Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Psicologia degli Avatar

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Entrare in un MUD o in una chat che utilizza gli avatar (chat visuale) “it’s like going to a masquerade party” (è come andare ad una festa in maschera). In questi contesti l’anonimato è molto diverso dalle chat testuali (che utilizzano solo il linguaggio), dove solo il nickname scelto pubblicizza la propria identità on-line. Nei MUD si possiede anche un costume. Indossare un costume ad una festa nella vita reale permette di mascherare alcuni tratti fisici e di modificare la propria identità. Si è in qualche modo “anonimi”. Il costume, inoltre, mette in rilievo, in modo simbolico, alcuni aspetti della persona. Può “esagerare” un interesse, alcuni aspetti della personalità o dello stile di vita, o evidenziare un desiderio. Spesso una maschera, come un avatar, mette in risalto aspetti che sarebbe difficile cogliere in un incontro faccia-a-faccia. La scelta da parte dell’individuo, infatti, può essere inconscia. In sostanza gli avatar hanno la stessa funzione delle maschere nella vita reale.
Esistono sostanzialmente due livelli per quanto concerne gli avatar: il primo riguarda i cosiddetti “smileys”.Si tratta di faccine predefinite che mostrano i principali sentimenti umani attraverso diverse espressioni: felice, triste, arrabbiato, annoiato, etc… Questi avatar sono utili per coloro che entrano per la prima volta negli ambienti virtuali e non sono ancora propriamente parte della comunità.


Gli utilizzatori più frequenti, invece, utilizzano immagini create personalmente. Alcune sono fotografie o immagini scannerizzate, altre sono icone estratte dai numerosi archivi disponibili su Internet, altre ancora sono disegnate dagli stessi utenti attraverso il linguaggio ASCII (utilizzo dei caratteri della tastiera per creare immagini).


Una linea guida per catalogare gli avatars ci viene offerta da McWilliams attraverso l’utilizzo dei “tipi di personalità”. Sebbene le tipologie da lui descritte siano utilizzate per diagnosi cliniche, quando vengono trasportate in una dimensione non patologica, possono essere, comunque, utili a indicare personalità “normali”. Il tema, le caratteristiche o l’impatto interpersonale di un avatar possono essere facilmente associate a questi tipi specifici:


• Narcisistico: tema del potere, status, perfezione,
grandiosità; utilizzato per ottenere ammirazione e
lode; associato all’essere “speciali” o “privilegiati”.
• Schizoide: tema del distacco interpersonale,
dell’indifferenza e della solitudine, probabilmente
associato a pensieri astratti o intellettuali, scarsa
presenza di elementi che indichino calore e
tenerezza.
• Paranoico: tema della mancanza di fiducia,
isolamento, ipervigilanza, comportamenti atti a
incolpare terzi e a cercare falli nei comportamenti
altrui, segnalato da caratteristiche di freddezza,
mancanza di umorismo, polemicità.
• Depressivo: tema della malinconia, oscurità,
incertezza, scarsa autostima
• Maniacale: tema dell’energia, della grandiosità,
dell’impulsività
• Masochistico: tema dell’autodistruzione ed
esaltazione del lato oscuro
• Ossessivo/coercitivo: tema della seriosità, formalità,
del controllo e della perfezione, pignoleria sui dettagli
e le regole.
• Psicopatico: tema dell’antisocialità, della violazione
delle regole; scarsa presenza di sentimenti di
vergogna o colpa, comportamenti di sopraffazione
verso gli altri.
• Istrionico: tema della ricerca di attenzione, della
seduzione, della vanità, della dipendenza,
comportamenti drammatici, di forte emotività.
• Schizofrenico: tema dell’essere distaccato,
indifferente, legato al mondo magico e alla
superstizione

Vedi il profilo dell'utente
2
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Incomma, non ce n'è uno che si salvi.

Vedi il profilo dell'utente
3
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Stupenda questa discussione....


@IlDucaBianco ha scritto: è come andare ad una festa in maschera ..........Indossare un costume ad una festa nella vita reale permette di mascherare alcuni tratti fisici e di modificare la propria identità. Si è in qualche modo “anonimi”. Il costume, inoltre, mette in rilievo, in modo simbolico, alcuni aspetti della persona. Può “esagerare” un interesse, alcuni aspetti della personalità o dello stile di vita, o evidenziare un desiderio. Spesso una maschera, come un avatar, mette in risalto aspetti che sarebbe difficile cogliere in un incontro faccia-a-faccia. La scelta da parte dell’individuo, infatti, può essere inconscia. In sostanza gli avatar hanno la stessa funzione delle maschere nella vita reale.
Lo penso anche io. Infatti adoro mascherarmi anche nella vita quando c'è l'occasione. Trovo ciò consenta di riportare in vita una dimensione fantastica tipica del gioco durante l'infanzia: l'illusione condivisa con altri che diventa reale, in un tempo a termine.
Sono anche d' accordo sul fatto che la scelta è spesso inconscia e me ne sono accortaleggendo le varie classificazioni e riconducendole ai miei cambi di avatar. Tutti rispecchiavano il mio stato emotivo del momento.

Esistono sostanzialmente due livelli per quanto concerne gli avatar: il primo riguarda i cosiddetti “smileys”.
Cioè?


Gli utilizzatori più frequenti, invece, utilizzano immagini create personalmente.
Infatti, io ho iniziato a crearle dopo un po'.


Ora posto alcuni dei miei avatar, quotando qui sotto il tipo secondo me corrispondente



• Paranoico: tema della mancanza di fiducia,
isolamento, ipervigilanza, comportamenti atti a
incolpare terzi e a cercare falli nei comportamenti
altrui, segnalato da caratteristiche di freddezza,
mancanza di umorismo, polemicità.
• Depressivo: tema della malinconia, oscurità,
incertezza, scarsa autostima
• Maniacale: tema dell’energia, della grandiosità,
dell’impulsività
• Masochistico: tema dell’autodistruzione ed
esaltazione del lato oscuro
• Istrionico: tema della ricerca di attenzione, della
seduzione, della vanità, della dipendenza,
comportamenti drammatici, di forte emotività.




Sono solo alcuni perchè li cambio spesso.
Inizialmente il mio avat invece era stabile.

Emeraldas, personaggio della mia infanzia.



L. personaggio che amo particolarmente in un immagine che trovo di una bellezza indicibile, che mi cattura completamente.



Questo è il primo di una serie di occhi.
Qui inizio a manipolare la mia immagine, per un preciso motivo e questi due sono i più rappresentativi: uno è il primo e l'altro è quello che rende meglio l'idea.






R-L Mayer in cui mi identifico





O-Ren Ishi




Geishe, anche queste sono una serie. Ritengo anche O'Ren una geisha infondo.



Momento di nausea per me, gli altri e il gioco di illusioni. Velata presa per il culo.





Non ho ripercorso tutti gli stati d'animo.
Già era un post abbastanza egocentrico e lungo così.


Vedi il profilo dell'utente
4
*Lilith*
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@PorceDi ha scritto:Incomma, non ce n'è uno che si salvi.

Il mio che tema sarà? scratch
Lilith, donna che si ribella alla sottomissione maschile, démone mangiatrice di bambini di genere maschile (della serie: facciamoli fuori direttamente in fasce), seduttrice che abusa degli uomini durante il sonno, forte rappresentante di seduzione e femminilità.



Ultima modifica di *Lilith* il Lun 8 Nov 2010 - 14:25, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
5
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
E scommetto che hai anche la luna.
Nera.

Vedi il profilo dell'utente
6
*Lilith*
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Se sono mestruata, possibile. Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
7
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@*Lilith* ha scritto:

forte rappresentatrice di seduzione e femminilità.


Su questo punto, direi un applauso fortissimo ed a piene mani. Sul resto si potrebbe aprire un confronto, ma magari la cosa diventerebbe un'po' lunghetta..........?

Vedi il profilo dell'utente
8
*Lilith*
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Sempre disponibile ai confronti. BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
9
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
Io boh.

Vedi il profilo dell'utente
10
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E io che ho sempre i gatti che fanno i matti? Che vorrà mai dire? scratch



Vedi il profilo dell'utente
11
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vuol dire che le bestie sono come i loro padroni.

Vedi il profilo dell'utente
12
Ospite
avatar
Ospite
Qualcuno richiami il Duce...ehm, il Duca all'ordine, io vorrei sapere che significa la scelta del mio attuale avatar!

13
IlDucaBianco
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
CignoNero ha scritto:Qualcuno richiami il Duce...ehm, il Duca all'ordine, io vorrei sapere che significa la scelta del mio attuale avatar!

Non posso saperlo.
Solo tu sai la risposta.

Vedi il profilo dell'utente
14
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Ho sempre messo un avatar che rispecchiasse a pieno il mio essere.
Ad esempio quest'ultimo è frutto dell'umile consapevolezza del Mio essere Divino.

Vedi il profilo dell'utente
15
crigri
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Vedo che, come me, molti, perlopiù donne, hanno scelto come avatar l'occhio in primo piano.
Che vorrà mai dire? Carattere istrionico o ossessivo-coercitivo?

Vedi il profilo dell'utente
16
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Nel mio caso forse, o maniacale anche,
però dipende dal perchè l'hai scelto credo.

Vedi il profilo dell'utente
17
hakimsanai43
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ch sono gli Avatar?
Dicesi Avatar una persona che è diventata illuminata e,dopo la morte,invece di rimanere nell'aldilà,ritorna qui volontariamente per diffondere il suo messaggio.
Sono Avatar: Buddha,Maometto,Krishna,Gesù,Kabir,Meister Eckhart,
Shamkara,Chandrashekarendra,Bayazid al-Bistami e infine Hakim Sanai.



nascondersi

Vedi il profilo dell'utente
18
Giglio Bianco
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sarebbe divertente vedere su cosa il nostro simpatico McWilliams si basa per dare una diagnosi.
Cosi' da poter sgranare gli occhi e dire ooooh cavolo ma allora io sono cosi'!

Sono d'accordo sul fatto che in qualsiasi contesto una persona si scelga un avatar, quell'avatar la rappresenti.
E non mi ci voleva capitan Obvious, senza cattiveria.

Ma come, secondo che criteri, fino a che punto?
E cosa rappresenta in maggior misura? Cio' che ci piace, cio' che proviamo, cio' che siamo? Cosa vogliamo comunicare esattamente con quell'avatar?

"Lo sai tu" non mi basta come risposta! Grazie al cavolo che io lo so, ma lui che ne sa? Qualcuno mi chiami McWilliams

Vedi il profilo dell'utente
19
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ottime domande.
I criteri mi sembra siano intuitivi, ovvero un avatar viene classivicato come istriionico se trasmette sensazioni " di esaltazione" a chi lo osserva.
Cosa rappresenta in realtà non è dato saperlo.
Ritengo rilevante piuttosto comprendere che tipo di fantasia vuole comunicare. Per capire questo occorre il contesto secondo me. L'avatar da solo non basta.

Vedi il profilo dell'utente
20
RevolutionHope

Viandante Residente
Viandante Residente
Io un avatar nemmeno riesco a sceglierlo

Vedi il profilo dell'utente
21
Stardust
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@hakimsanai43 ha scritto:Ch sono gli Avatar?
Dicesi Avatar una persona che è diventata illuminata e,dopo la morte,invece di rimanere nell'aldilà,ritorna qui volontariamente per diffondere il suo messaggio.
Sono Avatar: Buddha,Maometto,Krishna,Gesù,Kabir,Meister Eckhart,
Shamkara,Chandrashekarendra,Bayazid al-Bistami e infine Hakim Sanai.



nascondersi

meditare

Vedi il profilo dell'utente
22
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum