Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Papa Francesco e la libertà d'espressione "prudente"

Condividere 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
Zingara
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Papa Francesco nel volo di ritorno dalle Filippine verso Roma è voluto tornare su quanto detto nel viaggio spiegando il senso delle sue parole: "La libertà di espressione deve essere prudente. Serve prudenza, non ci vogliono né pugni, né provocazioni"
"In teoria possiamo dire che una reazione violenta davanti una offesa non si deve fare -ha proseguito il Papa- dobbiamo dare l’altra guancia, in teoria possiamo dire che noi capiamo la libertà d’esprimere, e siamo tutti d’accordo. Ma siamo umani e c’è la prudenza che è una virtù della convivenza umana Io -ha continuato il Papa- non posso provocare, insultare una persona continuamente perché rischio di farla arrabbiare, rischio di ricevere una reazione non giusta,ma questo è umano. Io questo volevo dire che in teoria siamo tutti d’accordo, c’è libertà di espressione. Una reazione violenta non è buona, è cattiva sempre, ma nella pratica fermiamoci un po’, perché siamo umani, rischiamo di provocare gli altri. Per questo la libertà deve essere accompagnata dalla prudenza"

scratch au Cioè???? Liberi di pensare ma non troppo? Liberi di protestare ma non troppo?

Vedi il profilo dell'utente
2
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Più che altro, chi decide quando è troppo?
Il potere di delegare è una cosa stupenda. Una manna per il sistema nervoso.

Vedi il profilo dell'utente
3
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Già, una volta si parlava di "buon senso comune", di "cura del buon padre di famiglia", di "comune senso del pudore"....
oramai tutte queste catene medievali le abbiamo stracciate!.... fortunatamente...

sostituendole?.... con niente!

Vedi il profilo dell'utente
4
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Il bello dell'enunciare dei principi che, volendo significare tutto, non dicono niente.
Come il famoso pagare la giusta mercede agli operai che, non definendo a quanti sesterzi equivale va ad aprire un contenzioso ancora ampiamente aperto.
Della serie, definito il principio, vanno esplicititati i metodi attuativi e le quantita', altrimenti hai parlato al vento.

Vedi il profilo dell'utente
5
Il gatto
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
""""Cioè???? Liberi di pensare ma non troppo? Liberi di protestare ma non troppo?""""

Diverso pensare e protestare dall'esprimersi con una forma socialmente accettabile che non acuisce la tensione.
Come invece di dire sei un cretino deficiente, ti dico le tue parole sono irricevibili, il senso sotteso non cambia mica molto.

Vedi il profilo dell'utente
6
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum