Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

KALA LA CREATRICE

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Constantin
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
KALA LA CREATRICE

Il principio del mondo, quando il Tempo dei Sogni, stava appena cominciando, l'universo era un'immensa cisterna buia, e la Terra poteva così nascondere la sua desolata superficie.
Sul terreno, infatti, non si distendevano ancora le armoniose geometrie delle valli, nè si allungavano le vivaci serpentine dei ruscelli.
Nemmeno un picco, neppure un colle si ergeva da quel suolo e nessuno avrebbe potuto immaginare che le imponenti sagome delle montagne si sarebbero poi arrampicate su per il cielo e avrebbero allungato le loro vette al di là delle nuvole.
In quel tempo remoto nessun essere vivente si aggirava fra i detriti del paesaggio terreste e nemmeno il sibilo del vento osava squarciare il raggelante silenzio.
Stanca del buio e oppressa dal silenzio Kala, la creatrice, decise allora di dare un volto alla Terra.
Volle, anzi farne il pianeta più bello dell'universo, perchè il Popolo del Cielo ne fosse conquistato fin dalla prima luce che, un giorno, si sarebbe avventurata sulla  Terra.
Così non avrebbe mai più distolto il suo benevolo occhio dal nostro pianeta e dai suoi molti abitatori.
Stringendo al cuore i suoi tre bambini ancora in fasce e strisciando sulle ginocchia, Kala, si scrollò di dosso il soffocante abbraccio delle viscere della Terra e lentamente risalì alla superficie del pianeta.
Neppure una luce riflessa, neppure il bagliore di un lampo illuminò quel rigonfiamento del terreno, quell'improvviso deformarsi del suolo.
Nessuno venne assordato dal violento boato dell'esplosione che ne seguì, nessuno sentì il tremendo fragore dei sassi che schizzavano lontano, che rotolavano tutt'intorno.
Quando il fumo e la polvere si diradarono e sulla terra tornò il pesante silenzio di sempre, dal cratere emerse a poco a poco un'esile figura di donna.
Era Kala, la creatrice che, ormai vecchia e cieca, offriva al Popolo del Cielo, suo figlio Purukupali e le sue  due figlie Murupiangkala e Wuriupranala, perchè anche sulla terra potesse cominciare la vita.
Così infatti era scritto nella volontà del Popolo del Cielo e così Kala fece inaugurando con il suo dono, il Tempo dei Sogni.
Kala, avanzò stancamente nel buio e, facendosi largo a fatica fra i detriti, con movimenti lenti e continui scavò un solco largo e profondo, che a poco a poco diventò le rocce a strapiombo, le spiagge, i fiordi e le insenature della costa australiana.
Il terriccio finito sul bordo esterno del solco si sbriciolò intanto in sabbia, una sabbia finissima su cui cadeva il sudore di Kala.
Allora, mentre Kala seguitava a scavare il solco e a modellare così la forma dell'Australia, sbocciò un gorgoglio leggero, un borbottio attenuato: era il suono ritmato della risacca, musica dolce e sommessa; era la prima seducente voce della Terra.
Nell'immensità di quell'acqua, che il sudore di Kala di onda in onda salava, cominciò a riversarsi l'acqua dolce dei fiumi e dei torrenti, che stavano allungandosi nel perimetro tracciato dalla creatrice.
Le loro serpentine di tanto in tanto si allargavano nei laghi, dove all'arrivo della luce, si sarebbero riflessi gli alberi dei boschi, le corolle dei fiori e le fronde dei cespugli, le cime delle montagne e le nuvole che già si avventuravano nei territori del Popolo del Cielo.
Infine quando, Kala la creatrice stanca si fermò il mondo era pronto ad accogliere tutti gli abitanti della Terra che il Popolo del Cielo già aveva creato con i figli di Kala

Vedi il profilo dell'utente
2
silena
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Carina!

Vedi il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum