Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Di ciò che si definisce volgarità

Condividere 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
Hara2
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Parto da qui


Candido ha scritto: La volgarità non è mai stata provocazione e non ha mai fatto ridere...

Molti dei libri, quadri, canzoni, sculture, poesie, satire e altre forme espressive furono considerate, al loro apparire,  volgarità e provocazioni gratuite. I capelloni erano sporchi provocatori e volgari.Da un Woodstock a un parco Lambro tutto era giudicato volgare dai bravi borghesi, così come fu per Mary Quann, per le donne in bicicletta, eccetera

,Prova a vederla anche da questo punto di vista  e prova a ragionare un attimo sulla provenienza dei tuoi attuali parametri di giudizio intorno a ciò che è volgare e a ciò che non lo è

Ps
Identico discorso si può fare paro paro per "pornografia", ",bestemmia" et similari

Pps
Già che ci sono, anche se nel quotato non se ne parla, secondo me è palese che nell'epoca di youporn bisognerebbe rivedere il concetto stesso di pornografia

Vedi il profilo dell'utente
2
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori

Vedi il profilo dell'utente
3
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
vanth ha scritto:cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori
Quote..il finto perbenismo..non solo borghese

Vedi il profilo dell'utente
4
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
vanth ha scritto:cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori

Che cosa oppone il perbenismo borghese alla volgarità, quando la volgarità stessa è spesso insita nel modo di vivere borghese? Oggi l'arte della provocazione si è definitivamente persa, ormai sono decenni, la minigonna, la merda di artista, Woodstock, Hair, lo stracciare la cartolina di precetto, le prime spiagge di nudisti, il burlesque ben fatto, Aikè Nanà che balla nuda in un famoso locale romano ecc.ecc.ecc..
Ripeto, certe forme espressive risuonano "provocatorie" oggi come i cazzi disegnati sulla lavagna dai miei alunni...
Inoltre mi chiederei seriamente, in pieno 2014...cos'è, dov'è oggi il vero borghese che un tempo designava una classe così enorme da rappresentare vari milioni di persone in Italia? La cosiddetta "maggioranza silenziosa" di allora?

Vedi il profilo dell'utente
5
Miss.Stanislavskij
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Volgare come proprio del volgo, oggi ci sono i talent show, uomini e donne, i programmi di intrattenimento pomeridiani e della domenica , chi l'ha visto, le trasmissioni del calcio, il talk show politici ... altre varie ed eventuali.
(per il momento salvo ancora presa diretta e report, anche se è da un po' che non li guardo più... dunque è sulla fiducia)

Anticipo eventuali appunti al mio intervento... ho guardato anche io qualcosa di quella roba lì per essermi fata questa idea e sì, sono snob  .

Vedi il profilo dell'utente
6
Un_Lucano
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Aikè Nanà AICHE' (pron. Aiscè)

Mary Quann Mary QUANT

Vedi il profilo dell'utente
7
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La volgarità è nulla e come ogni nulla è usato per questioni di comodo.
Ci sono molte cose degne di attenzione negli esseri umani, ad esempio la stupidità e l'ipocrisia che guarda caso appaiono quasi sempre per bene e mai volgari.
Mi preoccupa molto di più ciò che è cattivo di ciò che è volgare.
La volgarità è una puzzetta, degna di nota nella stessa misura.

Vedi il profilo dell'utente
8
lupo

Viandante Storico
Viandante Storico
penso tutti siano d'accordo che ci sono cose peggiori della volgarità (volontaria, aggiungo).
e che ci sono pure molte cose che sono volgari nella sostanza pur non essendolo nella forma, e le tv, ma non solo, ce ne danno numerosi esempi io però lascio a chi è più competente il discutere dei massimi sistemi.
nel mio piccolo, pur non essendo credente, evitoad es. di bestemmiare fosse anche solo per il motivo che a qualcuno intorno a me può dare fastidio, e vorrei anche evitare (non sempre ci riesco e me ne scuso) di rispondere con offese e parolacce a chi per incapacità o peggio ancora per scelta è aduso esprimersi in questo modo appunto, secondo me, volgare e negativo
la volgarità sarà pure una puzzetta, anzi lo è senz'altro ma a me le puzzette non piacciono

Vedi il profilo dell'utente
9
albagia
avatar
Viandante Residente
Viandante Residente
Riporto quanto sulla Treccani : volgarità, mancanza di CULTURA, di educazione, di finezza, di signorilità, di elevatezza, di nobiltà spirituale.

Al primo posto, c'è la cultura, secondo l'enciclopedista, e la cultura non è un concetto astratto, essa è determinata dalla conoscenza, diversamente da educazione, finezza e signorilità, che si adeguano agli usi e costumi locali e familiari.

Vedi il profilo dell'utente
10
lupo

Viandante Storico
Viandante Storico
certo, però la scarsa cultura, di cui spesso non siamo responsabili, può in parte almeno giustificare l'esprimersi ed il comportarsi in modo volgare.
ben poche giustificazioni ha, secondo me, chi lo fa per scelta

Vedi il profilo dell'utente
11
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
lupo ha scritto: la volgarità sarà pure una puzzetta, anzi lo è senz'altro ma a me le puzzette non piacciono

Uhm... quindi meglio il letame?

Vedi il profilo dell'utente
12
Hara2
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
albagia ha scritto:Riporto quanto sulla Treccani : volgarità, mancanza di CULTURA, di educazione, di finezza, di signorilità, di elevatezza, di nobiltà spirituale.

Etimo:
Agg. Del volgo, popolare, noto a tutti
Sost.Idioma vivo e che si favella da tutti

Al primo posto, c'è la cultura, secondo l'enciclopedista, e la cultura non è un concetto astratto, essa è determinata dalla conoscenza, diversamente da educazione, finezza e signorilità, che si adeguano agli usi e costumi locali e familiari.

mmmmhhhhhh

Vedi il profilo dell'utente
13
Candido
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NinfaEco ha scritto:La volgarità è nulla e come ogni nulla è usato per questioni di comodo.
Ci sono molte cose degne di attenzione negli esseri umani, ad esempio la stupidità e l'ipocrisia che guarda caso appaiono quasi sempre per bene e mai volgari.
Mi preoccupa molto di più ciò che è cattivo di ciò che è volgare.
La volgarità è una puzzetta, degna di nota nella stessa misura.

Guarda che "volgare" è pure l'accumulo di soldi, l'arrivismo sociale, il disprezzo per i deboli, lo sfruttamento del cretinismo di massa (assai più che il cretinismo di massa in sé), l'ingiustizia elevata a sistema...la cattiveria equivale a volgarità. Eppure il termine "volgare" in origine, come tanti altri, non assumeva affatto significato negativo, si riferiva solo a ciò che era proprio del popolo...forse furono fin da allora i ceti abbienti a squalificarlo...

Vedi il profilo dell'utente
14
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NinfaEco ha scritto:La volgarità è nulla e come ogni nulla è usato per questioni di comodo.
Ci sono molte cose degne di attenzione negli esseri umani, ad esempio la stupidità e l'ipocrisia che guarda caso appaiono quasi sempre per bene e mai volgari.
Mi preoccupa molto di più ciò che è cattivo di ciò che è volgare.
La volgarità è una puzzetta, degna di nota nella stessa misura.
concordo

la volgarità è eccesso,mancanza di fantasia e di originalità
incapace di concepire qualcosa di nuovo e di tuo porti all'eccesso e allo sfinimento modelli di altri
....ma a noi....che ce frega?

Vedi il profilo dell'utente
15
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Candido ha scritto:
NinfaEco ha scritto:La volgarità è nulla e come ogni nulla è usato per questioni di comodo.
Ci sono molte cose degne di attenzione negli esseri umani, ad esempio la stupidità e l'ipocrisia che guarda caso appaiono quasi sempre per bene e mai volgari.
Mi preoccupa molto di più ciò che è cattivo di ciò che è volgare.
La volgarità è una puzzetta, degna di nota nella stessa misura.

Guarda che "volgare" è pure l'accumulo di soldi, l'arrivismo sociale, il disprezzo per i deboli, lo sfruttamento del cretinismo di massa (assai più che il cretinismo di massa in sé), l'ingiustizia elevata a sistema...la cattiveria equivale a volgarità. Eppure il termine "volgare" in origine, come tanti altri, non assumeva affatto significato negativo, si riferiva solo a ciò che era proprio del popolo...forse furono fin da allora i ceti abbienti a squalificarlo...


È vero. Però pensa ad una cosa: quanti riconoscono quelle cose come volgari ( oscene direi io)?
Pochi secondo me. E questo rimanda all'etimo: volgare era un appellativo riservato al popolo.
Era neutro quell'appellativo? Non molto perchè allora si riteneva che la nobiltà di natali coincidesse con quella dell'animo ( essendo tu iper colto sai a che contesto mi riferisco). Un nobile non poteva essere una cacca, un popolano sì... e il popolano era volgare.
Ora fai due più due: anche oggi come allora la forma e non la sostanza decide cosa sia volgare.


Vedi il profilo dell'utente
16
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
euvitt ha scritto:
NinfaEco ha scritto:La volgarità è nulla e come ogni nulla è usato per questioni di comodo.
Ci sono molte cose degne di attenzione negli esseri umani, ad esempio la stupidità e l'ipocrisia che guarda caso appaiono quasi sempre per bene e mai volgari.
Mi preoccupa molto di più ciò che è cattivo di ciò che è volgare.
La volgarità è una puzzetta, degna di nota nella stessa misura.
concordo

la volgarità è eccesso,mancanza di fantasia e di originalità
incapace di concepire qualcosa di nuovo e di tuo porti all'eccesso e allo sfinimento modelli di altri
....ma a noi....che ce frega?


Bo.
Un'altra intrigante domanda sarebbe proprio questa: perchè una certa questione, ad esempio quella della volgarità, per qualcuno è rilevante?
Spesso non è tanto la questione ad essere importante, ma ciò che la pone come questione.


(  rotolarsi dal ridere  oh.... non mi si può dare un buffetto che mi parte il trita carne mentale)

Vedi il profilo dell'utente
17
Zadig
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
NinfaEco ha scritto:
lupo ha scritto: la volgarità sarà pure una puzzetta, anzi lo è senz'altro ma a me le puzzette non piacciono

Uhm... quindi meglio il letame?
lui non è volgare ma viscido e vigliacchetto. E se ne bea.

Vedi il profilo dell'utente
18
euvitt
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Zadig ha scritto:
NinfaEco ha scritto:
lupo ha scritto: la volgarità sarà pure una puzzetta, anzi lo è senz'altro ma a me le puzzette non piacciono

Uhm... quindi meglio il letame?
lui non è volgare ma viscido e vigliacchetto. E se ne bea.
ma lascialo perde'
tanto non c'arriva e si rifugia nello gne' gne'

Vedi il profilo dell'utente
19
Hara2
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
euvitt ha scritto:
la volgarità è eccesso,mancanza di fantasia e di originalità
incapace di concepire qualcosa di nuovo e di tuo porti all'eccesso e allo sfinimento modelli di altri


XVI. Pedicabo vos
Pedicabo ego vos et irrumabo,
Aureli pathice et cinaede Furi,
qui me ex versiculis meis putastis,
quod sunt molliculi, parum pudicum.
nam castum esse decet pium poetam
ipsum, versiculos nihil necesse est;
qui tum denique habent salem ac leporem,
si sunt molliculi ac parum pudici,
et quod pruriat incitare possunt,
non dico pueris, sed his pilosis
qui duros nequeunt movere lumbos.
vos, quod milia multa basiorum
legistis, male me marem putatis?
pedicabo ego vos et irrumabo.


Gaio Valerio Catullo


E ora in linguaggio "volgare"

Spoiler:
A te in bocca e a te dritto nel culo
voglio ficcarvelo, Aurelio e Furio.
Pensate, succhiacazzi e rottinculo,
che sia dei vostri perché ho scritto qualche
verso libidinoso? Il poeta
deve essere casto, ma chi ha detto
che lo devono essere i suoi versi?
Se non fossero lascivi e spudorati
sarebbero scipiti e senza nerbo,
incapaci di farglielo grattare,
non dico ai ragazzini, ma ai pelosi
scimmioni che non danno più di schiena.
Ma voi, perché leggete, brutte checche,
di migliaia di baci, giudicate
me come un effeminato? In bocca,
Furio e Aurelio, ve lo ficco, e nel culo


Vedi il profilo dell'utente
20
lupo

Viandante Storico
Viandante Storico
euvitt ha scritto:
Zadig ha scritto:
NinfaEco ha scritto:
lupo ha scritto: la volgarità sarà pure una puzzetta, anzi lo è senz'altro ma a me le puzzette non piacciono

Uhm... quindi meglio il letame?
lui non è volgare ma viscido e vigliacchetto. E se ne bea.
ma lascialo perde'
tanto non c'arriva e si rifugia nello gne' gne'

ma parlavo di "puzzette" (cit) mica di qualcuno in particolare.
mi spiace se qualcuno ci si è riconosciuto e me ne scuso.

Vedi il profilo dell'utente
21
NinfaEco
avatar
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
confused 

Vedi il profilo dell'utente
22
Hara2
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
NinfaEco ha scritto:confused 

Vedi il profilo dell'utente
23
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
laura18 ha scritto:
vanth ha scritto:cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori
Quote..il finto perbenismo..non solo borghese

il perbenismo è sempre finto

Vedi il profilo dell'utente
24
vanth
avatar
Viandante Storico
Viandante Storico
Candido ha scritto:
vanth ha scritto:cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori

Che cosa oppone il perbenismo borghese alla volgarità, quando la volgarità stessa è spesso insita nel modo di vivere borghese? Oggi l'arte della provocazione si è definitivamente persa, ormai sono decenni, la minigonna, la merda di artista, Woodstock, Hair, lo stracciare la cartolina di precetto, le prime spiagge di nudisti, il burlesque ben fatto, Aikè Nanà che balla nuda in un famoso locale romano ecc.ecc.ecc..
Ripeto, certe forme espressive risuonano "provocatorie" oggi come i cazzi disegnati sulla lavagna dai miei alunni...
Inoltre mi chiederei seriamente, in pieno 2014...cos'è, dov'è oggi il vero borghese che un tempo designava una classe così enorme da rappresentare vari milioni di persone in Italia? La cosiddetta "maggioranza silenziosa" di allora?

sono ovunque Candido, perlopiù in posizioni di potere, basta guardarsi intorno...
che poi ci sia di peggio non c'è ombra di dubbio



Ultima modifica di vanth il Mar 15 Apr 2014 - 14:11, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
25
laura18

Viandante Mitico
Viandante Mitico
vanth ha scritto:
laura18 ha scritto:
vanth ha scritto:cfr. il mostro della domenica, Signore & signori and so on


sulla tragicomicità del perbenismo borghese son stati scritti capolavori
Quote..il finto perbenismo..non solo borghese

il perbenismo è sempre finto
..sempre è una certezza... io certezze tendenzialmente non ne ho..

Vedi il profilo dell'utente
26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum