione del FBI.

Vedi il profilo dell'utente
12
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sì ma tu non hai risposto alla mia osservazione (ora vado fuori di metafora): può darsi che lei si comporti così perchè è un modo come un altro (magari più semplice) per avere l'onestà intellettuale di dirti «guarda che io e te scopiamo ed è bellissimo, ma io scopo anche con altre persone e pure con loro è abbastanza bello, tanto che chiamo "amore" anche loro. Quindi, se questo non ti va bene levati di torno, altrimenti grande! continuaiamo così ma a patto che tu accetti di non cercare un'esclusiva che, comunque, non avrai mai»

A me non sembra male.

Vedi il profilo dell'utente
13
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Sì ma tu non hai risposto alla mia osservazione (ora vado fuori di metafora): può darsi che lei si comporti così perchè è un modo come un altro (magari più semplice) per avere l'onestà intellettuale di dirti «guarda che io e te scopiamo ed è bellissimo, ma io scopo anche con altre persone e pure con loro è abbastanza bello, tanto che chiamo "amore" anche loro. Quindi, se questo non ti va bene levati di torno, altrimenti grande! continuaiamo così ma a patto che tu accetti di non cercare un'esclusiva che, comunque, non avrai mai»

A me non sembra male.

E' talmente vero che, come ho detto prima, mi sono dileguato.
E mi sono dileguato non per questioni morali. Ma perchè, quella, era una situazione che non accettavo.
E quando mi sono accorto che era proprio come dici tu, mi sono levato di torno.

Vedi il profilo dell'utente
14
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Legittimissimo. Da parte di entrambi.
Aggiungo: era ora che le donne iniziassero a fare così. Chissà che, vedendole, a qualche maschietto non venga in mente che potrebbe fare così pure lui, invece di essere "amore tesoro sono solo tuo" con una, e poi con un'altra ed un'altra ma senza avere l'onestà intellettuale di farlo apertamente.

Vedi il profilo dell'utente
15
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Legittimissimo. Da parte di entrambi.
Aggiungo: era ora che le donne iniziassero a fare così. Chissà che, vedendole, a qualche maschietto non venga in mente che potrebbe fare così pure lui, invece di essere "amore tesoro sono solo tuo" con una, e poi con un'altra ed un'altra ma senza avere l'onestà intellettuale di farlo apertamente.

Francamente a me non interessa molto cosa dovrebbero fare le femminucce. E cosa dovrebbero fare i maschietti.
Non ho nessuna missione salvifica da compiere. Nè qualcuno mi ha investito di tale ruolo.

Semplicemente mi interessa ciò che fanno le persone che si relazionano con me e ciò che faccio io.

Vedi il profilo dell'utente
16
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Noto che -talvolta- ti sfugge una correlazione tra comportamenti e/o fenomeni generalizzati e quello che succede nel tuo orticello.

Non c'è nessuna missione salvifica da compiere, ma fingere che non esista una stretta correlazione tra ambiente socioculturale, condizionamenti e pressioni conseguenti e "ciò che fanno le persone che si relazionano con te e ciò che fai tu", scusami, ma è ancora una volta non vedere la foresta per guardare l'albero.

Vedi il profilo dell'utente
17
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@^Sick_Boy ha scritto:Noto che -talvolta- ti sfugge una correlazione tra comportamenti e/o fenomeni generalizzati e quello che succede nel tuo orticello.

Non c'è nessuna missione salvifica da compiere, ma fingere che non esista una stretta correlazione tra ambiente socioculturale, condizionamenti e pressioni conseguenti e "ciò che fanno le persone che si relazionano con te e ciò che fai tu", scusami, ma è ancora una volta non vedere la foresta per guardare l'albero.

Come ho già avuto modo di dire guardo ai singoli comportamenti.
Mi interessano solo quelli.
Ho riscontrato che le foreste servono solo per nascondere e per nascondersi.

Vedi il profilo dell'utente
18
^Sick_Boy
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
:)
Quindi tu rifiuti l'analisi dei fenomeni che ti circondano e preferisci focalizzarti su quel che succede a te. Scelta assolutamente rispettabile, ma rischi così di trovarti in situazioni che non ti soddisfano (perchè non hai potuto "leggerne" i caratteri in anticipo) oltre che di fraintendere quelle che hai già intorno.

Vedi il profilo dell'utente
19
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum