Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Un ateo ha spiritualità?

Condividere 

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 4]

26
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@euvitt ha scritto:
@laura18 ha scritto:Leggendovi mi ritrovo in tutto quello che è stato scritto.Ma allora se la spiritualità è dentro ognuno di noi, in maniera personale,perché l'uomo ha e tuttora sente il bisogno di inquadrare e ingabbiare tale spiritualità dentro le  varie religioni?
eh!!! bella domanda
mettiamola così, arriva un Maestro realizzato, e comincia ad avere un seguito di allievi
da bravo Maestro da a ciascuno quell'aiutino, quell'indicazione....quel qualcosa in più che gli manca
e intanto qualche allievo diligente ma non illuminato prende nota....il Maestro ha detto questo il Maestro ha detto quest'altro...
passa il tempo e fanno un bel libro sacro...in questo libro c'è quello che il Maestro ha detto al figlio dell'arrotino....un consiglio del tutto relativo ma cristallizzando il tutto vien fuori un dettame assoluto
le religioni riprendono insegnamenti validi in un certo momento, in un certo luogo, per certe persone ....e le spacciano per buone per tutti e questo sotto l'attenta guida di analfabeti spirituali
le religioni? la preistoria della ricerca di Dio

anche per te, vedo, un'umanità fatta di pecoroni lobotomizzati... dovresti entrare in politica!  inizio a sorridere inizio a sorridere rolleyss rolleyss rolleyss 

Vedi il profilo dell'utente
27
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@paolo iovine ha scritto:domandarsi se un ateo ha spiritualità, è come domandarsi se un milanista è interista .

Per me è una cosa che se ce l'hai non sai di averla...

Vedi il profilo dell'utente
28
Kakkadura
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
La sfera semantica di 'spiritualità' in realtà è un parallelepipedo

Vedi il profilo dell'utente
29
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
ma dico io, ma con tutte le cose che ci sono da conoscere nel mondo, perché accanirsi a cercare di conoscere cose dell' altro mondo ?

Vedi il profilo dell'utente
30
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè a dire che chi non fonda religioni è sostanzialmente servo, schiavo e coglione?



@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè vuol dire che la quasi totalità della popolazione mondiale è beota e solo quella sparuta minoranza che non aderisce a nessuna religione è degna di chiamarsi "homo sapiens sapiens"?



Sbaglierò, ma mi sembra che qui ci siano i presupposti per cominciare a considerare una specie di "razza superiore", oppure un "popolo eletto" di moderna concezione

Questa è la tua libera intepretazione alle mie parole.

Vedi il profilo dell'utente
31
beautiful stranger
avatar
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
Forse la dicotomia corretta sarebbe materialismo - spiritualità e non ateismo -spiritualità, eh...

Vedi il profilo dell'utente
32
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@paolo iovine ha scritto:ma dico io, ma con tutte le cose che ci sono da conoscere nel mondo, perché accanirsi a cercare di conoscere cose dell' altro mondo ?

ben detto. Ognuno è libero di scegliersi il proprio campo di interesse!

Vedi il profilo dell'utente
33
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Miss.Stanislavskij ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè a dire che chi non fonda religioni è sostanzialmente servo, schiavo e coglione?



@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè vuol dire che la quasi totalità della popolazione mondiale è beota e solo quella sparuta minoranza che non aderisce a nessuna religione è degna di chiamarsi "homo sapiens sapiens"?



Sbaglierò, ma mi sembra che qui ci siano i presupposti per cominciare a considerare una specie di "razza superiore", oppure un "popolo eletto" di moderna concezione

Questa è la tua libera intepretazione alle mie parole.

si senz'altro!

Vedi il profilo dell'utente
34
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@beautiful stranger ha scritto:Forse la dicotomia corretta sarebbe materialismo - spiritualità e non ateismo -spiritualità, eh...

forse... ma l'importante è capirsi, non trovi?
E qui mi pare che tutti siamo convinti di aver capito tutto.

Vedi il profilo dell'utente
35
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè a dire che chi non fonda religioni è sostanzialmente servo, schiavo e coglione?



@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè vuol dire che la quasi totalità della popolazione mondiale è beota e solo quella sparuta minoranza che non aderisce a nessuna religione è degna di chiamarsi "homo sapiens sapiens"?



Sbaglierò, ma mi sembra che qui ci siano i presupposti per cominciare a considerare una specie di "razza superiore", oppure un "popolo eletto" di moderna concezione

Questa è la tua libera intepretazione alle mie parole.

si senz'altro!

OK, a posto allora, le conclusioni e i giudizi espressi sono tuoi e non intendo appropriarmene.

Vedi il profilo dell'utente
36
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Kakkadura ha scritto:La sfera semantica di 'spiritualità' in realtà è un parallelepipedo

magari!... io la vedo piuttosto simile ad un rombicosidodecaedro metabigirato (J74 solido di Johnson)
ma potrei anche sbagliarmi. Con tutte quelle facce simili, così simmetricamente contrapposte, un pochino mi confondo...
e detto fra noi, nemmeno proprio un pochino...

Vedi il profilo dell'utente
37
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@Miss.Stanislavskij ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè a dire che chi non fonda religioni è sostanzialmente servo, schiavo e coglione?



@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)

cioè vuol dire che la quasi totalità della popolazione mondiale è beota e solo quella sparuta minoranza che non aderisce a nessuna religione è degna di chiamarsi "homo sapiens sapiens"?



Sbaglierò, ma mi sembra che qui ci siano i presupposti per cominciare a considerare una specie di "razza superiore", oppure un "popolo eletto" di moderna concezione

Questa è la tua libera intepretazione alle mie parole.

si senz'altro!

OK, a posto allora, le conclusioni e i giudizi espressi sono tuoi e non intendo appropriarmene.
.
naturalmente!... ci mancherebbe altro! d'altra parte mi darai merito che la conclusione l'ho iniziata io stesso con la dubitativa "Sbaglierò..."
d'altronde tutti hanno diritto alle proprie impressioni e deduzioni; sennò, in cosa consisterebbe la libertà di giudizio?

Vedi il profilo dell'utente
38
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@paolo iovine ha scritto:ma dico io, ma con tutte le cose che ci sono da conoscere nel mondo, perché accanirsi a cercare di conoscere cose dell' altro mondo ?
Oggi a me andava di provare a conoscere una cosa di questo mondo, nascosta dentro miliardi di minuscoli "mondi"individuali..Con permesso.Grazie

Vedi il profilo dell'utente
39
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)
Ok..come si fa a desiderare una via facile per arrivare a capire una cosa che hai dentro di te?Come fa qualcun altro a spiegarti e inquadrarti  quello che è tuo?

Vedi il profilo dell'utente
40
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Pazza_di_Acerra ha scritto:Non capisco perché un ateo non dovrebbe avere spiritualità, che è cosa ben diversa dalla religiosità.
La mia domanda si voleva una retorica..La religiosità è o dovrebbe essere basata sulla spiritualità e la sua conoscenza..Se non c'è religione senza spiritualità,ci può essere spiritualità senza religione?E se si come capiamo che è giusta?(spero di essermi spiegata bene)

Vedi il profilo dell'utente
41
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Hara2 ha scritto:Non capisco perchè  usare un termine ambiguo, vago, semanticamente abusato e slegato dalla realtà come "spiritualità"
Prego..esemplifichi con un altro termine più specifico..

Vedi il profilo dell'utente
42
paolo iovine
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
prego, ti auguro di trovarla.

Vedi il profilo dell'utente
43
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@euvitt ha scritto:
@laura18 ha scritto:Leggendovi mi ritrovo in tutto quello che è stato scritto.Ma allora se la spiritualità è dentro ognuno di noi, in maniera personale,perché l'uomo ha e tuttora sente il bisogno di inquadrare e ingabbiare tale spiritualità dentro le  varie religioni?
eh!!! bella domanda
mettiamola così, arriva un Maestro realizzato, e comincia ad avere un seguito di allievi
da bravo Maestro da a ciascuno quell'aiutino, quell'indicazione....quel qualcosa in più che gli manca
e intanto qualche allievo diligente ma non illuminato prende nota....il Maestro ha detto questo il Maestro ha detto quest'altro...
passa il tempo e fanno un bel libro sacro...in questo libro c'è quello che il Maestro ha detto al figlio dell'arrotino....un consiglio del tutto relativo ma cristallizzando il tutto vien fuori un dettame assoluto
le religioni riprendono insegnamenti validi in un certo momento, in un certo luogo, per certe persone ....e le spacciano per buone per tutti e questo sotto l'attenta guida di analfabeti spirituali
le religioni? la preistoria della ricerca di Dio
E questo posso capirlo migliaia di anni fa..Ma adesso la razza umana si vuole più evoluta..eppure ci sono sempre nuove religioni,nuove credenze che giocano con la spiritualità o qualunque essa sia..Come fanno le persone a credere in un "qualcosa" di superiore che le premia o le punisce?La spiritualità dovrebbe essere una "cosa"in continua trasformazione,evoluzione...perché prenderla e fissarla per poi limitarla?Perché credere in una cosa limitata sapendo che lo è?



Ultima modifica di laura18 il Gio 22 Mag 2014 - 15:21, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
44
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@paolo iovine ha scritto:prego, ti auguro di trovarla.
Forse non la troverò,ma proverò a capirla meglio...Grazie

Vedi il profilo dell'utente
45
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
@laura18 ha scritto:
@euvitt ha scritto:
@laura18 ha scritto:Leggendovi mi ritrovo in tutto quello che è stato scritto.Ma allora se la spiritualità è dentro ognuno di noi, in maniera personale,perché l'uomo ha e tuttora sente il bisogno di inquadrare e ingabbiare tale spiritualità dentro le  varie religioni?
eh!!! bella domanda
mettiamola così, arriva un Maestro realizzato, e comincia ad avere un seguito di allievi
da bravo Maestro da a ciascuno quell'aiutino, quell'indicazione....quel qualcosa in più che gli manca
e intanto qualche allievo diligente ma non illuminato prende nota....il Maestro ha detto questo il Maestro ha detto quest'altro...
passa il tempo e fanno un bel libro sacro...in questo libro c'è quello che il Maestro ha detto al figlio dell'arrotino....un consiglio del tutto relativo ma cristallizzando il tutto vien fuori un dettame assoluto
le religioni riprendono insegnamenti validi in un certo momento, in un certo luogo, per certe persone ....e le spacciano per buone per tutti e questo sotto l'attenta guida di analfabeti spirituali
le religioni? la preistoria della ricerca di Dio
E questo posso capirlo migliaia di anni fa..Ma adesso la razza umana si vuole più evoluta..eppure ci sono sempre nuove religioni,nuove credenze che giocano con la spiritualità o qualunque essa sia..Come fanno le persone a credere in un "qualcosa" di superiore che le premia o le punisce?La spiritualità dovrebbe essere una "cosa"in continua trasformazione,evoluzione...perché prenderla e fissarla per poi limitarla?Perché credere in una cosa limitata sapendo che lo è?
Perché siamo tutti diversi, la differenza c'è e si sente....il dio che punisce e premia e' una proiezione di ciò che siamo e se siamo piccoli e miseri, tanto da spiare il ragazzo che di sta facendo una sega al bagno, per punirlo in nome di dio....è ovvio che questo dio sarà capriccioso nevrotico incazzoso....ma ricordiamo sempre che è un dio inventato
Gli atei che lo hanno eliminato stanno un passo avanti ....ora però che hanno tolto quello falso devono cercare quello vero

Vedi il profilo dell'utente
46
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@laura18 ha scritto:
@Miss.Stanislavskij ha scritto:Perché serve ad irregimentare, a creare gerarchie e a comandare (per chi fonda religioni)

Perché chi sente questa istanza vuole la strada facile, vuole che qualcuno gli spieghi, lo istruisca glil dia il manuale d'istruzione, insomma desidera guardare il braccio, al massimo il dito , ma non la luna (per chi aderisce alle religioni)
Ok..come si fa a desiderare una via facile per arrivare a capire una cosa che hai dentro di te?Come fa qualcun altro a spiegarti e inquadrarti  quello che è tuo?

Si fa allo stesso modo per cui è stato inventato il telecomando per la tivù.
Più è comodo più è facile che prenda piede.
Se qualcuno ti garantisce il manuale di istruzioni per la felicità, magari quella eterna, e sei convinto che in questa la felicità sia un'utopia, altrettanto facilemente ci si accontenta, o ci si abitua ad una strada e non se ne vedono altre.
E non vale solo per la religione, ma per tutto, quando ti dicono che ti faciliteranno la vita di solito non è mai senza rinunciare a una parte della tua libertà, magari non te ne accorgi o te ne accorgi quando sei ormai assuefatto e non vorresti più rinunciare.

Vedi il profilo dell'utente
47
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@laura18 ha scritto:
E questo posso capirlo migliaia di anni fa..Ma adesso la razza umana si vuole più evoluta..eppure ci sono sempre nuove religioni,nuove credenze che giocano con la spiritualità o qualunque essa sia..Come fanno le persone a credere in un "qualcosa" di superiore che le premia o le punisce?La spiritualità dovrebbe essere una "cosa"in continua trasformazione,evoluzione...perché prenderla e fissarla per poi limitarla?Perché credere in una cosa limitata sapendo che lo è?

scusa se mi permetto, Laura, ma tu davvero pensi che qualche migliaio di anni fa gli uomini fossero più fessi di quanto lo siano adesso??
forse volevi dire un paio di milioni di anni fa... al tempo di Lucy!...e francamente anche li avrei dei dubbi; infatti li sono riusciti a sopravvivere mentre noi ci saremmo estinti in pochi anni!

Vedi il profilo dell'utente
48
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
@Lucio Musto ha scritto:
@laura18 ha scritto:
E questo posso capirlo migliaia di anni fa..Ma adesso la razza umana si vuole più evoluta..eppure ci sono sempre nuove religioni,nuove credenze che giocano con la spiritualità o qualunque essa sia..Come fanno le persone a credere in un "qualcosa" di superiore che le premia o le punisce?La spiritualità dovrebbe essere una "cosa"in continua trasformazione,evoluzione...perché prenderla e fissarla per poi limitarla?Perché credere in una cosa limitata sapendo che lo è?

scusa se mi permetto, Laura, ma tu davvero pensi che qualche migliaio di anni fa gli uomini fossero più fessi di quanto lo siano adesso??
forse volevi dire un paio di milioni di anni fa... al tempo di Lucy!...e francamente anche li avrei dei dubbi; infatti li sono riusciti a sopravvivere mentre noi ci saremmo estinti in pochi anni!
Ho scritto...si vuole più evoluta...non è detto che lo sia

Vedi il profilo dell'utente
49
Lucio Musto
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@laura18 ha scritto:
@Lucio Musto ha scritto:
@laura18 ha scritto:
E questo posso capirlo migliaia di anni fa..Ma adesso la razza umana si vuole più evoluta..eppure ci sono sempre nuove religioni,nuove credenze che giocano con la spiritualità o qualunque essa sia..Come fanno le persone a credere in un "qualcosa" di superiore che le premia o le punisce?La spiritualità dovrebbe essere una "cosa"in continua trasformazione,evoluzione...perché prenderla e fissarla per poi limitarla?Perché credere in una cosa limitata sapendo che lo è?

scusa se mi permetto, Laura, ma tu davvero pensi che qualche migliaio di anni fa gli uomini fossero più fessi di quanto lo siano adesso??
forse volevi dire un paio di milioni di anni fa... al tempo di Lucy!...e francamente anche li avrei dei dubbi; infatti li sono riusciti a sopravvivere mentre noi ci saremmo estinti in pochi anni!
Ho scritto...si vuole più evoluta...non è detto che lo sia
.


AH!... scusami, avevo inteso male. Certo l'evoluzione è cosa innegabile, e fra l'altro bellissima, ma richiede tempi lunghissimi, eoni, innumerevoli generazioni.
E' sempre superficiale (non dico a te, ma in generale), parlare dei "tempi di una volta" cioè dell'altro ieri, come se l'uomo fosse cambiato.
In fretta cambia la tecnologia... anche troppo in fretta. Ma non sta scritto da nessuna parte che l'uomo riesca a tenerle dietro e migliorare con essa... anzi...
ma qui ci vorrebbe un altro thread, o forse altri dieci...

Ti rinnovo le mie scuse per il malinteso.

Vedi il profilo dell'utente
50
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
Figurati.. Non c'è nulla da chiedere scusa..

Vedi il profilo dell'utente
51
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum