Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

II TURNO - 6° giro - romanzi autori italiani si legge :"Semplicità insormontabili. 39 storie filosofiche"-Roberto Casati, Achille Varzi

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
"Semplicità insormontabili. 39 storie filosofiche"-Roberto Casati, Achille Varzi
La filosofia è una sfida in cui il pensiero parte dalla semplicità delle cose quotidiane e ne mostra la meravigliosa complessità, che a volte sembra insormontabile. In 39 storie fulminee, quasi cinematografiche, Roberto Casati e Achille Varzi ci invitano a scoprire un modo diverso, divertente e appassionato di fare filosofia.



Vedi il profilo dell'utente
2
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ok, oggi lo prenoto.

Vedi il profilo dell'utente
3
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
L'ho ordinato: dovrebbe arrivare a metà della prossima settimana.

Vedi il profilo dell'utente
4
Constantin
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
ci sto pure io, lo ordino oggi ( poi Miss mi coordini un pò su come gira il gioco che mica ho ancora capito come funziona sta cosa... è un confrontarsi sulla lettura? o cosa ?... tengo la capa un pò dura )... porta pazienza Miss. sorriso

Vedi il profilo dell'utente
5
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Prenotato in bibliotecaarriverà la prossima settimana


Constantin ha scritto:ci sto pure io, lo ordino oggi ( poi Miss mi coordini un pò su come gira il gioco che mica ho ancora capito come funziona sta cosa... è un confrontarsi sulla lettura? o cosa ?... tengo la capa un pò dura )... porta pazienza Miss. sorriso


Ti spiego subito.

Ho partecipato anni fa ad un gruppo di lettura in un altro portale (un portale di soli libri), ma dopo un anno dalla mia iscrizione il portale ha chiuso e si sono trasferiti altrove, ma non ho avuto interesse ad inscrivermi lì.
Dunque mi è rimasta in testa questa idea del gruppo di lettura, ho provato a proporlo un paio di volte, per il momento questo tentativo, nella valle dell'eco, è quello che ha avuto l'esito migliore  

Lo scopo del gruppo è principalmente leggere e per poter leggere è necessario avere un'idea di cosa, avere dei titoli, per poi, volendo, confrontarsi, arricchire con informazioni, nozioni, foto, immagini, filmati, considerazioni personali... etc.. etc...

Il gruppo funziona così:

abbiamo stabilito dei generi letterari che ci piacerebbe leggere

http://www.lavalledelleco.net/t8680-gruppo-di-lettura-i-generi-letterari

al momento sono:
- Horror

- Gialli/Thriller/legal-thriller

- Biografie/ storia del'arte/ saggistica

- fantasy/ fantascienza

- Romanzi autori stranieri

- Romanzi autori italiani


ogni mese (più o meno) si legge un libro di un genere letterario
, adesso leggiamo autori italiani, il prossimo mese, tocca all'Horror, e si procede così:

-si lancia un sondaggio e ciascuno propone un titolo HORROR, tempo una settimana.

-Passata la settimana di tempo si votano i titoli (due preferenze in modo che non si finisca che ognuno voti il titolo suo), tempo una settimana.

-Eletto il vincitore si legge quel libro per tempo un mese, circa, siamo variabili e tolleranti, in base a festività, numero di pagine, varie ed eventuali...si commenta nel topic aperto con quel titolo

In questo modo leggiamo almeno sei libri all'anno ed è una bella occasione per trarre consigli sulle letture, io ho letto anche altri libri tra quelli che venivano proposti nei sondaggi.

Ci sono poi le regole

La prima discussione

http://www.lavalledelleco.net/t8679-gruppo-di-lettura-le-regole

e l'aggiornamento

http://www.lavalledelleco.net/t11749-aggiornamento-regole-del-gruppo-di-lettura


I. il diritto di non leggere;

II. di saltare le pagine;

III. di non finire un libro;

IV. di rileggere;

V. di leggere qualsiasi cosa;

VI. di leggere senza regole;

VII. di leggere ovunque;

VIII. di spizzicare;

IX. di leggere a voce alta;

X. di tacere.



XI. abbandonare il gruppo
XII. proporre possibilmente libri che nessuno del gruppo abbia letto o che , se letti, ci sia il piacere di rileggerli
XIII Vietatissima l'opera omnia di Herman Hesse
XIV Nel caso capitasse che un titolo che ha vinto il sondaggio si rivelasse di difficile reperibilità si legge un altro dei titoli proposti, quello che è arrivato secondo oppure è andato al ballottaggio. (20/10/2015)

Vedi il profilo dell'utente
6
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ecco allora speriamo che il gruppo diventi più numeroso di quello che è stato finora, sarebbe interessante un confronto più ampio  inizio a sorridere .

Vedi il profilo dell'utente
7
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ritirato e già iniziato, sembra che prende fin dalle prime pagine almeno si spera.

Vedi il profilo dell'utente
8
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Iniziato stasera, mi pare carino.

Vedi il profilo dell'utente
9
Constantin
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Miss. mi devi scusare, ma avendolo già letto non pensavo di anticipare quello che ho detto a sile.
Io alle volte penso che tutti abbiano il mio stesso modo di vedere le cose, mi cospargo il capo di cenere.
(Le storie di Casati e Varzi ci aiutano a vedere che la metafisica si nasconde nei dettagli e non in qualche mondo iperuranio. scusa.) facepalm

Vedi il profilo dell'utente
10
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

Constantin ha scritto:Miss. mi devi scusare, ma avendolo già letto non pensavo di anticipare quello che ho detto a sile.
Io alle volte penso che tutti abbiano il mio stesso modo di vedere le cose, mi cospargo il capo di cenere.
(Le storie di Casati e Varzi ci aiutano a vedere che la metafisica si nasconde nei dettagli e non in qualche mondo iperuranio. scusa.) facepalm

Peccato, se ci avessi detto che lo avevi già letto durante le proposte sarebbe stato escluso dalla votazione.


Ritirato ieri sera, non l'ho ancora iniziato.

Vedi il profilo dell'utente
11
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Sono a metà, meno entusiasmante di come me lo aspettavo. Al momento la semplività insormontabile che mi è piaciuta di più e il paradosso del campanaro, anche il capodanno in aereo non è male.

Posterò lunedì qualcosa.

Vedi il profilo dell'utente
12
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Anche io sono a metà: la lettura non scorre come credevo all'inizio; mi aspettavo una maggiore fantasia. A me è piaciuta l' Amnesia parziale.

Vedi il profilo dell'utente
13
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Mi sono un po' arenata, sono rimasta indietro, al momento quelli che mi piacciono di più sono Il Trapianto di persona e il Gioco del Lotto nella città di Rovesci.

Vedi il profilo dell'utente
14
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
L'ho finito e devo riconoscere che non mi ha entusiasmato, perché gran parte delle questioni mi sono parse assurde.

Come dicevo, mi è piaciuta l'Amnesia paziale, dove si ipotizza la cancellazione della pena nel caso che un detenuto non ricordi più nulla del delitto commesso.

Il libro non è neanche lontanamente paragonabile all'opera di Voltaire che con semplicità, incisività e vivacità (tutti elementi che qui mancano) affronta alcuni grandi problemi storici, sociali e filosofici.

Vedi il profilo dell'utente
15
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Finito anche io. Anche io non sono entusiasta, penso che sarebbe sto più interessante se ci fossero state delle note che richiamavano più esplicitamente i filosofi che hanno trattato gli argomenti, più approfondimenti a margine.

Amensia parziale è interessante perché alla fine ti lascia con il dubbio: è lecito che una persona paghi una condanna anche se non ha memoria del suo reato? Anche se vuole comuqneu scontare la pena?

Per curiosità ho guardato se esistesse il comune o la città di Rovesci... non c'è, peccato.

Curioso anche "Fila tredici" e gli espedienti che inventiamo per vincere la superstizione:

"PASSEGGERO Guardi, sto andando in una metropoli dove si sta costruendo il Palazzo delle Culture, un grattacielo di trecento piani

LUI La nuova Torre di Babele.

PASSEGGERO Non sa quanti problemi di questo tipo ci siamo trovati ad affrontare in fase dì progettazione. Gli italiani non vogliono il diciassettesimo piano; gli americani non vogliono il tredicesimo. Dobbiamo saltare il terzo, il settimo, il quarantottesimo, e molti altri: ogni cultura ha i suoi numeri sfortunati. Ma non basta. Gli europei contano il piano terra come piano zero, per gli americani il piano terra è il primo. Quindi abbiamo dovuto saltare anche il sedicesimo, il dodicesimo, e via dicendo.

LUI Ma come avete fatto a «saltare» i piani? Fate solo finta, come le compagnie aeree?

PASSEGGERO No. Abbiamo fatto un sondaggio ed è risultato che il settanta per cento della popolazione mondiale è platonista, come lei. Quindi alla fine li abbiamo lasciati vuoti: spazi aperti, buchi architettonici; Da lontano il Palazzo delle Culture sembrerà una specie di merletto.

LUI Dovreste ribattezzarlo il «Pizzo della Superstizione»."

Quello che però alla fine mi è piaciuto di più, per la conclusione ironica è "scelta obbligata", ma aspetto che Arwen finisca e magari lo posto a gennaio.
Con l'occasione auguro a tutti un grandioso 2016.

Vedi il profilo dell'utente
16
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

Miss.Stanislavskij ha scritto:Finito anche io. Anche io non sono entusiasta, penso che sarebbe sto più interessante se ci fossero state delle note che richiamavano più esplicitamente i filosofi che hanno trattato gli argomenti, più approfondimenti a margine.

Amensia parziale è interessante perché alla fine ti lascia con il dubbio: è lecito che una persona paghi una condanna anche se non ha memoria del suo reato? Anche se vuole comuqneu scontare la pena?

Per curiosità ho guardato se esistesse il comune o la città di Rovesci... non c'è, peccato.

Curioso anche "Fila tredici" e gli espedienti che inventiamo per vincere la superstizione:

"PASSEGGERO Guardi, sto andando in una metropoli dove si sta costruendo il Palazzo delle Culture, un grattacielo di trecento piani

LUI La nuova Torre di Babele.

PASSEGGERO Non sa quanti problemi di questo tipo ci siamo trovati ad affrontare in fase dì progettazione. Gli italiani non vogliono il diciassettesimo piano; gli americani non vogliono il tredicesimo. Dobbiamo saltare il terzo, il settimo, il quarantottesimo, e molti altri: ogni cultura ha i suoi numeri sfortunati. Ma non basta. Gli europei contano il piano terra come piano zero, per gli americani il piano terra è il primo. Quindi abbiamo dovuto saltare anche il sedicesimo, il dodicesimo, e via dicendo.

LUI Ma come avete fatto a «saltare» i piani? Fate solo finta, come le compagnie aeree?

PASSEGGERO No. Abbiamo fatto un sondaggio ed è risultato che il settanta per cento della popolazione mondiale è platonista, come lei. Quindi alla fine li abbiamo lasciati vuoti: spazi aperti, buchi architettonici; Da lontano il Palazzo delle Culture sembrerà una specie di merletto.

LUI Dovreste ribattezzarlo il «Pizzo della Superstizione»."

Quello che però alla fine mi è piaciuto di più, per la conclusione ironica è "scelta obbligata", ma aspetto che Arwen finisca e magari lo posto a gennaio.
Con l'occasione auguro a tutti un grandioso 2016.


è lecito nel momento in cui si dimostra che in quel momento era responsabile delle sue azioni; o meglio, non è lecito nel momento in cui si dimostra che in quel momento non era responsabile delle proprie azioni.

Vedi il profilo dell'utente
17
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

Miss.Stanislavskij ha scritto:Finito anche io. Anche io non sono entusiasta, penso che sarebbe sto più interessante se ci fossero state delle note che richiamavano più esplicitamente i filosofi che hanno trattato gli argomenti, più approfondimenti a margine.

Amensia parziale è interessante perché alla fine ti lascia con il dubbio: è lecito che una persona paghi una condanna anche se non ha memoria del suo reato? Anche se vuole comuqneu scontare la pena?


Ancora non l'ho finito, lasciatemi ancora qualche giorno. inizio a sorridere
Settimana prossima appena si ritorna alla "normalità" finite queste feste posterò qualcosa.
Per il momento dico che anche a me non sta entusiasmando anche se all'inizio un paio di racconti li ho trovati interessanti, altri rinuncio proprio a capirli e seguirne il filo logico, ci sono storie assurde come quella del paese dei rovesci però uno spunto di riflessione per quanto assurdo lo dà.

Grazie per gli auguri che ricambio, a tutti un buon 2016.

Vedi il profilo dell'utente
18
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

paolo iovine ha scritto:
Miss.Stanislavskij ha scritto:Finito anche io. Anche io non sono entusiasta, penso che sarebbe sto più interessante se ci fossero state delle note che richiamavano più esplicitamente i filosofi che hanno trattato gli argomenti, più approfondimenti a margine.

Amensia parziale è interessante perché alla fine ti lascia con il dubbio: è lecito che una persona paghi una condanna anche se non ha memoria del suo reato? Anche se vuole comuqneu scontare la pena?

Per curiosità ho guardato se esistesse il comune o la città di Rovesci... non c'è, peccato.

Curioso anche "Fila tredici" e gli espedienti che inventiamo per vincere la superstizione:

"PASSEGGERO Guardi, sto andando in una metropoli dove si sta costruendo il Palazzo delle Culture, un grattacielo di trecento piani

LUI La nuova Torre di Babele.

PASSEGGERO Non sa quanti problemi di questo tipo ci siamo trovati ad affrontare in fase dì progettazione. Gli italiani non vogliono il diciassettesimo piano; gli americani non vogliono il tredicesimo. Dobbiamo saltare il terzo, il settimo, il quarantottesimo, e molti altri: ogni cultura ha i suoi numeri sfortunati. Ma non basta. Gli europei contano il piano terra come piano zero, per gli americani il piano terra è il primo. Quindi abbiamo dovuto saltare anche il sedicesimo, il dodicesimo, e via dicendo.

LUI Ma come avete fatto a «saltare» i piani? Fate solo finta, come le compagnie aeree?

PASSEGGERO No. Abbiamo fatto un sondaggio ed è risultato che il settanta per cento della popolazione mondiale è platonista, come lei. Quindi alla fine li abbiamo lasciati vuoti: spazi aperti, buchi architettonici; Da lontano il Palazzo delle Culture sembrerà una specie di merletto.

LUI Dovreste ribattezzarlo il «Pizzo della Superstizione»."

Quello che però alla fine mi è piaciuto di più, per la conclusione ironica è "scelta obbligata", ma aspetto che Arwen finisca e magari lo posto a gennaio.
Con l'occasione auguro a tutti un grandioso 2016.


è lecito nel momento in cui si dimostra che in quel momento era responsabile delle sue azioni; o meglio, non è lecito nel momento in cui si dimostra che in quel momento non era responsabile delle proprie azioni.

Si e no. Se la pena deve avere finalità riabilitativa (dico per ipotesi chiaramente) come si può riabilitare qualcuno che non ha memoria della colpa e che anzi, venutone a conoscenza, se ne pente e vuole esso stesso scontare la pena?

Vedi il profilo dell'utente
19
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico

SCELTA OBBLIGATA

UFFICIO ELETTORALE DELLA CASA BIANCA Pronto? Parliamo con la signora Norma?

LEI Sono io Chi parla?

UFFICIO La Casa Bianca Vorremmo chiederle chi sarà secondo lei a vincere le elezioni presidenziali.

LEI [Infastidita] Di nuovo? Mi hanno già telefonato da Sondaggio SPA e anche dalla Hyperpool.com, o come diamine si chiama. Non ne posso più dei vostri sondaggi Cercate qualcun altro

UFFICIO Signora, questo non è un sondaggio: sono le elezioni vere e proprie Lei è l'unica persona a cui lo chiedere! Sa se non lo chiediamo a lei…

LEI Se non lo chiediamo a lei, se non lo chiediamo a lei … E’quello che dite tutti. Ma perché proprio a me?

UFFICIO Non glielo hanno spiegato? Perché lei i1 Campione Minimo Perfetto' Il nostro CMP di tutti gli istituti di sondaggi, e da oggi anche della Casa Bianca. Lei Signora Norma, e il sogno degli statistici di tutta la nazione, il paradosso vivente della teoria delle probabilità!

LEI Prego?

UFFICIO. Lei è il nostro CMP! Tutti gli istituti di sondaggi lavorano da anni per restringere il campione degli intervistati. Capirà, con quello che costa fare tutte quelle telefonate. Abbiamo fatto esperimenti su campioni sempre più piccoli: mille, cento, dieci persone... L'importante è che le opinioni del campione riflettano quelle della popolazione. Non sapeva che è così che funzionano i sondaggi? Chiedere a pochi per sapere il parere di molti. Da tempo c'era chi voleva sostituire le votazioni con i sondaggi, ma finora non potevamo fidarci. Finché abbiamo scoperto lei. Abbiamo scoperto che lei, signora Norma, ha esattamente le opinioni della maggioranza degli americani, proprio come il signor Muller immaginato da Isaac Asimov. Qualsiasi domanda le si faccia, lei risponde sempre come la maggioranza degli americani. Siamo quindi pronti al grande passo. Lei ci darà il risultato delle presidenziali... Allora, è pronta? Chi vincerà secondo lei?

LEI Aspetti un po'. Vuol dire che qualsiasi cosa io risponda adesso corrisponde all'opinione della maggioranza in questo stesso momento?

UFFICIO Esattamente. Basta che ci dica se vinceranno i repubblicani o i democratici...

LEI E quello che io dico...

UFFICIO .. .Determinerà il vincitore delle elezioni!

LEI Ma E il voto?

UFFICIO Saltiamo il voto! Basta con le votazioni. Una perdita di tempo e di denaro. Ce lo dica lei chi vincerà Tanto le urne darebbero lo stesso identico responso.. .

LEI E se io le dico una cosa a caso?

UFFICIO [Spazientito] Benedetta signora Norma, non ci interessa come lei giunge alle sue decisioni. Potrebbe anche fare a testa o croce. In tal caso ipotizzeremo che anche la maggioranza degli elettori avrebbe preso una decisione facendo testa o croce. Faccia come vuole, ma ci dia un responso.

LEI Ma potete fidarvi se vi dico che rispondo, a caso?

UFFICIO Non c'è motivo di preoccuparsi. Anche quando risponde a caso, lei è infallibile!

LEI Infallibile???

UFFICIO Infallibilissima L'abbiamo individuata tra milioni di soggetti! Ci abbiamo impiegato anni ma ora siamo sicuri che lei non può sbagliare: lei è il nostro CMP e le sue opinioni sono necessariamente quelle della maggioranza degli americani. Per esempio, l'anno corso lei voleva andare in vacanza in Florida, no?.

LEI Esatto.

UFFICIO .. .E, guarda caso, la maggioranza degli americani voleva fare lo stesso.

LEI Ma questo è facile.

UFFICIO Lei vuole comprare Brillaspic, e inevitabilmente 75% degli americani vuole lavare i piatti con lo stesso prodotto.

LEI Ma certo, chi non vuole Brillaspic?

UFFICIO Vede Lei funziona a meraviglia

LEI Capita, ma come fate a essere così sicuri?

UFFICIO Sappiamo fare il nostro lavoro, che diamine! Siamo sondggisti scientifici qui alla Casa Bianca.

Lei (Piagnucolosa) Ma io voglio che le mie opinioni siano identiche a quelle della maggioranza. Voglio essere originale!

UFFICIO Aspetti che verifico… Esatto! Questo è proprio quello che vuole la maggioranza dei cittadini!

Vedi il profilo dell'utente
20
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Hic sunt leones

LEA Andiamo a dare un'occhiata ai turisti.

LEO È il bello della vita nello zoo.

LEA Ogni giorno ti passano davanti tutti questi umani, ne vediamo le passioni e i desideri.

LEO Una bella gabbia di matti.

LEA Ne avremo visti milioni nei dieci anni che siamo qui. Non è male che siano riusciti a rinchiuderne così tanti in questa gabbia.

LEO In che senso, rinchiudere?

LEA Non viene ogni giorno un signore con una chiave? Non ci porta forse del cibo (un gesto gentile, da parte della comunità dei prigionieri, anche perché qui non è che si trovi molto) e non si rinchiude poi dentro con tutti gli altri?

LEO Ma <, dove?

LEA Ma nella gabbia, no?

LEO Ma come... come... come! Io credevo che fossimo noi a essere rinchiusi nella gabbia. L'uomo ci porta il pasto, bontà sua, e poi torna a essere libero. Come puoi pensare che siano loro a essere rinchiusi, e non noi?

LEA Non sarà solo una questione di parole? Per me essere rinchiuso significa stare in gabbia. Significa stare dietro le sbarre. Magari per te vuol dire altro.

LEO Ma anche per me essere rinchiusi significa stare in gabbia, dietro le sbarre! E per questo che dico che siamo rinchiusi.

LEA Però dal nostro punto di vista sono loro ad essere dietro le sbarre.

LEO Ma dal loro punto di vista dietro le sbarre ci siamo noi!

LEA E perché mai dovremmo adottare il loro punto di vista? Siamo ben leoni, no? Avremo pure una dignità.

LEO Forse non siamo d’accordo sul significato della parola <
LEA Vediamo. Le gabbie sono ampi spazi che circondano il mondo. Il mondo è un piccolo spazio intimo in cui io e te abitiamo felici. La gabbia ha un'inferriata che la separa dal mondo e che protegge gli abitanti del mondo (noi) da quei prigionieri (loro) potenzialmente pericolosi e aggressivi. Non capisco proprio dove stia il problema. Insisto: stai facendo filosofia da leoni?

LEO In effetti non capisci. Le gabbie sono piccoli spazi circondati dal mondo. Il mondo è un immenso spazio libero in cui tu e io potremmo correre felici. La gabbia ha un'inferriata che la separa dal mondo e che protegge gli abitanti del mondo (loro) dai prigionieri (noi) potenzialmente pericolosi e aggressivi. (Da quant'è che non riusciamo a divorare un visitatore?)

LEA Quindi è la parola «gabbia» che ci trova in disaccordo.
Per te una gabbia deve essere più piccola del resto del mondo.

LEO Direi di sì. Credo che il dizionario (trovato nella borsa di quel domatore che ci siamo mangiati la scorsa estate) mi dia ragione.

LEA Non mi fido dei dizionari, soprattutto se stanno nella borsa di un domatore un po' coriaceo. Comunque vediamo...Alla fine ci dovrebbe essere una mappa del mondo... Eccola.
Guarda qua. Hic sunt leones. Come vedi c'è un'ampia area a sud dell'Equatore in cui vivrebbero soltanto leoni.

LEO Vecchie leggende.

LEA Può darsi. Però immagina che i leoni stiano per davvero tutti sotto il Tropico del Capricorno, a sud dell'Equatore, e che venga eretta un’inferriata che segue passo passo il Tropico (anche sulla superficie del mare, supponiamo). Secondo te i leoni sarebbero in gabbia?

LEO Certo. Lo spazio a sud del tropico del Capricorno sarebbe molto minore di quello a nord. Dato che ho detto che la gabbia è sempre più piccola del resto...

LEA E sei d’accordo che per uscire dalla gabbia un leone deve oltrepassare l'inferriata?

LEO Sicuramente.

LEA Adesso immagina che la popolazione dei leoni aumenti, aumenti, e che per evitare il sovraffollamento l'inferriata venga spostata verso nord. I leoni aumentano ancora, e l'inferriata si sposta ancora più a nord. Piano piano, chilometro dopo chilometro, l'inferriata si ritrova al Tropico del Cancro, a nord dell'Equatore. Ora, si tratta di una buona inferriata e nessun leone la oltrepassa. Quindi secondo te tutti i leoni restano in gabbia?

LEO È chiaro.

LEA E qui ti voglio. Perché adesso la regione in cui si trovano i leoni (a sud del Tropico del Cancro) è molto più grande del resto del mondo (a nord del Tropico). Adesso la situazione è invertita. Quindi o dici che adesso i leoni sono tutti fuori dalla gabbia, anche se nessuno ha oltrepassato l'inferriata, o rinunci all'idea per cui le gabbie sono piccoli spazi circondati dal mondo.

LEO Ma questo funziona solo perché vedi la terra come una superficie curva.

LEA Ma lo spazio della terra è uno spazio curvo, amico. E questo luogo in cui ci troviamo ora è una parte dello spazio della terra. Tendiamo a dimenticarcene perché spesso ragioniamo in piccolo. Ma bisogna pensare in grande. Per uscire dalle gabbie della mente bisogna ragionare da veri leoni. Altrimenti ci ritroviamo a ruggire per finta, su ordinazione, come il leone della Metro Goldwyn Mayer, incastonati in un misero cerchietto.

Vedi il profilo dell'utente
21
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

Miss.Stanislavskij ha scritto:

Amensia parziale è interessante perché alla fine ti lascia con il dubbio: è lecito che una persona paghi una condanna anche se non ha memoria del suo reato? Anche se vuole comuqneu scontare la pena?

Secondo me non avere ricordo di un reato non invalida il reato commesso, quello resta, quindi sì è giusto che sconti una pena se è stato lui a commetterlo ed in più vuol scontarla. Altrimenti chiunque per reati gravi ad esempio, potrebbe fingere di non ricordare e cavarsela così per evitare la pena, certo che dal punto di vista del detenuto essere condannato per qualcosa che non ci si ricorda d'aver commesso può apparire un'ingiustizia.
Prendiamo ad esempio il caso Franzoni è stata accusata del delitto del figlio ma si è sempre dichiarata innocente eppure sembra che le serie di prove portino alla sua colpevolezza e condannata, potrebbe essere stata lei ed essersene dimenticata?



Curioso anche "Fila tredici" e gli espedienti che inventiamo per vincere la superstizione:

"PASSEGGERO Guardi, sto andando in una metropoli dove si sta costruendo il Palazzo delle Culture, un grattacielo di trecento piani

LUI La nuova Torre di Babele.

PASSEGGERO Non sa quanti problemi di questo tipo ci siamo trovati ad affrontare in fase dì progettazione. Gli italiani non vogliono il diciassettesimo piano; gli americani non vogliono il tredicesimo. Dobbiamo saltare il terzo, il settimo, il quarantottesimo, e molti altri: ogni cultura ha i suoi numeri sfortunati. Ma non basta. Gli europei contano il piano terra come piano zero, per gli americani il piano terra è il primo. Quindi abbiamo dovuto saltare anche il sedicesimo, il dodicesimo, e via dicendo.

LUI Ma come avete fatto a «saltare» i piani? Fate solo finta, come le compagnie aeree?

PASSEGGERO No. Abbiamo fatto un sondaggio ed è risultato che il settanta per cento della popolazione mondiale è platonista, come lei. Quindi alla fine li abbiamo lasciati vuoti: spazi aperti, buchi architettonici; Da lontano il Palazzo delle Culture sembrerà una specie di merletto.

LUI Dovreste ribattezzarlo il «Pizzo della Superstizione»."

Quello che però alla fine mi è piaciuto di più, per la conclusione ironica è "scelta obbligata", ma aspetto che Arwen finisca e magari lo posto a gennaio.
Con l'occasione auguro a tutti un grandioso 2016.

Anche a me è piaciuta scelta obbligata, purtroppo non l'ho ancora finito ma manca poco, lo finisco in questi giorni, le feste di Natale in casa mia impegnano di più del periodo feriale quando i figli sono al lavoro.

Vedi il profilo dell'utente
22
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Finito!
Dalla postilla finale si comprende che anche se molte storie appaiono assurde, poco realistiche nascondono e rappresentano pensieri di vari filosofi, quindi non sono campati in aria, ecco forse sarebbe stato più completo come detto da Miss se si fosse approfondito meglio con note in fondo a margine.
A parte qualche racconto in cui ho faticato a seguirne la logica tutto sommato non è poi così male, o meglio è un testo che per quanto leggero nella lettura e non approfondisce i temi, ma credo che che la filosofia non sia un argomento facile ne da trattare e manco da leggere, comunque dà lo spunto per una riflessione successiva.

Vedi il profilo dell'utente
23
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Lunedì si riparte con Horror.

Vedi il profilo dell'utente
24
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Ok sorriso

Vedi il profilo dell'utente
25
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum