Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

I diversi orientamenti sessuali.

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 4]

26
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
*

Dicendo tu stesso che una cosa "sembra" una vaccata ammetti la discutibilità e la relatività del tuo punto di vista. Allo stesso modo allora io potrei dire che anche la tua risposta "sembra" una vaccata, ti avrei risposto pan per focaccia, e non avremmo risolto nulla.

E invece ti dico che hai ragione, le affermazioni che fai sono condivisibili, ma non c'è bisogno poi che tu mi "spieghi" nulla, perchè quanto tu dici è del tutto evidente a chiunque, direi quasi banale, e io stessa avevo detto che l'ipotesi che ho riportato è solo una parte della spiegazione, accantonando a priori quelle più scontate.

L'omosessualità è accettata nelle società più evolute (che sono quelleanche equilibrate demograficamente), quindi i discorsi degli antropolgi(o qualsiasi cosa siano i tizi da te indicati e sempre che abbianodetto quello che tu hai riportato) sembrano proprio delle vaccate
Qui mi cadi clamorosamente, primo perchè confermi quanto dico proprio mentre lo contesti, secondo perchè pur parlando con sussiego dell'argomento mostri di non conoscere i nomi di due famosi antropologi che diranno pure vaccate, ma almeno loro hanno i titoli per farlo. Tu, non so.

Questo per l'aspetto culturale. Resta da chiarire l'aspetto evoluzionistico. E qui sembra che tu non abbia notato che quando parlo di "utilità" metto le virgolette, proprio per significare che la natura non ha ovviamente fini prestabiliti. Il meccanismo che mette in moto però, e su questo tutti concordano eccetto i creazionisti che scienziati non sono, è tale che si può considerare "finalizzato" (notare le virgolette) alla conservazione della specie.
Se l'omosessualità rientri in questo meccanismo non mi è chiaro, ma non lo escluderei, come non escludo nemmeno che non c'entri niente. Tu, non so.

Mi rallegro comunque che tu abbia abbandonato (ma non del tutto) il tuo linguaggio e ti sia deciso a sedere in quel salotto che parevi aborrire.


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
27
Automaalox
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
marimba ha scritto:*

Dicendo tu stesso che una cosa "sembra" una vaccata ammetti la discutibilità e la relatività del tuo punto di vista. Allo stesso modo allora io potrei dire che anche la tua risposta "sembra" una vaccata, ti avrei risposto pan per focaccia, e non avremmo risolto nulla.

Ho lasciato il beneficio del dubbio perchè non so cosa abbiano affermato i tizi che hai indicato e non mi fido di quello che riporti tu. Se una tribù di trogloditi amazzonici ha sviluppato un rapporto con l'omosessualità in relazione alle condizioni di sviluppo demografico non lo posso contestare perchè non so niente di trogloditi. Anche se a dire il vero coi trogloditi ci interagisco ogni gionro ma è un altro discorso. Di sicuro però la discriminazione nei confronti degli omosessuali ha origini diverse, radicate e profonde, ti ho spiegato perchè.

E invece ti dico che hai ragione, le affermazioni che fai sono condivisibili, ma non c'è bisogno poi che tu mi "spieghi" nulla, perchè quanto tu dici è del tutto evidente a chiunque, direi quasi banale, e io stessa avevo detto che l'ipotesi che ho riportato è solo una parte della spiegazione, accantonando a priori quelle più scontate.

Ma che parte della spiegazione, l'omosessualità non ha niente a che vedere con una qualsiasi forma di regolazione naturale, al limite il rapporto con essa è solo il frutto di un'elaborazione sociale. Sono due discorsi diversi.

Qui mi cadi clamorosamente, primo perchè confermi quanto dico proprio mentre lo contesti, secondo perchè pur parlando con sussiego dell'argomento mostri di non conoscere i nomi di due famosi antropologi che diranno pure vaccate, ma almeno loro hanno i titoli per farlo. Tu, non so.

Ecco l'immancabile ricorso al principio di autorità. Tizio dice questo, lui ha i titoli, quindi ha ragione.
Di persone titolate che hanno sparato vaccate è piena la storia, questo perchè uno scienziato resta pur sempre un uomo ed ha pur sempre un rapporto emotivo con lamateria che studia. Se i tizi che hai detto hanno effettivamente affermato quello che lasci intendere te, cioè che l'omosessualità sia una forma intrinseca (cioè naturale, compresa nel nostro genoma) di controllo demografico hanno detto stupidaggini incommensurabili, magari nel tentativo di sdoganare l'omosessualità, quindi manipolando ifatti per giungere a conclusioni prestabilite. Il metodo scientifico non funziona così.

Questo per l'aspetto culturale. Resta da chiarire l'aspetto evoluzionistico. E qui sembra che tu non abbia notato che quando parlo di "utilità" metto le virgolette, proprio per significare che la natura non ha ovviamente fini prestabiliti. Il meccanismo che mette in moto però, e su questo tutti concordano eccetto i creazionisti che scienziati non sono, è tale che si può considerare "finalizzato" (notare le virgolette) alla conservazione della specie.

Già, le virgolette. "La tecnica più usata da chi non ha idea di ciò di cui sta parlando e cerca di tutelarsi sfruttando la possibilità di ritrattare ciò che aveva detto". Tanto era fra le virgolette.

Se l'omosessualità rientri in questo meccanismo non mi è chiaro, ma non lo escluderei, come non escludo nemmeno che non c'entri niente. Tu, non so.
Mi rallegro comunque che tu abbia abbandonato (ma non del tutto) il tuo linguaggio e ti sia deciso a sedere in quel salotto che parevi aborrire.

No.No. No. Nonononononono.
No.
L'omosessualità è il frutto di precise reazioni chimiche e fisiche.
L'uomo eterosessuale vede una donna coi seni grossi, i fotocettori trasmettono alla corteccia celebrale l'immagine dei seni grossi, la corteccia integra lo stimolo coi gangli della base dove avvengono reazioni di inibizione ed eccitazione nei confornti del talamo, quindi midollo spinale e gli sirizza.
L'uomo omosessuale no. Perchè qualcosa al livello dell'integrazione fra questi sistemi non funziona alla stessa maniera, in una maniera naturale.

Smettetela di tentare di stuprare la scienza solo per assecondare le vostre opinioni.

Vedi il profilo dell'utente
28
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
automaalox ha scritto:
Spaitek ha scritto:Secondo voi, non è giunto (o meglio: tornato) il momento di rendere coscienti gli esseri umani del fatto che la Natura stessa ha fornito loro una gamma di orientamenti sessuali, anzichè uno solo?

Cavolo c'entra? La natura genera anche persone con i denti sui polpastrelli, gemelli attaccati per la vita (letteralmente) e i Tokio Hotel; questo non toglie che siano degli scherzi della natura (che, tra l'altro, è molto simpatica e ironica).
L'esistenza dei generi ha lo scopo di effettuare una combinazione genetica che sta alla base dell'evoluzione (parola fuorviante, sarebbe meglio dire "adattamento") delle specie.

Se ti piace il gingillo sei uno scherzo della natura, fattene una ragione, ma ti si vuole bene lo stesso.
Eh mi sa tanto, invece, che sei tu a dovertene fare una ragione... del fatto che questa tua dogmatica convinzione è oggettivamente errata.
Lo scherzo di natura è il dente sui polpastrelli... ma, come hai detto tu, appunto: che cazzo c'entra?
Qui non si sta parlando di "scherzi di natura", bensì di orientamenti sessuali. L'orientamento sessuale è semplicemente una caratteristica INTRINSECA degli esseri viventi, un po' come il colore della pelle, o il colore degli occhi.
Stando al tuo ragionamento, se essere gay è uno "scherzo della natura", allora avere gli occhi azzurri è uno "scherzo della natura". Nè più nè meno. pietra

PS: almeno il 10% della popolazione mondiale NON è eterosessuale.
Adesso contami le persone che hanno gli occhi azzurri, e quelle che hanno i denti sui polpastrelli, e fanne un confronto.

Vedi il profilo dell'utente
29
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
automaalox ha scritto:
L'omosessualità è il frutto di precise reazioni chimiche e fisiche.
L'uomo eterosessuale vede una donna coi seni grossi, i fotocettori trasmettono alla corteccia celebrale l'immagine dei seni grossi, la corteccia integra lo stimolo coi gangli della base dove avvengono reazioni di inibizione ed eccitazione nei confornti del talamo, quindi midollo spinale e gli sirizza.
L'uomo omosessuale no. Perchè qualcosa al livello dell'integrazione fra questi sistemi non funziona alla stessa maniera, in una maniera naturale.
Infatti, all'uomo omosessuale gli si rizza guardando un bel corpo maschile, e non possiede alcun tipo di "disfunzione".. egli, molto semplicemente, è così, per sua stessa natura, e non poteva essere altrimenti. Orientamenti diversi, gusti diversi.
L'uomo caucasico ha la pelle bianca, e il negroide ha la pelle nera. E dunque? Qual è lo scherzo di natura?

automaalox ha scritto:
Smettetela di tentare di stuprare la scienza solo per assecondare le vostre opinioni.
Ahah!
Guarda che, semmai, è proprio solo ignorando i fatti scientifici che si giunge alla tua ideologica conclusione... :_-_:
Tutte le volte che consideri "scherzo di natura" tutto ciò che non è conforme alla tua ideologica visione del mondo, infatti, assumi un atteggiamento decisamente antiscientifico.

Vedi il profilo dell'utente
30
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
PS: tutto questo a dimostrazione che, come ho detto in partenza, la divulazione scientifica ha ancora parecchio lavoro da fare... :_-_:



Ultima modifica di Spaitek il Sab 20 Nov 2010 - 23:48, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
31
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
*

automaalox: fatico a dialogare, anche con la massima buona volontà, con chi si pone in modo denigratorio e derisorio verso l'interlocutore. Se a te non interessa discutere fra persone che si pongono dei problemi e vedono di risolverli col dialogo, ma solo di dimostrare che l'altro è un cretino, qui fai poca strada.

A maggior ragione se questo si aggiunge una distorta comprensione di quanto dice l'altro. Per rispetto di chi legge aggiungo però quanto segue:
Ho distinto due campi, quello culturale e quello evoluzionistico.
NON ho detto che l'omosessualità è una forma genetica di controllo demografico, come asserisce l'amico che non ha letto bene, anzi l'ho proprio messo in dubbio.

Ho detto che esiste l'ipotesi che questo possa avvenire in campo culturale, e a riprova ho portato l'esempio recente di leggi che incoraggiano la famiglia fertile e avversano quella omosessuale. L'emarginazione degli omosessuali veine quindi portata avanti proprio da chi crede in questa ipotesi demografica. Più di così...

Ripeto però quanto già detto: se si accetta il dialogo rispettando l'interlocutore, perchè forse ognuno può insegnare qualcosa all'altro, bene. Se il gioco è a chi è più bravo nell'attaccare l'altro, sostenendo che dice solo vaccate per far brillare la propria presunta superiorità, non mi interessa.



Ultima modifica di marimba il Dom 21 Nov 2010 - 1:15, modificato 1 volta


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
32
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
automaalox ha scritto:
marimba ha scritto:
E' proprio perchè la natura produce variazioni casuali che la specie ha progredito: le variazioni utili alla sopravvivenza della specie vengono premiate, le altre no.

Alla base della vita (ogni forma di vita, dai batteri al rododendro, dal baco da seta alla muffa) si hanno alcune funzioni fisiologiche che ne stabiliscono la completa attività vitale, se ne manca una non servi a niente. Sono il metabolismo, lo sviluppo, la capacità di nutrirsi e di espellere i metaboliti, interazione con l'ambiente e la riproduzione.
Non so tu su quale pianeta vivi, ma le persone non-eterosessuali non hanno alcun tipo di disfunzione. Tutto è perfettamente funzionante, e sono in grado di riprodursi, se lo desiderano. Se i loro gusti li portano a fare altre scelte, beh, di certo nessuno può biasimarli, nè tantomeno pensare che "non servono a niente". tantopiù che scientificamente parlando NON ESISTE proprio nessuno scopo all'interno di una specie vivente. Se è adatta sopravvive, se non è adatta si estingue, stop. Quando tu affermi che chi non si riproduce 2non serve a niente" stai implicitamente spacciando la tua idea di "servire a qualcosa" come se fosse qualcosa di scientificamente rilevabile. Mi spiace per te: non è così. anzi: la tua è solo una affermazione del tutto antiscientifica.
L'antica favoletta secondo cui se non fai figli allora "non servi a niente"... direi che era buona giusto per chi viveva nel Ventennio fascista.... Tale cazzata offende non solo chi non può, ma anche chi non vuole avere figli. Eterosessuali compresi, naturalmente.
Lascia a casa le tue obsolete ideologie e comincia ad assumere un atteggiamento scientifico se vuoi discutere in questo topic, o farai una brutta fine (ovvero: tutti si accorgeranno presto del fatto che non hai nulla di sensato da aggiungere alla discussione).

automaalox ha scritto:
Non sparate le vaccate però!
Appunto. E allora perchè lo hai fatto?
Attieniti ai fatti, e lascia a casa le ideologie.

Vedi il profilo dell'utente
33
Il piccolo mugnaio
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
automaalox ha scritto:



Ecco l'immancabile ricorso al principio di autorità. Tizio dice questo, lui ha i titoli, quindi ha ragione.
Di persone titolate che hanno sparato vaccate è piena la storia, questo perchè uno scienziato resta pur sempre un uomo ed ha pur sempre un rapporto emotivo con lamateria che studia
. Se i tizi che hai detto hanno effettivamente affermato quello che lasci intendere te, cioè che l'omosessualità sia una forma intrinseca (cioè naturale, compresa nel nostro genoma) di controllo demografico hanno detto stupidaggini incommensurabili, magari nel tentativo di sdoganare l'omosessualità, quindi manipolando ifatti per giungere a conclusioni prestabilite. Il metodo scientifico non funziona così.

Ahhhhh.. quanto cadono a fagiolo queste parole in ultimi discorsi affrontati recentemente!
E' difficile da far recepire auto.. difficile.. vieni a darmi una mano nei discorsi su Saviano.. ma dotati di santissima pazienza!!!
C'è un muro di gomma impenetrabile.. hai presente.. dogma.. rotolarsi dal ridere


automaalox ha scritto:
No.No. No. Nonononononono.
No.
L'omosessualità è il frutto di precise reazioni chimiche e fisiche.
L'uomo eterosessuale vede una donna coi seni grossi, i fotocettori trasmettono alla corteccia celebrale l'immagine dei seni grossi, la corteccia integra lo stimolo coi gangli della base dove avvengono reazioni di inibizione ed eccitazione nei confornti del talamo, quindi midollo spinale e gli sirizza.
L'uomo omosessuale no. Perchè qualcosa al livello dell'integrazione fra questi sistemi non funziona alla stessa maniera, in una maniera naturale.

Smettetela di tentare di stuprare la scienza solo per assecondare le vostre opinioni.

Non so se è più esauriente o simpatica come spiegazione.. chiara lo è di sicuro.

Vedi il profilo dell'utente
34
memole1969
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
ho letto parecchi di quello che è stato scritto..a me non interessa che orientamento sessuale uno possa avere lasciando da parte" i pedofili ecc." parlo di gay,lesbiche,chi va con tutte e due, assesuati ecc..non sono io che devo giudicare quello che fanno l'importante che rispettino la volontà altrui senza opporre la propria.
comunque su un libro che ho letto che alla nascita della terra per ripopolarsi andavano anche tra parenti e famigliari quindi di cosa ci meravigliamo altrimenti come faremmo adesso ad essere così numerosi... io sono e resterò eterosessuale degli altri non mi può interessare di meno facciano quello che si sentono se lo ritengono giusto nel limite della legalità...

Vedi il profilo dell'utente
35
marimba
avatar
Direttore del Corriere della Pera
Direttore del Corriere della Pera
memole1969 ha scritto:comunque su un libro che ho letto che alla nascita della terra per ripopolarsi andavano anche tra parenti e famigliari quindi di cosa ci meravigliamo altrimenti come faremmo adesso ad essere così numerosi...
Il libro si chiama Bibbia, un fantasy dell'antichità. Che dice infatti che Caino ando a letto con la mamma, mentre i suoi figli si congiunsero fra di loro. Ma la sovrappopolazione non dipende certo dagli incesti...


_________________
***
Vedi il profilo dell'utente
36
memole1969
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
no non era la bibbia e neppure l'antico testamento,neppure quello nuovo ,neanche il vangelo che anche non volendo li ho dovuti leggere tutti per varie volte essendo cresciuta in un colleggio di suore stavo parlando di un vecchio libro di storia su come è nata l'inghilterra da quando camminavano a quattro zampe ed erano pelosissimi e vivevano a maggioranza di pesce..poi con il ritiro delle acque per trovare il cibo che nasceva sulle piante e a cacciare iniziarono a camminare con il tempo in forma eretta e li che raccontano che i figli si accoppiavano tra di loro ..poi incontrando altri esseri viventi si moltiplicarono di più....

Vedi il profilo dell'utente
37
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Il piccolo mugnaio ha scritto:
Ahhhhh.. quanto cadono a fagiolo queste parole in ultimi discorsi affrontati recentemente!
E' difficile da far recepire auto.. difficile.. vieni a darmi una mano nei discorsi su Saviano.. ma dotati di santissima pazienza!!!
C'è un muro di gomma impenetrabile.. hai presente.. dogma.. rotolarsi dal ridere
Oddio.. quindi tu non solo sei impregnato di dogmi, ma addirittura sei domgaticamente convinto che chi tenta di farti ragionare, smontando i tuoi dogmi, abbia a sua volta un dogma.
Sei messo anche peggio di quanto già non sembri!
:_-_:

Il piccolo mugnaio ha scritto:
Non so se è più esauriente o simpatica come spiegazione.. chiara lo è di sicuro. :.-1
Chiara ed oggettivamente falsa, come ho già dimostrato nel mio post precedente.

Vedi il profilo dell'utente
38
Automaalox
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Spaitek ha scritto:Chiara ed oggettivamente falsa, come ho già dimostrato nel mio post precedente.


Te al posto dei denti sui polpastrelli c'hai una mitragliatrice, solo cheal posto dei proiettili spari vaccate a raffica.

Hai idea di cosa sia una dimostrazione? Sì, sei convinto di averla, come sei convinto di fare uso del metodo scientifico, ma con le convinzioni si va poco lontano.

L'unica cosa giusta che hai detto è che la natura non ha uno scopo, sostenendo che in qualsiasi forma si manifesti è l'ambiente che decide quale (forma) privilegiare.

L'eterosessualità è stata privilegiata, fin dalle prime forme di vita, per gli ovvi motivi che sai. E si è radicata nell' istinto di tutti gli esseri viventi, è qualcosa che ha permesso alla vita di esplodere nella miriade di forme che oggi conosciamo (eancora non consciamo).
L'omosessualità quindi è stata bocciata, non dalla natura, ma dalla dura (e politicamente scorretta) legge dell'esistenza. E' solo una variazione casuale del tema.

Facevi l'esempio, nella tua vaccata numero ennesima, del colore degli occhi. Ti sconvolgerà scoprirlo ma anche il colore degli occhi, come quello dei capelli e della pelle è il frutto di adattamento. Prendi un finlandese e mettilo in Congo. Dagli tanta cremina, mi raccomando.
Il finlandese (che si è adattato alla Finlandia) è fuori luogo in Congo come l'omosessuale (che è omosessuale perchè nella miriade di processi fisiologici che ne governano la sessualità qualcosa funziona diversamente rispetto a quelli più adatti, gli eterosessuali) è fuori luogo nell'universo (sì, esagero, mi piace strafare). Entrambi non sono adatti.

Vedi il profilo dell'utente
39
falansterio
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Sì, ma non possiamo confondere l'adattamento ambientale con l'omosessualità.
Il finlandese possiede nel suo patrimonio genetico alcuni caratteri peculiari che gli consentono di adattarsi bene ai climi freddi e male a quelli caldi (poi anche qui ci sarebbe a discutere, perché qualsiasi essere umano che vive abbastanza a lungo in luoghi diversi dal suo vi si adatta in un tempo relativamente breve, guardacaso sviluppando delle forme di adattamento simili a quelle dei nativi, anche se non entrate a far parte del corredo genetico). L'omosessuale è semplicemente attratto da persone del suo stesso sesso, e questo può pregiudicarne la trasmissione del patrimono genetico, ma non certo la sopravvivenza individuale.
Detta così sembrerebbe che gli omosessuali siano destinati ad estinguersi, ma sappiamo che in natura alcuni tipi di mutazione sono tollerati anche se disfunzionali, almeno entro certi livelli. Anzi, certi caratteri mutageni sono in equilibrio dinamico col resto della specie, e in qualche misura potrebbero anche contribuire al suo miglioramento.
Tutto questo discorso, naturalmente, sempre ammesso e non concesso che l'omosessualità sia una caratteristica in tutto o in parte genetica, e che si possa scindere tale contributo da quello prodotto da fattori appresi di comportamenti, usi e costumi.

Vedi il profilo dell'utente
40
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
automaalox ha scritto:
Te al posto dei denti sui polpastrelli c'hai una mitragliatrice, solo cheal posto dei proiettili spari vaccate a raffica.
No guarda... io qua ho solamente posto rimedio alle TUE di vaccate. E che tu abbia detto vaccate è un fatto constatabile da chiunque sia sano di mente, per fortuna.


automaalox ha scritto:
L'unica cosa giusta che hai detto è che la natura non ha uno scopo,
E' un peccato che tu non ti sia ancora accorto che questo fatto, da me esposto, sia in contrasto con la tua ideologica affermazione secondo cui "chi non è eterosessuale non serve a niente".


automaalox ha scritto:
L'eterosessualità è stata privilegiata, fin dalle prime forme di vita, per gli ovvi motivi che sai.
Questa frase non ha senso, se non all'interno di un preciso paradigma ideologico. L'eterosessualità esiste, punto. Tanto quanto esistono la bisessualità, l'omosessualità, e la transessualità.
Anzi, ti dirò di più: tali classificazioni sono solo convenzionali, artificiali, e totalmente arbitrarie.. in realtà l'unica cosa che esiste è la sessualità.
Poi, che esistano diverse varianti naturali della sessualità, è un discorso a sè.
(Fra l'altro, non è nemmeno così scontato pensare che l'eterosessualità sia l'orientamento più diffuso...... A mio parere è un dogma pensare anche questo).
Tornando al tuo discorso... In realtà, tutto ciò che esiste "è stato privilegiato". Se non lo fosse stato, non esisterebbe proprio.


automaalox ha scritto:
E si è radicata nell' istinto di tutti gli esseri viventi, è qualcosa che ha permesso alla vita di esplodere nella miriade di forme che oggi conosciamo (eancora non consciamo).
Io credo che tu confonda l'eterosessualità con la diversificazione dei sessi...

automaalox ha scritto:
L'omosessualità quindi è stata bocciata, non dalla natura, ma dalla dura (e politicamente scorretta) legge dell'esistenza. E' solo una variazione casuale del tema.
..."bocciata"? Ma quando?? Sorriso Scemo Su quale galassia???

automaalox ha scritto:
Facevi l'esempio, nella tua vaccata numero ennesima, del colore degli occhi.
Ti consiglio di assumere un atteggiamento più consono alla tua condizione (l'ignoranza palesata e recidiva), se vuoi discutere con me. BeautyfulSuina
Se non vedo miglioramenti la nostra discussione terminerà a breve.

automaalox ha scritto:

Ti sconvolgerà scoprirlo ma anche il colore degli occhi, come quello dei capelli e della pelle è il frutto di adattamento. Prendi un finlandese e mettilo in Congo. Dagli tanta cremina, mi raccomando.
Il finlandese (che si è adattato alla Finlandia) è fuori luogo in Congo come l'omosessuale (che è omosessuale perchè nella miriade di processi fisiologici che ne governano la sessualità qualcosa funziona diversamente rispetto a quelli più adatti, gli eterosessuali) è fuori luogo nell'universo (sì, esagero, mi piace strafare). Entrambi non sono adatti.
Ecco, questa qui sopra è REALMENTE una vaccata. Ma di quelle universali, appunto. Sorriso Scemo

L'azzurro è variante naturale del colore degli occhi, e se esiste è perchè l'evoluzione ha permesso la sua esistenza.
L'omosessualità è una variante naturale della sessualità umana, e se esiste è perchè l'evoluzione ha permesso la sua esistenza.
Fine del discorso.

Questo è tutto e solo ciò che possiamo dire da un punto di vista strettamente scientifico, e dunque NEUTRALE (ai fini di questo topic).
Tutto il resto è un insalata di cazzate ideologiche condita con una buona dose di dogmatismo omofobico ed ignoranza scientifica.


Vedi il profilo dell'utente
41
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
ahahahahahahahahahah

Vedi il profilo dell'utente
42
memole1969
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ma è da pazzi!!!!!! ahhhh ahhh proprio fuori di testa.

Vedi il profilo dell'utente
43
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Spaitek ha scritto:
L'azzurro è variante naturale del colore degli occhi

Gerdo amigo, io ezzere nero, avergelo 30 cm ed avere gabelli biondi ed ogghi azzurri.

Vedi il profilo dell'utente
44
Polvere come te se muoio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Conosco molte persone che reputano l'omosessualità o la bisessualità perversioni pari alla pedofilia. Cosa che a me sembra fuori dal mondo, ma leggendo qualcosa qui e sentendo certe cose in giro, mi stupisco sempre meno.
Ci sono stati studi scientifici che hanno dimostrato che l'omosessualità non è una perversione, ovviamente se ritrovo fonte e parole precise lo posterò.

Allo stesso tempo, io non avendo studiato nulla di tutto ciò, non posso ribattere in termini scientifici. Il punto è che, anche se un giorno si dimostrasse davvero che "gli omosessuali sono contro natura" (frase che a me sa tanto di ignoranza e chiusura mentale assurde), non vedo il motivo per cui nel sociale si debbano fare differenze. Magari è vero, "sono contro natura" nel senso che, come hanno detto molti, "se fossero tutti gay la specie non andrebbe avanti"; ma:
1) Non per questo devono avere meno diritti;
2) Siamo arrivati ad un punto, nel senso di demografia, in cui a nessuno frega se uno sta facendo qualcosa che può portare avanti la specie oppure no. Perché allo stesso modo non sono discriminati gli asessuali? Anche loro sono inutili all'evoluzione e al progredire della specie. E allora?
3) Quello che uno fa nel privato non deve fregare a nessuno, a meno che faccia qualcosa che danneggi un'altra persona; sì, in questo modo ammetto l'incesto, che a parere mio (ma riconosco che per altri può non essere così) è una perversione pari a quella del masochismo (se i due sono consenzienti, per me possono farlo, a patto che con le dovute precauzioni per il rischio genetico di un figlio nato da un incesto); ricordo che, visto che qualcuno diceva che non era illecito, l'incesto è punibile dalla legge italiana con da 1 a 5 anni di reclusione perché generatore di scandalo pubblico.

Vedi il profilo dell'utente
45
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Brava Polvere, hai riportato il topic in carreggiata.
E sì: hai ragione su tutto.

Polvere come te se muoio ha scritto:
Magari è vero, "sono contro natura" nel senso che, come hanno detto molti, "se fossero tutti gay la specie non andrebbe avanti"; ma:
...
2) Siamo arrivati ad un punto, nel senso di demografia, in cui a nessuno frega se uno sta facendo qualcosa che può portare avanti la specie
Il solo fatto che si consideri la specie come "qualcosa che deve andare avanti" è frutto di un'opinione del tutto ideologica, non certo di un'osservazione scientifica! BeautyfulSuina
Inoltre, c'è anche da dire che se l'omosessualità è sempre esistita, ancora esiste, e sempre esisterà, è proprio perchè essa stessa è una caratteristca che (semplicemente, come tutte le altre) è sopravvissuta all'evoluzione. Non è nemmeno da escludere che il genere umano abbia tratto vantaggi dalla presenza di questa varietà degli orientamenti sessuali... Anzi, sarebbe piuttosto strano pensare il contrario, scientificamente parlando.

Vedi il profilo dell'utente
46
Polvere come te se muoio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Spaitek ha scritto:
Il solo fatto che si consideri la specie come "qualcosa che deve andare avanti" è frutto di un'opinione del tutto ideologica, non certo di un'osservazione scientifica! BeautyfulSuina

Questo poco ma sicuro. Però, anche se in verità non frega niente a nessuno, molta gente adduce anche questa motivazione per giustificare la loro omofobia. Come se davvero fossimo nel rischio di estinguerci! (Ma anche se fosse, non vedo il motivo per cui una persona dovrebbe cambiare le sue abitudini sessuali per il bene della specie)
Addirittura molti pensano che l'omosessualità sia una cosa che può essere "curata", come una malattia confused Tutto frutto di un'ignoranza spaventosa.

Vedi il profilo dell'utente
47
memole1969
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Polvere come te se muoio ha scritto:
Spaitek ha scritto:
Il solo fatto che si consideri la specie come "qualcosa che deve andare avanti" è frutto di un'opinione del tutto ideologica, non certo di un'osservazione scientifica! BeautyfulSuina

Questo poco ma sicuro. Però, anche se in verità non frega niente a nessuno, molta gente adduce anche questa motivazione per giustificare la loro omofobia. Come se davvero fossimo nel rischio di estinguerci! (Ma anche se fosse, non vedo il motivo per cui una persona dovrebbe cambiare le sue abitudini sessuali per il bene della specie)
Addirittura molti pensano che l'omosessualità sia una cosa che può essere "curata", come una malattia confused Tutto frutto di un'ignoranza spaventosa.
curare l'omossessualità vorrei proprio assistere a questo miracolo per chi la considera una malattia.No io non penso che sia ignoranza ma un modo per non amettere la verità, più facile tenere la testa sotto la sabbia, non vedere e non sentire, camuffare in qualche modo le cose ritenute " strane dalla natura normale" dicendo che sono malattie perchè più acettabili in questa società bigotta.

Vedi il profilo dell'utente
48
Polvere come te se muoio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
memole1969 ha scritto:
Polvere come te se muoio ha scritto:
Spaitek ha scritto:
Il solo fatto che si consideri la specie come "qualcosa che deve andare avanti" è frutto di un'opinione del tutto ideologica, non certo di un'osservazione scientifica! BeautyfulSuina

Questo poco ma sicuro. Però, anche se in verità non frega niente a nessuno, molta gente adduce anche questa motivazione per giustificare la loro omofobia. Come se davvero fossimo nel rischio di estinguerci! (Ma anche se fosse, non vedo il motivo per cui una persona dovrebbe cambiare le sue abitudini sessuali per il bene della specie)
Addirittura molti pensano che l'omosessualità sia una cosa che può essere "curata", come una malattia confused Tutto frutto di un'ignoranza spaventosa.
curare l'omossessualità vorrei proprio assistere a questo miracolo per chi la considera una malattia.No io non penso che sia ignoranza ma un modo per non amettere la verità, più facile tenere la testa sotto la sabbia, non vedere e non sentire, camuffare in qualche modo le cose ritenute " strane dalla natura normale" dicendo che sono malattie perchè più acettabili in questa società bigotta.


Sì, probabile.

Vedi il profilo dell'utente
49
Silentio

Viandante Storico
Viandante Storico
Spaitek ha scritto:Il solo fatto che si consideri la specie come "qualcosa che deve andare avanti" è frutto di un'opinione del tutto ideologica, non certo di un'osservazione scientifica! BeautyfulSuina

Certo skipper, a dimostrazione di quanto oggettivamente asserisci, vi è anche l'oggettiva l'evoluzione Darwiniana.
Prima di appoggiare il ditino sulla tastierina, prova oggettivamente a pensare, cosa sicuramente difficile, magari comprederai anche la distinzione concettuale fra ambiente antropizzato e non antropizzato; e, di conseguenza, anche il discorso legato alla natura.
Un babbeo, anche se è molto babbeo, ha gli stessi sacrosanti diritti civili e morali perfino di una Divinità come me (anche uno come te, pensa un pò).
Uno gnu babbeo, anche se poco babbeo, nelle migliori delle ipotesi potrà esser fiero di contribuire alla dieta ipercalorica di qualche micettone.

Vedi il profilo dell'utente
50
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Polvere come te se muoio ha scritto:
Questo poco ma sicuro. Però, anche se in verità non frega niente a nessuno, molta gente adduce anche questa motivazione per giustificare la loro omofobia. Come se davvero fossimo nel rischio di estinguerci! (Ma anche se fosse, non vedo il motivo per cui una persona dovrebbe cambiare le sue abitudini sessuali per il bene della specie)
Addirittura molti pensano che l'omosessualità sia una cosa che può essere "curata", come una malattia confused Tutto frutto di un'ignoranza spaventosa.

Ah ma questo lo so benissimo! E proprio a me vieni a dirlo?
Proprio in questo stesso topic ho dovuto replicare a uno che la pensava esattamente così... e aveva pure la faccia tosta di dire agli altri di non essere "contro la scienza"! Ahah! Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum