Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La mente dei Serial Killer

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Domani è l'8 Settembre. In questa data nel 1888 venne ritrovata la seconda vittima di Jack lo Squartatore. È un personaggio che ancora oggi incute timore ma che affascina nonostante questo o forse proprio per questo, oltre che per la sua grande abilità nel restare impunito. In realtà documentandosi un po' ci si rende conto che quest'uomo non venne mai preso più  per l'ignoranza che lo circondava che per la sua abilità La visione classista dell'epoca, ad esempio impediva ai poliziotti di rappresentarsi come potenziali colpevoli i ricchi borghesi inglesi e li spingeva a cercare tra il popolo e gli emarginati  La stessa mentalità contribuì ad armare la sua mano, congiuntamente a disturbi mentali di cui probabilmente soffriva.
Anche oggi la cronaca nera riporta drammatiche storie di omicidi, spesso, commessi quasi sempre da persone di cui nessuno dice di sospettare.
Perchè nessuno sospetta mai di queste persone?
Chi è realmente un serial killer?
Cosa scatta nella mente di una persona, tanto da portarla a commettere un delitto?
Cosa affascina delle loro storie?

Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
è 'facile'; il serial killer è uno che, a suo modo, aspira alla popolarità, perché la popolarità innesca una falsa sensazione di ricchezza, ergo di benessere.

Vedi il profilo dell'utente
3
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

@paolo iovine ha scritto:è 'facile'; il serial killer è uno che, a suo modo, aspira alla popolarità, perché la popolarità innesca una falsa sensazione di ricchezza, ergo di benessere.


Perchè ottenere popolarità proprio uccidendo?

Vedi il profilo dell'utente
4
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

@victorinox ha scritto:
@paolo iovine ha scritto:è 'facile'; il serial killer è uno che, a suo modo, aspira alla popolarità, perché la popolarità innesca una falsa sensazione di ricchezza, ergo di benessere.


Perchè ottenere popolarità proprio uccidendo?


suppongo perché uccidendo si va a colpire la gente, la platea, più in profondità. E' d' obbligo l' esempio di quanto spesso si legge nella cronaca USA, di giovani armati che fanno stragi nei College senza alcun apparente motivo. Certo è diverso da Jack lo squartatore, in cui subentrano componenti devianti di altra natura, ma il fine ho dea che sia lo stesso.

Vedi il profilo dell'utente
5
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum