Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

L'eterno presente

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
altamarea
altamarea
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
L’eterno presente.

La riflessione sul tempo è un capitolo fondamentale della filosofia e della scienza contemporanee.

Cos’è il tempo ? Non è un attributo dell’universo ma è una dimensione costruita dalla nostra mente per comprenderlo. Idem per lo spazio.

Il tempo considerato come dimensione induce a calcolarlo (con l’orologio), a distinguere gli eventi tra passato, presente e futuro.

Il passato ed il futuro esistono solo in relazione al presente: dal tempo presente si diramano due vie, una verso il futuro infinito, l'altra verso il passato infinito.

È la nostra percezione a darci l’impressione del “trascorrere del tempo”. In realtà, il tempo non scorre, il tempo “è”. Come Dio, è eterno presente.

L’eternita’ non si può’ misurare, eppure, per chi ci crede, il Dio Eterno abita nell’eternità, senza inizio né fine, perché Dio trascende il tempo.

Eternità significa sia infinita estensione del tempo sia assoluta atemporalità, senza successione temporale; in questa seconda accezione l’eternità è riferita specificamente a Dio.

L’antico filosofo Parmenide di Elea (polis della Magna Grecia) identificava l’eternità come un continuo presente, che esclude il passato ed il futuro. L’attimo, il presente, l’hic et nunc, il “qui e ora” è la vera realtà temporale, mentre l’eternità è un’astrazione.

Nella Bibbia ci sono numerosi richiami al dio dell’eternità.

(Genesi 21, 33): "Abramo piantò un tamerice in Bersabea, e lì invocò il nome del Signore, Dio dell'eternità".

(Salmi 106, 48) Davide: “Benedetto sia il Signore, il Dio d'Israele, d'eternità in eternità!".

(Isaia 57, 15): “Alto, l'eccelso, che abita l'eternità, e che si chiama il Santo”.

Paolo (1 Timoteo 1, 17): “Al Re eterno, immortale, invisibile, all'unico Dio, siano onore e gloria nei secoli dei secoli”.

(Deuteronomio 33, 27): “Il Dio eterno è il tuo rifugio; e sotto di te stanno le braccia eterne. Egli scaccia davanti a te il nemico e ti dice: Distruggi!".

(Isaia 40, 28): “Non lo sai tu? Non l'hai mai udito? Il Signore è Dio eterno, il creatore degli estremi confini della terra; egli non si affatica e non si stanca; la sua intelligenza è imperscrutabile”.

Visualizza il profilo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum