Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Rituali e psiche

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
La passione che il cervello umano ha per i rituali, complesse sequenze di azioni apparentement si ritrovano in ogni cultura, sembra poggiare sulla ricerca di un senso di appartenenza. I rituali "aiutano a definirci come gruppo, riflettono i valori di un gruppo e dimostrano l'attaccamento comune al gruppo". Alcuni studi hanno evidenziato un legame tra l'apparente assenza di significato dei comportamenti ritualistici e un curioso fenomeno osservato dagli psicologi infantili in una serie di esperimenti negli ultimi decenni: se si mostra a un bambino una sequenza di azioni che non ha mai visto prima, tenderà a ripetere tutti i gesti, anche i più superflui, e non solo quelli necessari al raggiungimento dell'obiettivo.
Anche se in età adulta i rituali sono spesso associati alla sfera religiosa, la religione non basta a spiegare la tendenza a seguirli: i rituali sono piuttosto strumenti culturali per aiutare un gruppo a sopravvivere.

Voi che rapporto avete con i rituali sociali o religiosi?
Ne avete di vostri?

Vedi il profilo dell'utente
2
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
fai che inviti una femmina a cena e ti presenti con un mazzo di rose.

Vedi il profilo dell'utente
3
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Cenare a orario fisso.

Vedi il profilo dell'utente
4
Masquerade
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Spegnere il cellulare grosso modo sempre alla stessa ora tutti i giorni.

Vedi il profilo dell'utente
5
La.Claire
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente

Masquerade ha scritto:Spegnere il cellulare grosso modo sempre alla stessa ora tutti i  giorni.
Anch'io lo faccio. Verso le 22.30 spengo e non ci sono per nessuno!

Vedi il profilo dell'utente
6
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico

Miss.Stanislavskij ha scritto:Cenare a orario fisso.

Mettermi il burrocacao sul pianerottolo mentre aspetto l'ascensore

Vedi il profilo dell'utente
7
luci62
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
tutta la ia vita è cosparsa di rituali.dal preparare la moka per la mattina al salutare il rifugio quando arrivo la mattina e quando parto al pomeriggio(se no sono convinta che si vendichi)

Vedi il profilo dell'utente
8
alfio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
mettere una parola appresso all'altra... come un tamtam... saranno sordi gli spiriti?

Vedi il profilo dell'utente
9
victorinox
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
I pasti sono il rituale domestico per eccellenza. Scandiscono il tempo e se abbiamo una famiglia sono un momento di condivisione.

Vedi il profilo dell'utente
10
Sigfrid
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Un bambino imita perchè è in fase di apprendimento e conoscenza di se e degli altri. Non è la ritualità descritta dagli psicologi,sono le esigenze naturali della crescita. Un rituale può esserlo per gli adulti, se ci si lascia dominare piuttosto che essere persone capaci di usare il cervello. In molti casi, purtroppo, giocano duramente fattori di fondo basilari, quali: incomprensione, forzature severe, differenze di aspetto fisico, paure, desiderio di apparire, forti disagi psichici non sempre manifesti, e la lista potrebbe continuare.


Un vuoto di comunicazione, è pari a una incapacità di avere ascolto da chi si vorrebbe. L'effetto contrario spinge a indossare abiti non propri per mostrare l' essere che è solo un appagamento effimero dato a chi è rivolto come modello ideale, sia si tratti di uomini o donne.

Vedi il profilo dell'utente
11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum