Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

OCCHIO DI SOLE

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
OCCHIO DI SOLE

Nella solitaria isola d'Islanda, un minuscolo villaggio di pescatori si affacciava sulla riva del mare. Tutte le barche erano state tirate a secco perchè era la notte di Natale. E proprio quella notte, in una capannuccia venne al mondo un bambino.
I suoi capelli erano d'oro e i suoi occhi così azzurri e allegri che tutto ciò che guardava brillava di una luce più viva.
-Come lo chiameremo?- chiesa la madre pensierosa alle vicine che erano venute ad assisterla.
E le vicine, che se lo mangiavano con gli occhi come fosse stato un loro nato, risposero: - Non c'è nome più adatto per lui che Occhio di Sole.
Passarono gli inverni e le estati: gli inverni in Islanda sono molto lunghi, durano quasi tutto l'anno, mentre le estati sono brevi brevi. Ma se aveste chiesto a Occhio di Sole quale fosse per lui il giorno più bello del'anno vi avrebbe risposto senza incertezze: - Oggi ! - perchè per lui nessun giorno era più bello di quello che stava vivendo.
"Oggi" andava alla spiaggia con gli altri ragazzetti del villaggio a costruirsi una capanna con le ossa di una vecchia balena trovata incagliata tra i ghiacci.
"Oggi" costeggiava in barca gli scogli pescando alla lenza i lucenti pesci del mare.
"Oggi", poi correva con Tyra a raccogliere i primi fiori del disgelo.
Occhio di Sole non avrebbe rinunciato per tutto l'oro del mondo alla compagnia di Tyra, che era una sbarazzina coraggiosa e bella come lui, e come lui nata in quella notte di Natale.
Un giorno però Occhio di Sole si allontanò da solo e si trovò in luoghi dove era vietato avventurarsi, tra i monti dove vola la Regina dei Ghiacci.
Tutti gli abitanti del villaggio avevano un grandissimo timore della Regina, e al solo nominarla abbassavano la voce.
Talvolta, quando la bufera imperversava per settimane intere, e occorreva restare tappati in casa davanti al focolare, le vecchie raccontavano che la Regina scendeva dalle sue sconfinate dimore e attraversava il villaggio in una slitta di vetro trainata da nove cavalli bianchi che avevano grandi ali d'argento. La Regina aveva per manto una pelliccia di volpi polari e due pelli di orso bianco le facevano  da coperte, ma il suo corpo era lo stesso così freddo che chiunque lo avesse per disgrazia toccato si sarebbe tramutato in un istante in un blocco di ghiaccio.
Occhio di Sole, Tyra e tutti gli altri ragazzi, rabbrividivano a questo racconto e avanzavano le mani ancora più vicine al camino.
- Solo che- bisbigliavano ancora le vecchie ingobbite dagli anni - la Regina è anche la più bella creatura del Nord. Ma guai a chi osa guardarla: ne rimane incantato e diventa all'istante un suo servitore di ghiaccio.
Il racconto aveva stregato Occhio di Sole che continuava a pensare alla bianca Regina. Ed alla fine si era deciso di vederla, almeno una volta.
Ora camminava tutto solo tra i monti coperti di neve e battuti dal vento. In ogni turbine credeva di scorgere la slitta fatata, e nei ghiacci che precipitavano dalla montagna gli sembrava di sentire il galoppo dei cavalli dalle grandi ali d'argento.
Ma la sua ricerca era vana perchè la Regina volava nella bufera, ancora lontana, e lui sempre più stanco. Alla fine si addormentò esausto sul ciglio di un burrone.
Tyra, che non l'aveva visto per tutto il mattino, si impensierì quando non tornò neppure a pranzo, e senza salutare nessuno si avviò per le montagne, anche se la bufera adesso vorticava a precipizio giù dalle cime.
Le raffiche di vento gelato la spingevano indietro, la neve le accecava gli occhi, l'oscurità avvolgeva ogni cosa, ma la fanciulla era guidata dall'amore per Occhio di Sole sperduto lassù. Ed era stremata quando udì vicino un galoppo di cavalli.
Allora si mise a correre a perdifiato dritta nel cuore della tempesta, vincendo ogni paura, col solo timore che la Regina dei Ghiacci le avesse già rapito Occhio di Sole.
La Regina infatti era scesa dalla slitta di vetro e ammirava incantata la  bellezza del fanciullo. Voleva svegliarlo e farne un suo paggio di ghiaccio, quando sentì vibrare il calore del cuore di Tyra.
La Regina odiava il calore dei camini ma ancora di più il calore dei cuori.
Infastidita, risalì sulla slitta, ma prima soffiò sul cuore di Occhio di Sole, che diventò d'improvviso freddo come il suo. Poi frustò i cavalli e la tempesta si allontanò con lei.
Occhio di Sole fu salvo, ma da allora non cercò la compagnia dei ragazzetti come lui, e se tyra gli proponeva un gioco, rispondeva con una sola parola :-sciocchezze ! -
Quell'anno volle imbarcarsi su un veliero per pescare i grandi banchi di aringhe, ma dopo pochi giorni di navigazione si scateno una tempesta, l'albero maestro fu spezzato, e un'ondata gigantesca strappò il timone.
Lo scafo fu spinto lontano come un guscio di noce e alla fine si schiantò contro i ghiacci che facevano da mura al Castello del Polo.
Era questa la reggia della Regina dei Ghiacci, dove riposava al ritorno dei suoi viaggi, seduta su un immenso diamante, da cui emanava la luce porpora del'Aurora Boreale.
Verso quella luce si incamminò subito Occhio di Sole, unico scampato al naufragio.
Vide la Regina sul suo trono scintillante: essa lo guardò e lo tramutò all'istante nel suo paggio di ghiaccio.
Intanto Tyra attendeva il ritorno del veliero di Occhio di Sole. I mesi passavano uno dietro l'altro e l'altro dietro l'uno, ma solo le onde del mare arrivavano a infrangersi ai suoi piedi.
-Cosa speri di vedere all'orizzonte bella fanciulla ?- chiese una foca bianca, impietosita dalla tristezza del suo giovane volto.
- Spero che un giorno torni il mio amore, il mio amato Occhio di Sole, e che i suoi occhi facciano risplendere tutta la baia anche se sarà la notte più lunga e profonda dell'anno - rispose Tyra con emozione.
- Lo aspetterai per sempre mia bella fanciulla - disse la foca bianca. - Perchè egli contempla il diamante e il trono della Regina dei Ghiacci.-
Stava già per rituffarsi tra le onde quando Tyra la richiamò indietro.
- Foca bianca non andartene. Ma dimmi: mi porteresti in groppa fino laggiù?-
E la foca bianca la caricò sulla groppa e nuotò nel mare fino al Castello del Polo per certe sue vie segrete, fino al lago che si apriva nella sala del Trono.
Lì mille statue di ghiaccio fissavano immobili il grande diamante su cui ora non sedeva nessuno, perchè la regina era in viaggio lontana.
Tyra cercò affannosamente tra tutte le statue di ghiaccio e quando finalmente riconobbe Occhio di Sole gli saltò al collo stringendoselo al petto, piangendo di gioia e di dolore, perchè Occhio di Sole restava immobile. Poi però una lacrima di Tyra gli cadde sul cuore ed egli si svegliò, si guardò attorno confuso e, finalmente , dai suoi begli occhi sgorgarono calde le lacrime.
Tyra e Occhio di Sole fuggirono insieme, e a cavallo della foca bianca tornarono al loro villaggio dove vivono ancora uniti e perfettamente felici.


Vedi il profilo dell'utente
2
Lady Joan Marie
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Bellissima storia! Grazie. mito

Vedi il profilo dell'utente
3
silena
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Carinissima!

Vedi il profilo dell'utente
4
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum