Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

7°giro- Fantascienza- Si legge:Fahrenheit 451/Bradbury Ray

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 2]

26
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Sì è Clarisse che manda in crisi Montag ma lui aveva già iniziato a sottrarre a distruzione e nascondere libri prima mi pare. Quindi lei è quella che lo porta a riflettere a mettere in discussione la società in cui sta vivendo. Crisi che mi pare il suo capo Beatty sapeva che tutti i pompieri  prima o poi attraversavano.

Vedi il profilo dell'utente
27
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Per caso ho incrociato questo libro ieri in libreria ed adesso lo leggo pure io.

Vedi il profilo dell'utente
28
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Bene! Benvenuta nel gruppo lettura!

Vedi il profilo dell'utente
29
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Benvenuta!

Vedi il profilo dell'utente
30
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Grazie!  sorriso  E’ il primo romanzo di fantascienza che ho letto, sebbene conoscessi l’autore per alcuni racconti inseriti in un’antologia.

Le prime due parti, in cui emergono la mentalità e le abitudini prevalenti della società descritta e la dinamicità del protagonista, mi sono parse interessanti, mentre l’ultima è noiosa, perché presenta poche novità, ad eccezione dei vagabondi che ricordano a memoria libri interi.
Lo stile è vivace e coinvolgente: dopo aver letto l’autobiografia di Piccolo le immagini ed il lessico di Bradbury sono stati una ventata d’aria fresca.

A voi come è sembrato?

Vedi il profilo dell'utente
31
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Decisamente uno dei libri che mi è piaciuto di più in questo primo ciclo di lettura.
Fama meritata; di Bradbury avevo letto in giovanissima età "Cronache marziane" e mi ricordo che già allora mi aveva conquistata, posso dire che per me è stata una conferma.

Non so che edizione abbiate lettom voi, nella mia c'è, al fondo, una parte che mostra i collegamente con opere successive, in musica , cinema e libri.

Tra le opere cinematografiche cita "The Truman Show". Quando invece racconta della fuga e di come viene inseguito dalle telecamente mi sono venuti in mente quegli spezzoni che ogni tanto passano in tv, quegli inseguimenti polizia-criminale in diretta TV.
Angosciante la parte in cui invitano tutte le persone ad uscire dalla porta per individuare il fuggitivo.

Vedi il profilo dell'utente
32
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Mi interessano i collegamenti con le altre opere: che edizione hai?

Mi hai ricordato che ho già letto un romanzo di fantascienza, 1984 di Gerge Orwell, che potrebbe aver influito sia su Bradbury sia su The Truman show.

Vedi il profilo dell'utente
33
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
silena ha scritto:Mi interessano i collegamenti con le altre opere: che edizione hai?

Mi hai ricordato che ho già letto un romanzo di fantascienza,  1984 di Gerge Orwell, che potrebbe aver influito sia su Bradbury sia su The Truman show.



viene citato anche Orwell, domani me lo porto in ufficio e posto qualche collegamento.

In 1984 la televisione diventa lo strumento di controllo, mentre in Farenheit è più usata per ottundere le coscienze.

Vedi il profilo dell'utente
34
nonnoettore
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Prima il film, poi il libro.
Anche se un pochettino diversi, rimangono sempre capolavori e
il film l'ho rivisto ancora altre volte, pure in tv.

M5***** rievocò la trama contestuosa di questo romanzo
in un gesto...insomma...forse dovevano sfogarsi da qualche
frustrazione.



Bradbury me lo ricordo pure per le "Cronache Marziane", la triste e
provocata estinzione di una antica civiltà aliena.

Ma Ray scrisse anche "L'Estate Incantata" , un racconto "fatato" di
particolari vacanze adolescenziali (lui?) in una fantastica cittadina, qui
la fantascienza viene confinata per lasciare il posto ad un gusto
malinconico-romantico, non triste affatto e qui si scopre un altro
lato di questo grandissimo scrittore.

nonnoettore

Vedi il profilo dell'utente
35
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Miss.Stanislavskij ha scritto: domani me lo porto in ufficio e posto qualche collegamento.


Grazie!

Vedi il profilo dell'utente
36
Arwen
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
silena ha scritto:Grazie!  sorriso  E’ il primo romanzo di fantascienza che ho letto, sebbene conoscessi l’autore per alcuni racconti inseriti in un’antologia.

Le prime due parti, in cui emergono la mentalità e le abitudini prevalenti della società descritta e la dinamicità del protagonista, mi sono parse interessanti, mentre l’ultima è noiosa, perché presenta poche novità, ad eccezione dei vagabondi che ricordano a memoria libri interi.
Lo stile è vivace e coinvolgente: dopo aver letto l’autobiografia di Piccolo le immagini ed il lessico di Bradbury sono stati una ventata d’aria fresca.

A voi come è sembrato?
A me è piaciuto, non si può dire proprio di fantascienza, è molto vicino alla realtà se ci pensiamo.

Vedi il profilo dell'utente
37
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Arwen ha scritto:
A me è piaciuto, non si può dire proprio di fantascienza, è molto vicino alla realtà se ci pensiamo.

Sì, molti aspetti sono simili: a parte la mancata diffusione capillare della cultura e la conseguente uniformità di pensiero, soprattutto il consumismo e la teledipendenza (oggi anche l’Internet- dipendenza) imperanti.

Vedi il profilo dell'utente
38
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Non mi sono dimentica ... ho un sacco da fare in questi ultimi giorni.

allora nei fumetti cita:

V per Vendetta
L'eternauta di Oesterheld/ Solano Lopez (che non conosco)
Moebius
Ken il guerriero di Testuo Hara, Buronson
e infine il fumetti tratto dal romanzo di Bradbury / Hamilthon

di tutti questi conosco e ho letto solo il primo, di cui ho visto anche il film

Vedi il profilo dell'utente
39
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Nei libri ne cita parecchi, metto solo i titoli:

Il diario di London Lane
Hunger Games
I labirinti della memoria - Rapporto di minoranza(ci hanno fatto il film ?) dello stesso autore
Chi è Mara Dyer
Il mondo nuovo
L'uomo in fuga
La donna perfetta ( ci hanno fatto il film, quello con la bionda bella australiana, se è quello)
The Giver
Bambini nel bosco
La legione dei cospiratori - i figli di Noè dello stesso autore
La battaglia di invero - Terrestre , dello stesso autore
Il buco nel rumore
1984 - che abbiamo citato anche noi
Amleto
Everlost
Lunamoonda
Le avventure di huckleberry Finn
Non ti addormentare
Brutti, perfetti, speciali
Il ritratto di Dorian GRay ( e non capisco il nesso)
Revolutionary Road ( che pure, mi pare , ci sia il film)

Vedi il profilo dell'utente
40
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
" />

Vedi il profilo dell'utente
41
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E' stato carino da parte tua postare questi elenchi, tuttavia molti titoli appaiono citati gratuitamente, perché i curatori non hanno indicato i temi che li collegano. Tanto per ricordare solo un'opera, cosa c'entra l'Amleto di Shakespeare con il libro che abbiamo letto?

Vedi il profilo dell'utente
42
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Le avventure di huckleberry Finn? Io non ho letto il libro ... ma mi domando perchè?

Forse Amleto è citato solo per il fatto che nel romanzo, se mi ricordo bene, è citato Shakespeare.

Vedi il profilo dell'utente
43
silena
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
E' improbabile.

Vedi il profilo dell'utente
44
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 2]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum