Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Usi ed abusi della lingua italiana

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
altamarea
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Usi e abusi della lingua italiana: “Ti storpio l’italiano a colpi di inglese”

La bella espressione gergale “Parla come magni”: è il modo autoctono e beffardo che si usa  a Roma per invitare l’interlocutore compiaciuto e spesso un po’ tronfio a tornare alla realtà, ad abbandonare il cosmopolitismo senza radici. Include lo sberleffo verso chi infarcisce il discorso di parole straniere, possibilmente inglesi o appartenenti all’anglosfera, evitando l’uso di lemmi italiani.

“L’inglese è più preciso”, si giustifica il locutore anglofilo ma spesso ciò che dice è incomprensibile  persino agli anglofoni.

Ci sono politici e manager con la parlata inglese alla “vaccinara” che si stempera nell’anglofilia e nel ridicolo fra le nebbie dell’approssimazione fonetica. Fra loro  è diffuso il vezzo di “infarcire” i discorsi con parole anglosassoni, spesso sbagliando pronuncia o travisando il significato.

Usano l’itanglese, un gergo che rende ridicoli nell’espressione scritta e parlata.

L’itanglese è la lingua italiana caratterizzata dall’intrusione o dal frequente ricorso arbitrario di termini e locuzioni inglesi, usata da chi soffre del “morbus anglicus”. Gli esempi più evidenti si possono riscontrare in ambito aziendale e nei  linguaggi settoriali dove, oltre al consistente utilizzo di parole inglesi, anche quando l'italiano prevede una o più valide alternative, sono stati coniati neologismi ibridi fra le due lingue, usati come tecnicismi.

Prima  della moda dell’anglofonia degli ultimi trent’anni ci fu negli anni ’50 dello scorso secolo  l’american-fonia di "Nando Moriconi", il personaggio interpretato da Alberto Sordi.

Nel film del 1953 “Un giorno in pretura”
Nando: “Moriconi Ferdinando, detto l’americano”…., “americano del Kansas City”,  con il suo stravagante abbigliamento, e la pseudo parlata yankee.

Anche nel film del 1954 “Un americano a Roma”  Nando Moriconi è un giovanotto di Trastevere  infatuato dell'America e degli americani, in modo velleitario vorrebbe  trasferirsi negli Stati Uniti, a Kansas City: è la sua suprema aspirazione. Nel frattempo per appagare come può la sua mania, cerca d'imitare gli usi e gli atteggiamenti americani, ripetendo frasi sentite nei film.

Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
ho da poco letto un articolo sul Huffington Post in cui il Principe Carlo lamenta come i social networks stiano lentamente imbastardendo la lingua inglese. Come vedi la cosa è reciproca. Sarà che è in atto un processo di internazionalizzazione ? Se così fosse ( e lo è ) non può che essere un fatto positivo.

Vedi il profilo dell'utente
3
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Come la lingua dei bassifondi che si parla nel film Bladerunner...

Vedi il profilo dell'utente
4
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non conosco i film che avete citato, comunque mi ha infastidito quando il governo Renzi scelse degli anglicismi senza necessità, come Jobs act, Stepchild adoption o simili.

E' tuttavia vero che non trovo dei corrispettivi per alcuni, come ad esempio la privacy, mentre per altri trovare un termine italiano è facile, come per meeting ad esempio.

Vedi il profilo dell'utente
5
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Effetto globalizzazione. inizio a sorridere
Ormai diversi termini di origine anglosassone sono entrati a far parte del parlare comune e social, vuoi che la politica ne resti incontaminata?

Vedi il profilo dell'utente
6
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum