Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Piaceri da amico.

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Piaceri da amico.




Jean-René Brélivert, un contadino di Trégarvan, ai piedi del Ménez Hom, e il suo vicino vivevano da buoni amici, anzi li si poteva definire cugini, poichè così si chiamano in Bretagna gli amici per la pelle.
Non solo, si aiutavano l'un l'altro nei lavori pesanti, durante la trebbiatura ed il trasporto della legna; questo lo fanno tutti!
Quando la mietitrice di Francois era in riparazione, costui era certo di poter usare quella di Jean-Renè, e quando Jean René finiva le provviste di avena Francois non si tirava indietro se doveva dargliene un pò della sua scorta.
Per questo René si rattristò molto quando venne a sapere che Francois era morto.
Il ricordo dei momenti piacevoli trascorsi inseme a bere vino e lavorare fianco a fianco lo colmarono di malinconia, e decise quindi di andare al funerale, che doveva aver luogo due giorni dopo, alle nove.
Main campagna non sempre si può fare ciò che si vuole. A quel tempo, in questa regione, si piantava ancora la canapa e, una volta tagliata, non doveva assolutamente bagnarsi.
Il giorno del funerale il cielo era coperto da gran nuvole bianche e, da occidente, avanzavano nubi grigie.
"Pioverà il vento è cambiato" disse Jean René Brélivet a sua moglie. " Devo correre a mettere la canapa al Riparo. Non posso venire al funerale del povero Francois: Vai da sola e scusati per me con la sua famiglia."
Senza perdere tempo si recò sul campo di canapa, che confinava propri con il frutteto dell'amico morto Francois Quenquis. Solo una macchia di alberi ed arbusti divideva i due appezzamenti.
Mentre raccoglieva le fascine di canapa secca, i suoi pensieri andarono a colui che in quel momento stava per essere condotto al cimitero e ripensò alle buone qualità del suo vicino, sempre disposto adaiutarlo.
"sono sempre i migliori che se ne vanno" sospirò.
Verso le nove quando dalla torre i rintocchi a martello sulla campana, erano a morto, interruppe un attimo il lavoro.
Che spavento quando, improvvisamente, nella boscaglia che divideva i due campi vide comparire Francois Quenquis nei suoi soliti abiti da lavoro, con gli zoccoli ed il cappello scolorito in testa.
Si stava aggirando tra i suoi alberi da frutta, li controllava tutti,talora tastandoli con le dita, e sembrava stesse cercando qualcosa.
L'apparizione di un morto è sempre assai inquietante.
Certe persone resuscitano ma hanno in testa intenzioni cattive, per cui è bene guardarsi da esse così mormorò " Doue da bardono an Anaon".
Si scosse sperando che l'apparizione si dileguasse o che non si trattasse di Francois. Che la notizia della morte non fosse vera e che il vicino fosse ancora vivo?
Di una cosa era certo: l'uomo che stava attraversando la boscaglia in quel modo strano era Francois. Ciò che lo inquietava era il fatto che il corteo funebre stava partendo in quel momento dalla fattoria del vicino e lui sentiva persino i canti del lamento.
Francois si era fermato presso un vecchio salice.
Erano stati tagliati tutti i rami grossi dell'albero e solo i giovani virgulti erano stati risparmiati.
Li osservò a lungo poi scosse il capo. Passò una mano sulla corteccia e si appoggiò per un attimo al tronco. A Jean René sembrò che avesse finalmente trovato ciò che stava cercando.
Improvvisamente, senza rendersi conto di come potesse essere accaduto, Jean René vide Francois seduto a cinque piedi da terra, su un ramo di salice non più grosso di una matita; il ramo però, non sembrava piegarsi sotto il peso dell'uomo.
Dato che lo stava fissando con un'espressione mite, Jean René prese il coraggio a due mani, avanzò un paio di passi verso di lui e gli chiese con voce flebile:
"Che cosa fai qui, povero Fanch? Perchè ti sei seduto proprio su quel ramoscello che non reggerebbe uno scricciolo invece di scegliere un robusto ramo di quercia? Ce ne sono così tanti qui! "
Francois scosse lievemente la testa.
"Non l'ho scelto io" " Il nostro Dio assegna a ciascuno di noi il luogo del proprio castigo. A me ha assegnato questo ramoscello e nient'altro.
"Devi rimanere per molto la sopra?".
"Oh si! Finchè il ramo sufficientemente grosso da poter servire da impugnatura o da manico per un attrezzo."
La voce del morto era molto triste che a Jean René si strinse il cuore.
Si mise a riflettere a testa bassa. Era un lungo e severo castigo pensò!
D'un tratto Jean René alzò la testa. Il suo viso riluceva e sorrise al morto.
"Aspetta, Fanch, nessuno dovrà dire di me che ho piantato in asso un vicino ed amico. Faccio una salto a casa a torno subito!".
Si tolse gli zoccoli per correre più veloce e quando tornò mostrò con aria astuta ciò che era andato a prendere a casa: lo sbattiuova di sua moglie, quel piccolo attrezzo che lei usava per fare le frittate.
Disse al morto:
"Presto sarai libero. Mia moglie mi ha detto ultimamente che il manico dello sbattiuova era rotto e che va sostituito. Non si può negare che questo non sia un attrezzo, vero?"
Senza aggiungere altro si arrampicò sul salice, estrasse un coltello dalla tasca e tagliò il ramoscello che serviva da trespolo a Francois.
Poi si mise a lavoraci sopra per ricavarne un manico da sbattiuova.
Non appena ebbe finito sentì un allegro "Grazie amico mio!".
Il morto era scomparso e nell'aria, aleggiava un gradevole profumo di caprifoglio e menta piperita. Jean Renè guardò in alto e una bianca nuvola sembrava avere il viso sorridente del buon vecchio Fanch.

Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
morale ?

Vedi il profilo dell'utente
3
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

@paolo iovine ha scritto:morale ?

Vedi il profilo dell'utente
4
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
No, Coelho no, per favore...

Vedi il profilo dell'utente
5
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

@Pazza_di_Acerra ha scritto:No, Coelho no, per favore...


Hai ragione... in effetti non piace nemmeno a me,.... e allora per farmi perdonare ti dico due cose che forse possono interessarti; sono cose che accadono ogni giorno a donne e uomini, nostri contemporanei, che anelano la sicurezza dell'aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno. Eppure sono gli stessi che hanno paura di restare impigliati in qualsivoglia tipo di relazione stabile e temono i legami stretti, perchè hanno paura che questi legami comportino oneri che non vogliono nè pensano di poter sopportare.
In effetti se pensi ad una relazione puoi sentirti insicuro, quanto saresti senza di essa, o anche peggio.
Più ci penso, e più mi aggroviglio in una non soluzione.

Vedi il profilo dell'utente
6
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

@Constantin ha scritto:
@Pazza_di_Acerra ha scritto:No, Coelho no, per favore...



Più ci penso, e più mi aggroviglio in una non soluzione.

Ti aggrovigli perché le soluzioni sono infinite...

Vedi il profilo dell'utente
7
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
infinite soluzioni? nel senso che tutto dipende da donna\uomo-tempo-situazione-modo-alternative-pregiudizio-originalità- ragione -giustizia-intelligenza- forza- felicità- piacere- dolcezza-amore- ignoranza- virtù- ambizione- pazzia... ecc. ?

Vedi il profilo dell'utente
8
Pazza_di_Acerra
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Sì.

Vedi il profilo dell'utente
9
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum