Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La Menzogna del Grande Padre: riflessioni sulla Virilità

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Peppaccio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Massimo Vaj ha scritto:Bah, io la casa dove abito l'ho costruita insieme a mia moglie.
Ovviamente mi riferivo all'edilizia come settore di mercato non a chi si costruisce la casa in famiglia.

@NinfaEco ha scritto:@ Don

Fin troppo ovvio che volessi demolirlo.
La verità non piace mai.
Quindi anzichè accettarla per poi tirarne fuori il bene,
la si nega.
Raccontarsi favole non è d'aiuto.
Chissà come mai, parlare di certe cose è così scomodo.
Mah......
Si ma non convincertene troppo eh, che di boiate veterofemministe ne abbiamo fin sopra i maroni da quarant'anni a questa parte.

@The Royal ha scritto:Premetto che per quanto sto per dire non vorrei prendermi , ed anche se succede e' lo stesso, una "botta" di maschilista, cosa che avveniva puntualmente in altra sede ed alla quale sarei comunque abituato.
Non credo che le etichette che affibiano gli altri debbano preoccuparci più di tanto.

@The Royal ha scritto:Tantopiu' se questa botta mi venisse rivolta da un'intellettuale di gran classe qual'e' NinfaEco.
Se mi permetti, NinfaEco mi permetto di dirtelo io, dal momento che credo sia effettivamente cosi': chiunque, a cominciare dagli uomini tenti di sfidarti rimane inevitabilmente spappolato e questa e' secondo me certamente la conferma di quel primato femminile di cui io parlo. Onore dunque alle grandi donne.
Si ma non sbrodoliamo troppo eh.

Per quanto riguarda la prima parte quotata potrebbe essere utile leggere il topic "Il sesso, un mistero bel buio del tempo" e li si troverebbero a mio avviso molte possibili risposte. Comunque io condivido la definizione data da Ninfa. Nella seconda parte invece si afferma che l'uomo dovrebbe essere accudito anche da adulto.......ma allora che cosa dire di quando un uomo porta a casa lo stipendio e questo gli viene completamente azzerato da una donna per l'acquisto di profumi, detersivi blasonati mentre gli altri andrebbero benissimo oppure quando un uomo gestisce traquillamente la spesa viveri in un hard-discount mentre una donna andrebbe in una rinomata rosticceria con prezzi fiabeschi? Daccordo che oggi le donne lavorano anche loro.Ed ancora che dire di quando un single-uomo si cucina le pietanze da solo? Perdonatemi, gentili signore e perdonami tu, Ninfa, ma forse l'uomo con tutte le sue lacune non e' poi tanto quel sottosviluppato a livello concettuale.
Appunto!
Se tu potessi vedere casa mia la troveresti ordinata e pulita. Ogni cosa è a suo posto, i panni sono piegati e riposti nei cassetti, i piatti puliti e via dicendo. E non c'è nessuna donna che se ne occupi, faccio tutto da solo senza particolari sforzi. So benissimo badare a me stesso, non ho bisogno di essere "accudito" da nessuno io. Inoltre dalle donne non ho mai preteso niente.
E conosco molti uomini che vivono soli come me e fanno lo stesso.

@Leda ha scritto:Ma dimmi un po' se con tutto quello che hanno passato e passano le donne nella storia mi tocca di leggere tali eresie.
Qui abbiamo un'altra plurimillenaria...

@NinfaEco ha scritto:
@Leda ha scritto: E perché non diciamo che in fondo la donna è senza anima, dedita alla prostituzione per mero piacere e buona solo per farsi fottere?
hai dimenticato di precisare..."tranne la madre, la moglie e la sorella"
Della serie "Me la canto e me la suono".

@NinfaEco ha scritto:Io mi riferivo però ad un accudimento emotivo.
Se avessi dovuto affidarmi alle "cure emotive" di qualche donna avrei fatto prima a suicidarmi.

Per quanto riguarda poi le donne, posso dirti che se ad una donna non viene nemmeno in mente di acquistare vestitini, trucchi e trucchetti spendendo e spandendo, qualcuno potrebbe dirle che "non costituisce una rappresentante del mondo erotico".
Conosci l'immaginario erotico di tutti gli uomini?

Infondo siete voi a stufarvi del ciocolatino già mangiato o a sceglierlo in base a come è incartato. o no?
No. A me non dispiacciono affatto le donne in jeans e felponi e acqua e sapone.
Ma ti vedo troppo convinta delle tue idee perché tu te le faccia "rovinare" dai fatti.



Ultima modifica di Peppaccio il Mar 19 Ott 2010 - 12:41, modificato 2 volte

Vedi il profilo dell'utente
27
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Peppaccio ha scritto:
Modestia a parte...
Si, modestia a parte.
Non uso alcun genere di falsità, nemmeno la falsa modestia



Ora vorresti girare la frittata?
veramente mi sembrava di averti urtato ( dato che un po so come sei, e sembri una persona molto pacata) e volevo essere gentile, rimediando, eventualmente.
Le frittate se le fai sottili non serve girarle


@ tutti....
ehm... non scannatevi io volevo solo riflettere sul significato culturale di una parola...
...mica varare l'ultima crociata


Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
28
Peppaccio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@NinfaEco ha scritto:Si, modestia a parte.
Non uso alcun genere di falsità, nemmeno la falsa modestia
Questo lo si era capito...

Ora vorresti girare la frittata?
veramente mi sembrava di averti urtato ( dato che un po so come sei, e sembri una persona molto pacata) e volevo essere gentile, rimediando, eventualmente.
E cosa avrei detto di così "poco pacato"?

Le frittate se le fai sottili non serve girarle
C'è sempre chi tenta di girarle lo stesso.

@ tutti....
ehm... non scannatevi io volevo solo riflettere sul significato culturale di una parola...
...mica varare l'ultima crociata


Sorriso Scemo
Nessuno si sta "scannando" a quanto io vedo.

Comunque non hai risposto a ciò che ho detto. Vabbé, cvd.



Ultima modifica di Peppaccio il Mar 19 Ott 2010 - 12:41, modificato 7 volte

Vedi il profilo dell'utente
29
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Peppaccio ha scritto:
@Gèca ha scritto:Veramente la "minorità di genere" è usata anche trasversalmente.
E di solito sono gli uomini a credere che una donna non possa fare il muratore.
Mettetevi d'accordo e fateci sapere.
Questo non lo so manco io. Finora però non sembra che le donne si dibattano più di tanto per fare le muratrici.
Comunque i miei erano solo degli esempi.


Le donne si devono "dibattere" per un sacco di cose, mentre gli uomini ci dicono che usiamo la "minorità di genere" per non fare lavori duri e ci ricordano anche su cosa, per loro, dovremmo dibatterci. (Ma siete sicuri che la minorità di genere sia una trovata delle donne? Suspect)

A me han stufano le donne che dicono agli uomini cosa fare e come fare.
E gli uomini che dicono alle donne cosa fare e come fare.

Vedi il profilo dell'utente
30
Peppaccio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
@Gèca ha scritto:
@Peppaccio ha scritto:
@Gèca ha scritto:Veramente la "minorità di genere" è usata anche trasversalmente.
E di solito sono gli uomini a credere che una donna non possa fare il muratore.
Mettetevi d'accordo e fateci sapere.
Questo non lo so manco io. Finora però non sembra che le donne si dibattano più di tanto per fare le muratrici.
Comunque i miei erano solo degli esempi.


Le donne si devono "dibattere" per un sacco di cose, mentre gli uomini ci dicono che usiamo la "minorità di genere" per non fare lavori duri e ci ricordano anche su cosa, per loro, dovremmo dibatterci. (Ma siete sicuri che la minorità di genere sia una trovata delle donne? Suspect)

A me han stufano le donne che dicono agli uomini cosa fare e come fare.
E gli uomini che dicono alle donne cosa fare e come fare.
Le donne non devono "dibattersi" per niente visto che hanno fin troppo. E io non ho detto cosa le donne devono fare o cosa non fare. Per quanto mi riguarda ognuno può fare quel che gli pare, finché non infastidisce gli altri.
Ma certamente per chi vuole la parità vera, e non solo quella a proprio uso e consumo, ci sono cose che oggettivamente vanno fatte.



Ultima modifica di Peppaccio il Mer 20 Ott 2010 - 10:56, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
31
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Peppaccio ha scritto:
@Gèca ha scritto:
@Peppaccio ha scritto:
@Gèca ha scritto:Veramente la "minorità di genere" è usata anche trasversalmente.
E di solito sono gli uomini a credere che una donna non possa fare il muratore.
Mettetevi d'accordo e fateci sapere.
Questo non lo so manco io. Finora però non sembra che le donne si dibattano più di tanto per fare le muratrici.
Comunque i miei erano solo degli esempi.


Le donne si devono "dibattere" per un sacco di cose, mentre gli uomini ci dicono che usiamo la "minorità di genere" per non fare lavori duri e ci ricordano anche su cosa, per loro, dovremmo dibatterci. (Ma siete sicuri che la minorità di genere sia una trovata delle donne? Suspect)

A me han stufano le donne che dicono agli uomini cosa fare e come fare.
E gli uomini che dicono alle donne cosa fare e come fare.
Io non ho detto cosa le donne devono fare o cosa non fare. Per quanto mi riguarda ognuno può fare quel che gli pare, finché non infastidisce gli altri.

Partivo dal tuo discorso, ma non mi riferivo a quello.
E' stato uno spunto per dire una cosa più in generale.

Vedi il profilo dell'utente
32
Peppaccio
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Comunque io credo che la "minorità di genere" non sia un'invenzione né degli uomini né delle donne, ma una cosa che nasce, come dire, di comune accordo.
E sarà dura a morire.

Chissà perché poi laddove sono gli uomini a guidare le donne è perché sono "isicuri" e amano fare i "babbi-guida" e "mettere" le donne in condizione di "minorità" e tutte ste boiate veterofemministe che si sentono ormai fino al voltastomaco da quarant'anni a questa parte, laddove sono invece le donne a guidare o accudire gli uomini è perché... gli uomini sono insicuri e devono essere accuditi e via dicendo con le solite boiate veterofemministe di sta minchia.
Insomma gli uomini son sempre idioti e le donne sono sempre fighe...

Ecco la pagliuzza e la trave, ecco che c'è qualcosa che rode dentro a chi fa certi discorsi veterofemministici di sta minchia.

Vedi il profilo dell'utente
33
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@NinfaEco ha scritto:
virilità [vi-ri-li-tà] s.f. inv.



1 Età della vita dell'uomo in cui viene raggiunta la piena maturità psicofisica


2 Efficienza sessuale del maschio


3 fig. Coraggio e fermezza morale: sopportare con virilità


( dizionario della lingua italiana Sabatini Coletti )


Mi interessa il punto 3, anche se l'essere virili, per gli stessi uomini si esaurisce nel punto 2.

La virilità, l'attributo che qualifica l'essere uomini è associato ad immagini che chiamano in causa il coraggio, la saggezza e la solidità.
Essere uomini, non a caso è un espressione che sta ad indicare questo.

Siamo portati dalla nostra cultura a riconoscere questo in un uomo e tollerare maggiormente la mancanza di tali caratteristiche in una donna.
In quanto donne poi, tutte noi cerchiamo un uomo degno di tale nome.
A seconda della nostra età, della nostra maturità e della nostra intelligenza emotiva, possiamo ricercare la virilità nell'altro a vario titolo, dall'isterica ricerca di un principe azzurro perfetto che deve prendersi sulle spalle il mondo mentre noi frignamo per avere visto un topo, alla figura del padre guida (ingombrante per chi vuole non vivere in condizione di minorità permanente) fino a giungere alla mia figura prediletta, paritaria nella differenza, quella dell'amico e amante, compagno e complice.

Quest'ultima figura che in realtà sgrava di molto l'uomo da pesi ingiusti e inutili che gli vengono attribuiti è in realtà sgradita ai signori uomini.
Prediletta è invece la seconda figura, quella del babbo (in genovese significa deficiente, non so se lo sapete ) guida. Gratificanti sono quindi donne in condizione di minorità. Minorità significa minor esperienza di vita, minor esperienza sessuale e minor intelligenza. La prima minorità è facilmente garantita dalla ricerca di partner molto più giovani, che oltretutto gratificano l'uomo relativamente alla definizione numero due, per loro centrale. In alternativa o in aggiunta, si può ricercare una minor esperienza in senso più ampio. La minorità sessuale poi è un eccitante grandioso: l'uomo elimina la difficoltà che gli può derivare dal confronto con altri maschi relativamente al punto 2 e può pensare che la porcaggine della donna sia per intero da lui suscitata e insegnata ( e questo credetemi è un gran Viagra). Illusioni ovviamente... anche se tutt'altro che pie. La minor intelligenza richiede una valutazione complessa. A molti piace la donna a cui insegnare, quindi lievemente meno sveglia... ma non a tutti. Quello che invece vale praticamente per tutti è la ricerca di una donna che non eserciti la sua intelligenza allo stesso livello, ma in settori culturalmente attribuiti al suo genere. Ad esempio sarà certamente apprezzata la donna che sbroglia con facilità compiti pratici relativi a casa e famiglia, che intesse complessi giochi seduttivi, ecc.
Il generale la triplice minorità della donna mette l'uomo nella condizione di "sentirsi uomo" cioè virile nell'accezione menzionata sopra.
Perchè questo? Perchè nulla è più distante dall'effettiva condizione dell'uomo nei fatti.
Per questo è stata imposta la minorità ad un genere con la violenza ed ogni giorno questo ci viene ricordato.

Virilità è in realtà sinonimo di insicurezza ( sessuale, esistenziale, affettiva ecc).
Nel suo sviluppo il maschio va sostenuto molto più di quanto avvenga con una bimba perchè raggiunga un buon grado di autostima. Una madre assente o opprimente può causare danni gravi più di quanto avvenga con una figlia. Nell'adolescenza affronta maggiori problemi inerenti al sesso e alla sua abilità sessuale. La minaccia del rifiuto e del non essere all'altezza sono costanti. La pressione sessuale li devasta per la vita intera rendendoli inaffidabili. Alla donna va l'onere di spianargli il mondo attorno, restando nel contempo sempre attraente e provocante... e ovviamente una buona madre. Si da il caso però che una madre abbia il pancione, che debba stare dietro ai bimbi.... e per bimbi intendo quelli generati da lei e non dalla disgraziata che l'ha preceduta. Questo è uno scoglio durissimo per lei. Ma tutto deve avvenire senza disturbare il maschio, che già di per se è disturbato dalla cosa. Lo stesso vale per le altre necessità che la realtà impone. In alternativa si sentirà trascurato, il suo desiderio fuggirà, non vedrà più nella donna un qualcosa di desiderabile ma una madre... una che ricorda regole e stressa. Quale uomo ha da se il coraggio di esserci o di andarsene senza attribuire per intero l'onere della sua scelta alla donna?
Anche il compito di tenersi il picio nei calzoni sembra affidarlo alla compagna.
D'altronde non era la madre ad aiutarlo a pisciare da bambino?

Avete mai pensato poi che esiste una figura femminbile per ogni necessità del maschio, mentre non esiste il contrario?
Parlo delle prostitute, delle brave ragazze e di tutta la gamma.

L'uomo va accudito da piccolo e va accudito da adulto perchè tutto lo caratterizza tranne le qualità virili che sono al contrario in possesso della donna.


Di spunti ne ho dati.
E ovviamente direte che non è così.
Parliamone in generale o anche facendo riferimenti a vissuti personali, come volete.
Sappiate però che a queste cose ci ho pensato davvero bene, e non piacciono nemmeno a me.

Ma è esattamente così. Non c'è quasi nulla da aggiungere.

Vedi il profilo dell'utente
34
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Peppaccio ha scritto:Comunque io credo che la "minorità di genere" non sia un'invenzione né degli uomini né delle donne, ma una cosa che nasce, come dire, di comune accordo.
E sarà dura a morire.

Chissà perché poi laddove sono gli uomini a guidare le donne è perché sono "isicuri" e amano fare i "babbi-guida" e "mettere" le donne in condizione di "minorità" e tutte ste boiate veterofemministe che si sentono ormai fino al voltastomaco da quarant'anni a questa parte, laddove sono invece le donne a guidare o accudire gli uomini è perché... gli uomini sono insicuri e devono essere accuditi e via dicendo con le solite boiate veterofemministe di sta minchia.
Insomma gli uomini son sempre idioti e le donne sono sempre fighe...

Ecco la pagliuzza e la trave, ecco che c'è qualcosa che rode dentro a chi fa certi discorsi veterofemministici di sta minchia.

Boh.
Ma davvero c'entra il veterofemminismo?
A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.

( coi dovuti distinguo, naturalmente )

Vedi il profilo dell'utente
35
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Gèca ha scritto:A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.
ma è ovvio. Altrimenti nessun matrimonio durerebbe...

Vedi il profilo dell'utente
36
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Spaitek ha scritto:
@Gèca ha scritto:A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.
ma è ovvio. Altrimenti nessun matrimonio durerebbe...

Il fatto che sia "ovvio", cioè comportamento comune a molti e condiviso, non vuol dire che sia la cosa più naturale per tutti.
Non vuol dire che siano questi i comportamenti più "giusti", cioè comprensivi dei limiti propri e degli altri, per essere poi usati come metro di giudizio verso coloro che non credono in unioni del genere.
( ma credo sia un altro discorso )

Vedi il profilo dell'utente
37
Spaitek
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
@Gèca ha scritto:
@Spaitek ha scritto:
@Gèca ha scritto:A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.
ma è ovvio. Altrimenti nessun matrimonio durerebbe...

Il fatto che sia "ovvio", cioè comportamento comune a molti e condiviso, non vuol dire che sia la cosa più naturale per tutti.
Non vuol dire che siano questi i comportamenti più "giusti", cioè comprensivi dei limiti propri e degli altri, per essere poi usati come metro di giudizio verso coloro che non credono in unioni del genere.
( ma credo sia un altro discorso )
Sì, è un altro discorso. Io infatti non ho mai usato la parola "giusto" nè tantomeno ho espresso dei giudizi..

Vedi il profilo dell'utente
38
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Spaitek ha scritto:
@Gèca ha scritto:
@Spaitek ha scritto:
@Gèca ha scritto:A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.
ma è ovvio. Altrimenti nessun matrimonio durerebbe...

Il fatto che sia "ovvio", cioè comportamento comune a molti e condiviso, non vuol dire che sia la cosa più naturale per tutti.
Non vuol dire che siano questi i comportamenti più "giusti", cioè comprensivi dei limiti propri e degli altri, per essere poi usati come metro di giudizio verso coloro che non credono in unioni del genere.
( ma credo sia un altro discorso )
Sì, è un altro discorso. Io infatti non ho mai usato la parola "giusto" nè tantomeno ho espresso dei giudizi..

Ma non mi riferivo a te.
Mi capita di partire da qualcosa che leggo e di fare un discorso più vasto, generalista se vogliamo.
Le cose che scrivono gli altri spesso mi fanno pensare ad allargare il discorso.
Mi succede, forse è un modo sbagliato di comunicare.
Pardon.

Vedi il profilo dell'utente
39
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
cool Questo Match è avvincente.
Punto sulla Gechina e sulla sua infallibile mossa della Lingua Rotante.
Certo però deve stare attenta a non ricevere una testata dall'avversario...
...li si che sarebbero cavoli amari...... :_-_:

Vedi il profilo dell'utente
40
xmanx
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non ho letto tutto il 3d....ma direi che il punto 3 come definizione è più che soddisfacente.
Aggiungerei che il punto 3 è la forma che assume il punto 1 nell'azione quotidiana.
Infatti raggiungere la piena maturità psicofisica significa, nella pratica, avere una propria e autonoma visione del mondo (la morale) e viverla con coraggio.

Per quanto riguarda il punto 2, il sesso è ovviamente un sfera importante dell'uomo (maschio e femmina). E si inquadra nei punti 1 e 3.

Per quanto riguarda la visione un pò conflittuale rappresentata da ninfa...basata su uno scontro tra poteri e che spesso si presenta nel rapporto maschio-femmina....boh, non saprei. Ognuno vive come può e come sa.
Se stai con una persona è perchè hai piacere di starci, perchè è desiderabile starci e perchè condividi un progetto. E consideri accettabile il modo che ha di vivere il progetto di coppia. Poi c'è anche chi vive la coppia come affermazione del proprio potere. Ci sono uomini che vogliono sottomettere le donne. E ci sono donne che vogliono sottomettere uomini.

Vedi il profilo dell'utente
41
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto: cool Questo Match è avvincente.
Punto sulla Gechina e sulla sua infallibile mossa della Lingua Rotante.
Certo però deve stare attenta a non ricevere una testata dall'avversario...
...li si che sarebbero cavoli amari...... :_-_:

Ma non è vero, io mi stanco subito. Sorriso Scemo

Vedi il profilo dell'utente
42
Gèca

Viandante Storico
Viandante Storico
@Spaitek ha scritto:E' la tua natura femminile che ti fa parlare di altro

Mannaggia, ed io che pensavo che fosse merito della mia personalità eclettica.Sorriso Scemo
Sono solo la solita donna chiacchierona e divagatrice, sob.

Vedi il profilo dell'utente
43
The Royal
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@Gèca ha scritto:

A me sembra che i rapporti tra uomo e donna, per lo più, durino all'insegna di compromessi e di taciti accordi.
Lui lascia lei libera di fare quello, mentre lei lascia libero lui di fare altro.
S'ingannano, sennò vivrebbero da single.


No, non si devono ingannare . Il matrimonio e' una realta' felice e totalizzante che investe la persona e ne proietta la relativa personalita' e sessualita' verso l'altra. La gestione dei rapporti interpersonali avviene attraverso un cristallino scambio di opinioni e di attrazioni intellettuali e sessuali. Chi cerca giustificazioni e' perche' non intende gestire un matrimonio onorandone i presupposti. Nel matrimonio non c'e mai menzogna. Chi volesse perpetrarla mediocremente credo che allora non dovrebbe nemmeno sposarsi. BeautyfulSuina

BeautyfulSuina

Vedi il profilo dell'utente
44
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@peppaccio ha scritto:
Chi disprezza vuol comprare.
frase fatta per frase fatta: il ratto che non riesce ad arrivare all'uva dice che è acerba.

Il ratto ti si addice di più.

Vedi il profilo dell'utente
45
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Sorriso Scemo Miao

Vedi il profilo dell'utente
46
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum