Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Cos'è il razzismo?

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Zingara
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Alcune definizioni del razzismo sono queste:

1 “Ideologia che, fondata su un'arbitraria distinzione dell'uomo in razze, giustifica la supremazia di un'etnia sulle altre e intende realizzarla attraverso politiche discriminatorie e persecutorie”.
2 “Ogni tendenza, psicologica o politica, suscettibile di assurgere a teoria o di esser legittimata dalla legge, che, fondandosi sulla presunta superiorità di una razza sulle altre o su di un'altra, favorisca o determini discriminazioni sociali o addirittura genocidio”.
3 “Concezione fondata sul presupposto che esistano razze umane biologicamente e storicamente superiori ad altre razze. È alla base di una prassi politica volta, con discriminazioni e persecuzioni, a garantire la 'purezza' e il predominio della 'razza superiore”.

Queste sono alcune definizioni da dizionario che definiscono la parola “razzismo”. In che cosa si sentono superiori ad altri coloro che sono razzisti? Dovrebbero spiegarcelo possibilmente. Anche i concetto di “purezza della razza” che sarebbe auspicabile è smentito dalla biologia, infatti sono gli incroci che fortificano le caratteristiche di resistenza, di salute e di bellezza degli esseri umani.
Ma più di tutto e importante il come si fa a stabilire la superiorità presunta di una razza? L'ambiente e l'educazione diversa forse fanno la differenza? In base a cosa si stabilisce la superiorità razziale? È una questione politica o qualcosa che è nato con l'essere umano?

Vedi il profilo dell'utente
2
Meer
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Per me è proiettare sull'altro le nostre paure

Vedi il profilo dell'utente
3
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
il razzismo in quanto tale è una fesseria .
in quanto esiste una sola razza umana
Ed è ben definito dal primo post.
Sull'uso e abuso del termine e aggettivazione di razzismo o razzista, imho, se ne puo' parlare.
In quanto la definizione razzista o razzismo è a volte usata a sproposito specie in ambito media.

Vedi il profilo dell'utente
4
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Quella umana e' una specie come quella del cane, poi le specie si differenziano in gruppi con caratteristiche diverse correntemente chiamate razze e differenziate da sfumature genetiche.

I dati sulla variabilità genetica umana attualmente disponibili confermano ed estendono le conclusioni basate sull'osservazione dei fossili. Le popolazioni africane mostrano una maggiore diversità genetica rispetto alle popolazioni del resto del mondo, il che suggerisce la comparsa dell'uomo in Africa e la successiva colonizzazione di Eurasia e Americhe. La variabilità genetica osservata fuori dell'Africa è generalmente compresa in quella osservata in Africa, come se i gruppi umani che migrarono da questo continente fossero stati poco numerosi e avessero portato con sé solo una parte della diversità genetica africana.
http://www.treccani.it/enciclopedia/genetica-razze-e-differenze-etniche_(Enciclopedia_della_Scienza_e_della_Tecnica)/

La superiorita'/inferiorita' di razza e' una autolegittimazione arbitraria ed opportunistica nel situazione in essere non diversa da quella che, per diritto divino, differenziava nobili dal sangue blu e plebei dal sangue rosso.
Cio ' non toglie che forti differenziazioni siano fatte dallo stile di vita, al che le divisioni che cio' produce sono trasversali alla caratteristica genetica.
E, nella conflittualita' determinate da incompatibilita' di stili di vita su territori limitati e coesistenza forzata, e' banale che il nemico sia identificato con caratteristiche di riconoscibilita' immediata e sia sporco e cattivo, come lo sono reciprocamente tutti i nemici il cui scontro avviene su ben altre basi, che non su diversita' estetiche.
Come in guerra, si combatte e si vuol distruggere un ordine costituito diverso per vari motivi concreti, poi nel comune dire sono le divise diverse a generare lo scontro che ovviamente ben poco impattano sulle motivazioni vere che muovono l'ambaradan.

Vedi il profilo dell'utente
5
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Esatto.
Aggiungo un contributo:
La genetica delle popolazioni, una delle basi nello studio delle migrazioni dell'uomo, è in realtà una scienza molto più complessa e approfondisce concetti che trascendono la vecchia e superficiale accezione di razza. Differenze e caratteristiche esistono tra i tipi umani, ma in quanto in continuo contatto reciproco, possono sfumare e sfumano, senza soluzione di continuità dall'uno all'altro.

Razza come termine in riferimento all'Uomo[modifica | modifica wikitesto]Il concetto di razza umana è considerato destituito di validità scientifica poiché l’antropologia e la biologia evolutiva hanno dimostrato che non esistono gruppi razziali fissi o discontinui[4].

https://it.wikipedia.org/wiki/Razza

Vedi il profilo dell'utente
6
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ma cio', che con le comunicazioni comportera' un sostanziale annullamento del differenziale genetico, non spostera' di una virgola le conflittualita' motivate da stili, aspirazioni e convivenza forzata di gruppi non omogenei.
Tanto che le guerre interne ad un una tipologia razziale sono infinitamente piu' numerose di quelle esterne.

Americani e giapponesi mica se si sono scontrati perche' gli uni bianchi e gli altri gialli, anche se nel corrente la terminologia razziale "muso giallo" era comune.
Ora tranquillamente un finanziere americano si allea con uno giallo per combattere i sindacati, siano essi bianchi, neri, rossi o gialli, che ostacolano i loro progetti.
Ma, tornando in conflitto le due economie, riapparirebbeero i vecchi termini identificativi.

Un nemico qualunque avra' sempre un qualche dettaglio di una qualunque natura da additare.
Da cui le conflittualita' si contrastano evitando i motivi del conflitto, non facendo appello al siamo tutti uguali, visto che due individui sono comunque diversi, essendo due e non uno, tanto basta in un contrasto motivante per combattersi.

Vedi il profilo dell'utente
7
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
ma naturalmente. inizio a sorridere
certo che è così.
Poi si arriva dall'uniìversale al fato piccolo che a me sta sul cippo mia suocera o il mio inquilino di fianco SGHIGNAZZARE

Vedi il profilo dell'utente
8
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Infatti, tuttavia si sbracciano a contrastare il razzismo, quando e' altro da risolvere e che lo produce.
Non che l'idea in se sia simpatica, ma come idea privata non la cambi e il collettivo ha altre motivazioni, rimuovi quelle e si spegne l'incendio, come togliere aria ad un incendio invece di soffiarci.

Vedi il profilo dell'utente
9
nikki66
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Secondo me le definizioni proposte sono esaurienti per una definizione di razzismo in senso stretto. Ultimamente (e forse a sproposito come qualcuno ha giustamente sottolineato) per razzismo si intende qualsiasi atteggiamento discriminatorio o persecutorio verso minoranze, categorie di persone oltre che gruppi etnici. Così vengono tacciati di razzismo gli omofobi, i negazionisti della shoa ( i quali a veder bene negano l'avvenimento di un fatto storico pur essendo vero che utilizzano questa posizione per fini razzisti). Il razzismo lo si spiega con il classico meccanismo di rinsaldare la coesione di gruppi (nazionali, etnici, politici, religiosi) identificando un nemico esterno che minaccia la propria iintegrità. O presunta e supposta superiorità.

Vedi il profilo dell'utente
10
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Sì, ma nel caso poco ottiene tracciare, devi rimuovere la minaccia che una parte suscita all'altra, comprendendone i perche' e dando soluzioni efficaci.
Altrimenti induci, forse, il silenzio, ma non cambi la situazione.
Come buttare la spazzatura sotto il tappeto.

Vedi il profilo dell'utente
11
nikki66
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ci sono minacce reali e minacce presunte...anzi costruite artificialmente ad arte... sono la maggior parte queste...

Vedi il profilo dell'utente
12
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Sì, ma ci vogliono geni per costruire minacce diffuse e verificabili in proprio senza che abbiano fondamento e geni in circolazione non ce ne sono.
Quelle senza fondamento riguardano per lo piu' individui che vivono il proprio in proprio e soffrono di manie persecutorie.

Da considerare pure che le situazioni non si vivono allo stesso modo e quello che e' una minaccia reale per te non lo e' per altri, senza che cio' invalidi le rispettive posizioni diverse e opposte.
A quel punto è uno scontro di maggioranze e forze per definire il da farsi.

I lupi solitari hanno un funzionamento diverso, ma e' meglio ascoltarli almeno sai i perche' di quel singolo, diversamente sta zitto, ma non per questo non opera.


Vedi il profilo dell'utente
13
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Razzismo è pretendere che la propria definizione di razza non sia universale,
ma diverse quando la parola è riferita alla specoe Homo Sapiens Sapiens ovvero qualsiasi altra specie animale.

Ragionare onesto sarebbe: o dichiariamo superato il concetto di razza, ed allora un
Chihuahua è della stessa razza dell'alano, così come un pigmeo e un watussi,
o stiamo a prenderci per i fondelli e le razze umane esistono e vogliamo solo chiamarle
in un modo diverso.

Il razzismo? fobia del diverso all'interno del genere umano.

C'è chi odia i negri, chi i poliziotti della stradale, chi i professori e chi le donne.

Vedi il profilo dell'utente
14
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Piu' che fobia, incompatibilita' di convivenza, non necessariamente serve aver paura, basta rimanere disturbati da qualcuno a che lo si voglia lontano.

Vedi il profilo dell'utente
15
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

Il gatto ha scritto:Sì,  ma nel caso poco ottiene tracciare,  devi rimuovere la minaccia che una parte suscita all'altra, comprendendone i perche' e dando soluzioni efficaci.
Altrimenti induci,  forse, il silenzio, ma non cambi la situazione.
Come buttare la spazzatura sotto il tappeto.

Condivido.
A tal proposito ho letto di recente venerdi un articolo di curzio maltese
http://www.zeroviolenza.it/rassegna/pdfs/12Jun2015/12Jun2015110c7b1629411e2574a7af8818643b57.pdf

non tanto sul discorso di difendere i rom perchè bla bla ..
non è a mio modo di vedere un problema di destra o sinistra .
Mi pare che quanto scrive il giornalista sia più vicino a quello a cui fai riferimento.
Cioè che se ci sono situazioni che generano poi appunto generalistico razzismo è perchè in realta' ci sono problemi a cui non sappiamo dare risposta o soluzione e restano lì come cancri o bubboni.
Poi la gente , tutti noi, ci si autodifende.Senza porsi tanti perchè.
Se uno mi ruba o aggredisce me ne infischio del perchè.
Ma il problema come sempre sta a monte.
Ciao sorriso

Vedi il profilo dell'utente
16
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Ho letto, però non si puo' presentare una innocua parte per milioni quando le concentrazioni, seppure a macchia di leopardo, sono ben diverse e i rom di Roma non sono diluiti in tutta Italia, ma in specifici quartieri, quindi centinaia di migliaia, al minimo, di abitanti ne impattano gli effetti della presenza e il degrado dei luoghi.
L'articolo pone pure il sono italiani, aggiungendo il ci sono da tanti anni, sono nati in Italia cose che non influenzano la cittadinanza
Resta che dove sono presenti temporaneamente, mercati, a fare accattonaggio, o stabilmente, baraccopoli, i furti si denunciano a sciami e non si nota proprio una presa di distanze degli onesti rispetto ai disonesti, il che porta a concludere che tutto il clan, pur non partecipando attivamente alle razzie fruisce dei benefici collettivi di queste.
Fra palo e rapinatore non c'e' molta differenza.

Quanto ai migranti pure li le situazioni sono ambigue, da me apparvero appiedati, ora la gran parte e' ciclizza.
Al suocero sono state rubate 5 biciclette, sono stati forzati n garage per rubare olio salumi e simili, il danno di una saracinesca forzata e' significativo.
Nella galleria del mio palazzo sono state forzate tutte le saracinesche elettriche, che mediamente non vengono bloccate a chiave, cio' dimostra molta integrazione nel tessuto, ma asportato ben poco.
Fare 2+2 non e' difficile e la gente mormora, si incazza e l'amministrazione risponde con un consiglio comunale sulla sicurezza.
Solo che gli chalet in spiaggia vengono danneggiati per usarli come bivacchi, le attrezzature di spiaggia usate come dormitori e cio' non e' gradito da chi il giorno dopo li deve usare, pagando per un uso privato che implica anche una sicurezza igienica.

La pubblica sicurezza e' impotente/insufficiente e iniziano i pattugliamenti privati dei gestori.

Siamo nelle marche, area storicamente rossa dove alle regionali la lega ha pero' fatto il 18% partendo da qualche 0,%

Quanto alle baraccopoli, abusive o rese difformi alle norme urbanistiche, provati tu a mettere un gazebo sul terrazzo di tua proprieta' in difformita' dalla normativa e senza autorizzazioni di tutti gli assessorati coinvolti, poi vedi, se non provvedi tu a sbancarlo e pagare salatissima multa, 3000 euro, se non arriva a farlo il comune con sovramulta, interessi e costi a tuo carico della ruspa, o gru che sia nel caso di sopraelevazione, nonche' costi di smaltimento dei rottami.

Vedi il profilo dell'utente
17
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
guarda sfondi una porta aperta.
Però secondo me , rimane il problema di fondo.
Cioè che in Italia non riusciamo a dare risposte, soluzioni, a dei problemi.
La lega a mio avviso fa molta demagogia.
Sono capace anche io di urlare che è una vergogna usiamo le ruspe.

ma poi : le puoi usare davvero le ruspe?
E se si: perchè ruspare anche la brava gente?


Ecco perchè la incapacità di dare soluzioni ai problemi genera razzismo.

Esempio : c'è un sacco di gente che ruba
dai parlamentari ai manager ai ricchi evasori fiscali ai poveretti ai criminali .
Ma se dici che odi i ladri nessuno ti taccia di razzismo.
Perchè i ladri sono sanzionati dalla legge.( ? ahahha)

Invece se un rom ruba , sotto con le ruspe ai rom.
Cominciamo a dare di ruspa a tutti quelli che violano la legge.e nei modi secondo la legge.

Purtroppo il nostro paese è diventato una terra di nessuno, impunità per tutti o molti.
di sicuro per i più ricchi e potenti.O violenti.

La lega è stata al governo un pò.
Non mi pare siano scomparsi i campi rom.
alemanno è stato sindaco di roma.
E non mi pare che la destra abbia ripulito roma.
ciao gatto sorriso

Vedi il profilo dell'utente
18
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Il capitano in carica e' unico responsabile dello stato della nave, anche quando e' in ferie.
E dare tangibilita' della propria incapacita' pesa piu' di una ipotesi da verificare, per altro pure esemplificata a livello di governi locali dove i contribuenti non hanno enormi lamentele.
Fermo restando che scegli fra cio' c'e' e non fra cio' che sarebbe bene ci fosse, o vorresti ci fosse.

Essere ladri e' uno stile di vita, essere complici e ricettatori ti associa a tale stile.
Partecipare alla divisione e fruizione del bottino uguale.
Ora in un clan baraccato, pure abusivamente, questo interscambio avviene e lo si vede ripetere nei vari clan.
D'altra parte se non hai reddito legale e sei vivo con in disponibilita' spesso belle auto ben messe, perche' sei vivo e utilizzi cio' che utilizzi?
Un 2+2 che nel processo di opinione propria da risultati ovvi e produce atteggiamenti consequenziali di autoprotezione.

Se ti consegnano un bancale di 200 bottiglie di acqua minerale di cui una sola contiene cianuro, non e' il nostro caso, che fai?
Consideri che lo 0,5% di restarci e' accettabile, o fai distruggere tutto il bancale?

E certo che le ruspe le puoi usare, come liberi e bonifichi uno spazio pubblico da ingombri abusivi, o difformi voluminosi?
Anzi, spesso si usa prima la dinamite e poi le ruspe.

Gli abitanti li sgomberi prima, anche di forza e li tratti secondo legge applicabile, espulsione se non cittadini, o in coda ai servizi sociali se cittadini, come da trattamento standard agli italiani senza dimora che possono tranquillamente stare sotto i ponti.

Vedi il profilo dell'utente
19
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
no dai non si puo' ragionare per estremi cosi radicali, mica parliamo di un virus che ha
attecchito su qualche migliaio di polli e allora ammazziamo milioni di polli come hanno fatto con l'aviaria sorriso

certo che nei campi rom esiste la omertà .
non esiste forse fra gli "italiani" ?
certo che nei campi dei nomadi ( basta parlare di rom sennò ci becchiamo querela)
certo che esiste la complicità.
non esiste fra gli "italiani"?

Certo che una nazione che vuole vivere borderline ha dei problemi e crea problemi.

Ti chiedo: alla luce delle schifezze che emergono ogni giorno su noi italiani, sulle ns. istituzioni, sulla ns. società,te la sentiresti di impostare una politica di sicurezza per il popolo , sulle ruspe ai nomadi?
Tenendo conto del fatto che stanno arrivando profughi a centinaia  di migliaia ?
( si chiamano milioni come diceva charles bronson  in c'era una volta il west..)
Di mille lingue e provenienze?

Sai cosa dicevano di noi italiani quando emigravamo all'estero ?
che eravamo sporchi incivili e cattivi e delinquenti.
Ora, io , non sono sporco nè incivile, nè cattivo o delinquente.
ma se fossi trattato male solo perchè Italiano , mafioso spaghetti e mandolino, mi incazzerei e non poco

sorriso ciao gatto

Vedi il profilo dell'utente
20
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Gruppi circoscritti e chiusi che fruiscono collettivamente di certe entrate implicano complicita' e concorso in......,un po' diverso da quello che avviene sui milioni dove comunque vai a considerare lo stesso la filiera criminale e l'esecutore non e' diverso dal mandante e dai fiancheggiatori interni ed esterni a vario titolo.

Vedi il profilo dell'utente
21
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
certo ma non credo che la magistratura si fermi , in caso di reato penale, al fatto che poverini sono una minoranza da proteggere come i panda...

non sarò certo io a mandare in vacca dei thread perchè poverini i nomadi vanno protetti perchè è una cosa bella e cosi di sinistra contro quei cattivoni della destra...


i nomadi che delinquono vanno processati e se colpevoli in galera.
come tutti noi.
ma a monte occorre creare, rivedere , nuove condizioni di vita per questa gente.
come si fa a vivere in mezzo al degrado e all'immondizia?
Se poi gli piace allora fuori di qui.

ciao gatto sorriso

Vedi il profilo dell'utente
22
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Fanno come fanno i contribuenti caduti in disgrazia.
Per altro certi stili se li portano dietro ed es, a pescara, dove gli hanno regalato un quartiere di case popolari non e' che la situazione sia allegra.

E senza che rispondi, ma pensaci, spenderesti 200 mila euro per un appartamento a tiro di un campo rom, magari al primo piano?

Poi certo, il processo giuridico segue vie sue, non raramente perverse e imperscrutabili, ma per questo vige il processo di opinione le cui sentenze nessuno eseguira' mai, ma che determinano atteggiamenti diffusi che realizzano la sentenza di popolo e che in ambienti circoscritti va a costituire il codice non scritto, ma applicato dove le regole non ottengono il risultato promesso.

E non a caso si dice "parola di popolo, parola di dio", ma anche "a pensar male e' male, ma ci si piglia".
E in usa i giudici sono tali per elezione popolare e il verdetto non lo emette il giudice nei processi medi o grandi dove fa solo seguire le regole, ma la giuria popolare che valuta, assolve, o condanna secondo sentimento popolare e non ci sono santi e cavilli per ribaltare quel verdetto "molto sentimentale"

Ciao Exodus
Per apprezzamento del film?
Bello assai.

Vedi il profilo dell'utente
23
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
condivido sulla legge del popolo.
se hai un appartamento in riva a un parco nomadi sei fritto.
diciamo che vale la stessa cosa se ce l'hai su zone universitarie e pub osterie e discoteche...

exodus mi è rimbalzato solo perchè non so più che nick trovare ho visto il film recente e mi sono impiccato al nome....
ma in realtà exodus era molto più bello il film con paul newman...stesso titolo, meno effetti speciali , ma altro carisma e tutta altra storia....anzi adesso che mi ci fai pensare quasi quasi mi faccio l'avatar... sorriso

ciao gatto sorriso

Vedi il profilo dell'utente
24
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Un conto il casino e gli strascichi, un conto un rischio concreto per la tua incolumita' e qella delle tue sostanze, mediamente risultato di una vita e non sostituibili, ne vale non avere niente, per rappresaglia ti scassano tutto.
I colleghi romani, quando erano obbligati a lasciare casa non presidiata, lasciavano 100 euro sul tavolo confidando nella magnaminita' dei malviventi.
Ora oltre al furto degli interni rischi che ti freghino pure casa, ci mettono una donna con bambino e per sloggiarli passano anni, sempre riuscendoci.

Poi ti domandi perche' un popolo, detto "sovrano' si faccia venire certe idee sbrigative.

Mi riferivo proprio al film con Paul Newman.

Comunque vedendolo spassionatamente ti descrive gli effetti di una emigrazione, eccessiva per territorio e risorse e incontrollata, la pure relativamente.
Gli autoctoni ancora piangono eppure nessuno la nomina mai preferendo esemplificare con le migrazioni verso nord America, sud America e Australia, pasti enormi, allora semi desertico, tutti da costruire e dove comunque senza contratto di lavoro in mano non sbarcavi.

Vedi il profilo dell'utente
25
Exodus
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
E' vero .
noi italiani siamo sempre dovuti andare a cercare il pane col cappello in mano.
e vedi Ellis Island o il belgio coi ns minatori o in australia
( bello onesto emigrato australia eccetera rotolarsi dal ridere )
o a fare i camerieri o pizzaioli  in germania.
per non parlare del sudamerica , argentina in testa.

ma abbiamo esportato non solo manodopera ma mafia camorra e ndrangheta.

chi è senza peccato..... sorriso

NB. eh il vecchio paul ..che cartola, e che film...
ciao gatto sorriso

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum