Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

ho fatto un sogno...

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Blasel
avatar
Banned
Banned
In genere non ricordo mai i miei sogni, ma questo e' vivido nella mia mente.

Stavo a casa quando sono stato chiamato perche' Antonio, un tizio ipocondriaco che chiamiamo l'incredibile Hulk, sia per la sua mole che per la sua scarsa intelligenza, aveva chiesto di parlare con me per problemi mentali. Siamo saliti sul terrazzo (mai visto prima), comune anche ad altre scale del fabbricato, ed una volta su Antonio si e' messo a parlare con un tizio di sua conoscenza al che mi sono incazzato e me ne sono andato borbottando fra me "E dire che lo curo anche gratis, quando prendo 250€ alla volta.." (e' assolutamente falso) e dei ragazzini rispondevano "Ben ti sta, cosi impari" ed allora con mia moglie abbiamo preso un tram, ci siamo seduti, e ad un tratto il tram si e' inerpicatp in un vicolo stretto e proseguiva in salita, mentre mi chiedevo come facesse a passare in un vicolo tanto stretto, mi sono accorto che mia moglie non era piu' seduta accanto a me e che in realta' non ero piu' su di un tram, ma seduto su di una sedia che correva veloce su binari inesistenti per giungere in un piazzale e fermandosi mi ha fatto comprendere ch'ero arrivato a destinazione e che ero defunto.

Quindi son dovuto entrare in un ingresso come quello di un cinema e salendo una rampa di scale, arrivare in una sala d'aspetto dove camminavano e svolazzavano alti prelati cattolici. Chiedevo informazioni ma mi dicevano ch'ero nei guai e che dovevo andare in un posto molto brutto. Pensavo, ma che cazzo, anche nell'aldila', questi (clericali) fanno a meno delle donne? Cosi sono andato allo sportello per chiedere informazioni precise e, finalmente ho visto una figura femminile che mi ha risposto con gentilezza. Mi hanno svegliato subito dopo...

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum