Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La provocazione per partito preso

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 4 di 4]

76
Ospite
avatar
Ospite
No, il discorso degli utenti e dell'autocritica è precedente, e devo dire che l'unico che però si è esposto un attimo in questo è stato PorceDi. Ogni tanto un po' di autocritica non fa male, a mio avviso, ma anche la critica dell'altro se viene fatta per costruire un dialogo e non per attaccarsi. Indubbiamente in un discorso sulla provocazione e fra provocatori è un'impresa ardua, ma a me le cose difficili piacciono. cool
Quindi, un buon modo, secondo me ,per porsi in questo discorso parlando degli altri utenti che si considerano provocatori senza incorrere in flame (il rischio c'è, ma come hai detto tu poi si nota subito chi cerca la lite e chi no) è quello di considerare anche le proprie note dolenti, ed in primis quello di affrontare il discorso in maniera costruttiva e non come attacco personale.

Detto ciò, l'ultima mia richiesta invece è più generica e non ristretta all'utenza, ma applicabile alla vita di tutti i giorni (arte, politica, cinema, sentimenti): del resto la provocazione la si utilizza in molti campi e con molti scopi, anche se so che c'è chi è convinto che la provocazione sia sempre e solo negativa. Benissimo: siete convinti che ci sia una sana e costruttiva provocazione? Esempi e motivazione della vostra convinzione. Siete convinti del contrario? Esempi e motivazione di ciò.

77
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@nextlife ha scritto:È quasi un peccato intervenire –senza invito- in questa vostra disquisizione.
Ma prego.
Qui siamo tutti provocatori, l'invito non è gradito.

@Massimo Vaj ha scritto:L'affermazione è riflesso capovolto nel quale la Possibilità universale si esprime, e si esprime a causa del fatto che nell'unicità indivisa che l'Assoluto "è " potenza e atto sono una sola realtà, dunque ciò che può essere diviene. La teoria è teoria, ed è un bene che così resti, nebulosa e indimostrabile se non per l'intelligenza che la vede.
Anche se l'intelliigenza la vede, una teoria resta sempre una teoria.
Ed è tanto migliore quanto più è falsificabile.
In altre parole, se può essere utilmente applicata a una realtà con cui confrontarsi.
A te l'onere della prova.

Guai se così non fosse, perché alle parole devono seguire le intenzioni e i fatti. È lì che casca l'asino.
Allora restiamo in religiosa attesa.
E non ci meravigliamo troppo se presto o tardi sentiremo un tonfo e un raglio.

CignoNero ha scritto:Cià, rispunto tra un intervento e l'altro, notando con piacere che ancora non vi scazzottate.
Dunque, chi pensa che la provocazione possa essere intelligente, sana e costruttiva in alcuni contesti, può argomentarmi il motivo di tale pensiero? Lo stesso vale per chi la pensa in maniera diversa. Magari anche facendomi degli esempi concreti di provocazione sana ed intelligente e di provocazione sterile.
Uno te l'ho fatto anche qui sopra, valuta tu di che tipo.
Sul resto mi sono già dilungato abbastanza.

CignoNero ha scritto:No, il discorso degli utenti e dell'autocritica è precedente, e devo dire che l'unico che però si è esposto un attimo in questo è stato PorceDi.
Appunto.

Vedi il profilo dell'utente
78
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Vedi PorceDi, il termine "teoria" indica esclusivamente una serie di valutazioni, ordinate consequenzialmente tra loro, in una gerarchia logica e temporale di causa-effetto. In sé il termine non qualifica né squalifica alcunché, potendoci essere una teoria falsa e una vera. Attribuire a una qualsivoglia teoria un carattere auto-limitativo solo per il fatto che di teoria trattasi è scorretto. Questo perché la teoria si trova su un piano diverso dalla sua possibilità realizzativa. Non si può negare a priori la validità di una teoria solo perché non si vedono ancora le conseguenze realizzative che quella teoria prevede o non prevede.
Comincio a chiedermi chi me lo fa fare di continuare a discutere con chi non ha neppure le basi minime per comprendere. Devo supporre che sia la simpatia suscitata dalle tue stringate battute che mi ha suggerito che ci potesse essere anche una sensibilità intelligente, affiancata da onestà intellettuale.
Penso sia opportuno mantenerci al livello in cui ci metteranno le battutine che, pur essendo piacevoli e simpatiche, non aiuteranno che a passare del tempo in attesa di morire, e non intendo dal ridere...

Vedi il profilo dell'utente
79
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Massimo Vaj ha scritto:Vedi PorceDi, il termine "teoria" indica esclusivamente una serie di valutazioni, ordinate consequenzialmente tra loro, in una gerarchia logica e temporale di causa-effetto. In sé il termine non qualifica né squalifica alcunché, potendoci essere una teoria falsa e una vera. Attribuire a una qualsivoglia teoria un carattere auto-limitativo solo per il fatto che di teoria trattasi è scorretto. Questo perché la teoria si trova su un piano diverso dalla sua possibilità realizzativa. Non si può negare a priori la validità di una teoria solo perché non si vedono ancora le conseguenze realizzative che quella teoria prevede o non prevede.
Allora restiamo in religiosa attesa, come ho già detto.
Tu che chiami in causa la logica di chissà quali frotte di pensatori, comincia a leggerti Popper.
Secondo cui una teoria, per essere controllabile, dev'essere falsificabile.
Ovvero dev'essere sempre possibile dedurre le condizioni di un esperimento che la possa dimostrare falsa.
Tutto ciò che non è dimostrabile né smentibile, metafisica compresa, non appartiene alla scienza e non è oggetto della sua indagine.

Comincio a chiedermi chi me lo fa fare di continuare a discutere con chi non ha neppure le basi minime per comprendere. Devo supporre che sia la simpatia suscitata dalle tue stringate battute che mi ha suggerito che ci potesse essere anche una sensibilità intelligente, affiancata da onestà intellettuale.
Penso sia opportuno mantenerci al livello in cui ci metteranno le battutine che, pur essendo piacevoli e simpatiche, non aiuteranno che a passare del tempo in attesa di morire, e non intendo dal ridere...
Paradossalmente, se tu mi assicurassi di percepire in qualsiasi modo la realtà di quanto asserisci, io potrei anche crederti.
Ma se non ci dai modo di sperimentare o verificare la teoria metafisica, tutto il discorso lascia il tempo che trova.
Chiunque di noi potrebbe inventarsi una teoria che non sia suscettibile di verifica, né di smentita: è sufficiente che non cozzi con l'ordinaria realtà fenomenica.

A chiosa di queste considerazioni, ti dirò qualcosa di più.
Gli uomini di conoscenza possono presentarsi sotto varie fogge, ma non hanno bisogno di spiattellare ciò che vedono al primo venuto.
Anzi, nel loro sapere sono molto umili, e si muovono con i piedi di piombo.
Le teorie che formulano, nei rari casi in cui lo fanno, sono diretta conseguenza di un vissuto esperienziale che essi percepiscono direttamente.
Non sono certo frutto di un mero esercizio intellettuale.
E sono ben consci che tale apparirebbe agli occhi degli altri, se ne parlassero.
Perciò se ne guardano bene, o si scelgono con molta cura i loro interlocutori.

Vedi il profilo dell'utente
80
Ospite
avatar
Ospite
OhPorce, credo di avere un nuovo Guru! inchino

81
falansterio
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Non ti ci vedo troppo bene, dalla padella alla brace.

Vedi il profilo dell'utente
82
Ospite
avatar
Ospite
Tu dici?!? Suspect

83
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
riguardo alla metafisica nemmeno i miracoli potrebbero dimostrarne la veridicità, perché questa dimostrazione è riservata all'intelligenza. A null'altro. Naturalmente non dev'essere un'intelligenza ordinaria e nemmeno superlativa. Dev'essere quel tipo di intelligenza universale che nessuno possiede prima che lo decida l'Assoluto. Mi spiace, non c'è altro da aggiungere.
Non capisco che c'entri Popper. Proprio lui disse che la strada della scoperta scientifica è lastricata dai fallimenti.
La dimostrazione scientifica è prerogativa di un dominio diverso da quello metafisico. La scienza non ha necessità di sostituire agli esperimenti l'intelligenza. Il più delle volta alle scoperte ci arriva accidentalmente, e sono proprio queste invenzioni che ci stanno portando alla morte della nostra inciviltà. Buona passeggiata dunque... BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
84
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Non capisci cosa c'entri Popper, e magari anche la parola "epistemologia" ti suona nuova.
Nemmeno da parte mia c'è altro da aggiungere.

Vedi il profilo dell'utente
85
Massimo Vaj
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Bene. Non chiedermi capelli perché, pur avendone in eccesso, non te ne darò da mettere in una statuetta di cera e stoffa...

Vedi il profilo dell'utente
86
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Ehi! non nominate il nome di Popper invano!
La definizione di "teoria scientifica" ce l'ha fornita lui...
tutto il resto è noia. cool

Vedi il profilo dell'utente
87
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Massimo Vaj ha scritto:Bene. Non chiedermi capelli perché, pur avendone in eccesso, non te ne darò da mettere in una statuetta di cera e stoffa...
Anch'io ne ho in eccesso.
Se hai bisogno di una parrucca, te li vendo.

@Spaitek ha scritto:Ehi! non nominate il nome di Popper invano!
La definizione di "teoria scientifica" ce l'ha fornita lui...
tutto il resto è noia. cool
Porco Popper, Popper cane, Popper boia.
Popper, Popper, Popper.

Vedi il profilo dell'utente
88
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Vabbè, con queste pseudobestemmie quanto meno si farà una risata.. non falsificabile.

Vedi il profilo dell'utente
89
PorceDi
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Possiamo sempre ipotizzare un esperimento tale per cui l'effetto sia una risata falsa.

Vedi il profilo dell'utente
90
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 4 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum